Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 04:20 di Mar 17 Set 2019

Turismo a 5 stelle a Porto Sant’Elpidio

di | in: Cactus, Cronaca e Attualità, Oblò: Spunti, Appunti e Contrappunti

Porto Sant’Elpidio

image_pdfimage_print

2018-04-08 – Riceviamo e pubblichiamo integralmente una nota stampa dell’Assessore al turismo di Porto Sant’Elpidio Milena Sebastiani




La gestione del turismo di Porto Sant’Elpidio, di questi ultimi 10 anni, non convince il Movimento Cinque Stelle! Beh… non mi sorprende! Eppure 10 anni fa Porto Sant’Elpidio nel panorama turistico non era certo molto conosciuta: c’era un lungomare nuovo e bello da far funzionare come attrattiva turistica.

Il lavoro è stato duro e costante senza mai perdere l’obiettivo di far diventare Porto Sant’Elpidio una meta turistica! E ci siamo riusciti, toccando le 600.000 presenze annue. Abbiamo iniziato con l’ottenimento della prima Bandiera Blu nel 2008 e continuato per ben 10 anni e quest’anno speriamo sia l’11 riconoscimento.

 

Bei paroloni senza significato quelli della candidata pentastellata: “turismo esperenziale e per aree tematiche” senza sapere che da anni proponiamo percorsi come lo Shopping Tour (turismo degli outlet), Vola il Menù , Stoccofest in tour, Falerio una d.o.c. d’aMare (turismo enogastronomico), Frontemare Parking (turismo itinerante) e le passeggiate marchigiane (turismo territoriale).


Milena Sebastiani

Assurda pure la storia della mancanza di continuità: quest’anno sono 8 anni di Campionati Italiani Giovanili di Triathlon e Acquathlon e abbiamo firmato un accordo per altri 3 anni, 14 anni di Primo Maggio di cui 11 anni organizzati dalla sottoscritta, 9 anni di Beach Soccer, 10 anni di convegno Marketing e Turismo, 10 anni di festeggiamenti per la Bandiera blu e di Arrivederci Estate.

Attraverso gli eventi ci siamo fatti conoscere e apprezzare da tutta la Regione e non solo. La nostra partecipazione alle fiere di settore come Milano, Vicenza, Ferrara, Rimini, Modena e la nostra promozione in Umbria iniziata 8 anni fa con L’Adriatico in tour, molto prima dell’apertura della SS77, ed ora condivisa da molte città limitrofe come ad esempio Fermo, la nostra presenza a Foligno ai Primi d’Italia del 2017 che ci ha “incoronati” in Umbria come la città del pesce con una ricaduta importantissima nella nostra ristorazione che vede la presenza di numerosi umbri soprattutto nel fine settimana. Abbiamo portato a casa una manifestazione bellissima lo scorso settembre denominata Angh’io’ che tornerà anche il prossimo settembre in Via Cesare Battisti.

Dico a questa candidata Sindaco: ma non sa niente di quello che è stato fatto? Parla di “spot” quando la cosa che ritengo più importante è proprio dare continuità ai progetti e anche mantenere la stessa immagine per dare un brand riconoscibile.

Siamo l’unico comune che da più di 10 anni organizza le “Passeggiate Marchigiane” alla scoperta del nostro territorio con una guida naturalistica: iniziativa sostenuta negli anni anche dalla Regione Marche.

 

Mi parla di albergo diffuso: argomento che abbiamo affrontato 10 anni fa al primo convegno di Marketing e Turismo con il Prof. Dall’Ara…un luminare in questa materia, dando spunti e sollecitazioni ai nostri operatori.

 

Spesso occorre crederci e metterci la faccia e non credo proprio sia un errore lavorare e duramente su un evento come il Primo Maggio che porta in città circa 100.000 persone e per il quale nessuna associazione si è mai voluta accollare l’onere dell’intera organizzazione. Un evento che costa quattro volte la somma che viene stanziata dall’amministrazione comunale.

 

Non parliamo di sagra della salsiccia o semplici “fiere” come dice la candidata, ma di eventi che hanno una ricaduta economica e turistica importante grazie anche alle promozioni “Vieni a dormire da noi a 19 euro” nata per ospitare i ragazzi che vogliono godere dei concerti in programma nell’anteprima Primo Maggio e riproposta anche in molti appuntamenti sportivi destagionalizzati dell’anno.

 

Parliamo di Risorgimarche? Bellissimo! Ho partecipato a quasi tutti i concerti…magari poterli fare da noi! Ma quanto ci costerebbe? Occorre guardare anche i bilanci prima di parlare: abbiamo ottenuto risultati strabilianti rispetto agli investimenti grazie anche alle collaborazioni con gli operatori del settore e non solo.

 

Capisco la campagna elettorale e che si voglia gettare fango sui risultati positivi di questo assessorato, ma non occorre raccontare cose non vere!

Fate progetti tangibili e non parole fumose senza significato!  Che sarebbero i percorsi della “memoria” a Porto Sant’Elpidio che ha 66 anni di vita?

In un’iniziativa che mi sta molto a cuore, che è Arrivederci Estate, grazie alla collaborazione dei pescatori locali, proponiamo sempre ai turisti la pesca alla sciabica con il Borgo Marinaro in costume: questo vuol dire valorizzare le nostre tradizioni.

Domenica prossima saremo a Roma per promuoverci insieme al gruppo storico e lo facciamo da diversi anni anche a Cascia e Foligno.

Questa storia poi dell’organizzatrice di eventi mi fa proprio ridere: qualsiasi altra realtà ci guarda con ammirazione in quanto questo è un valore aggiunto.

 

E poi il finale: che c’entra con le politiche del turismo una persona che organizza gare ciclistiche? Insieme al comitato Grande Ciclismo abbiamo organizzato eventi straordinari che ci hanno dato una visibilità enorme in tutta Italia e non solo, attraverso le televisioni, le radio e le testate giornalistiche nazionali, come Il Giro d’Italia del 2012, le 3 tappe delle Tirreno Adriatico del 2013/14/15, il Meeting giovanile di ciclismo del 2017 e le 6 Gran Fondo. Mica lo abbiamo incaricato di fare uno studio sulle strategie di marketing! Fa quello che sa fare e mi sembra giusto.

 

Avrei altri 100 argomenti da citare ma preferisco fermarmi qui poiché la campagna elettorale è appena iniziata!

 

Buona domenica.

 

Milena Sebastiani

© 2018, Redazione. All rights reserved.




9 Aprile 2018 alle 10:31 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata