dall’Amat

dall’Amat

2018-03-22

 

CHIUSURA DI STAGIONE AL TEATRO COMUNALE DI GRADARA PER TEATRI D’AUTORE

VENERDÌ 23 MARZO CON LA SEMIMBECILLE E ALTRE STORIE

Volge a termine la stagione teatrale del Comune di Gradara per la rassegna Teatri d’Autore, organizzata da AMAT, con il sostengo di Regione Marche e Comuni della provincia di Pesaro e Urbino. In scena venerdì 23 marzo presso il Teatro Comunale La Semimbecille e altre storie. Biografie di follia e miseria: per una topografia dell’inadeguato, un adattamento teatrale dell’omonimo libro di Stefania Ferraro con Giulia Bocciero, Davide Simonetti, regia di Davide Simonetti in collaborazione con URIT Unità di Ricerca sulle Topografie sociali.

Il 9 agosto del 1892, Maria Ferri in Magnanini, contadina, ventinove anni,colpisce il suocero alla testa con un mattarello. L’uomo muore per la ferita riportata. Maria è ritenuta inferma di mente. Entra così nel manicomio provinciale San Bendetto di Pesaro, per non uscire mai più, trascorrendo “separata e custodita” i successivi ventinove anni della sua vita. Parte da questa storia, il saggio di Stefania Ferraro (La semimbecille e altre storie. Biografie di follie e miseria: per una topografia dell’inadeguato, Meltemi, 2017) da cui è tratto l’omonimo spettacolo di Giulia Boccero e Davide Simonetti.

Il manicomio è stato a lungo un luogo di controllo, dove seppellire il folle e condannarlo all’oblio, per garantire le condizioni di sicurezza necessarie all’ordine pubblico. La recente chiusura degli OPG (Ospedali Psichiatrici Giudiziari) è motivo di riflessione sulla creazione di nuovi spazi di reclusione e contenimento.

“In questo spettacolo vengono restituite sei storie di “inadeguatezza”: dagli albori del secolo scorso al nostro presente. Due attori per sei personaggi: Maria, Titina, Mario, Liliana, Peppino e Emma. Ogni riferimento a fatti o persone reali è voluto, ricercato e letto con amore”, afefrma Giulia Boccero.

Alle ore 18.30, Sala di Palazzo Rubini Vesin Scuola di Platea: Incontro con Giulia Bocciero e Davide Simonetti in collaborazione con il Liceo Nolfi di Fano.

Biglietti (intero 15 euro, ridotto 12 euro), in prevendita (con maggiorazione di € 1) presso biglietteria Tipico.tips Pesaro 0721 3592501; biglietteria Teatro Rossini Pesaro 0721 387621; biglietteria Teatro della Fortuna Fano, 0721 800750, in tutti i teatri del circuito Amat, call center dello spettacolo delle Marche 071 2133600. Acquisto on line su www.vivaticket.it. Il giorno dello spettacolo presso biglietteria del Teatro 366 6305500, dalle ore 19 all’inizio previsto alle ore 21.15.

Informazioni: Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino 0721 3592515, 366 6305500 www.amatmarche.netreteteatripu@amat.marche.it.

SABATO 24 MARZO AL TEATRO DELLA CONCORDIA DI SAN COSTANZO

CHIUSURA DI STAGIONE CON BAROCCO SHOOCKING STREET

Si chiude la stagione teatrale del Comune di San Costanzo per la rassegna Teatri d’Autore | Scenaridens la rassegna dedicata alla risata, organizzata da AMAT, con il sostengo di Regione Marche e Comuni della provincia di Pesaro e Urbino.

In scena sabato 24 marzo alle ore 21.15 presso il Teatro della Concordia Barocco Shoocking Street di e con Clio Gaudenzi e Francesca Montanari, compagnia Mestieri Misti.

Barocco Shocking Street è un luogo popolato da un’umanità bruciacchiata, fatta di anime un po’ arrugginite, belle e brutte, buone e cattive, così complesse, a volte perverse, ma semplicementealla ricerca di una mano sulla spalla che sia là a testimoniare una vicinanza. Un girotondo di sketch di ordinario delirio compongono un variegato affresco di scene di vita realmente accadute e che continuano ad accadere. “Vi preghiamo di non giudicare, ma di tentare di vedere, al di là dello squallore, la poesia della miseria umana”, afefrma Clio Gaudenzi.

Alle ore 20.15, presso il foyer del Teatro Aperitivo a km 0 a cura dei ristoranti e bar di San Costanzo, costo euro 5.

Biglietti (da 8 a 15 euro), in prevendita (con maggiorazione di € 1) presso biglietteria Tipico.tips Pesaro 0721 3592501; biglietteria Teatro Rossini Pesaro 0721 387621; biglietteria Teatro della Fortuna Fano, 0721 800750, in tutti i teatri del circuito Amat, call center dello spettacolo delle Marche 071 2133600. Acquisto on line su www.vivaticket.it. Il giorno dello spettacolo presso biglietteria del Teatro 366 6305500, dalle ore 19 all’inizio previsto alle ore 21.15.

Informazioni: Rete Teatrale della provincia di Pesaro e Urbino 0721 3592515, 366 6305500 www.amatmarche.netreteteatripu@amat.marche.it.

SABATO 24 E DOMENICA 25 MARZO A MONDAVIO

PRIMI PASSI SULLA LUNA DI ANDREA COSENTINO

 

Sabato 24 e domenica 25 mazo il Teatro Apollo di Mondavio ospita il lavoro di Andrea Cosentino Primi passi sulla luna uno spettacolo che inquadra immagini del futuro ormai passate, prendendo spunto dal quarantennale del primo allunaggio, passando per il centenario del manifesto futurista, il cinquantenario della creazione della prima Barbie e i dieci anni dalla morte di Stanley Kubrick proposto – in collaborazione con Associazione Asini Bardasci per Anche questo è teatro – nel cartellone di TeatrOltre, la più ampia rassegna regionale multidisciplinare di 32 appuntamenti di teatro, musica e danza del presente promossa da AMAT con i Comuni del territorio tra i quali quello di MondavioRegione Marche MiBACT.

Lo spettacolo dell’attore abruzzese è imprevedibile ed esilarante e si districa attraverso una serie di macro eventi che hanno segnato la storia del Novecento, per scadere inesorabilmente anche nella sfera personale dell’artista dando, o fingendo di dare, l’idea che Cosentino si metta a nudo davanti al pubblico rompendo la dimensione della quarta parete. Lo sbarco sulla luna dà il là a una schiera di improbabili personaggi, scimmie, tapiri e licantropi. Ma l’allunaggio della notte del 20 luglio del ’69 è anche l’evento mediatico attraverso il quale misurare l’inattingibilità del reale in un’epoca la cui verità coincide con il suo darsi in rappresentazione.

Primi Passi sulla Luna nasce dall’accostamento di avvenimenti tra sé assolutamente distanti e trae da essi uno spettacolo che oscilla vertiginosamente al di sopra e al di sotto del costante filo conduttore della comicità assurda e surreale, dietro cui si cela una raffinatissima analisi meta-teatrale e del ruolo dell’artista contemporaneo.

Per informazioni e biglietti (posto unico 10 euro): Biglietteria Teatro Apollo 339 4518693.

Inizio spettacolo sabato ore 21.30, domenica ore 17.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com