Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 18:47 di Lun 22 Lug 2019

dal Piceno

di | in: Cronaca e Attualità, dal Piceno

Tennis

image_pdfimage_print

Educazione motoria: studenti dell’Alberghiero Buscemi al Circolo Maggioni

 

San Benedetto del Tronto, 2018-01-30 – A partire da questa settimana gli studenti dell’Istituto Alberghiero “Buscemi” di San Benedetto del Tronto potranno usufruire per le attività didattiche di educazione motoria degli spazi messi a disposizione dal Circolo Tennis “Maggioni”. La Provincia, nell’ambito delle sue competenze istituzionali in materia di edilizia scolastica, ha sostenuto con un proprio contributo la realizzazione di una convenzione tra l’Alberghiero Buscemi e il Circolo Maggioni per l’utilizzo della struttura sportiva.

Siamo particolarmente lieti di questo accordo con l’Istituto Buscemi – evidenzia il presidente del Circolo Maggioni Afro Zoboletti – un’attività proficua, che rappresenta un’occasione importante di sinergie all’insegna dello sport e dei valori civici. Il nostro circolo – prosegue il presidente Zoboletti – è aperto alla più ampia collaborazione non solo con il mondo della scuola, ma anche con la città e il comprensorio per tutte quelle azioni ed iniziative che possono essere di servizio allo sviluppo dello sport e della crescita umana e sociale della comunità“.

Soddisfazione è stata espressa anche dalla Dirigente Scolastica Prof.ssa Manuela Germani che ha evidenziato come “la struttura del Maggioni, che si trova a pochi passi dalla scuola, costituisca un’opportunità positiva per potenziare le competenze sportive dei ragazzi e rappresenti uno spazio polifunzionale a supporto del confort e della funzionalità dell’esercizio dell’attività motoria“.


Attività di selecontrollo dei cinghiali
Selecontrollore del Cinghiale
02-02-2018

La Polizia Provinciale insieme agli agricoltori

Proprio in questi giorni la Polizia Provinciale ha tracciato un bilancio delle attività di selecontrollo dei cinghiali attuate in sinergia con l’Ambito Territoriale di Caccia e con l’ausilio dei proprietari o conduttori dei fondi agricoli. Gli interventi sono stati attuati, in ottemperanza alla legge 157 del 1992, per prevenire i danni provocati all’agricoltura dagli ungulati e gli incidenti stradali causati dagli stessi animali selvatici favorendo, nel contempo, il mantenimento dell’equilibrio dell’ecosistema. A breve in Regione verranno approfondite le proposte che derivano da questa esperienza nata in Provincia come best practice.

Le operazioni mirate di contenimento sono state effettuate dalla Polizia Provinciale non appena segnalate le situazioni di criticità. In 4 mesi di monitoraggio ed intervento sono stati neutralizzati 116 esemplari nelle seguenti zone di ripopolamento e cattura: Ascoli Piceno 32, Castignano 7, Ripatransone 48 e 12 in zona libera, Offida 2, Cossignano – Montalto Marche 15.

Il Presidente dell’Atc Alessandro Spaccasassi ha sottolineato l’impegno profuso dalla Polizia Provinciale e la collaborazione con i rappresentanti del mondo agricolo e con Regione e Provincia per affrontare un problema sentito, tenuto conto che le segnalazioni provenienti dal territorio per quanto concerne i danni provocati dai cinghiali all’agricoltura e per incidenti stradali ammontano complessivamente a circa 800 mila euro.

 

 

Interventi viabilità piano Anas – Provincia
S.P. n. 173 Circonvallazione Offida
03-02-2018

Ultimata la sistemazione della Circonvallazione di Offida

Sono stati completati questa settimana i lavori di messa in sicurezza del viadotto della S.P. n. 173 “Circonvallazione di Offida”, che collega diverse zone collinari dell’entroterra con la presenza di numerose attività agricole e produttive. L’intervento, che ha riguardato il tratto dal Km. 1+500 al Km. 1+700 per un importo complessivo di 535 mila euro di cui 15 mila euro di oneri e sicurezza, rientra nel cospicuo pacchetto delle attività di ripristino delle infrastrutture danneggiate dal sisma nell’ambito del primo Stralcio del Piano Anas – Provincia di 44 milioni di euro.

Dopo il via libera fornito in tempi rapidi dalla Conferenza dei Servizi per quanto riguarda gli aspetti burocratici ed autorizzativi dell’iter, i lavori sono stati consegnati il 25 ottobre scorso e, entro i tempi contrattuali del 21 febbraio, verranno effettuati gli ultimi piccoli interventi. Le attività di sistemazione, dopo le operazioni di rimozione del materiale dalla carreggiata, sono state rappresentate dal ripristino del corpo stradale danneggiato insistente sul tratto interessato. In particolare, è stata posta in essere una paratia di pali a protezione della spalla del viadotto e sono state realizzate opere di drenaggio e regimentazione idraulica. I lavori effettuati hanno permesso la completa riapertura in entrambi i sensi dell’arteria consentendo di eliminare la necessità del senso unico alternato che era stato disposto prima dei lavori di ripristino.

A breve partiranno altri lavori previsti nel piano di interventi Anas – Provincia che vede attualmente in funzione diversi cantieri nelle zone più sensibili del cratere sismico.

 

© 2018, Redazione. All rights reserved.




3 Febbraio 2018 alle 10:36 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata