dall’Amat

dall’Amat

2018-01-31

ASCOLI PICENO, TEATRO VENTIDIO BASSO SABATO 3 FEBBRAIO

CON D’ANNUNZIO SEGRETO PROSEGUE LA RASSEGNA INCONTRI CON LA STORIA

 

 

Il Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno ospita il secondo spettacolo di Incontri con la storia, la nuova sezione della stagione del Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, realizzata dal Comune e dall’AMAT con il contributo di Regione MarcheMiBACT e il sostegno di Bim TrontoSabato 3 febbraio si offre agli spettatori l’occasione di scoprire in maniera nuova e inaspettata la figura del Vate della letteratura italiana del ‘900 con D’Annunzio segreto. Lo spettacolo, di e con Edoardo Sylos Labini, approfondisce gli ultimi anni del poeta eroe, scoprendo nella figura del dandy decadente un espressione inedita della poetica dannunziana, distinta in particolare dal ricordo dell’amata Duse.

“Siamo negli ultimi anni di vita di d’Annunzio. Gabriele è rinchiuso nelle stanze del Vittoriale – si legge nelle note allo spettacolo – perverso con le sue amanti – le intrattiene, le manipola, le aizza l’una contro l’altra, progetta nuove imprese , litiga con Mussolini, pretende di essere coccolato, osannato, idealizzato. Di notte, al contrario, d’Annunzio, seduto al suo scrittoio, intesse un lungo e poetico dialogo, con l’unica donna che lo ha amato e che lui ha amato ma che ora non c’è più : il mito Eleonora Duse. Rivive le straordinarie prove teatrali della Città Morta, lo scandalo pubblico del romanzo “Il Fuoco” e una travolgente versione della “Pioggia nel Pineto”. Tra amore e grande letteratura, gelosie e tradimenti arriva a teatro Il Vate degli Italiani come non l’avete visto mai”.

D’Annunzio segreto è realizzato da RG produzioni, di e con Edoardo Sylos Labini e con la partecipazione di Viola Pornaro nel ruolo di Eleonora Duse, per la drammaturgia Angelo Crespi e la regia Francesco Sala. Scene e costumi Marta Crisolini Malatesta, disegno luci Pietro Sperduti.

Per informazioni: biglietteria del teatro 0736 298770. Inizio spettacolo ore 20.30. 

SABATO 3 FEBBRAIO AL TEATRO DELLA CONCORDIA DI SAN COSTANZO

PAOLO HENDEL PRESENTA FUGA DA VIA PIGAFETTA

Appuntamento con la risata al Teatro della Concordia di San Costanzo per Teatri d’Autore, Stagione di Prosa nei Teatri Storici della provincia di Pesaro e Urbino, organizzata da AMAT, con il sostegno della Regione Marche e dei Comuni della Rete. Sabato 3 febbraio ritorna Scenaridens – la storica stagione di teatro comico di San Costanzo – con Fuga da via Pigafetta di Paolo Hendel, Gioele Dix e Marco Vicari interpretato dal bravissimo Paolo Hendel, diretto da Gioele Dix.

Paolo Hendel torna all’originaria vocazione teatrale che lo ha reso celebre ai suoi esordi quando, con coraggiosa inventiva, parlava con la propria immagine sdoppiata dentro a un televisore. Quella stessa vena surreale, unita alla capacità di cogliere in anticipo il potenziale comico della tecnologia, viene messa ora al servizio di una commedia divertente e originale, ambientata in un’immaginaria Italia del futuro, scritta da Paolo Hendel con Marco Vicari e Gioele Dix, che ne firma la regia. Un uomo vive da solo in un appartamento gestito totalmente da un sofisticato sistema operativo, che pianifica la sua esistenza e lo protegge dal mondo circostante. Le sue giornate sono punteggiate da continui ed esilaranti litigi con il computer, che gli fa da alter ego e pretende di conoscere i suoi bisogni meglio di lui. Polemico e nostalgico, l’uomo ha ridotto al minimo le proprie relazioni umane, convinto che l’unica forma di sopravvivenza sia l’isolamento. Finché nella sua vita irrompe Carlotta, sua figlia. L’incontro scatena un’imprevista altalena emotiva che lo costringerà, fra brucianti conflitti e inattese tenerezze, a ribaltare le proprie priorità. Fuga da via Pigafetta nasce dall’idea di raccontare una storia ambientata in un futuro non apocalittico, coniuga felicemente l’ironia feroce sul degrado del presente con i toni appassionati di una commedia di sentimenti.

Racconta Paolo Hendel: «Abbiamo immaginato un futuro prossimo, il 2080, in cui la Terra è diventata invivibile a causa dell’inquinamento e dei conseguenti stravolgimenti climatici. Inizia la colonizzazione di Marte. Il tutto viene raccontato attraverso la vita di un padre e di sua figlia che, terminati gli studi, ha trovato lavoro sul Pianeta Rosso. Quando si dice “la fuga dei cervelli!”». «Gioele Dix è un regista di grande sensibilità, attento e meticoloso ed è un meraviglioso compagno di giochi» ? spiega Paolo Hendel. «La presenza in scena di una brava attrice, fresca e spontanea come Matilde Pietrangelo è un elemento fondamentale di arricchimento che dà vivacità allo spettacolo rafforzando il meccanismo comico tra padre e figlia».

Dalle ore 20.15, nel Foyer del Teatro della Concordia, Aperitivo a Km 0 a cura dei ristoranti e bar di San Costanzo. Costo euro 5.00

 

Biglietti da euro 8 a euro 15, in prevendita (con maggiorazione di € 1) presso biglietteria Tipico.tips Pesaro 0721 3592501; biglietteria Teatro Rossini Pesaro 0721 387621; biglietteria Teatro della Fortuna Fano, 0721 800750, in tutti i teatri del circuito Amat, call center dello spettacolo delle Marche 071 2133600. Acquisto on line su www.vivaticket.it. Il giorno dello spettacolo presso biglietteria del Teatro della Concordia 0721 950124 – 366 6305500, dalle ore 19 all’inizio previsto alle ore 21.15.

Informazioni: Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino 0721 3592515, 366 6305500 www.amatmarche.netreteteatripu@amat.marche.it.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com