dall’Amat

dall’Amat

2018-05-14

DOMENICA 20 MAGGIO AL TEATRO ROSSINI DI PESARO

PENSIERI E PAROLE, OMAGGIO A LUCIO BATTISTI

 

Uno straordinario ensemble di musicisti – Peppe Servillo (voce), Javier Girotto (sax), Fabrizio Bosso (tromba), Furio Di Castri (contrabbasso), Rita Marcotulli (pianoforte), Mattia Barbieri (batetria) – attende il pubblico di Playlist Pesaro, rassegna promossa dal Comune e dall’AMAT, domenica 20 maggio al Teatro Rossini.

Lo spettacolo è un omaggio a Lucio Battisti e offre un’intensa interpretazione dell’autore più intimo, lirico e personale della canzone italiana. Popolare e sofisticato, italiano e solitario, Lucio Battisti è costruttore e inventore di una canzone che resta intimamente patrimonio di tutti, incrociando sensibilità e pensieri musicali diversi. “Cantare nuovamente le sue canzoni, da Mogol a Panella, è la possibilità per noi di rileggere una nostra storia minore e quotidiana che tanto ci suggerisce e commuove”, affermano gli interpreti.

Una sfida particolarmente impegnativa per l’assoluta particolarità del repertorio, l’originalità delle canzoni, il loro essere così diverse tra di loro nella musica e nei testi, così intrise da un’inesauribile vena compositiva da rendere arduo il lavoro di affrontarle senza farne delle vere e proprie “cover”.

Una sfida vinta attraverso gli arrangiamenti innovativi di Javier Girotto e il genio teatrale e musicale di Peppe Servillo che riescono tracciare un nuovo cammino, suggestivo e inaspettato, attraverso venti grandi canzoni di Lucio Battisti. Da Il mio canto libero a Penso a te ,quasi tutte su testi di Mogol, un percorso ricco di sapori latini, ritmi avvolgenti, storia, emozioni e grande pathos. Un altro quadro che Servillo aggiunge alla sua preziosa galleria dedicata alla grande canzone d’autore dopo L’uomo in frac.

Il gruppo di musicisti si mette al servizio di questo straordinario autore, abbattendo i confini che separano il mondo della canzone da quello del jazz e all’improvvisazione per portare il pubblico in un territorio aperto: quello della grande musica e della magia dei suoni.

Pensieri e parole è realizzato in collaborazione con ATER Associazione Teatrale Emilia Romagna

Per informazioni: biglietterie circuito AMAT (071 2072439 – www.vivaticket.it vendita on line), biglietteria Teatro Rossini 0721 387621. Inizio concerto ore 21.

 

MERCOLEDÌ 16 MAGGIO, ASCOLI MUSICHE AL RIDOTTO DEL TEATRO VENTIDIO BASSO

CON IL CONCERTO PER PIANOFORTE DI COSTANZA PRINCIPE

 

Prosegue mercoledì 16 maggio Ascoli Musiche rassegna promosso dal Comune di Ascoli Piceno con l’AMAT. Il Ridotto del Teatro Ventidio Basso (ore 21) ospita su iniziativa di Nuovi Spazi Musicali il concerto della pianista Costanza Principe, introdotto da Ada Gentile, su musiche di Bach Toccata in sol maggiore BWV 916, Schumann 4 Pezzi op. 32 e Schubert Sonata in la maggiore D959.

 

Nata in Italia nel 1993, Costanza ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di sei anni e si è diplomata presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano sotto la guida di Vincenzo Balzani nel 2010 con il massimo dei voti, la lode e la menzione. Nel 2015 ha conseguito a pieni voti il Bachelor of Music e il Master of Music presso la Royal Academy of Music di Londra, dove ha studiato dal 2011 con Christopher Elton. Vincitrice di tre borse di studio dal Martin Musical Scholarship Fund- Philharmonia Orchestra (2013, 2014 e 2015), è stata generosamente supportata nei suoi studi dal Liversidge Award la Hilda Day Scholarship, il Winifred Christie Award, la Skyrme Hart Foundation e dal Craxton Memorial Trust. Attualmente è iscritta ai Corsi di perfezionamento dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma, dove studia con Benedetto Lupo.

 

Dal suo debutto in pubblico all’età di sette anni, la pianista Costanza Principe si è esibita come solista e in formazione cameristica in Italia, Francia, Regno Unito e Sud America. Vincitrice di premi in concorsi pianistici nazionali e internazionali, ha debuttato nel 2008 con l’orchestra eseguendo tre concerti di Mozart sotto la direzione di Aldo Ceccato. Ha suonato come solista con orchestre tra le quali l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, l’Orchestra Sinfonica Siciliana, l’Orquesta Sinfonica Provincial de Santa Fe, l’Orchestra del Teatro Coccia di Novara, la Melicus Chamber Orchestra, la Turkish National Youth Orchestra e la Royal Academy Symphony Orchestra e si è esibita in importanti sale in Italia, Francia, Inghilterra e Sud America, tra cui WigmoreHall di Londra, Sala Verdi e Sala Puccini del Conservatorio di Milano, Teatro Politeama di Palermo. Recentemente, Costanza ha debuttato alla prestigiosa Wigmore Hall di Londra, presentata dalla Kirckman Concert Society e si è anche esibita nel Concerto n. 3 op. 30 di S. Rachmaninov con l’Orchestra Sinfonica Siciliana diretta da Gyorgy Rath al Teatro Politeama di Palermo; con lo stesso concerto, insieme a Cem Mansur e alla Turkish National Youth Orchestra, ha aperto, lo scorso settembre, la prestigiosa stagione Settembre dell’Accademia dell’Accademia Filarmonica di Verona al Teatro Filarmonico. Inoltre, gli ultimi tempi hanno visto Costanza impegnata in una serie di recital (St. Mary’s Perivale, Londra; Ravello Festival; Giovine Orchestra Genovese; Serate Musicali in Sala Verdi, Milano). Nei prossimi mesi, l’artista debutterà all’Opera di Nizza con l’Orchestre Philharmonique de Nice, con il Primo Concerto di Beethoven diretto da G. Rath, e tornerà al Teatro Dal Verme, con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, con il Concerto n. 1 di Tchaikovsky. È stata ospite delle trasmissioni “I concerti del Quirinale” di Radio3, “Il Pianista” e “Ultimo Grido” di Radio Classica e ha partecipato a corsi di perfezionamento con Franco Scala, Yoheved Kaplinsky, Byron Janis, Pascal Devoyon, Boris Petrushansky, Boris Berman, Leonel Morales, Jeffrey Swann, Kathy Stott, Vsevolod Dvorkin, Natalia Trull, Robert Levin, Alexander Lonquich, Peter Bithell, Steven Osborne, Hung Kuang Chen, e Marios Papadopoulos.

Biglietto cortesia 3 euro. Per informazioni: biglietteria del teatro 0736 298770.

VENERDÌ 18 MAGGIO A PORTO SANT’ELPIDIO PER KLANG FESTIVAL

APPUNTAMENTO INTERNAZIONALE CON MAHLER REMIXED DI CHRISTIAN FENNESZ E LILLEVAN

Venerdì 18 maggio fa tappa al Teatro delle Api di Porto Sant’Elpidio con un appuntamento esclusivo e di respiro internazionale KLANG altri suoni, altri spazi, rassegna musicale regionale promossa dall’AMAT con Loop Live Club e i Comuni del territorio tra i quali quello di Porto Sant’Elpidio.

In programma Mahler Remixed – in collaborazione con TAM – uno spettacolo che ha fatto il giro del mondo, uno show audio/video nel quale le improvvisazioni astratte si fanno anche immagine, un gioco di specchi acquatici tra il glitch digitale/chitarristico di Christian Fennesz, artista austriaco di grande spessore nella scena elettroacustica contemporanea, le sinfonie ultraterrene di Gustav Mahler e i live visuals diLillevan, noto artista visuale, cofondatore del gruppo berlinese Rechenzentrum.

 

Christian Fennesz offre il suo personale contributo alla riconsiderazione dell’opera di Mahler, prendendo le sue composizioni, dissezionandole e ricomponendole attraverso i procedimenti dell’elaborazione elettronica. Nasce così qualcosa di completamente nuovo, che apparentemente non ha più nulla in comune con l’originale partitura del grande compositore viennese. La musica di Mahler viene infatti sovrastata da fuzz e glitch, si liquefà in riverberazioni e distorsioni, si trasforma in rumore, si dissolve in silenzio, per poi riemergere nella sua cristallina purezza. Nei quattro remix di questa performance – che seguono i quattro movimenti della sinfonia classica – le cellule della partitura originale di Mahler si alternano alle intuizioni personalissime di Fennesz, che intervengono senza alcun intento dissacratorio, ma con l’obiettivo di evidenziare la profonda modernità di Mahler. Nato nel 2011 come performance dal vivo a Vienna – la città dove Fennesz è nato e dove Mahler è vissuto – Mahler Remixed ha fatto il giro del mondo, rinascendo ogni volta in festival e in sale prestigiose come la Carnegie Hall di New York e il Barbican di Londra. Nel 2014 è diventato anche un disco.

Chitarrista, compositore e musicista, l’austriaco Christian Fennesz è una figura chiave e una delle voci più originali della musica elettronica contemporanea, alfiere di quella corrente definita “glitch music”. Dopo i primi due album Hotel paralel.lel (1997) e Plus Forty Seven Degrees 56? 37 Minus Sixteen Degrees 51? 08 (2001), in cui il musicista coniugava con originalità suoni sintetici, field recordings e laptop music, con il terzo lavoro Endless Summer (2001) arriva la consacrazione di Fennesz come artista di punta della scena elettronica internazionale. L’album finisce per essere considerato uno dei manifesti più influenti dell’estetica glitch, in cui i suoni prodotti da disfunzioni informatiche si riscoprono materia prima di un nuovo linguaggio espressivo. I successivi lavori segnano un progressivo abbandono dell’estetica disfunzionale in favore di un avvicinamento a paesaggi ambient. Da ricordare anche le collaborazioni con Ryuichi Sakamoto, David Sylvian, Keith Rowe, Mark Linkous (Sparklehorse), Mike Patton e molti altri. Con il fondatore di Mego Peter Rehberg (Pita) e Jim O’Rourke ha creato il trio di improvvisazione Fenn O’Berg.

Lillevan è un artista visivo specializzato in animazione, video e sperimentazione utilizzando diversi media, ha collaborato con molti artisti provenienti da ambiti molto diversi tra loro, dall’opera lirica al montaggio cinematografico, dalla minimal techno all’elettronica più sperimentale. Le sue performance live e le sue opere sono state eseguite ed esposte in tutto il mondo, in numerosi festival musicali e di arti visive, in gallerie private e musei.

Informazioni e biglietti (posto unico numerato 15 euro, ridotto 12 euro): AMAT 071 2072439, Biglietteria Teatro delle Api 346 6286586. Inizio concerto ore 21.30.

PESARO, GIOVEDÌ 17 MAGGIO A TEATROLTRE

TRADIZIONE GIAPPONESE, DANZA E MUSICA ELETTRONICA SI INCONTRANO IN TAIKOKIAT SHINDÕ

DI MASAKO MATSUSHITA E MUGEN YAHIRO

 

Torna la danza al Teatro Sperimentale di Pesaro giovedì 17 maggio per TeatrOltre, la più ampia rassegna regionale multidisciplinare di 32 appuntamenti di teatro, musica e danza del presente promossa da AMAT con il Comune di Pesaro e altri otto Comuni del territorio.

 

In scena Taikokiat Shindõ uno spettacolo che coniuga tradizione giapponese, taiko, danza e musica elettronica, nato da due autori italo-giapponesi, Masako Matsushita e Mugen Yahiro, lei danzatrice-coreografa e lui artista del taiko. Da questo essere al confine tra due culture prendono vita le prime sperimentazioni tra taiko, danza e tradizione giapponese, sperimentazioni che conducono i due artisti su tematiche non più solo loro, ma aprendo un vero dialogo tra creativi di diverse discipline. Lo spettacolo è composto da diversi quadri che presentano vari personaggi che accompagnano lo spettatore attraverso il mondo degli spiriti e quello degli esseri umani. Nella prima parte, introduttiva, il monaco e il narratore preparano lo spettatore a entrare in un’atmosfera mistica. La seconda presenta due figure del folklore giapponese, Kitsune, lo spirito volpe, e Tengu, creatura simile a un angelo, caratterizzata da un lungo naso rosso. Entrambi sono rappresentanti e protettori della natura. La terza e ultima parte è il mondo degli esseri umani dove i corpi dei due artisti, spinti al limite, attraverso i taiko e la danza, si fanno strumenti per la ricerca dell’illuminazione. L’arte è la strada attraverso la quale risvegliare le energie del mondo spirituale e realizzarsi in tutta la sua potenza.

 

Taikokiat Shindõ è un un progetto di Masako Matsushita con la collaborazione di Mugen Yahiro, coreografia e danza sono di Masako Matsushita con l’artista taiko Mugen Yahiro, sound design e interventi live di Federico Moschetti, shoji print diì Valerio Veneruso, scenografia di Francesco Landrini, disegno luci di Andrea Margarolo, assistente di produzione Paolo Paggi, i costumi sono ideati da Gloria BellardiMasako MatsushitaMugen Yahiro. Lo spettacolo è prodotto da Teatro Insonne con il sostegno di Regione Toscana Sistema regionale dello spettacolo dal vivoCapotrave/Kilowatt, Associazione Sosta Palmizi con il supporto di AMATCSC Garage NardiniONEOFF Atelier di prototipazione rapida NaturalmentesanaOnlus il CrogiuoloIndipendanceLibera Università Oki Do Mikkyo YogaWabi-Sabi.

Per informazioni e biglietti (10 euro ridotto 8 euro): Teatro Rossini 0721 387621, Teatro Sperimentale 0721 387548 il giorno di spettacolo dalle ore 10 alle 13 e dalle 17 a inizio spettacolo previsto alle ore 21.

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com