La medaglia del Presidente della Repubblica per Corto in Accademia

CORTO IN ACCADEMIA: Medaglia del presidente della Repubblica, Una giuria d’eccezione per il gran finale

 

 

Macerata – La quarta edizione del contest organizzato dall’Accademia di Belle Arti di Macerata incassa per la terza volta il prestigioso riconoscimento, proprio alla vigilia del gran Galà finale, che stabilirà i vincitori. Mercoledì 23 maggio alle 17 nel rinnovato auditorium Svoboda di via Berardi 10 finalisti, provenienti dall’Italia e dall’estero, metteranno alla prova di una giuria tecnica d’eccezione e del pubblico presente i loro cortometraggi. Si può votare anche dal web. L’ingresso all’evento è libero. «Siamo molto soddisfatti per la grande partecipazione – dice la direttrice di Abamc Paola Taddei -, c’è grande attesa per la proclamazione dei vincitori e siamo onorati del riconoscimento del presidente della Repubblica».

Dopo mesi di selezioni tra gli oltre 100 corti iscritti al concorso dalle Accademia di tutta Europa, a contendersi il podio alla finale di Corto in accademia 2018 sono gli studenti Corrado Antar (ABA Bologna), Emanuele Cantò (NABA Milano), Petra Drevensek (Università di Zagabria), Hanyu Feng (ABA Carrara), Iwona Kapusniak (Università Pedagogica di Cracovia), Roberta Masala (ABA Sassari), Valentina Mezzato (ABA Venezia), Pasquale Palladino (ABA Foggia), Martina Varotti (ABA Bologna) e Alexa Vinci (ABA Sassari). Per maggiori informazioni e per votare online i 10 finalisti si può consultare il sito internet del concorso (http://cortoinaccademia.abamc.it/it). Il più votato online otterrà il Premio web. 

La giuria: il regista (2 volte David di Donatello) Alex Infascelli, il produttore cinematografico Daniele Tomassetti e la Marche Film Commission, per l’occasione rappresentata da Anna Olivucci. A coordinare la giuria la direttrice Taddei (unico componente non votante).

Solo tre dei 10 finalisti si aggiudicheranno un premio in denaro. Il pubblico presente in sala, invece, potrà decreterà il vincitore del Premio della giuria demoscopica.

 




UniCam ed Eurac insieme per un convegno sulla green economy nella Regione Appenninica

 

 

Camerino, 22 maggio 2018 – Come declinare il tema della green economy in aree complesse? Come valorizzare le caratteristiche e le risorse delle aree montane con un approccio allo sviluppo economico sostenibile? E’ per rispondere a queste domande che l’Università di Camerino e l’Accademia Europea di Bolzano – Eurac Research, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – Delegazione italiana in Convenzione delle Alpi, hanno organizzato una due giorni, martedì 22 e mercoledì 23 maggio, di incontri, idee e dialoghi con esperti, imprese e ricercatori sul tema della green economy nella regione appenninica.

Sono stati messi a sistema metodi ed esperienze, ragionando sulle priorità condivise e sulle opportunità offerte dal territorio ai settori coinvolti nel processo di innovazione. L’obiettivo è quello di fare il punto su un modello per la green economy in aree complesse e comporre, selezionando metodologie e buone pratiche, una cornice per lo studio di una strategia di sviluppo green nella regione appenninica, coerente con i bisogni locali, integrata a livello istituzionale e in linea con gli obiettivi internazionali quali ad esempio mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, diminuzione del consumo di suolo, spostamento verso le produzioni bio, protezione della biodiversità.


Il convegno, che si tiene presso la Sala convegni del Rettorato, è stato aperto dai saluti del Rettore Unicam Claudio Pettinari, del Presidente Eurac Research Roland Psenner e dalle relazioni introduttive di Paolo Angelini, Capo Delegazione Italiana Convenzione delle Alpi, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, e di Massimo Sargolini, docente UNICAM; sono poi seguiti gli interventi di ospiti nazionali e internazionali si sono confrontati sulle opportunità per lo sviluppo della green economy rispetto all’uso sostenibile delle risorse naturali, alla promozione delle politiche pubbliche e ai temi legati al lavoro e alle imprese.

Un ulteriore approfondimento è dedicato alle possibilità offerte dalla green economy nel disegno di politiche e azioni per la ricostruzione post-terremoto.

I lavori proseguiranno nella mattinata di domani 23 maggio, sempre presso la sala convegni del Rettorato.

 

 




I violinisti del Concorso “Andrea Postacchini” incontrano gli studenti Fermani

 

Lorena Massucci: Traete ispirazioni da questi musicisti e appassionatevi alla musica

 

Fermo, 2018-05-22 – Grande concentrazione, dita alle corde e tensione che si taglia con il coltello per i violinisti del Concorso “Andrea Postacchini” che oggi (23 maggio) si affronteranno sul palco del Teatro dell’Aquila per la finale della categoria C. Sono solo in sei su cinquanta coloro che infatti proveranno a contendersi il primato della categoria, per poi auspicare alla vetta massima con il fregio del titolo assoluto della venticinquesima edizione. Si tratta di Dmytro Udovychenko (Ucraina), Cécile Vonderwahl (Svizzera), Songao Wu (Cina), Yige Chen (Cina), Adam Christensen (Danimarca) e Patricia Beltran Cordero (Spagna).

Intanto ieri tanta musica e tanti incontri. Se a teatro si avvicendavano sul palco i semifinalisti della categoria D, nel foyer dove è allestita la mostra di liuteria, il M° liutaio Alberto Dolce della Bottega fiorentina Mecatti&Sorgentone, accoglieva i giovani studenti delle scuole fermane Isc Fracasseti Capodarco, Isc Da Vinci Ungaretti per introdurli al fantastico mondo senza tempo della liuteria. Si è infatti rinnovato quell’incontro annuale che, attraverso il Concorso Postacchini, permette ai giovani del territorio di scoprire un mestiere tanto affascinante e appassionante quanto antico. Dalle parti di cui si compone un violino sino alla storia di quelli esposti nelle teche DACA. Per poi svelare un piccolo avvenimento che passerà tra gli aneddoti del Postacchini. Infatti per questa XXV edizione, uno dei violini esposti e realizzati dal giovane liutaio fiorentino è stato talmente apprezzato che una violinista di Zagabria ha deciso di acquistarlo.

Momento poi sempre di grande divertimento e curiosità è quello che si è svolto presso l’Auditorium della Fondazione della Camera di Commercio che ha ospitato l’esibizione, proprio per le scolaresche, di quattro violinisti di questa edizione. «Ogni anno un evento di grande rilievo per la città – ha detto visibilmente soddisfatta la Presidente del Consiglio Comunale Lorena Massucci alla consegna delle targhe ai musicisti intervenuti – auguro ai nostri ragazzi in età scolare di trarre ispirazione da questi giovani violinisti e di appassionarsi ad uno strumento perché la musica unisce, fa dialogare e insegna valori come il sacrificio e la disciplina».

Ad esibirsi il piccolo Aldar Mendpurev di dieci anni dalla Mongolia che ha raccontato di studiare violino da quando aveva 5 anni sotto il suggerimento materno e di dedicarvisi ogni giorno per circa due ore. Ancora dalla Mongolia anche Emujin Enkhbaatar di 12 anni che, rispondendo alle domande dei ragazzi in sala, racconta di aver scelto il violino perché da sempre le piace il suono e che vi si dedica con passione da 7 anni con uno studio di 5 ore al giorno. È italiano di Cosenza invece Pasquale Allegretti Gravina di 19 anni, che confessa di dedicare tutta la sua passione e il suo tempo al violino e di aver scelto questo strumento perché da piccolo lo preferiva a tutti gli altri strumenti giocattolo di cui i genitori musicisti lo contornavano. Venticinque anni invece per l’inglese Ashley Tong che studia e lavora in Germania e che descrive il violino come una parte di se stessa.

E domani si rinnova il rapporto con le scuole attraverso la visita alla Scuola Media Nardi di Porto San Giorgio, mentre, nella concentrazione del teatro, continua la gara con le audizioni della categoria B, quella dai 12 ai 16 anni.

 




Due vittorie per Le Marche al Brixia Meeting 2018

 
Emma Silvestri (400hs) e Sara Zuccaro (martello) si aggiudicano il primo posto a Bressanone, seconda la quattrocentista Angelica Ghergo

 

Ancona – Tre volte sul podio a Bressanone. Si fanno valere i giovani delle Marche nell’edizione numero 36 del Brixia Meeting, classico appuntamento internazionale under 18 in provincia di Bolzano, con due vittorie e un secondo posto. Conquistano il successo Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese) che si impone nettamente sui 400 ostacoli in 1’01”74 e la martellista Sara Zuccaro (Atl. Fabriano), davanti a tutte con 58.33. Entrambe le atlete sono al comando nelle graduatorie stagionali di categoria e quindi ribadiscono la loro supremazia in campo nazionale. Si conferma ai vertici la quattrocentista osimana Angelica Ghergo (Team Atl. Marche), campionessa tricolore indoor, che sulla pista altoatesina sfiora il proprio limite con 56”09 e viene preceduta soltanto dalla tedesca Mona Mayer sul traguardo. Ma anche altri allievi della rappresentativa marchigiana firmano prestazioni significative. Il velocista Mattia Mecozzi (Sport Atl. Fermo) è quarto nei 200 metri a suon di record personale con 22”27 e coglie lo stesso piazzamento la filottranese Benedetta Trillini (Tam) che supera 1.68 nel salto in alto.
Sesto posto invece per la sprinter sangiorgese Greta Rastelli (Tam) in 12”34, per la marciatrice Anastasia Giulioni (Atl. Avis Macerata) sui 5000 con 27’07”16 e per la staffetta 4×100 femminile composta da Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona), Angelica Ghergo (Team Atl. Marche), Greta Rastelli (Team Atl. Marche) e Melissa Mogliani Tartabini (Atl. Recanati) in 47”63. Inoltre finiscono tra i migliori otto Ronaldo Mancinelli (Asa Ascoli Piceno), settimo nel martello con un progresso a 56.92, e il saltatore in alto Lorenzo Falappa (Tam), ottavo con 1.80. In tutto i portacolori delle Marche riescono a realizzare 4 primati personali, compresi quelli di Emanuele Mancini(Collection Atl. Sambenedettese, nono in 58”17 sui 400 ostacoli) e del lunghista Matteo Colletta (Sef Stamura Ancona, dodicesimo con 6.49), mentre nella classifica complessiva chiudono al tredicesimo posto con 299,5 punti e il trofeo va alla squadra della Lombardia.

RISULTATI
Allievi. 100: 14. Stefano Vitturini (Sport Atl. Fermo) 11”70 (+0.2); 200: 4. Mattia Mecozzi (Sport Atl. Fermo) 22”27 (+0.4) pb; 400: 12. Marco Ugoccioni (Atl. Avis Macerata) 52”63; 800: 14. Francesco Gagliardi (Mezzofondo Club Ascoli) 2’05”01; 110 ostacoli: rit. Francesco Agostini (Asa Ascoli Piceno); 400 ostacoli: 9. Emanuele Mancini (Collection Atl. Sambenedettese) 58”17 pb; alto: 8. Lorenzo Falappa (Team Atl. Marche) 1.80; asta: 9. Edoardo Giommarini (Collection Atl. Sambenedettese) 4.00; lungo: 12. Matteo Colletta (Sef Stamura Ancona) 6.49 (+0.5) pb; disco: n.c. Alessandro Caccini (Collection Atl. Sambenedettese); martello: 7. Ronaldo Mancinelli (Asa Ascoli Piceno) 56.92 pb; marcia 5000: 11. Lorenzo Tasselli (Atl. Avis Macerata); 4×100: 11. Federico Agostini (Asa Ascoli Piceno), Marco Ugoccioni (Atl. Avis Macerata), Mattia Mecozzi (Sport Atl. Fermo), Stefano Vitturini (Sport Atl. Fermo) 44”42.
Allieve. 100: 6. Greta Rastelli (Team Atl. Marche) 12”34 (-0.7); 200: 10. Melissa Mogliani Tartabini (Atl. Recanati) 25”04 (+0.7); 400: 2. Angelica Ghergo (Team Atl. Marche) 56”09; 800: 10. Anna Maria Pennesi (Atl. Civitanova) 2’22”99; 1500: 11. Andree Fioretti (Sef Stamura Ancona) 4’54”41; 2000 siepi: 15. Lucia Crosta (Team Atl. Marche) 8’20”91; 100 ostacoli: 14. Irene Pesaresi (Team Atl. Marche) 15”35 (-0.1); 400 ostacoli: 1. Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese) 1’01”74; alto: 4. Benedetta Trillini (Team Atl. Marche) 1.68; asta: 9. Ludovica Polini (Sport Atl. Fermo) 3.30; lungo: 16. Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona) 4.98 (-1.2); triplo: 15. Alena Binni (Team Atl. Marche) 10.57 (+0.3); martello: 1. Sara Zuccaro (Atl. Fabriano) 58.33; giavellotto: 13. Angelica Mei (Sef Stamura Ancona) 30.35; marcia 5000: 6. Anastasia Giulioni (Atl. Avis Macerata) 27’07”16; 4×100: 6. Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona), Angelica Ghergo (Team Atl. Marche), Greta Rastelli (Team Atl. Marche), Melissa Mogliani Tartabini (Atl. Recanati) 47”63.

RISULTATI COMPLETI: http://www.fidal.it/risultati/2018/COD6620/Index.htm

LINK ALLE FOTO (autore Leonardo Sanna)
Sara Zuccaro: http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Zuccaro_Bressanone2018.jpg
Emma Silvestri: http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Silvestri_Bressanone2018.jpg
Angelica Ghergo: http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Ghergo_Bressanone2018.jpg
La rappresentativa delle Marche a Bressanone: http://www.fidal.it/upload/Marche/2018/Marche_Bressanone2018.jpg

 

 

 

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.




dalla Regione Marche

2018-05-22

Presentata oggi in Regione dalla Fondazione Marche Cultura

LA QUARTA STAGIONE DEI PHOTOWALK INIZIA IL 27 MAGGIO

 

Cinque tappe durante l’estate: #loretophotowalk #cupramarittimaphotowalk #acqualagnaphotowalk #morescophotowalk #montecassianophotowalk

Quarta stagione per I Photowalk, le passeggiate fotografiche organizzate dalla Fondazione Marche Cultura – Social Media Team Marche, d’intesa con l’assessorato al Turismo della Regione, per valorizzare e promuovere turisticamente il nostro territorio e farne scoprire gli angoli più nascosti ma non certo meno attrattivi. I risultati raggiunti nelle edizioni precedenti sono stati ogni anno crescenti avendo raggiunto sulle diverse piattaforme social molte decine di milioni di utenti che hanno seguito in rete l’iniziativa che anche quest’anno vedrà protagoniste 5 tappe (una per ogni provincia) a partire dal 27 maggio con Loreto e poi il 17 giugno Cupra Marittima, 29 luglio ad Acqualagna, 2 settembre a Moresco, per concludersi il 7 ottobre  a Montecassiano. Alla conferenza stampa di presentazione hanno partecipato anche i sindaci di Loreto, Paolo Niccoletti, di Montecassiano, Leonardo Catena e la vicesindaca di Moresco, Lorena Cionfrini.

I photowalk sono, come detto, passeggiate fotografiche in cui decine di partecipanti hanno il compito di valorizzare le varie esperienze poi condivise attraverso i media digitali (sito, blog e social). “ I photowalk sono la più puntuale traduzione di quello che si chiama turismo esperienziale – ha affermato Stefania Benatti, direttore della Fondazione Marche Cultura – e vogliamo migliorare  il successo delle scorse edizioni che hanno visto-  ad esempio nel 2017- oltre 800 partecipanti alle cinque tappe. Considerando le adesioni già arrivate, le premesse sono già buonissime per la prima tappa di Loreto. Il collegamento con i Comuni è fondamentale per far vivere ai partecipanti esperienze uniche in luoghi non solitamente accessibili per i visitatori. Insomma, un modo per concretizzare fisicamente quel rapporto già molto stretto che ci lega virtualmente ai “seguaci” dei nostri profili social, molto numerosi. Queste esperienze riversate in rete sono diventate una modalità molto accattivante ma soprattutto generatrice di fiducia nelle proposte turistiche che nel corso dell’anno promuoviamo.”  Anche il dirigente regionale Raimondo Orsetti ha parlato dell’utilità del turismo digitale con l’obiettivo di “riposizionare l’offerta turistica regionale sui mercai esteri dopo gli eventi del 2016, un’attività che la Fondazione interpreta con impegno e risultati significativi.”

Un’attività densa di esperienze, dunque, concentrata in poche ore per un’unica destinazione genera però un seguito di alcune milioni di utenti, che sul web seguono minuto per minuto ogni esperienza che i partecipanti vivono in diretta e determinano un trend che arriva a posizionare, in modo importante e determinante, le attività digitali dei comuni interessati. Come ha sottolineato il responsabile del Social Media Team, Sandro Giorgetti : “ Tra le attività primarie c’è anche quella  di trasferire il know how digitale ai Comuni e per questo c’è un percorso quasi formativo che abbiamo avviato mesi prima dei photowalk con gli enti ospitanti, perché ormai il turismo digitale non è più un’opportunità, ma una necessità. “Giorgetti ha quindi illustrato di dati dell’edizione 2017 analizzati dalla Società Extreme Analytics: 86.700.000 visualizzazioni generate da 9 milioni e 700 mila account  unici che producono un valore economico equivalente a 629.800 euro, corrispondente al costo per raggiungere gli stessi utenti su spazi web o social a pagamento mentre l’operazione per la Fondazione Marche Cultura è a costo zero.

Ad ogni photowalk è abbinato un Contest (concorso fotografico) che ha il compito di creare una sana ma anche qualificata  competizione tra professionisti e amanti della fotografia con modalità web che vanno in ogni caso a favore del turismo marchigiano. Per ogni contest sono previsti premi messi a disposizione dagli operatori turistici locali. La novità più rilevante di questa edizione 2018 è l’assegnazione per alcuni partecipanti molto attivi nella valorizzazione del territorio marchigiano, della nomina di “Ambassador Photowalk”: un “titolo” che ha come obiettivo quello di gratificare le importanti presenze di alcuni influencer del settore travel, che da anni e sempre di più partecipano alle iniziative del Social Media Team.

Il tour tocca alcuni angoli ed eccellenze delle città dove si potranno apprezzare le peculiarità del territorio visitato, assaporando non solo la gastronomia locale ma anche la storia, la produzione, l’artigianato, le tradizioni culturali locali.

Ecco a grandi linee il programma nei vari Comuni:

A Loreto ci sarà, tra l’altro, la visita alle aree non sempre accessibili dei Palazzi Apostolici e dei Camminamenti delle Rocchette sopra la Basilica, oltre che un momento molto originale dedicato ai tatuaggi storici che i pellegrini facevano in ricordo del pellegrinaggio a Loreto con la riproposta da parte di famosi tatuatori nazionali. Infine una visita alle donne dei Rosari, abili artigiane che si tramandano il mestiere da secoli.

A Cupramarittima, oltre alla visita al bellissimo borgo antico, è prevista una rievocazione storica nell’area archeologica della città romana di Cupra.

Ad Acqualagna il photowalk è stato organizzato in occasione della Fiera regionale del Tartufo nero, quindi all’insegna dei sapori prelibati ma anche del paesaggio con una visita guidata alla Riserva naturale Gola del Furlo.

Moresco , uno dei borghi più belli d’Italia, 600 abitanti, propone un’esperienza prelibata con i sapori del suo ciauscolo IGP e una visita inusitata ad una chiesa rurale recentemente restaurata.

Anche Montecassiano, altro borgo più bello d’Italia, offrirà i sapori della tradizione con

“Li sughitti”, un dolce al cucchiaio autunnale tipico della tradizione marchigiana che viene preparato subito dopo la vendemmia, preparato infatti con il mosto, ed è protagonista della Sagra dei Sughetti che si terrà proprio in quei giorni

Regione Marche: attivati i servizi di consultazione web di mappe cartografiche in open data

Casini: “Accesso civico alle informazioni e opportunità per le attività legate alla ricostruzione”

Un’agevole consultazione della cartografia digitale per snellire le procedure tecniche, come quelle legate alla ricostruzione. È stata attivata dal servizio Urbanistica della Giunta regionale che rende fruibili, con licenza di tipo aperto (Open Data) dati cartografici, di base e tematici, di proprietà della Regione Marche.

Liberi professionisti o della pubblica amministrazione, semplici cittadini che hanno l’esigenza di utilizzare la cartografia regionale possono consultare, via web, le mappe disponibili utilizzando software open sorce, cioè adattabili alle proprie esigenze. Hanno a disposizione la Carta tecnica regionale scala 1:10.000, la Carta geologica regionale scala 1:10.000 e Ortofoto (fotografie aeree georeferenziate) riprese negli anni 1977-78-79 e negli anni 1988-89 a copertura dell’intero territorio regionale. Gli utenti interessati possono visualizzare il materiale e lavorare con una mappa cartografica sotto forma di un file a immagine digitale, senza avere fisicamente i dati informatici nel proprio computer. Il servizio di consultazione è stato realizzato e sviluppato dal personale interno della Regione. “L’obiettivo è quello di accrescere le opportunità digitali rivolte ai cittadini, favorendo il diritto di accesso civico alle informazioni della pubblica amministrazione – sottolinea la vice presidente Anna Casini, assessore all’Urbanistica e Territorio – La diffusione dei sistemi informativi digitalizzati è in esponenziale crescita. In particolare i dati cartografici sono sempre più utilizzati nel formato digitale da una vasta platea di utenti, con una consistente riduzione delle richieste in formato cartaceo, a favore del materiale informatizzato. La Regione si adegua a questa necessità per favorire la valorizzazione del territorio attraverso la conoscenza e la diffusione dei dati disponibili, agevolando, in particolare, tutte le attività legate alla ricostruzione post sisma”. Il servizio è liberamente accessibile nel sito regionale utilizzando il link: http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Paesaggio-Territorio-Urbanistica-Genio-Civile/Cartografia-e-informazioni-territoriali/WMS

 

 

NUOVO POLO SCOLASTICO DI TOLENTINO – DICHIARAZIONE DELL’ASSESSORE ANGELO SCIAPICHETTI

“E’ pronta la valutazione di congruità per il Nuovo Polo scolastico di Tolentino, richiesta avanzata dall’ente locale. Si stima che il contributo da concedere non possa essere superiore a 17 milioni di euro. Con questo passaggio si può avviare la progettazione dell’istituto che potrà ospitare 1250 studenti a fronte degli 809 alunni presenti prima del sisma.

La scuola verrà così restituita alla comunità dando una prospettiva di futuro a tutto il territorio.

Dal progetto è stata espunta una strada esterna al lotto che non poteva essere finanziata e ridotte le spese di progettazione” ha dichiarato Angelo Sciapichetti.

 

Rateizzazioni dei versamenti tassa auto per i residenti nelle zone colpite dal sisma.

Cesetti: “Chiesta comunque sul fronte nazionale un’ulteriore proroga per la sospensione del pagamento dei tributi

I contribuenti residenti nelle zone colpite dal sisma potranno rateizzare i versamenti delle tasse automobilistiche regionali non versate negli anni 2016/2017 per effetto delle sospensioni: lo prevede la delibera di Giunta approvata ieri su proposta dall’assessore al Bilancio Fabrizio Cesetti.

“Un segnale di attenzione verso i cittadini marchigiani già duramente provati dai disagi causati dai drammatici eventi sismici – dichiara l’assessore Cesetti – Si dà quindi attuazione alla normativa statale sul sisma ma, contemporaneamente, la Regione si è comunque attivata sul fronte nazionale sollecitando le Istituzioni centrali a concedere un’ulteriore proroga della scadenza del 31 maggio per il pagamento dei tributi non versati a seguito del sisma”.

Il provvedimento consente ai residenti nelle zone colpite dal sisma, o meglio i soggetti diversi dai titolari di reddito di impresa e di reddito da lavoro autonomo, nonché gli esercenti attività agricole,  di corrispondere ratealmente  la tassa auto non pagata, senza applicazione di sanzioni e interessi, per effetto della sospensione disposta con la legge 189/2016 (art. 48, c. 11).  Nello specifico, dati gli importi comunque ridotti,  si tratta di 5 rate mensili a partire dal 31 maggio 2018.

In alternativa i pagamenti sospesi dovranno essere regolarizzati in unica soluzione con versamento entro il 31 maggio 2018.

Per maggiori informazioni gli uffici tributari della struttura regionale sono a disposizione per chiarimenti al numero 071 8062495 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17 oppure è possibile consultare il sito:www.tributi.marche.it

 

STATUS DI AREA DI CRISI COMPLESSA E PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE INDUSTRIALE PER IL DISTRETTO FERMANO MACERATESE “CALZATURE E PELLI”

 

La Giunta regionale, ad iniziativa dell’assessora alle Attività produttive, Manuela Bora, ha approvato l’istanza al Ministero per lo Sviluppo economico, per il riconoscimento dell’area di crisi industriale complessa del distretto calzature e pelli fermano – maceratese.  “Nella proposta avanzata, oltre a un approfondito dossier sullo status quo, c’è una visione programmatica sui punti di forza e di debolezza del distretto oltre a un progetto di riconversione. L’obiettivo è quello di concentrare risorse regionali e statali in incentivi territorialmente localizzati, in grado di superare le difficoltà economiche di un’area che risente anche dei contraccolpi del terremoto”. L’iniziativa riguarda il riconoscimento dello status di area di crisi complessa, in attuazione del D.L. 83/2012. Un tipo di crisi contemplata dalla normativa è quella di uno specifico settore industriale con elevata specializzazione nel territorio, caratteristica senz’altro presente nel caso del distretto calzaturiero. Ulteriore condizione per il riconoscimento è che la crisi non risulti risolvibile con risorse e strumenti di competenza regionale. “Questo significa – sottolinea l’assessore Fabrizio Cesetti – che una volta ottenuto il riconoscimento da parte del Ministero, sarà possibile convogliare nel territorio fermano – maceratese ingenti risorse focalizzate sullo sviluppo economico dell’area. Risorse che si andranno ad aggiungere a quelle ordinariamente utilizzabili, aumentando il loro impatto positivo. E per rendere efficaci le misure sarà necessario – aggiunge Cesetti – che sul fronte nazionale giunga ad un esito positivo il confronto, già avviato nel corso dell’iter di negoziato con il MISE, sull’apertura della legge 181/89 a nuove categorie di soggetti beneficiari come le reti e le aggregazioni di impresa e, attraverso una rimodulazione dell’impianto normativo, ipotizzando anche una riduzione della soglia di investimento al fine di rimuovere le criticità che ad oggi hanno impedito ai nostri territori il pieno ed efficace utilizzo delle risorse stesse”. La delibera di Giunta è accompagnata da un approfondito dossier che descrive i fattori della crisi, i punti di forza e di debolezza, le opportunità e le minacce del tessuto produttivo dell’area, oltre alla proposta di progetto di riconversione e riqualificazione industriale. Il dossier si conclude con una sezione che riporta sia le misure a favore delle imprese, sia le misure di politiche attive del lavoro e formazione. “Nel corso della sua redazione – osserva Francesco Giacinti, presidente della Prima commissione consiliare permanente –  il dossier è stato più volte sottoposto all’analisi e discussione delle organizzazioni rappresentative degli interessi socioeconomici nell’area, anche al fine di acquisire dati, suggerimenti e istanze. Un lavoro intenso cui auspichiamo segua un veloce iter ministeriale”. “L’inserimento del distretto pelli e calzature nell’elenco delle aree italiane che possono fruire di incentivi straordinari – sottolinea l’assessore Angelo Sciapichetti – è un passaggio molto importante per rilanciare territori fortemente danneggiati dal sisma e ridare prospettive economiche e occupazionali a popolazioni che tutt’ora subiscono i contraccolpi della crisi”. Il Ministero dovrebbe esprimersi entro 30 giorni dal ricevimento dell’istanza approvata.




Banco di Scena, 5a edizione al Teatro Pergolesi di Jesi

 

 

Il Teatro Pergolesi di Jesi apre le porte ad un innovativo progetto di alternanza scuola lavoro per avvicinare gli studenti ai mestieri dello spettacolo dal vivo.

Quinta edizione di “BANCO DI SCENA” della Fondazione Pergolesi Spontini, un progetto in collaborazione con il Liceo Artistico “E. Mannucci”, il Liceo Classico “Vittorio Emanuele II” e l’IIS “Pieralisi” di Jesi.

Dichiarazione dell’assessore all’Istruzione Marisa Campanelli:

“Il progetto di alternanza scuola lavoro Banco di Scena ed il Laboratorio di Teatralità Opera H sono due progetti che il Comune di Jesi sostiene e incoraggia per il loro grande valore educativo ed artistico. Sono due progettiche si intrecciano, e che consentono ai ragazzi delle scuole e a persone con disabilità di lavorare insieme intorno ad un obiettivo comune, la realizzazione di uno spettacolo in cui ciascuno riesce a far emergere le proprie abilità, in un percorso di reale integrazione tra persone. Crediamo molto nell’integrazione tra città e scuola, e con Banco di Scena si crea di fatto una scuola teatrale diffusa nel territorio che consente ai ragazzi di incontrasi con il mondo del lavoro e con le professioni del palcoscenico e della creazione artistica”.

Jesi (AN), 21 maggio 2018 – Cosa accade dietro un sipario? Quali professionalità vi operano ogni giorno e quali competenze sono necessarie per lavorare all’interno di un teatro? Come si realizza una drammaturgia, una scenografia, un costume teatrale, un disegno luci? Quali studi intraprendere per poter lavorare, un giorno, nei mestieri dello spettacolo dal vivo?

Le domande e le curiosità dei ragazzi trovano risposta al Teatro Pergolesi di Jesi, da 220 anni cuore di un’intensa attività artistica e culturale e significativo segmento dell’economia del territorio, che apre le sue porte alle scuole con la quinta edizione di “Banco di scena”, un innovativo progetto di Alternanza Scuola-Lavoro destinato agli studenti del terzo e del quarto anno del Liceo Artistico “E. Mannucci”Liceo Classico “Vittorio Emanuele II” e I.I.S. “E. Pieralisi” di Jesi.

Promosso ed organizzato dalla Fondazione Pergolesi Spontini in collaborazione con i tre Istituti, “Banco di Scena” prevede un percorso altamente esperienziale attraverso l’attivazione di tre corsi di formazione paralleli: in scenografia e scenotecnica per i ragazzi dell’Artistico, in sartoria teatrale per gli studenti dell’indirizzo “Moda” del Pieralisi, e in drammaturgia e regia per gli allievi del Classico. Il progetto si propone di offrire agli studenti opportunità formative di alto e qualificato profilo volte a valorizzare il curriculum scolastico, offrendo un orientamento per le scelte in campo universitario e l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro. I tre corsi si svilupperanno presso diverse sedi, con lezioni teoriche e pratiche al Teatro Pergolesi, nel Laboratorio Scenografico della Fondazione e nella Sartoria Teatrale dello stesso Teatro. Le lezioni sono tenute da qualificati operatori della Fondazione e del territorio.

“Banco di scena” è inquadrato nell’ambito delle numerose attività del progetto “Social Opera” della Fondazione Pergolesi Spontini, che da anni promuove il melodramma nel mondo della scuola, della disabilità e del disagio sociale di Jesi e della Vallesina.  Al termine del percorso formativo, i ragazzi collaboreranno alla messa in scena di uno spettacolo del XVIII Festival Pergolesi Spontini, l’opera teatrale “Tutto è illusione nel mondo – Social Opera”, esito del laboratorio teatrale “Operah” condotto dal regista Gianfranco Frelli, protagonisti un gruppo di tredici persone con disabilità fisica/intellettiva.

Il progetto “OperaH” è realizzato con il contributo di A.S.P. – Ambito 9 – Comune di Jesi, in collaborazione con ASUR MARCHE AV2 -JESI, UMEA Unità Multidisciplinare Età Adulta ASUR MARCHE AV2- JESI, COOSS Marche e Teatrococuje.it.

Lo spettacolo andrà in scena il 28 settembre ore 21 al Teatro Pergolesi. Gli studenti del Liceo artistico si occuperanno dell’ideazione, realizzazione e montaggio delle scenografie, gli studenti dell’istituto professionale – indirizzo moda realizzeranno i costumi mentre, gli studenti del Liceo classico parteciperanno attivamente al laboratorio di teatreducazione e si occuperanno dell’ideazione e realizzazione di un piano di comunicazione per la promozione dell’evento.

“Banco di scena” nasce nel 2014 come corso di formazione in scenografia teatrale e scenotecnica per gli studenti del Liceo Artistico di Jesi, da una idea di Massimo Ippoliti, titolare della cattedra di discipline plastiche presso il “Mannucci”, e di Paolo F. Appignanesi, responsabile produzione della Fondazione Pergolesi Spontini. In quattro anni di attivazione hanno partecipato al progetto circa 70 ragazzi del Liceo, alcuni dei quali hanno poi scelto di proseguire in questo settore iscrivendosi ai corsi di scenografia presso l’Accademia di Belle Arti.

Nel tempo numerose scuole secondarie di II grado hanno chiesto alla Fondazione Pergolesi Spontini di poter partecipare ad esperienze di “alternanza scuola-lavoro”, ed il successo di “Banco di scena” ha indirizzato la Fondazione ad estendere i corsi di formazione di “Banco di scena”, coinvolgendo l’intera filiera produttiva del Teatro Pergolesi, dall’ideazione ed organizzazione dello spettacolo fino alla sua realizzazione finale. Nel 2018, sono così entrate a far parte del progetto per la prima volta Liceo Classico “Vittorio Emanuele II” e I.I.S. “E. Pieralisi” di Jesi, con apposite convenzioni triennali.

 

INFO

Fondazione Pergolesi Spontini

Tel. 0731.202944, www.fondazionepergolesispontini.com

 




Neri Marcorè con gli GnuQuartet, “Come una specie di sorriso” @ Teatro delle Api

Neri Marcorè per Mus-e del Fermano

Venerdì 25 maggio il poliedrico attore marchigiano sarà con gli GnuQuartet sul palcoscenico del Teatro delle Api di Porto Sant’Elpidio per un concerto in onore di Fabrizio De Andrè.

L’evento, patrocinato dal Comune di Porto Sant’Elpidio, servirà a raccogliere fondi a favore di Mus-e del Fermano onlus, che si occupa di favorire l’integrazione a scuola attraverso l’arte

Porto Sant’Elpidio – Venerdì 25 maggio l’attore Neri Marcorè sarà in scena al Teatro delle Api di Porto Sant’Elpidio con lo spettacolo “Come una specie di sorriso” accompagnato da GnuQuartet per un omaggio a Fabrizio De André. L’attore ha raccolto l’invito di Mus-e del Fermano onlus a tenere un concerto di beneficienza che servirà a raccogliere fondi per nuove classi Mus-e.

“Siamo molto lieti della sensibilità dimostrata da Marcorè, che ha deciso di legare il proprio nome a quello di Mus-e” sottolinea soddisfatto Enrico Paniccià, presidente di Mus-e del Fermano onlus. Diverse sono le scuole di tutto il territorio coinvolte nel progetto Mus-e, e più di 320 i bambini che possono partecipare gratuitamente, da novembre a maggio, a laboratori artistici multidisciplinari in classe, imparando il valore dell’arte e della bellezza come strumenti di lettura della realtà, soprattutto nei contesti scolastici a rischio di disagio sociale.

Tornando al concerto, Neri Marcorè si presenterà sul palco nella doppia veste di cantante e chitarrista, interpretando le canzoni di Fabrizio De André con un repertorio impreziosito dagli arrangiamenti sofisticati di Stefano Cabrera (GnuQuartet), e sarà capace di trascinare il pubblico in un emozionante viaggio musicale attraverso i versi immortali del grande Faber.

GnuQuartet si avvale oltre che di Cabrera al violoncello, di Roberto Izzo al violino, Francesca Rapetti al flauto traverso e Raffaele Rebaudengo alla viola; alle percussioni Simone Talone, alla chitarra Domenico Mariorenzi mentre le voci sono quelle di Flavia Barbacetto e Angelica Dettori. GnuQuartet ha collaborato con grandi artisti (Subsonica, PFM, Afterhours, etc…) guadagnandosi l’apprezzamento del pubblico e della critica. L’inizio del concerto è per le ore 21.15.

“Dopo Mogol al Teatro dell’Aquila lo scorso anno” conclude Paniccià, “siamo davvero lieti per il 2018 di poter legare il progetto Mus-e a Neri Marcorè, che conosciamo oltre che come straordinario artista anche come persona sensibile ed impegnata sul fronte culturale e sociale. L’essersi messo a disposizione di Mus-e è un privilegio per il quale non finiremo mai di ringraziarlo”.

L’evento (produzione di Mauro Diazzi srl), gode del patrocinio del Comune di Porto Sant’Elpidio e si avvale della collaborazione di TAM – Tutta un’Altra Musica. Per informazioni: 338 4321643 – facebook Mus-e del Fermano onlus.




Gemellaggio Corale 2018 all’auditorium

 

San Benedetto del Tronto – Il 16 maggio 2018, nell’Auditorium Comunale “Tebaldini”, si è svolto il 1° Incontro del “Gemellaggio” tra il “CORO POLIFONICO FOLKLORISTICO SAMBENEDETTESE” dell’IC-Centro di S. Benedetto del Tronto e il “CORO UNINCANTO” di RIPATRANSONE dell’IC-Cupramarittima-Ripatransone.

L’originale scambio culturale musicale ha suscitato un grande entusiasmo da parte del pubblico delle due località che ha potuto ascoltare con ammirazione le emozionanti esibizioni.

Interessante l’accostamento dei repertori che ha spaziato dalle musiche folkloristiche sambenedettesi a quelle tradizionali di varie parti del mondo.

I due cori hanno concluso insieme il concerto con una originale fusione polifonica.

La manifestazione è stata aperta del Sindaco di S. Benedetto del Tronto che ha espresso il suo apprezzamento per l’iniziativa e per l’importante attività di trasmissione alle nuove generazioni del repertorio musicale cittadino. Sono intervenute anche gli Assessori Annalisa Ruggieri ed Emanuela Carboni.

Parole di soddisfazione delle due Dirigenti Scolastiche, la prof.ssa Gaia Gentili e la prof.ssa Laura D’Ignazi , che hanno dato appuntamento al 2° incontro del 23 Maggio 2018 a Ripatransone presso il Museo Vescovile d’Arte Sacra, alle ore 18, dove i 2 splendidi cori si esibiranno, questa volta, davanti al pubblico dell’antica località collinare.

Il “Gemellaggio Corale” si è rivelato una preziosa occasione di scambio culturale e di socializzazione dall’alto valore educativo sia per i giovani coristi sia per le due comunità cittadine.

 




dalla Città

Un portale per gestire agevolmente l’imposta di soggiorno

Inizia la stagione estiva e, con essa, il periodo di applicazione dell’imposta di soggiorno, in vigore dal 15 giugno al 31 agosto, che va gestita dagli operatori del settore turistico e di quanti offrono servizi similari (B&B, case per ferie, locazioni turistiche – i cosiddetti “affitti brevi”).

 

I compiti dei gestori sono infatti quelli di informare gli ospiti dell’entità dell’imposta, riscuoterla, comunicare entro il 15 del mese le presenze del mese precedente e contestualmente versare al Comune le somme riscosse, presentare al Comune entro il 31 gennaio il conto di gestione riepilogativo dell’imposta incassata nell’anno precedente.

 

Per agevolare gli operatori, da quest’anno il Comune mette a disposizione un portale internet dedicato, al quale le strutture potranno accreditarsi ed attraverso il quale potrà essere gestita l’imposta, la rendicontazione e la trasmissione delle denunce periodiche. Questa è la pagina del portale

 

Si ricorda che in caso di omessa, incompleta o infedele dichiarazione mensile, il gestore della struttura ricettiva è sanzionato con una multa da € 150,00 a € 500,00. Inoltre la Corte dei Conti ha qualificato i gestori come agenti contabili: ciò significa che il mancato versamento degli importi può configurare il reato di peculato per appropriazione indebita di denaro pubblico.

Il Comune effettuerà comunque controlli sia tramite la Polizia Municipale sia verificando sul web le inserzioni per individuare strutture che operano “nel sommerso” e segnalando gli inadempienti alla Guardia di Finanza ed alla Procura della Corte dei Conti.

 

Per informazioni ci si può rivolgere al Servizio Tributi (telefono 0735/794550, e mail: tributi@comunesbt.it)

San Benedetto del Tronto, 21-05-2018

Alberto De Angelis

Grande entusiasmo e incredulità al saggio per la festa della mamma della sezione primavera dell’asilo Merlini, da parte dei genitori e dei nonni.

 

I piccoli di due anni, si sono cimentati in vari momenti di attività tra canti e poesie ovviamente tutti dedicati alla mamma, ma anche l’english time, il balletto e il percorso ginnico.

Dai volti dei bambini traspariva gioia e divertimento nell’esecuzione del saggio. L’insegnante, Carmela Chiappini, che è anche lingua madre inglese, e l’assistente Lorena Croci, ringraziano i bambini per l’impegno e i genitori per la loro partecipazione, la realizzazione degli addobbi e per il rinfresco, a fine festa, molto gradito.

Ringraziamenti sono arrivati anche al personale scolastico che ha collaborato alla perfetta riuscita della festa, e al presidente Alberto De Angelis per la sua presenza e le sue parole.

 




Pattinaggio Artistico: Diavoli Verde Rosa sbanca ai Campionati Regionali

 

San Benedetto del Tronto – Fine settimana impegnativo quello del 19 e 20 maggio per il team dei Diavoli Verde Rosa i cui atleti sono stati impegnati nella Fase Regionale Fisr nel Lazio a Colleferro e nella Fase Regionale Uisp nelle Marche a Camerano.

Hanno gareggiato nelle Marche per la categoria Cadetti: Kevin Bovara (oro negli esercizi liberi), per la categoria Novizi Uisp: Valentina Piciacchia (oro nel libero e negli esercizi obbligatori), Noemi Fares (argento negli esercizi obbligatori), Asia Cretone (bronzo negli esercizi obbligatori), Elena Girolami (sesta negli esercizi obbligatori) mentre nella categoria Novizi Allegra Ionni ha conquistato due medaglie d’argento nel libero e negli esercizi obbligatori.

La coppia formata da Alessia Gambardella (Anguillara Skating Club) e Alessandro Fratalocchi (Diavoli Verde Rosa) ha gareggiato nel Lazio nella massima categoria e ha conquistato la medaglia d’argento dietro soltanto alla Coppia Campione del Mondo formata da Rebecca Tarlazzi e Luca Lucaroni. Alessandro e Alessia parteciperanno al Trofeo Internazionale Sedmak che si svolgerà a Trieste dal 25 al 27 maggio 2018 per la specialità Coppie Artistico insieme a Kevin Bovara che rappresenterà la squadra rivierasca nella specialità del Singolo nella categoria Cadetti.

Il tecnico Ivan Bovare e il presidente Anna Maria Laghi si complimentano con tutti gli agonisti per i brillanti risultati ottenuti e augurano un in bocca al lupo ai preagonisti della Diavoli Verde Rosa che saranno invece impegnati domenica 27 maggio a Serra San Quirico nella Fase Regionale dei Giochi Giovanili Federali.