Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 23:32 di Sab 14 Dic 2019

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

Stracci – Ceriscioli

image_pdfimage_print

2018-02-09

FIRMATO IL PROTOCOLLO D’INTESA SUL RIUTILIZZO DELLE MACERIE

Il primo protocollo di intesa per il riutilizzo, da parte dei Comuni, delle macerie già trattate nei siti di deposito è stato sottoscritto questa mattina tra la Protezione civile della Regione Marche e il Comune di Monteprandone. Si tratta di un modello che realizza i principi europei dell’economia circolare e che sarà applicato a tutte le stazioni appaltanti.

L’accordo prevede che gli aggregati trattati siano usati per la costruzione di opere pubbliche, come strade, marciapiedi e nuovi fabbricati.

Prende il via così una nuova fase virtuosa del processo di rimozione, trattamento e recupero delle macerie, che permette di limitare attraverso il riuso il volume dei rifiuti e anche di incentivare la costruzione di nuove opere. Questo nuovo step si inserisce all’interno di un percorso che ha consentito di rimuovere il 99 per cento delle macerie in area pubblica e di avviare a recupero il 99,9 per cento dei materiali, con valori, in termini assoluti, che nel mese di gennaio 2018, hanno superato la quota di 300.000 tonnellate di macerie rimosse (il saldo alla fine del mese scorso era, precisamente di 306.416,60 tonnellate).

Alla firma erano presenti, insieme con il presidente Luca Ceriscioli e l’assessore alla Protezione Civile Angelo Sciapichetti, il primo cittadino del Comune di Monteprandone Stefano Stracci, i dirigenti e i tecnici della Protezione civile regionale e del servizio Bonifiche, fonti energetiche e rifiuti, che hanno spiegato agli amministratori e ai tecnici presenti lo schema di flusso per la produzione dei prodotti di recupero, i requisiti necessari per l’utilizzo degli aggregati inerti e i possibili utilizzi di questi ultimi.

Nel corso dell’incontro i tecnici hanno ripercorso anche tutte le fasi operative previste dal DL 189/2016, sottolineando in particolare l’accuratezza delle operazioni di selezione, che ha permesso di restituire ai legittimi proprietari quantità significative di beni personali: 205 pacchi con oggetti di cui è stata individuata esattamente la provenienza, 8 bancali di materiale sfuso consegnati ai Comuni (sempre con provenienza individuata) e materiale di valore storico-artistico, consegnati ai Carabinieri del nucleo Tutela e patrimonio

Protocollo allegato: PROTOCOLLO RIUTILIZZO MACERIE

 


LE MARCHE ALLA BIT 2018 – FIERA MILANO CITY

Un ricchissimo programma nella tre giorni in Fiera per parlare di un “Viaggio nella Bellezza”

Giancarlo Giannini sarà presente allo stand e nell’evento fuori BIT al Museo Diocesano

Si preannuncia molto intenso il Viaggio nella Bellezza che le Marche faranno compiere nella tre giorni milanese della BIT, dall’11 al 13 febbraio alla Fiera Milano City.  Un programma ricchissimo di iniziative condotte da Alvin Crescini e Francesca Carli e di ospiti illustri, ad iniziare dal testimonial Giancarlo Giannini che presterà la sua voce per raccontare le bellezze delle Marche nella nuova campagna di comunicazione sia attraverso spot radiofonici e spot video. Il famoso attore verrà allo stand marchigiano per la presentazione, appunto, della campagna promozionale 2018 da parte dell’assessore regionale al Turismo- Cultura , Moreno Pieroni, lunedì 15 febbraio alle 15  e quindi in un evento fuori BIT nello stesso giorno alle 18 , al Museo Diocesano di Piazza Sant’Eustorgio ,sede della Mostra Capolavori Sibillini. Le Marche e i luoghi della bellezza” per un incontro con la stampa e tour operator stranieri e italiani, condotto da Paolo Notari e promosso da Regione Marche e ANCI Marche. L’iniziativa sarà allietata dalle musiche del Maestro violinista Marco Santini.

In collegamento video anche Neri Marcorè, nel pomeriggio di Domenica 11, insieme al direttore esecutivo Giambattista Tofoni per alcune anticipazione sulla seconda edizione di RisorgiMarche – Festival musicale per la rinascita delle comunità colpite dal sisma.

Anche Vittorio Sgarbi, abituale ospite delle Marche e divulgatore della bellezza della nostra regione, sarà presente lunedì 12 all’Evento fuori BIT per la visita guidata alla Mostra di cui è curatore insieme a Daniela Tisi.  Ma già dalla mattinata di domenica ci saranno numerosi spazi dedicati alle proposte culturali e turistiche dei singoli territori provinciali: dagli anniversari internazionali nelle Marche:2018: 150° di Gioachino Rossini; 2019: 200° de L’Infinito di Giacomo Leopardi; 2020: 500° di Raffaello Sanzio; a Macerata , candidata a capitale della Cultura 2020; alle serie di mostre che punteggeranno la stagione culturale 2018 Le Marche, una regione in mostra con gli eventi del ciclo Mostrare le Marche, con le nuove mostre  2018 di Ascoli Piceno, Fermo e Matelica e infine Il grande evento dedicato a Lorenzo Lotto – Macerata- autunno 2018.

Sempre lunedì 12 verrà illustrato anche un accordo con le Edizioni Condè Nast, coinvolte nel progetto di comunicazione e valorizzazione dell’immagine delle Marche.  La giornata conclusiva, martedì 13 febbraio, sarà dedicata alle diverse analisi dei trend turistici sul web con focus su #destinazionemarche. (ad’e)

n.b. Il programma completo e dettagliato allegato: FEB09N57

 

 

“Manifattura e Lavoro 4.0”, mercoledì 14 febbraio riapertura del bando sulla piattaforma Sigef

Da mercoledì 14 febbraio,ore 10.00, fino a venerdì 16 febbraio, ore 17.00 verrà riaperto sulla piattaforma Sigef (Sistema Integrato Gestione Fondi – Regione Marchehttps://sigef.regione.marche.it/) lo sportello del bando “Manifattura e Lavoro 4.0”. Le aziende interessate potranno presentare le nuove domande di partecipazione per innovare i processi produttivi. A disposizione ci saranno risorse per circa un milione di euro. Le richieste saranno ammesse a finanziamento sulla base del punteggio finale acquisito a seguito della procedura di valutazione prevista e fino a esaurimento delle risorse disponibili. La riapertura dei termini si è resa necessaria a seguito dell’enorme successoriscosso dal bando, che prevede l’inserimento obbligatorio di almeno un tirocinante, esperto nelle nuove tecnologie digitali, per un periodo di sei mesi, prima della presentazione dei programmi di investimento. Operativo dall’8 settembre 2017, per quanto riguarda l’inserimento dei tirocinanti e dal 7 novembre, per la presentazione delle domande, alla data di chiusura del 15 gennaio 2018 ha registrato l’invio di numerose richieste che saranno in grado di attivare investimenti per più di 29 milioni. A finanziamento sono già stati ammessi i primi 14, per un importo superiore a 1,7 milioni. Dalle previsioni effettuate sulla valutazione dei primi progetti, si stima che la maggior parte dei circa cento tirocini formativi attivati sarà stabilizzata al termine dei sei mesi, oltre ad altri circa cento lavoratori che saranno assunti dalle imprese beneficiarie a seguito degli investimenti realizzati. Il bando punta a sostenere i processi di innovazione aziendale e l’utilizzo delle nuove tecnologie nelle micro e piccole medie imprese marchigiane. Favorisce il trasferimento e l’applicazione delle nuove tecnologie digitali, strettamente connessi con il sostegno alle politiche del lavoro e della formazione professionale.

© 2018, Redazione. All rights reserved.




9 Febbraio 2018 alle 23:03 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• dalla Regione Marche
• dalla Regione Marche
• Ecco la 55ma Tirreno-Adriatico


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata