Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 00:18 di Mer 1 Apr 2020

dalla Città

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Città

image_pdfimage_print

Fondi in bilancio per le persone sorde

Su proposta dell’assessore alle politiche sociali del comune di San Benedetto del Tronto Emanuela Carboni, la Giunta comunale ha approvato nella seduta una importante deliberazione in materia di riconoscimento dei diritti delle persone sorde.

 

La delibera istituisce nel bilancio comunale un’apposita voce, denominata “Fondo per la promozione del riconoscimento della lingua italiana dei segni e per la piena accessibilità delle persone con disabilità sensoriale”, nel quale confluiranno, tra l’altro, le risorse relative alle convenzioni per l’interpretariato per facilitare l’accesso ai servizi pubblici dei non udenti e l’interpretariato per attività convegnistica e conferenze.

 

“Con questo atto intendiamo dare una sistematica e strutturale organizzazione a questo prezioso servizio – spiega l’assessore Carboni – finora infatti l’attivazione delle specifiche convenzioni per questi servizi o, per esempio, quelli di supporto agli studenti sordi con persone esperte nella Lingua dei Segni Italiana (LIS) erano condizionate al reperimento di specifici fondi e quindi a potenziale rischio di precarietà. Ora l’utilizzo della LIS in tutte le situazioni in cui si rende necessaria diventa un obiettivo fondamentale dell’attività del Comune”.

 

La delibera è stata accolta con soddisfazione da l’associazione “Sordapicena”, invitata a partecipare con i suoi componenti alla seduta di Giunta al momento dell’approvazione dell’atto. Attraverso il suo presidente Fausto Lucidi, poi, la Sordapicena ha inviato all’Amministrazione comunale un messaggio di ringraziamento nel quale definisce l’atto approvato “un traguardo storico per la nostra città e per la comunità sorda”.

San Benedetto del Tronto, 13-12-2017


I servizi on line del Comune di San Benedetto

Sono diversi i servizi erogati on line del Comune di San Benedetto, servizi cioè di cui si può usufruire senza muoversi da casa ma utilizzando un computer e una connessione a internet. Tutti questi servizi sono visualizzabili in una pagina, denominata appunto “Servizi on line”, accessibile direttamente dalla home page del sito comunale www.comunesbt.it (colonna sinistra).

 

Per alcuni di questi servizi è possibile completare l’intera operazione (come, ad esempio, il pagamento della Tassa rifiuti o di una violazione al Codice della Strada, la prenotazione di un colloquio con un amministratore o l’inoltro di una segnalazione), in altri casi è possibile effettuare il pagamento del servizio richiesto. In questo caso la ricevuta può essere allegata alla domanda che comunque può sempre essere inoltrata attraverso la posta elettronica, ordinaria o certificata.

 

In particolare, vanno evidenziati i servizi erogati dallo Sportello Unico del Cittadino e quelli della Polizia Municipale.

 

Lo Sportello Unico del Cittadino rilascia telematicamente i certificati anagrafici già compilati da utilizzare per ogni necessità, validi legalmente con la tecnologia del timbro digitale. Ci si deve preventivamente autenticare attraverso lo SPID, ovvero l’identità digitale che ciascuno di noi può ottenere dai soggetti abilitati (informazioni su www.spid.gov.it), il PIN Raffaello (il codice rilasciato dagli uffici abilitati dalla Regione Marche), la nuova tessera sanitaria, quella che contiene un microchip, che va abilitata a questo scopo presso gli uffici territoriali dell’Azienda sanitaria della Regione Marche).

 

E’ inoltre possibile rivolgersi “virtualmente” allo Sportello Unico del Cittadino per prenotare l’appuntamento per il rilascio della carta d’identità elettronica (CIE): per fare una CIE occorrono diversi minuti e, nel frattempo, possono formarsi code anche significative in attesa. Così il Comune ha messo in piedi una procedura semplice per prenotare un appuntamento, appunto on line, e non perdere così tempo.

Per quanto riguarda i servizi erogati telematicamente dalla Polizia Municipale, si segnalano il pagamento per l’affitto della sala “Marcelli”, nella vecchia sede di piazza Battisti, per l’apposizione della segnaletica necessaria per le occupazioni temporanee del suolo pubblico, ma soprattutto il pagamento delle violazioni al codice della strada e di altre sanzioni amministrative. Il Comune ha infatti aderito al sistema regionale dei pagamenti “Mpay” che dà proprio questa possibilità utilizzando in sicurezza la carta di credito o pagando con bollettino postale o bonifico per i circuiti bancari aderenti.

 

E’ importante precisare però che, per il pagamento delle sanzioni al Codice della Strada, è obbligatorio riportare in causale la seguente dicitura: “Violazione al codice della strada – verbale n. …………. /…..”   (indicare anche la lettera dopo la barra) e inviare o far pervenire tempestivamente al servizio Comando (fax 0735794241 , e mail: segreteriacomando@comunesbt.it) la ricevuta del pagamento effettuato.

San Benedetto del Tronto, 13-12-2017

 

Abbattimento delle barriere, parte una campagna rivolta alle attività commerciali

Il logo della campagnaLa Giunta comunale ha licenziato una delibera che dà l’avvio di una campagna di sensibilizzazione per l’abbattimento delle barriere architettoniche nelle attività commerciali e ricettive di San Benedetto del Tronto che si chiamerà “Esercizi a ruota libera”.

 

“La campagna – spiega il sindaco Pasqualino Piunti – è stata concertata con la Consulta comunale per la disabilità e l’assessorato al Commercio e prevede, in assenza di norme che impongano l’adeguamento delle attività già esistenti, una strategia comunicativa che si basa sulla premialità. Infatti tutte le attività che dimostreranno di essere accessibili riceveranno un bollino adesivo da apporre all’ingresso e faranno parte del circuito di “Esercizi a ruota libera”. Verranno inoltre menzionati in uno speciale elenco che verrà pubblicato periodicamente sul BUM e sul sito istituzionale del Comune. Puntiamo ad avere buoni esempi da mettere in evidenza che possano diffondere un positivo contagio tra gli operatori”.

San Benedetto del Tronto, 13-12-2017

Legge 30, ai richiedenti ammessi andranno 500 euro

La Giunta comunale ha approvato una delibera con cui fissa a 500 euro l’importo del contributo che sarà erogato in base al bando della legge regionale 30/98 di disciplina di interventi per la famiglia.

 

“La decisione conferma quanto fatto dal Comune in passato – spiega l’assessore alle politiche sociali Emanuela Carboni – nonostante l’assemblea dei Sindaci dell’Ambito Territoriale sociale, con l’apprezzabile scopo di ampliare la platea dei possibili beneficiari, abbia fissato un limite minimo di 250 euro per ciascun nucleo familiare richiedente. San Benedetto del Tronto invece riconferma i 500 euro a famiglia e inoltre, grazie alla maggiore disponibilità di fondi, circa 57mila euro di cui circa 10mila a carico dell’Ambito territoriale sociale che da quest’anno gestisce il bando, punta a soddisfare un numero di richieste superiore a quello delle precedenti annualità”.

 

Va ricordato comunque che l’atto approvato definisce solo i criteri di ripartizione del fondo: la effettiva erogazione del contributo avverrà al termine dell’istruttoria delle numerose richieste presentate, quindi nei primi mesi del 2018.

San Benedetto del Tronto, 13-12-2017

I saldi iniziano il 5 gennaio

Come stabilito dalla delibera regionale n. 1323 del 2017, i saldi invernali si svolgeranno dal 5 gennaio (giorno feriale antecedente l’Epifania) fino al 1 marzo; quelli estivi dal 7 luglio (primo sabato del mese) al 1 settembre.
I periodi sono concordati a livello nazionale.

San Benedetto del Tronto, 12-12-2017

© 2017, Redazione. All rights reserved.




13 Dicembre 2017 alle 19:54 | Scrivi all'autore | | |
Tags:

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata