dalla Città

dalla Città

 

Inaugurata la “Serra Arcobaleno”

E’ stata inaugurata, alla presenza dell’assessore alle politiche sociali Emanuela Carboni e del presidente del Consorzio per il Bacino Imbrifero – BIM Tronto Luigi Contisciani, la “Serra Arcobaleno” realizzata dall’Amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto in un’area adiacente al Centro Socio Educativo Riabilitativo “L’Arcobaleno” di via Machiavelli.

 

La struttura, realizzata anche con il prezioso contributo del BIM Tronto, è costata circa 12 mila euro ed è destinata alle attività di laboratorio del Cediser che si inseriscono in progetti educativi personalizzati pensati per gli utenti del Centro.

 

La struttura, che  ha dunque una valenza riabilitativa fondamentale, è destinata alla coltivazione e ricovero di piante grasse e aromatiche e beneficia anche della collaborazione della “Fabbrica dei fiori”,la cooperativa sociale che si occupa proprio di coltivazione di piante. “E’ un luogo in cui  gli utenti del Centro – spiega l’assessore Emanuela Carboni – possono svolgere numerose attività laboratoriali che si inseriscono in progetti educativi personalizzati. Vogliamo ringraziare sentitamente il BIM e il suo presidente Luigi Contisciani per aver subito intuito la valenza del progetto che va ben oltre la semplice coltivazione in ambiente protetto di piante, ma assume una forte connotazione riabilitativa anche in termini di incremento dei livelli di autonomia funzionale degli ospiti del Cediser”.

 

Il presidente Contisciani ha poi ringraziato tutto il personale della COOS Marche, la cooperativa che gestisce i servizi del Centro, per l’impegno che dedicano nel loro lavoro a favore delle persone con disabilità e per l’amore con cui lavorano insieme agli alla cura delle piante e a tutte le fasi di lavorazione. “Per noi del BIM questo intervento rientra nel novero dei contributi erogati a favore delle iniziative di carattere sociale su tutto il territorio di nostra competenza. Saremo sempre accanto ai Comuni – ha concluso Contisciani – quando c’è da realizzare qualcosa che va nella direzione di rendere le persone con difficoltà non solo più autonome ma anche soddisfatte di aver realizzato qualcosa di significativo con i propri mezzi. Questa serra dà loro questa opportunità”.

San Benedetto del Tronto, 14-12-2017

“ASPETTANDO IL NATALE” AL CENTRO SOCIALE PRIMAVERA CON LA COOPERATIVA MANO A MANO.

Al Centro Sociale Primavera si festeggia l’arrivo del Natale: martedì 19 dicembre l’Amministrazione comunale e la Cooperativa Sociale Mano a Mano propongono un appuntamento carico di dolcezza, di allegria e di festa, insieme ai tanti ospiti che interverranno per animare il pomeriggio.

Vittoria Giuliani e Adriano Aubert della Ribalta Picena daranno vita a scherzose scenette di vernacolo insieme alla giovanissima Aurora e alle operatrici della cooperativa, Angela e Catia.

Il Maestro di organetto e fisarmonica Mauro Croci allieterà l’incontro con musiche natalizie mentre i giovanissimi Francesco, Leonardo e Matteo si esibiranno nell’esecuzione di alcuni brani, tra cui “Volare” di Domenico Modugno. Non mancheranno le poesie, la visione di alcuni filmati, le letterine di Natale e per chiudere un omaggio della cooperativa a tutti gli ospiti della casa.

Un dolce pensiero sarà offerto dal Panificio Ciarrocchi Enrico di San Benedetto del Tr.

“L’Amministrazione e la Cooperativa Sociale Mano a Mano aspettano tutti quelli che intendono partecipare – dice l’assessore Carboni che invita tutti all’appuntamento – questi eventi sono occasioni preziose per stare insieme ai nostri ospiti e farli sentire parte di una grande famiglia, quella della nostra città. Ci auguriamo che in tanti rispondano all’appello per trascorrere un pomeriggio in un clima natalizio che fa bene al cuore e ai legami tra le persone”.

Domenica 17 dicembre si rinnovano direttivi dei Comitati di quartiere

Domenica 17 dicembre (ma in molti casi, secondo le volontà espresse dalle assemblee dei residenti, i seggi apriranno nel pomeriggio di sabato 16 dicembre) sarà “election day” per il rinnovo di tutti e 16 i Consigli direttivi dei Comitati di quartiere della città di San Benedetto del Tronto.

 

I Comitati di quartiere, lo ricordiamo, sono organismi presenti da quasi 20 anni (la prima regolamentazione comunale risale infatti al 1998) organizzati su base associazionistica a cui però il Comune “riconosce il ruolo primario di promuovere la partecipazione democratica dei cittadini”, come è scritto nell’apposito regolamento che poi aggiunge: “Essi svolgono un ruolo propositivo e consultivo attraverso la collaborazione ed il confronto con gli Organi Istituzionali dei Comune, l’analisi delle problematiche e la redazione di proposte per il miglioramento delle condizioni di vita del quartiere, la formulazione di proposte sulla programmazione dei servizi di interesse collettivo, l’attività di informazione e di promozione dei processi di consultazione e di partecipazione dei cittadini alla vita pubblica, la promozione di iniziative di solidarietà e di volontariato sociale in collegamento con le associazioni operanti sul territorio comunale, la promozione di iniziative e di manifestazioni finalizzate alla salvaguardia ed alla valorizzazione della cultura e delle tradizioni locali, la promozione di iniziative e di manifestazioni finalizzate alla salvaguardia ed alla valorizzazione dell’ ambiente, la promozione dell’integrazione dei cittadini stranieri in regola con le norme sull’immigrazione”.

 

Sono chiamati al voto tutti i cittadini residenti in ciascun quartiere con più di 16 anni, compresi i comunitari e gli extracomunitari: si tratta di 41.390 persone mentre i candidati sono 161 per i 16 quartieri in cui è suddiviso il territorio comunale. Tra le novità introdotte con la recente riforma del regolamento in materia, l’elezione del presidente che non sarà più colui che avrà riportato più voti ma colui che sarà eletto dai membri del direttivo. Inoltre sarà possibile dare la preferenza a più di un candidato: fino a 2 preferenze per i direttivi che saranno composti da 5 o 7 membri, fino a 3 preferenze per i direttivi a 9 componenti.

 

Le elezioni saranno considerate valide se si recherà a votare almeno il 10% degli aventi diritto al voto. Il quartiere con il maggior numero di elettori è Sant’Antonio da Padova (5588), il meno popoloso Europa (534 aventi diritto al voto). Lo scrutinio avverrà subito dopo la chiusura dei seggi.

 

Ulteriori informazioni, sedi e orari di apertura dei seggi, in questa pagina

San Benedetto del Tronto, 14-12-2017

 

 

Circa 600 elettori cambiano sezione elettorale

Con il modificarsi della distribuzione degli elettori sul territorio comunale, si è verificato negli ultimi anni un progressivo sovraccarico di alcune sezioni elettorali che avevano raggiunto un numero di iscritti superiore a 1200 elettori, in due casi addirittura intorno a 1300.

 

Pertanto, allo scopo di migliorare l’afflusso, garantire la sicurezza nei plessi sede di seggio e snellire le operazioni di voto, l’Ufficio elettorale del Comune di San Benedetto del Tronto, d’intesa con il Sindaco e la Sottocommissione elettorale circondariale, ha provveduto a riequilibrare il numero degli iscritti, variando l’assegnazione di alcune vie a sezioni elettorali adiacenti.

 

Sono 13 le vie cittadine interessate dal cambio di sezione elettorale per un totale di 623 elettori che a breve riceveranno a casa l’apposito modello contenente due etichette adesive da applicare sulla tessera elettorale secondo le indicazioni riportate nel modello stesso. Solo per i residenti in 7 di queste vie il cambio di sezione comporterà anche il cambio di sede del seggio. Ecco il dettaglio:

 

Via                     Da sez.      Ubicazione                           A sez.        Ubicazione

Alfieri                   6               Scuola media “Manzoni”          3              Scuola media “Sacconi”

Crivelli                 7               Scuola media “Manzoni”          8              Scuola media “Manzoni

Linneo                 7               Scuola media “Manzoni”          8              Scuola media “Manzoni”

Del Ghirlandaio   7               Scuola media “Manzoni”          8              Scuola media “Manzoni”

Keplero                7              Scuola media “Manzoni”          8              Scuola media “Manzoni”

Giotto                  7               Scuola media “Manzoni”          8              Scuola media “Manzoni”

Saffi                     8              Scuola media “Manzoni”          10            Scuola primaria “Marchegiani”

Sciesa                 8              Scuola media “Manzoni”          10            Scuola primaria “Marchegiani”

Menotti                8               Scuola media “Manzoni”          10            Scuola primaria “Marchegiani”

Vicolo Menotti     8               Scuola media “Manzoni”          10            Scuola primaria “Marchegiani”

Martiri di Belfiore 8              Scuola media “Manzoni”          10           Scuola primaria “Marchegiani”

Maroncelli            8             Scuola media “Manzoni            10           Scuola primaria “Marchegiani”

San Francesco    35          Scuola primaria “Spalvieri”        34           Scuola primaria “Spalvieri”

 

 

Per qualsiasi eventuale chiarimento in merito, gli interessati possono rivolgersi all’Ufficio elettorale (tel. 0735/794502 o 794543) dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e nei giorni di martedì e giovedì anche dalle 16 alle 18.

San Benedetto del Tronto, 14-12-2017

Rete della protezione sociale, in vetrina le esperienze di San Benedetto

Il sindaco Pasqualino Piunti, accompagnato dall’assessore Filippo Olivieri, dalla consigliera Mariadele Girolami e dalla funzionaria Maria Simona Marconi, ha partecipato stamane, nella sede dell’Associazione Nazionale dei Comuni a Roma, alla riunione del comitato ristretto della “Rete della protezione e dell’inclusione sociale”, organismo istituito di recente dal ministro Poletti col compito di coordinare il sistema degli interventi in materia sociale tra Stato centrale e autonomie locali.

 

Diversi i punti affrontati. Tra essi, la riforma del terzo settore che ha importanti riflessi sul modo di gestire gli appalti nel settore dei servizi sociali. “A tale proposito – racconta Piunti – abbiamo potuto portare la nostra esperienza, condotta già da alcuni anni in materia di gestione dei centri estivi, di accreditamento dei soggetti incaricati poi di svolgere il servizio, con i quali svolgiamo attività di coprogettazione. Un modello, che è stato molto apprezzato proprio perché va nella direzione dei contenuti della riforma del settore”.

 

Altri argomenti affrontati sono stati la gestione del reddito di inclusione – REI, la promozione da parte dei sindaci della tutela della salute dei cittadini e i contenuti della legge di bilancio 2018 che sta per essere approvata dal Parlamento. “Anche in questo caso abbiamo vista accolta un’istanza nata in Consiglio comunale e che io avevo fatto subito mia – dice ancora Piunti – quella di una maggiore attenzione, anche in termini di stanziamenti dedicati, per i cosiddetti caregiver, di coloro cioè che si occupano di parenti non autosufficienti dedicando tempo e fatica per migliorarne le condizioni di vita”.

San Benedetto del Tronto, 14-12-2017

Alla scuola “Cappella” celebrati i 50 anni dalla morte di Giovanni Vespasiani

Organizzata dall’Assessorato alla Cultura e dalla famiglia del poeta, si è svolta nella mattinata di giovedì 14 dicembre presso la scuola “Cappella” dell’ISC Sud una cerimonia in occasione della ricorrenza del 50° anniversario della morte del poeta dialettale sambenedettese Giovanni Vespasiani.

 

I discendenti del poeta, rappresentati dal nipote Giacomo Vespasiani accompagnato dal pronipote Marco, hanno voluto per l’occasione omaggiare l’Istituto comprensivo con il volume “Voci della mia gente”, l’opera poetica completa che racconta la città di San Benedetto del Tronto nei suoi cambiamenti, dall’interno, con la semplicità e la gioia che Giovanni Vespasiani ha saputo trasmettere e ancora trasmette con le sue composizioni.

 

Si tratta di tante poesie ed alcune canzoni che sono state ordinate secondo la data della loro stesura (dal 1910) e pubblicazione (dal 1911), nel tentativo di cogliere, nell’evoluzione della sua scrittura, anche quella della sua città.

 

Al dirigente scolastico Ado Evangelisti è stata consegnata una copia per ciascun plesso afferente all’ISC Sud, rappresentato in questa circostanza da una classe quinta elementare del plesso “Alfortville” e da una terza media del plesso “Cappella”.

 

Durante la mattinata, dopo un racconto sulla vita del poeta, sono state recitate poesie in vernacolo di Vespasiani, sia dalla professoressa Anna Lunerti che da alcuni bravissimi alunni.

 

“A nome mio personale e di tutta l’amministrazione comunale – ha detto l’Assessore alla cultura Annalisa Ruggieri che ha partecipato alla cerimonia insieme al consigliere Pierfrancesco Troli – tengo a ringraziare la famiglia Vespasiani per la sensibilità e l’attenzione mostrate nei confronti delle generazioni più giovani, nella consapevolezza che solo attraverso testimonianze così intense e toccanti, le nostre tradizioni culturali e dialettali non andranno perse”.

San Benedetto del Tronto, 14-12-2017
Un momento dell'incontro

CinemalCentro, si parte il 20 dicembre

Il teatro Concordia ritornerà a proporre film, grazie alla collaborazione avviata tra l’amministrazione comunale e il Cinema Margherita di Cupra Marittima, che ne gestirà la programmazione.

 

L’inaugurazione avverrà il 20 dicembre con la proiezione di “Lo chiamavano Jeeg Robot”, poi la partenza vera e propria prevista per il giorno di Natale.

 

Si tratterà di un progetto pilota che si svilupperà per ora fino a giugno.

 

Il 20, come detto, ci sarà il simbolico taglio del nastro ad ingresso gratuito con la visione della pellicola che ha consacrato Ilenia Pastorelli. L’attrice, presto al cinema al fianco di Carlo Verdone, verrà affiancata da Giorgio Colangeli. Entrambi al termine di “Jeeg Robot” si intratterranno con i presenti per un incontro dedicato alle storie del cinema.

 

Il biglietto di “CinemalCentro” costerà euro 6,50,  4 euro per gli studenti. Si potrà inoltre acquistare la tesserà che consentirà di effettuare cinque ingressi a 5 euro con l’aggiunta di una visione gratuita.

 

Il Comune sta inoltre lavorando sulla revisione del prezzo dei parcheggi, così da agevolare gli utenti che, si spera, potranno apprezzare l’idea di riportare la proiezione cinematografica nel centro di San Benedetto del Tronto.

 

San Benedetto del Tronto, 14-12-2017
Il manifesto della giornata inaugurale
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com