I neopatentati dell’inclusione, “Nun me guardà” @ Teatro San Filippo Neri

di Anna Cecilia Poletti  

 

San Benedetto del Tronto, mercoledì 30 maggio 2018 – “Letture animate” non è un laboratorio di teatro: del teatro ha gli strumenti ma gli obiettivi sono più complessi. Nasce 4 anni fa con l’intento di rendere accessibili a tutti, a vari livelli, contenuti letterari. La drammatizzazione coinvolge la sfera emotiva, rende concreto ciò che è astrazione e pertanto potenzia la comprensione, l’attenzione, la memorizzazione, ovvero la sfera cognitiva. Ma c’è di più: è gestione dell’emotività, autonomia nella socialità, possibilità di relazione per chi ha difficoltà importanti. È un piccolo, ancora imperfetto, laboratorio sociale: c’è chi ottiene argomenti più accessibili e c’è chi impara a modificare tempi, spazi, oggetti, contenuti in modo che questi siano fruibili da tutti in realizzazioni di pièce teatrali in cui ognuno possa avere un ruolo adeguato alle proprie capacità. Ed è per questo che “letture animate” è un laboratorio di inclusione. La novità di quest’anno è stato il coinvolgimento degli studenti nella realizzazione della sceneggiatura: con il supporto delle insegnanti di sostegno hanno realizzato l’adattamento del testo in pièce teatrale con battute ideate in base alle possibilità di ogni partecipante, con personaggi ideati per rendere il testo più accattivante e per trovare il ruolo giusto ad ognuno, senza tradire il messaggio del testo originale. ‘Nun me guardà’ è il libero adattamento di La Patente di Luigi Pirandello, testo scelto dagli studenti stessi per riflettere sul tema dei pregiudizi, delle nomee o etichette che spesso distruggono la sensibilità delle persone e non restituiscono mai il loro reale valore.

Il laboratorio, condotto in orario curricolare a classi aperte, ha visto il coinvolgimento di studenti volontari che si sono occupati di sceneggiatura, recitazione, scenografie, costumi e trucco. La realizzazione finale è stata presentata venerdì 25 maggio presso il cineteatro San Filippo Neri di San Benedetto del Tronto che, per l’occasione ha definitivamente abbattuto le barriere architettoniche dotandosi di una pedana che rende accessibile anche il palcoscenico. Per gli studenti con bisogni educativi speciali (sia quelli che hanno partecipato allo spettacolo finale, sia quelli che hanno frequentato solo le prove perché non ancora a loro agio in contesti diversi) è stato un percorso importantissimo di socializzazione e di autonomia. Il ringraziamento di tutto il dipartimento di sostegno va ai colleghi curricolari che hanno reso possibile la frequenza agli studenti in orario curricolare e soprattutto agli alunni partecipanti: ragazzi straordinari che con il loro sorriso, la loro esuberanza, la loro autenticità, hanno reso entusiasmante l’esperienza.

 

Ph © Alessandro Barbizzi
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 




dalla Regione Marche

2018-06-01

AERDORICA: FIRMA PROTOCOLLO IN REGIONE PER RISANAMENTO RILANCIO E TUTELA OCCUPAZIONE

 

E’ stato firmato questa mattina a Palazzo Raffaello un protocollo d’intesa nell’ambito della procedura volta al risanamento e al rilancio e alla tutela della occupazione della società di gestione dell’aeroporto delle Marche. Lo comunicano congiuntamente la Regione Marche, rappresentata dall’assessore al Lavoro Loretta Bravi, le segreterie regionali di FILT CGIL -FIT CISL- UILTRASPORTI  Marche  e la Società Aerdorica Spa, che hanno sottoscritto l’intesa.

Il protocollo prevede l’attivazione di un confronto permanente e trasparente con l’obiettivo della salvaguardia dell’occupazione.

Nella considerazione che la Regione Marche sta cercando di mettere in essere tutte le azioni necessarie per il salvataggio e conseguente rilancio della Società di gestione Aerdorica Spa, attraverso l’impegno assunto nel documento le parti si rendono disponibili a costituire tavoli negoziali e di confronto su tre principali obiettivi: monitorare il processo di privatizzazione e di uscita dalla procedura concorsuale; salvaguardare i livelli occupazionali nei limiti della sostenibilità e  monitorare i processi riorganizzativi aziendali; di individuare procedure di ricollocazione del personale.

Ceriscioli scrive al nuovo ministro dell’Istruzione: “Scuole del cratere primo impegno”

 

Inviata una lettera, a firma congiunta con l’assessore Loretta Bravi nell’imminenza del giuramento al Quirinale

 

 

Immediatamente dopo il giuramento dei Ministri del nuovo Governo, il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli ha inviato al Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca una lettera a firma congiunta con l’assessore regionale all’‘Istruzione, Lavoro e Formazione , Loretta Bravi,  per sottolineare l’urgenza della proroga degli organici docenti e ATA nei territori del cratere sismico. Ecco il testo della lettera :

“ Egregio Signor Ministro,

nel congratularci per la Sua nomina alla guida del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, esprimiamo i nostri migliori auguri di buon lavoro e cogliamo subito l’occasione per invitarla nelle Marche. Auspichiamo che questo sia uno dei primi impegni della Sua agenda, in quanto la situazione dei territori della nostra regione, duramente colpita dal terremoto è estremamente seria e delicata e la sua gestione non può subire battute d’arresto o rallentamenti, nel rispetto e nell’interesse dei cittadini, messi a dura prova negli ultimi due anni.

Le anticipiamo sin d’ora che la priorità assoluta, in questo momento, è la proroga degli organici docenti e ATA delle scuole del cratere per cinque anni. Inoltre è fondamentale che venga mantenuto l’organico a prescindere dal numero degli alunni e, laddove ancora le scuole non sono ripopolate, di tenere a disposizione gli organici.

Ciò, per non mortificare la progettualità del dimensionamento scolastico in questi comuni, in cui è in atto un processo graduale ma costante di ripopolamento, che va di pari passo, ovviamente, con una flessibilità nei numeri relativi alla popolazione scolastica.

Le scuole sono state e devono rimanere il primo impegno nelle zone del terremoto, perché rappresentano una tra le condizioni fondamentali per il rientro a casa delle popolazioni colpite dal sisma e, quindi, per contribuire a ridare vita ai nostri paesi colpiti.

È per noi vitale che venga garantito anche a livello scolastico un adeguato progetto di ricostruzione, che comporti un investimento, e non una diminuzione, sia di sedi che di capitale umano.

Auspichiamo dunque una sollecita e concreta risposta al nostro invito, sia con la Sua presenza tra la nostra gente, sia con atti e provvedimenti veloci e tempestivi, necessari a garantire la ricostruzione e la rinascita dei nostri territori.

Con i migliori saluti.




PallaMano, l’Hc Monteprandone U17 verso la supercoppa

MONTEPRANDONE – Con due titoli già in tasca, l’Handball Club Monteprandone Under 17 si mette a rincorrere il terzo. Dopo i successi nel torneo regionale e in Supercoppa Marche, i verdi ospiteranno Cus Ancona, Lions Teramo e Guardiagrele nell’edizione interregionale della Supercoppa.

Appuntamento a domenica 3 giugno al palazzetto di via Colle Gioioso di Monteprandone. Per i ragazzi di coach Andrea Vultaggio, che poi dall’8 al 10 giugno saranno impegnati a Fanano (Modena) nelle finali nazionali del campionato, la possibilità di festeggiare ancora una volta davanti al proprio pubblico. La gara d’apertura alle 10, tra Lions Teramo e Cus Ancona. Alle 11.30 l’Hc contro Guardiagrele. Nel pomeriggio, alle 16, la finalina tra le perdenti. A seguire, alle 17.30, il match che assegnerà la Supercoppa Marche-Abruzzo. E l’Under 17 Monteprandone spera di esserci anche stavolta.




Menu speciale per la Festa della Repubblica allo chalet Gabbiano

 

Cupra Marittima – Per la Festa della Repubblica menu speciale allo chalet Gabbiano. Consigliata la prenotazione.

 




Al Colle dell’Infinito Sgarbi fa dialogare Lotto e Leopardi

 

Il critico d’arte, emozionando le oltre 250 persone presenti, ha inauguranto la stagione di eventi che fanno parte di “Recanati verso l’Infinito”, il progetto ideato da Sistema Museo per il bicentenario dalla scrittura de L’infinito.

Sgarbi: “Lorenzo Lotto è un genio assoluto e Leopardi è l’uomo più colto d’Italia”

 

Recanati, 2018-06-01 – Un grande evento nell’emozionante Parco del Colle dell’Infinito che ha chiuso, seppur virtualmente, la mostra esposta fino al 3 giugno nelle sale del museo civico di Villa Colloredo Mels. Un incontro aperto a tutti e che ha registrato il tutto esaurito con oltre 250 persone presenti per ascoltare il curatore raccontare le opere di Lotto e Leopardi esposte ancora per qualche giorno nel museo civico di Recanati.

Nemmeno la pioggia, caduta nel pomeriggio, ha fermato le tante persone provenienti non solo da Recanati ma anche dalla vicine località e che non hanno perso l’occasione di partecipare ad un evento unico: ascoltare il racconto delle opere in mostra a Villa Colloredo Mels da Vittorio Sgarbi, curatore e ideatore della mostra. Ad introdurre l’incontro sul palco anche Gianluca Bellucci, presidente della Società Sistema Museo, che dal 2017 gestisce i musei civici di Recanati. “A Recanati – ha detto Bellucci – abbiamo avuto la dimostrazione che quando le cose sono organizzate bene e nascono da una mente che è abituata a pensare e ad azzardare, i progetti riescono, proprio come è accaduto per la mostra “Solo, senza fidel governo et molto inquieto de la mente. Lorenzo Lotto dialoga con Giacomo Leopardi” a Villa Colloredo Mels”.

Lorenzo Lotto è un genio assoluto e Leopardi è l’uomo più colto d’Italia“. Con queste parole Vittorio Sgarbi, giovedì sera nel luogo dove Giacomo Leopardi scrisse L’Infinito nel 1819, ha inaugurato la stagione di eventi che fanno parte della programmazione culturale “Recanati verso l’Infinito”, l’innovativo progetto ideato dalla Società Sistema Museo per le celebrazioni che, nel 2019, animeranno la città in occasione del bicentenario dalla scrittura e pubblicazione del celebre componimento. Un progetto che fa leva sulla forte identità legata all’arte, alla poesia e alla musica della città leopardiana, grazie ad un viaggio nella cultura e i suoi molteplici aspetti attraverso mostre innovative ed eventi di valore.

Sul leggio in mezzo al palco una copia de Lo Zibaldone. “Quest’oper non parla di nessun pittore perché in quegli anni, nelle scuole, la storia dell’arte era quasi sconosciuta. Gli antichi avevano meno arte ma più poesia”. Sulle motivazioni che lo hanno portato a progettare una mostra, Sgarbi ha detto ““Lotto parla la lingua di Leopardi e di se stesso dice Solo, senza fidel governo et molto inquieto de la mente. Un pensiero positivo e negativo insieme, con cui Leopardi ha fatto una dichiarazione di elevazione della spiritualità divina e che interessa quella umana. Questo è il pensiero con cui ho concepito questa mostra”. Infine, il noto critico d’arte ha concluso l’appuntamento con una lettura emozionante mettendo a confronto, come in un dialogo, i versi di Giacomo Leopardi de “Il tramonto” con una delle opere di Lotto ospitate nella mostra a Recanati, “Ritratto di Giovane gentiluomo”, sottolineando l’affinità della composizione del poeta recanatese con il pensiero del pittore veneto.

L’evento è stato promosso dalla Regione Marche e dal Comune di Recanati, con il contributo della Camera di Commercio di Macerata, Università degli Studi di Macerata e Centro Nazionale Studi Leopardiani. La mostra è organizzata dalla Società Sistema Museo in collaborazione con Spazio Cultura.

 

 

Lotto, Leopardi, Sgarbi




Ospedale Unico? No, grazie: meglio averne due

Ospedale Unico nel Piceno??? La Regione ci vuole togliere due ospedali per darcene uno.

San Benedetto del Tronto, 2018-06-01 – Tutto nasce da una fallita integrazione politico sanitaria tra i due ospedali. Un peccato originale di politica sanitaria regionale, ma anche locale, che si vorrebbe sdoganare attraverso la sottrazione di un ospedale. Sì propina un ospedale rispetto ai due, come soluzione alle inefficienze organizzative e programmatiche. Nemmeno Totò cadrebbe in questo tranello dopo la Fontana di Trevi.  Noi non voteremmo mai un ospedale a Monteprandone, non per fare torto a qualcuno, ma semplicemente perché, così facendo, la regione ci porta via un ospedale. Perché non far funzionare bene due ospedali che già esistono??? Costiamo troppo alla regione, così procedendo??? La Regione ha voluto parlare in pompa magna dell’ospedale unico per vent’anni senza mai realizzarlo, poi a seguire, grande parata politica sull’ospedale unico prima delle elezioni nazionali. Ora dobbiamo ancora parlare di ospedale unico sino alle prossime elezioni politiche regionali??? Basta! Non se ne può più! Sempre la Regione, ha investito milioni di euro negli ospedali del nord, ed ora la soluzione per il Piceno rappresenta la chiusura di un ospedale, sotto le mentite spoglie di una riconversione? Se non siete riusciti a far decollare due ospedali per quale motivo dovreste ricevere fiducia per un ospedale? Fate funzionare i due ospedali senza lacci e lacciuoli politici. A noi non interessa cemento nuovo per un ospedale ma la capacità di far funzionare gli esistenti.

Non mancheremo di rappresentare le nostre istanze al nuovo ministro alla salute Giulia Grillo così come altre volte abbiamo fatto negli anni scorsi.

Benito Rossi, Orgoglio Civico




Remare a scuola: il Liceo Scientifico Rosetti alle finali nazionali dei Campionati studenteschi di canottaggio

San Benedetto del Tronto, 2018-06-01 – Grandi soddisfazioni sportive per gli studenti del Liceo Scientifico Rosetti che con la fine dell’anno raccolgono i meritati successi dopo mesi di intenso lavoro. L’ultimo approdo, e non solo in senso metaforico, arriva dalle classi IV e III del corso sportivo che, dal 4 al 7 giugno, parteciperanno alle finali nazionali dei Campionati studenteschi di canottaggio, in programma presso il Lago di Idro (Brescia).

Due equipaggi, uno maschile e l’altro femminile, entrambi categoria juniores (nati entro il 2001), difenderanno i colori marchigiani nella competizione studentesca, dopo avere superato brillantemente le fasi provinciali e regionali nelle gare svoltesi lo scorso 22 maggio nelle acque antistanti la sede della Lega Navale, a San Benedetto del Tronto. 

L’onore e l’onere di gareggiare con gli altri team di vogatori spetta quindi, per le ragazze, a Lazzari Elisa 4S, D’Angelo Michela 3S, Timi Alice 3S, Marinelli Lucia 4S, Iampieri Gaia 3S e, per i ragazzi, a Chiarini Nicolò 3S, Nicolas Di Buò 3S, Mahzoum Nacef 3S, Quinzi Luca 3S, Varzé Valentino 3S. Risultati di tutto rispetto anche per Imperi Gaia 3S, Del Zompo Francesca 3S, Pierantozzi Laura 3S, Valeria Vintu 3S, Devita Alessia 3S (equipaggio 2° classificato junior donne); Barra Sonia 4S, Bengasi Arianna 4S, Cataldi Serena 4S, Cojocaru Micol 4S, Malatesta Serena 4S (equipaggio 2° classificato senior donne); Pesci Federico 4S, Menzietti Andrea 4S, Verdecchia Fabio 4S (senior uomini).
Belle prestazioni giunte, come si diceva, grazie al progetto “Remare a scuola”, portato avanti attraverso l’accordo tra il Rosetti (referente il professor Vincenzo Romano) e la Lega Navale di San Benedetto che ha visto impegnato nell’attività il dirigente-istruttore Riccardo De Falco; in questo modo le due classi del corso sportivo hanno svolto per vari mesi l’interessante attività di rawing e canottaggio.

La manifestazione del 22 maggio ha visto la presenza delle autorità scolastiche: la coordinatrice USR per lo sport Michelangela Ionna, la coordinatrice provinciale per lo sport Serafina Olmo, la Dirigente Scolastica del Rosetti Stefania Marini ed il signor Riccardo De Falco cui vanno i ringraziamenti dell’istituto per il contributo di competenza e professionalità.




Samb – Cosenza, arbitra Alessandro Prontera di Bologna

La gara di ritorno del secondo turno dei play off nazionali Samb – Cosenza sarà diretta da Alessandro Prontera di Bologna

 

San Benedetto del Tronto, 2018-06-01 – Designazioni della gara di ritorno del secondo turno play off nazionali Campionato Serie C 2017/18:

SAMBENEDETTESE – COSENZA a Alessandro Prontera di Bologna
Assistenti: Lorenzo Biasini e Luca Bianchini di Cesena
Quarto Ufficiale: Nicolò Cipriani di Empoli
CATANIA – FERALPISALO’ a Daniel Amabile di Vicenza
Assistenti: Felice Sante Marinenza de L’Aquila e Pierluigi Mazzei di Brindisi
Quarto Ufficiale: Vincenzo Fiorini di Frosinone

ROBUR SIENA – REGGIANA a Pierantonio Perotti di Legnano
Assistenti: Christian Zanardi di Genova e Roberto Margheritino di Savona
Quarto Ufficiale: Ilario Guida di Salerno

SUDTIROL – VITERBESE CASTRENSE a Vincenzo Valiante di Salerno
Assistenti: Ruben Liberato Agnotti di Bologna e Abou Elkhayr Driss di Conegliano
Quarto Ufficiale: Paride De Angeli di Abbiategrasso

 




Pronti per il 17° slalom “Città di Ascoli Piceno”

 

DOMENICA 3 GIUGNO, SLALOM CITTA’ DI ASCOLI PICENO, OLTRE SESSANTA GLI ISCRITTI

 

Ascoli Piceno – Si avvicina la 17^ edizione dello Slalom “Città di Ascoli Piceno”, organizzata dal Gruppo Sportivo AC Ascoli Piceno e dall’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo. La ripresa stagionale dell’automobilismo ha riacceso la passione dei piloti che hanno risposto in modo positivo alla chiamata dello staff ascolano, già premiato con le numerose presenze nello slalom di Roccafluvione di aprile.

Sono 64 le richieste di iscrizione dei piloti che affolleranno il pianoro di Colle San Marco domenica prossima. Il bacino di piloti ascolani e delle province limitrofe è notevole e quindi ne scaturirà uno spettacolo che si preannuncia interessante. Nella mattinata piloti e vetture saranno sottoposti alle verifiche sportive e tecniche, che si concluderanno alle ore 11,30.

Dopo la pubblicazione dell’elenco dei verificati e del briefing del Direttore di Gara Fabrizio Bernetti ai concorrenti, si accenderanno i motori alle ore 13 per la salita di ricognizione.

Seguiranno alle ore 14 le tre manches di gara cronometrate in successione, per stabilire chi si arrampicherà con il miglior crono (e naturalmente senza penalità) sui 2900 metri del tracciato rallentato da dodici postazioni di birilli.

Diversi sono gli specialisti al via, compreso il riminese Daniele Ravaioli, vincitore delle due ultime edizioni, che sarà al via con un prototipo Giansoldati-Yamaha. Sarà un bel duello con gli altri favoriti Luca Filippetti di Loreto (Luca’s Car-Suzuki), che in regione ha centrato diversi successi assoluti, l’ascolano Daniele Vellei (Formula Gloria-Kawasaki) e lo jesino Lorenzo Paoloni (Fiat X1/9). Peccato per l’assenza di un altro sicuro protagonista, l’ascolano Andrea Vellei, vincitore delle edizioni 2013 e 2014, per ritardi nella preparazione della sua competitiva monoposto Gloria. Non mancherà poi la battaglia nei gruppi Autostoriche, Attività di Base, Racing Start, Racing Start Plus, Gruppo N, Gruppo A, Bicilindriche, Speciale Slalom, E1 Italia, E2 Silhouette, Prototipi Slalom, E2SS ed E2SC. Parco chiuso e premiazioni saranno sempre sul pianoro di San Marco al termine della manifestazione.




Timoteo Sceverti, “aMare” @ Logge d’Autore

 

LOGGE D’AUTORE

a cura dell’Associazione Paese Alto

e della Galleria  Spazio Colella

 

logge di Piazza Peretti ore 18

 

 

 

31 maggio–6 giugno

 

A – MARE

 

mostra di Timoteo Sceverti

 

Ph © Alessandro Barbizzi
Copyright www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

LOGGE D’AUTORE

La Scheda

LOGGE D’AUTORE

dal 31 Maggio al 29 Agosto
Logge di Piazza Peretti – dalle ore 18

Altri eventi: Mostre