Rifiuti, la replica di D’Erasmo a Fratelli d’Italia

Il Presidente della Provincia di Ascoli Piceno Paolo D’Erasmo replica all’interrogazione sul tema dei rifiuti da parte di Fratelli d’Italia.

 

Ascoli Piceno, 2018-01-05 – Sul tema dei rifiuti questa Amministrazione Provinciale ha sempre operato nel pieno rispetto della legalità, delle normative e dell’interesse generale del territorio superando la grave situazione di emergenza provocata da dissennate e fallimentari politiche del passato. Ben vengano, dunque, le interrogazioni a livello parlamentare e regionale avanzate da illustri esponenti di Fratelli d’Italia perché sono certo contribuiranno a far emergere, in modo chiaro e trasparente, la cattiva gestione dei rifiuti nel Piceno da parte del centro-destra ascolano.

Proprio sulla gestione rifiuti ho invitato l’on. Rampelli e la consigliera regionale Leonardi ad un incontro pubblico da tenersi a Castel di lama. Una proficua sede di dibattito a cui vorrei intervenissero anche i rappresentanti di Fratelli d’Italia: mi piacerebbe infatti chiedere ai due prestigiosi politici come mai Ascoli Servizi Comunali ha acquistato un terreno in frana per oltre 800 mila euro per progettare l’ampliamento della discarica di Relluce che ha avuto parere negativo da tutti gli enti preposti in conferenza di servizio (Genio civile Arpam, Provincia, Comuni). Mi piacerebbe anche sapere come mai, dopo anni dalla chiusura della discarica di Relluce, ancora oggi i cittadini dei Comuni di Castel di Lama, di Appignano del Tronto ed altre zone del territorio debbano sopportare gli odori nauseabondi per la mancata ricopertura delle vasche 4 e 5 del sito.

Mi piacerebbe inoltre sapere perché il Comune di Ascoli Piceno solo negli ultimi 3 mesi ha raggiunto la soglia del 60% di raccolta differenziata mentre la maggior parte degli altri Comuni della provincia sono anni che hanno superato il livello del 70%. Vorrei, infine, conoscere il motivo per cui l’ex Presidente della Provincia che ha lasciato l’Ente al collasso finanziario e non si è neppure ricandidato alla guida della Provincia, non si sia minimamente preoccupato nei 5 anni precedenti, di dotare il territorio provinciale di un Piano d’Ambito per la gestione dei rifiuti.

Appena insediato come Presidente della Provincia, il sottoscritto si è trovato catapultato nel pieno caos dell’emergenza rifiuti con il rischio concreto di lasciare l’immondizia in mezzo alla strada. Di concerto con i sindaci del territorio, costantemente consultati attraverso l’assemblea dell’ATA che, a differenza del passato come apprezzato dagli stessi amministratori si è riunita numerose volte, fu individuata una soluzione praticabile per la gestione immediata ed economica dell’emergenza. Un atto quello di conferire i rifiuti in discarica privata assunto nella massima trasparenza, votato dall’ATA e con il parere favorevole dell’Arpam. Vorrei infine ricordare che il Tar delle Marche ha respinto i 9 ricorsi presentati dal Comune di Ascoli Piceno e da Ascoli Servizi Comunali nei confronti della Provincia e dell’Ata Rifiuti riguardanti tutta una serie di atti e procedure messe in campo dall’Amministrazione Provinciale e dall’Ata per governare l’emergenza rifiuti sul territorio. In particolare l’organo amministrativo giudiziario ha ritenuto legittimi tutti i decreti emanati dal Presidente della Provincia che disponevano l’abbancamento temporaneo dei rifiuti solidi urbani presso la discarica Geta in località Alto Bretta a partire dal febbraio 2015. Sono certo che i cittadini sapranno ben distinguere i fatti dalle strumentalizzazioni politiche e dalla demagogia a buon mercato.

Il Presidente della Provincia

Paolo D’Erasmo

 




Giorgio Grasso alla Palazzina Azzurra

San Benedetto del Tronto 05/01/2018 – Domani Sabato 6 Gennaio alle ore 17.00 alla Palazzina Azzurra  nell’ambito della mostra  dedicata al Neutral-ism il gran finale con il noto storico e critico d’arte Giorgio Grasso, che descriverà le opere presenti dal 17 Dicembre 2017 alla Palazzina Azzurra fino al 7 Gennaio 2018.

GIORGIO GRASSO: IL POLITICO CHE SCOPRI’ LE TV LOCALI
Noto Critico e storico dell’arte Giorgio Grasso, stretto collaboratore di Vittorio Sgarbi e curatore del Padiglione Italia della 54a Biennale di Venezia.
Personaggio imprevedibile, del resto Giorgio è fatto così, come il suo sodale Vittorio Sgarbi: prendere o lasciare, o lo si adora o non lo si sopporta.

Dal 2011 è Giorgio Grasso è coordinatore generale della 54° Biennale di Venezia che si svolge a Milano, dal 2012 coordinatore generale della 54° Biennale di Venezia Padiglione Italia al Palazzo delle Esposizione della Sala Nervi di Torino, dal 2013. Dal 15 aprile 2013 Giorgio Grasso conduce su TeleMilano La seduzione dell’arte programma per la regia di Giancarlo Danielli.

Condurranno la serata Domenico Parlamenti, Enrica Consorti e Francesco Perilli.

 

 

 




dalla Regione Marche

2018-01-05

CONSEGNA DELLE SAE A FIASTRA E PIEVE TORINA
Consegna delle SAE questa mattina a Fiastra e nel primo pomeriggio a Pieve Torina. A Fiastra sono state consegnate nell’area più grande del Comune le ultime 28 Soluzioni Abitative di Emergenza. Era presente per la Regione l’assessore alla Protezione civile Angelo Sciapichetti. Delle 28 Sae una è di 80 mq, sei di 60 mq e 21 da 40 mq e sono state montate nell’area più grande, con il maggior numero di lavori preparatori rispetto alle quattro già realizzate. Ribadito dalla Regione l’apprezzamento per la volontà dell’amministrazione comunale, che ha lavorato per soddisfare le esigenze della propria comunità. Il sindaco, nel consegnare le chiavi delle casette ai cittadini, ha espresso riconoscimento rispetto alla loro tenacia nella volontà di tornare nelle frazioni dove vivevano prima del sisma. 

 

Pieve Torina, 20180105

Sempre Sciapichetti a Pieve Torina insieme con il sindaco  Alessandro Gentilucci ha consegnato la penultima tranche di casette, in grado di accogliere 19 famiglie. In questo Comune inoltre lunedì 8 gennaio i ragazzi torneranno a scuola nella nuova struttura realizzata e questo è il segnale che la comunità vuole tornare alla normalità. In attesa della realizzazione di un piccolo centro commerciale antistante l’area delle casette, da martedì 9 gennaio riprendera’ anche a vivere un  mercatino.

 

 

 

 

 

 

PRESTO AL VIA NELLE SCUOLE LA CAMPAGNA PER LE DONAZIONI VOLONTARIE DI SANGUE, ORGANI, TESSUTI E MIDOLLO OSSEO

 

Partirà a breve la campagna di sensibilizzazione  per  le donazioni volontarie di sangue, organi, tessuti e midollo osseo rivolta agli studenti delle scuole marchigiane delle classi terze, quarte e quinte degli istituti secondari di secondo grado. Questo grazie ad un provvedimento della giunta che ha approvato  i criteri per l’assegnazione dei fondi stanziati nel bilancio di assestamento a favore dell’iniziativa.

“La Regione Marche – spiega l’assessore all’istruzione Loretta Bravi – sin dal 2011 ha attivato campagne di sensibilizzazione sul proprio territorio al fine di incentivare la popolazione marchigiana alla cultura della donazione degli organi.  Soprattutto nelle scuole secondarie di secondo grado è stato notevole l’interesse degli allievi tanto che le scuole hanno chiesto di proseguire la campagna. Richiesta che la giunta ha prontamente accettato vista l’importanza e la delicatezza del tema”.

Con il provvedimento è stato quindi confermato il gruppo di lavoro preposto all’organizzazione dell’iniziativa e coordinato dalla Pf. Istruzione, Formazione, Orientamento. Il gruppo di lavoro indicherà l’associazione che si occuperà di coordinare la campagna e che riceverà il contributo previsto di 40mila euro.

 




Tonino Capriotti: “Che cosa ci lascia un anno di questa amministrazione?”

 

San Benedetto del Tronto, 2018-01-05 – Riceviamo da Tonino Capriotti e pubblichiamo

 

Che cosa ci lascia un anno di questa amministrazione?
La consapevolezza che il bagno in piscina scoperta non si farà nel 2018 e se non si cambia metodo neanche nel 2019. 
Dicono: “voi che cosa proponete?”
Noi proponiamo di cambiare metodo e di procedere come auspicato dalla legge, trovare forme di collaborazione con le società ed associazioni sportive che danno un’anima a questi luoghi, che senza di loro sono  attività commerciali o cattedrali nel deserto. Rispettando la storia e le tradizioni, non mortificandole.
IN UNA FRASE: FARE QUELLO CHE QUESTA AMMINISTRAZIONE STA FACENDO CON LA SAMB CALCIO PER IL BALLARIN.
Mettersi in dialogo con chi già lavora nella piscina: sono certo che una soluzione si troverà.
Altro momento importante dell’anno è stata la mozione contro la ludopatia, votata all’unanimità dal Consiglio comunale. Di fatto è rimasta ferma. Proponiamo una commissione gratuita che dia seguito alla legge regionale, e scandisca gli obiettivi che si volevano raggiungere, uno fra tutti il rispetto delle distanze dai luoghi sensibili, come le scuole.
Purtroppo nel silenzio assordante di questa amministrazione abbiamo assistito all’apertura di sale scommesse al fianco delle scuole.
Terzo ed ultimo: non vorremmo più vedere trattamenti non equi nei confronti di imprese. Quello che è accaduto con il concerto del 31/12 non vorremmo che si ripeta. A parità di costo è stata esclusa chi aveva fatto la prima proposta.
Chiediamo al 2018 una amministrazione più trasparente e seria che guardi più agli obiettivi ed all’equità che ai piccoli interessi.

Tonino Capriotti

 




A Urbania la Befana diventa sindaco e corre verso un altro record

 

Alla Befana le Chiavi di Urbania

Fino al 6 gennaio la dolce vecchina guiderà i festeggiamenti in suo onore ad Urbania

URBANIA (PESARO-URBINO) – È stato il sindaco Marco Ciccolini a consegnare alla Befana le chiavi della Città: da questo pomeriggio infatti, fino alla sera del 6 gennaio, sarà proprio la vecchina a cavallo della scopa a comandare Urbania. In questi giorni di festa in suo onore la Befana prenderà il posto del primo cittadino e tutto in città sarà a misura di bambino. Alla presenza di Damiano Bartocetti, presidente dell’Unpli Provinciale Pesaro Urbino, il sindaco Ciccolini ha consegnato le grandi chiavi d’oro a una Befana visibilmente emozionata: <Cercherò di essere un bravo sindaco per questi tre giorni -ha detto la Befana di Urbania, come sempre di poche parole- d’altronde ormai son ventun anni che guido la città in occasione della mia festa>.

PRIMO GIORNO DI FESTA Tantissimi i visitatori e i turisti arrivati già oggi in mattinata per non perdersi nessun appuntamento della festa della Befana più famosa d’Italia. Le presenze nelle strutture ricettive fanno segnare da tempo il tutto esaurito ma, complice il bel tempo, si registrano anche tantissimi arrivi in camper. I camperisti, fin dalla prima edizione grandissimi amici della Befana, sono ospitati in un’area camper attrezzata nei pressi del Barco Ducale. Dalla Puglia, dalla Lombardia e dal Lazio gli equipaggi più numerosi: la notte tra il 5 e il 6 gennaio la Befana busserà alle loro porte per consegnare come ogni anno tantissimi doni.
Oggi, oltre alla consegna delle chiavi, successo di pubblico per gli spettacoli itineranti del centro storico e per le iniziative enogastronomiche tutte targate Befana. Momento da non perdere per grandi e piccini la discesa della Befana dalla Torre Civica, un volo di oltre 30 metri lanciando caramelle e dolciumi.

IL PROGRAMMA DI DOMANI Come anticipato la notte tra il 5 e il 6 gennaio la Befana farà visita a tutti gli ospiti si B&B, hotel, agriturismi e camper di Urbania per poter consegnare loro i regali. Dalle ore 10 della mattina invece sarà possibile assistere a spettacoli e laboratori che animeranno tutto il centro storico di Urbania: magia, giocoleria, danza aerea infuocata e trampoli tra le specialità più apprezzate. Dalle 15 spazio ai grandi classici della Befana con l’animazione di ArFun: la sciarpa dell’amore, quella che abbraccia tutti i bambini del mondo, così come la calza da record (superati i 50 metri) vengono fatte sfilare con le befane aiutate da tutti i bambini. Alle 17.15 al via lo spettacolo di magia e polveri pirotecniche di Nemesis, mentre alle 17.45 la discesa acrobatica della Befana dalla Torre civica.

Ad Urbania la Befana va di corsa verso un altro record

Tante le iniziative per la dolce vecchina nel giorno dell’Epifania tra cui spicca la corsa ad ostacoli

 

URBANIA (PESARO-URBINO) – Ad Urbania la Befana non è mai scontata: l’abbiamo vista arrivare in carrozza scortata dal suo spazzacamino o planare dalla Torre Civica in mezzo a due ali di folla, quest’anno però le sorprese non sono finite. Domani 6 gennaio infatti la dolce vecchina cercherà di battere un altro record, quello della corsa con più partecipanti vestite da Befana.

LA CORSA DELLA BEFANA Munite di fazzoletto, parananza, scialle, gonna e immancabile sorriso, le Befane dovranno correre lungo un percorso di 3 km, per le vie del centro storico e nell’area del campo sportivo, affrontando 10 ostacoli (partenza ore 10). Ci sarà tra loro anche il modello durantino 33enne Ivan Cottini, affetto da sclerosi multipla, per dare una mano a battere il record. Ivan è testimonial dell’AISM-Associazione Italiana Sclerosi Multipla, a cui andrà parte del ricavato dell’evento insieme al Centro Socio Educativo Francesca. Alle ore 11 partirà, invece la Winter Knight Race, la prima corsa ad ostacoli competitiva delle Marche, tappa del calendario della Federazione Italiana OCR. Il suggestivo percorso, dedicato ad atleti competitivi e non competitivi, si snoderà per 8,5 chilometri e 20 ostacoli dove gli atleti dovranno affrontare ostacoli artificiali, come l’arrampicata su corda, lo scavalcamento di muri, il superamento in sospensione di tratti di percorso con l’utilizzo di anelli e funi, prove di equilibrio e agilità e ostacoli naturali, come il guado del fiume Metauro.

IL PROGRAMMA Per l’ultimo giorno della Festa Nazionale la Befana non ha badato a spese e ha voluto proporre un programma che farà felici grandi e piccini. Si comincia già dalla mattina con la Fiera della Befana ed il centro storico animato dalla corsa delle Befana ma anche da laboratori, artisti di strada e spettacoli in tutti i palchi. Il pomeriggio sarà aperto alle 15 dal concerto degli Obelisco Nero e dallo spettacolo della Befana e i suoi spazzacamini. Alle 17 si parte con la prima discesa della Befana dalla Torre Civica, un volo da 36 metri di altezza, lanciando caramelle e dolciumi, mentre alle 17.30 va in scena la spettacolare sfilata della Calza più lunga del mondo. Alle 18, con la seconda discesa della Befana volante, Urbania saluterà la dolce vecchina e le darà appuntamento al prossimo anno. Chiude l’evento alle 19 l’estrazione della ricchissima Lotteria della Befana.
IL NATALE CHE NON TI ASPETTI Con la Befana di Urbania si chiude la rassegna “Il Natale che non ti aspetti” proposta dalle Proloco di Pesaro e Urbino che ha messo in rete tantissimi eventi di qualità del periodo natalizio realizzati in numerosi centri della Provincia. Grazie alla sinergia con la Regione Marche e l’apporto dei tantissimi volontari delle associazioni capeggiate dal presidente Unpli provinciale Damiano Bartocetti, “Il Natale che non ti aspetti” ha avuto un successo strepitoso tanto da balzare all’onore delle cronache nazionali per l’ottimo successo ottenuto.

 

 




732 presenze e 48 camminate nel 2017 per “Salute in cammino” ad Ascoli

ASCOLI – Sono state 48 le camminate realizzate in città nel 2017 nell’ambito del progetto “Salute in cammino”. L’iniziativa di promozione della salute, che rientra nel quadro delle attività del Piano regionale della prevenzione della Regione Marche, ha fatto registrato 732 presenze nel corso delle camminate che si sono svolte ogni mercoledì alle 21 con partenza da Via Oristano 1 (davanti al Centro socio culturale Tofare).

Il progetto è stato realizzato dall’Unione Sportiva Acli Marche, col sostegno della Regione Marche e di Coop Alleanza 3.0, ed ha visto la partecipazione di ogni età.

“L’attività fisica come strumento di prevenzione della salute dei cittadini – dicono i dirigenti dell’U.S. Acli Marche – è stata dimostrata da tantissimi studi osservazionali che hanno dimostrato che un regolare esercizio fisico si associa ad una riduzione, ad esempio, del rischio di infarto del miocardio ed ictus”.

Dopo la pausa di fine 2017 ed inizio 2018 il progetto “Salute in cammino” riprenderà mercoledì 14 gennaio.

Per informazioni sull’iniziativa, di carattere gratuito e non competitivo, si possono consultare la pagina facebook “Salute in cammino Ascoli” oppure il sito www.usaclimarche.com .