Dal set dei cortometraggi “Il Compleanno” e “Radici”, girati interamente nelle Marche

Dal set dei cortometraggi “Il Compleanno” e “Radici”, girati interamente nelle Marche

Ancona, 2018-07-19 – Si concluderanno rispettivamente oggi e domani le riprese di due cortometraggi ambientati interamente nelle Marche: “Il Compleanno”, diretto da Gabriele Sabatino Nardis e prodotto dalla Nardis Production srl, che vede la partecipazione di attori noti come Anna Ferruzzo (Fabrizio de André – Principe Libero) e Edoardo Natoli (Il Giovane Favoloso) e “Radici” , girato dalla regista marchigiana Alessia Gatti e prodotto dalla Kplus Film, che ha come protagonista la giovane attrice Sara Ciocca (già protagonista de Il miracolo, serie tv scritta e diretta da Niccolò Ammaniti).

Entrambi i cortometraggi indagano, seppur in maniera differente, il rapporto tra passato e futuro.

Ne Il Compleanno Amanda (Anna Ferruzzo), ex-cantante di un piccolo gruppo musicale – un sogno al quale aveva poi rinunciato dopo che l’uomo che amava e con cui condivideva la passione musicale l’aveva abbandonata per un’altra – è una donna di 50 anni che vive sola in un casale di campagna e che ha un figlio che ama morbosamente e possessivamente, Michele (Edoardo Natoli), un ragazzo di 28 anni, anche lui sognatore: un aspirante attore. Michele però sente che è il momento nella sua vita di mettere da parte i sogni e accettare con serenità la realtà, distaccandosi da quella donna che non riesce proprio a lasciarlo andare via.

Radici invece è la storia di una bambina di otto anni, “Carolina” (Sara Ciocca), che visita per qualche giorno la casa della nonna materna, immersa nelle colline marchigiane. La nonna, rimasta vedova da poco, approfitta di ogni momento e situazione per raccontare le sue storie. Tra attività quotidiane di campagna e l’arrivo di una vicina di casa, “Carolina” rimane totalmente affascinata da questo mondo a lei tanto sconosciuto quanto familiare. Quando Chiara, in Italia per lavoro, viene a riprendere sua figlia “Carolina”, capiremo che in realtà la bimba non si chiama “Carolina” (come ripetutamente chiamata dalla nonna) ma che il suo nome è Caroline e che a malapena parla italiano. In seguito a un lungo abbraccio tra nonna e nipote, mamma e figlia ripartono verso l’aeroporto.

Una settimana di riprese, girato l’uno a Piticchio di Arcevia (AN) e l’altro a Serrungarina (PU): in entrambi i cortometraggi la campagna marchigiana con le sue colline si è ritrovata ad essere l’ambientazione prediletta per questo tema. Infatti questa, specialmente d’estate, è un luogo fuori dal tempo, idilliaco e cristallizzato, dove ciò che è stato si confonde irrimediabilmente con ciò che sarà. Eppure nonostante questa caratteristica è anche un posto dove il conflitto che esiste tra passato e futuro si risolve e trova sempre mediazione.

Ma l’ambientazione non è l’unico elemento di marchigianità dei due film: numerose le maestranze marchigiane23 in totale, anche in ruoli di grande rilevanza – ed i fornitori marchigiani14 complessivamente – che partecipano alla realizzazione delle opere. Le Marche si confermano così ancora una volta, per quanto riguarda il cinema, un crocevia di autori, imprese ed opere.

Il compleanno è sostenuto dalla Regione Marche attraverso Fondi comunitari POR-FESR 2014-2020.

Entrambi i corti sono realizzati con il supporto della Fondazione Marche Cultura – Marche Film Commission. Preziosa e fondamentale per la realizzazione delle riprese la collaborazione con i Comuni coinvolti: Serra de’ Conti ed Arcevia per Il Compleanno e Serrungarina (Colli al Metauro) e Fano per Radici.

IN ALL.TO LE FOTO DAL SET

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com