dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

2018-01-22

SGL Carbon, la Regione al Tavolo di concertazione per la riconversione del sito produttivo

 

SGL Carbon, la Regione al Tavolo di concertazione per la riconversione del sito produttivo riconferma il ruolo guida nella gestione dell’intervento
La Regione Marche ha partecipato al Tavolo di concertazione per la riconversione del sito produttivo SGL Carbon, convocato dal sindaco del Comune di Ascoli Piceno. Presente con la vice presidente, la Giunta regionale ha riconfermato il “ruolo guida” nella gestione dell’intervento sulla “vasca di prima pioggia”. A seguito del commissariamento del Comune, da parte della Regione, per le inadempienze relative alla bonifica della vasca di prima pioggia, oggetto di infrazione comunitaria, è stato nominato un commissario straordinario. Il Presidente della Regione ha sottoscritto il 19 dicembre scorso un protocollo d’intesa con il ministero dell’Ambiente che ha destinato 7,7 milioni di euro alla bonifica della “vasca”. Nel corso dell’incontro odierno, dedicato a informare il tavolo dei tempi del rilascio della valutazione ambientale da parte della Provincia di Ascoli Piceno e al finanziamento ministeriale, la vice presidente ha ribadito l’urgenza di avviare il recupero, anche a fronte dell’infrazione comunitarie che grava sull’area. La Regione ha sollecitato chiarezza nella tempistica, nella volontà e nella capacità di procedere al recupero di un’area definita strategica per lo sviluppo e la riqualificazione della città di Ascoli Piceno. Il Comune dovrà ora approvare il Piano attuativo per consentire ai privati di iniziare le opere di bonifica.

Ricostruzione, stato di attuazione del programma per il rispristino della viabilità:

345 interventi dell’Anas nelle Marche al 18 gennaio 2018 per 356 milioni di investimento
Sono 345 gli interventi, previsti nelle Marche, per il ripristino della viabilità nelle zone terremotate. Fanno parte di un “pacchetto” di 505 realizzazioni, accorpate in 260 progetti che andranno conclusi nelle regioni dell’Italia centrale devastate dal sisma. Sono ricompresi nel primo e nel secondo stralcio del Programma attuato dall’Anas: dopo 240 giorni dall’avvio, alla data del 18 gennaio 2018, è stata completata la progettazione esecutiva interregionale di 184 progetti, utili a risolvere 387 criticità delle 502 finanziate, per un investimento di 377 milioni di euro: 272 i milioni già appaltati e cantieri aperti per 113 milioni. È in corso di definizione il terzo stralcio del Programma, per un importo da finanziare pari a ulteriori 103 milioni di euro. Complessivamente il 62 per cento degli interventi previsti nei tre stralci interesserà il territorio marchigiano. Lo rende noto la vice presidente della Regione Marche che, nei giorni scorsi, ha incontrato i vertici di Anas a Palazzo Raffaello. I 345 interventi marchigiani dei primi due piani avviati sono ricompresi in 141 progetti (58,8% del totale interregionale), per un importo di 356,7 milioni (75,4% del totale di 473,2 milioni). Riguardano anche il ripristino della viabilità provinciale e comunale. Le principali arterie interessate sono: SP 134 – 136 (versante marchigiano di Macerata), SP 64 – 129 (versante marchigiano di Ascoli Piceno), la SP 209 della Valnerina e la SS 685 delle Tre Valli (collegamenti Marche – Umbria), i collegamenti Ussita – Visso – Castel Sant’Angelo (SP 130 – 135 – 66 – 136 – 134).

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com