Presentati gli eventi clou dell’estate santegidiese

S. Egidio – E’ agosto il mese clou dell’estate santegidiese.

Diversi gli eventi di spessore che caratterizzeranno questa ultima parte della stagione, presentati nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte gli “attori” principali coinvolti nell’organizzazione e nella definizone del calendario.

“Già a giugno e luglio sono stati tanti gli eventi che hanno caratterizzato l’estate santegidiese – sottolinea l’Assessore allo Sport, manifestazioni e cultura Annunzio Amatucci- ma è sicuramente agosto il mese clou con tre classici: la Notte Bianca, La Sagra degli gnocchi e Comici si nasce?”

Si parte sabato 18 agosto proprio con la 5° Edizione della Notte Bianca che quest’anno vede coinvolta nell’organizzazione oltre all’amministrazione comunale e la Pro Loco anche la neo Associazione commercianti presieduta da Franco Fiorinelli.

Shopping, musica, esibizioni e spettacoli per le vie principali del paese con la novità quest’anno del trenino dedicato ai bambni.

Dal 18 al 24 agosto, la 23° Sagra degli Gnocchi in Piazza Europa a S.Egidio organizzata dalla Pro Loco guidata da Luca Esposito.

Non sarebbe l’estate santegidiese senza la rassegna “Comici si nasce?” format di successo ideato dal cabarettista santegidiese Angelo Carestia in collaborazione con l’Agenzia Lido degli Aranci di Grottammare, una garanzia nel settore, rappresntata dal Cav. Tulio Luciani e Walter Assenti.

Due anche quest’anno le serate in Piazza Umberto Primo: il 20 agosto con Enzo Fischietti e Salvatore Gisonna, ed il 21 con Barabara Foria e Stefano Vigilante.

Presenteranno la 14° edizione il comico Angelo Carestia e la giornalista Fabiola Silvestri. (Paola Travaglini)

 




Templaria Festival, presentata la 29ma edizione

DAL 17 AL 21 AGOSTO TORNA A CASTIGNANO “TEMPLARIA FESTIVAL” PER UN’EDIZIONE SENZA PRECEDENTI: 150 ARTISTI, 10 PALCHI ED IL PAESE TRASFORMATO DA UNA SCENOGRAFIA AD HOC

Urbinati: «Manifestazione di grande livello per la sua offerta qualitativa, artistica e culturale e che rientra a pieno nella recente legge regionale sui finanziamenti alle rievocazioni storiche delle Marche»

Ospiti d’eccezione la Compagna dei Folli di Ascoli Piceno con uno spettacolo teatrale inedito, anteprima nazionale, e poi la star del piccolo schermo Valerio Massimo Manfredi e la “multiperformance” dei Mercenari d’Oriente

ANCONA, 08 AGOSTO 2018 – Torna dal 17 al 21 agosto a Castignano (Ap) “Templaria Festival”, la manifestazione “multiperformance” dedicata alla storia e alle leggende dell’ordine dei Templari e al Medioevo. Giunta alla sua XXIX edizione, senza mai un’interruzione, anche nel difficile 2017, anno segnato da post sisma e dalle nuove norme sicurezza ed antiterrorismo, Templaria 2018 si presenta con conferme e novità, determinata ad essere la migliore edizione di sempre.

Questa mattina la presentazione ad Ancona, alla Sala Leopardi della Regione Marche. «Non è un caso se siamo qui a presentare il programma degli eventi premette il capogruppo Pd in Consiglio regionale, Fabio Urbinati –. Di recente l’Assemblea legislativa ha approvato la legge regionale sulle rievocazioni storiche, che in base a precisi parametri prevede l’inserimento delle manifestazioni a contenuto storico più rilevanti delle Marche in una sorta di albo che consente l’accesso a finanziamenti mirati. Ebbenesottolinea Urbinati, tra i criteri di selezione c’è quello “dell’anzianità” della manifestazione che deve aver compiuto 30 anni, oltre alla qualità dell’offerta culturale. Dunque nel 2019, anno in cui la legge sarà operativa, “Templaria Festival” potrà accedere alla selezione». Ma la Regione, precisa Urbinati, già da anni sostiene la settimana di eventi dedicati al Medioevo di Castignano, anche con i fondi del turismo. Aspetto sottolineato anche da Ignazio Pucci dell’Ufficio Turismo della Regione Marche.

Templaria 2018

Circa 20mila le persone attese nello storico borgo del Piceno per la settimana delle “Magiche notti del Medioevo”, ispirate quest’anno al tema delle “Origini dei templari, 1118-2018”. Oltre 150 gli artisti che si esibiranno nel centro storico del paese – quest’anno allestito con vere e proprie scenografie storiche – per le vie del borgo e sui dieci palcoscenici allestiti nelle piazze. Spettacoli teatrali, musica, convegni, l’arte della manipolazione del fuoco e la cucina medievale, ricette del XIII e XIV secolo, rivisitate dalle taverne locali per questo festival “multiperformance”, come è stato definito dalla direttrice artistica e vice presidente della Pro Loco di Castignano, Rosaria Tomassini.

Le porte per far ingresso al mondo medievale si apriranno ogni giorno alle 17 (costo biglietto 12 euro, 9 il ridotto e gratis i bambini fino a 12 anni, con possibilità di abbonamenti per più serate). Poi alle 19 l’apertura delle taverne e dalle 21 gli spettacoli in contemporanea nelle piazze e tra le vie del paese fino alle 2.

Tra le performance più attese, l’anteprima nazionale de “La maledizione di Giuda”, spettacolo inedito della Compagnia dei Folli di Ascoli Piceno, quella dei Bohemian Bards: musicisti di fama internazionale della Repubblica Ceca che spaziano dalle musiche medievali della tradizione fino al Medieval Folkrock e quella dei Mercenari d’Oriente: monaci, mistioci, guerrieri di un’antica confraternita che si esibiranno uin uno spettacolo di acrobazie e manipolazione del fuoco. Per gli “Incontri con la storia”, invece, ospiti d’eccezione, il professore Alberto Melloni (17 agosto), ordinario di storia del Cristianesimo all’Università di Modena-Reggio Emilia, con “Origine dell’ordine del tempio tra mito e realtà” ed il volto noto del piccolo schermo, Valerio Massimo Manfredi, famoso per i programmi “Stargate – Linea di Confine” e “Impero” su La7 e per la trilogia di libri “Alexandros”, con “La croce e la spada – l’origine del tempio” (18 agosto).

«Per una settimana Castignano diventa un vero teatro all’aperto – afferma il sindaco, Fabio Polini –. Il sostegno alla manifestazione datoci dalle istituzioni, Regione in primis, ci è stato da stimolo per fare sempre meglio. Lo scorso anno è stata dura per la situazione post terremoto e per le nuove norme sulla sicurezza, ma siamo riusciti nel miracolo e la manifestazione non si è mai interrota in ventinove anni. Quest’anno speriamo di fare ancora numeri importanti».

Non solo l’importanza della rievocazione storica e del turismo, “Templaria Festival” è un evento attorno al quale tutto il paese di Castignano, 3mila abitanti, ritrova coesione e collaborazione, come sostiene il presidente della Pro loco, Giancarlo Colletta. «Ogni sera 4/500 persone di Castignano sono operative a titolo gratuito. Possiamo dire con un po’ di ambizione che il Palio sta a Siena e la Quintana sta ad Ascoli come Templaria sta a Castignano».

Dietro le quinte, a curare ogni dettaglio dallo scorso febbraio, Rosaria Tomassini, direttrice artistica del Festival. «Sarà un’edizione senza precedentiassicura –, abbiamo curato ogni minimo dettaglio e possiamo dire di non avere rivali oggi in Italia per quanto riguarda le rievocazioni storiche».

Tutte le info su http://www.templaria.it/ e https://www.facebook.com/TemplariaFestival/




A Cupra arriva il logo di “Cupra per l’ambiente”

Cupra Marittima – Il logo di ” Cupra per l’ambiente” contraddistinguerà le attività che a Cupra Marittima hanno aderito al progetto che si occupa di tutelare l’ambiente. Ci sono bar, ristoranti, concessioni balneari, pizzerie, gelaterie, forni, supermercati, farmacie, negozi di ottica, uffici e perfino sagre che potranno fregiarsi di questo simbolo ; tutti insieme per mettere in campo tante, piccole, diverse , azioni sostenibili!

Questo logo-afferma l’assessore di Cupra Marittima dott.ssa Roberta Rossi ideatrice del progetto insieme a Marche a Rifiuti Zero, in collaborazione con Picenambiente , è costituito da due cuori di diverso colore , uno più grande ed uno più piccolo, che vogliono rappresentare l’amore per l’ambiente e l’amore per i nostri figli . Infatti bisogna sempre ricordare che quest’ultimi erediteranno questo nostro stesso pianeta pertanto tutelando l’ambiente tuteliamo anche il futuro dei nostri discendenti.

Dentro ai vari negozi si potranno invece leggere in italiano ed in inglese, su di un disciplinare bene in mostra, l’elenco del le azioni che quel particolare esercizio si è impegnato a svolgere per l’ambiente.

Il progetto ha il patrocinio delle Regione Marche, della Provincia di Ascoli Piceno e della Camera di commercio.

Grazie agli sponsor Adriatacaoli e Progetto packing saranno distribuiti come gagegts delle shoppers in tela con il logo di Cupra per l’ambiente e a breve nei ristoranti arriveranno le family bags, sempre logate, grazie al contributo di Spinsanti packaging.

 




Barone, Baronessa e Gran Dama, pronti alla serata inaugurale

XVIII PALIO DEL BARONE – 2018 – Grande evento Città di Tortoreto (TE)

Sabato 11 agosto (Lido) e giovedì 16 agosto 2018 (centro storico) – ingresso libero

Un Sottufficiale dell’Esercito Italiano e una maestra, impersoneranno il Barone e la Baronessa

Una futura infermiera e volontaria della CRI di Giulianova nel ruolo della Gran Dama

 

Tortoreto. Tutto pronto per la prima serata e debutto in grande stile per il corteo del Palio del Barone giunto alla 18° edizione ininterrotta, sabato, 11 agosto, ore 21,30, Lungomare centrale di Tortoreto. Quest’anno, le principali figure storiche, Barone, Baronessa e Gran Dama, sono state rivoluzionate con l’arrivo, rispettivamente, di: Cristiano Scarpantonio, Martina Zacchei e Letizia Albii. Il Barone sarà impersonato da Cristiano Scarpantonio, giovane Sottufficiale dell’Esercito Italiano, nato a Teramo il 12 maggio 1984, ma originario di Nereto, dove vivono i genitori e il fratello. Laureato in Scienze Politiche della facoltà Tuscia di Viterbo, ricopre il ruolo di Maresciallo effettivo presso il 185° Reggimento Artiglieria Paracadutisti Folgore con sede a Bracciano(RM). Il suo tempo libero lo divide tra palestra, corsa e viaggiare.Mentre, il ruolo di Baronessa, sarà impersonato da Martina Zacchei, fidanzata proprio con il giovane militare. Nata a Sant’Omero il 15 febbraio 1992, vive a Tortoreto con il fratello di 22anni e i genitori, quest’ultimi gestiscono la ditta di onoranze funebri “Di Serafino Angelo”. È Laureata in Scienze dell’educazione e della formazione, svolge la professione di educatrice di nido, con alle spalle uno stage formativo presso l’asilo nido comunale di Tortoreto. Ama ballare, viaggiare e naturalmente, i bambini. Il Barone e la corte sono avvisati.

Tortoreto. la Gran Dama

Altro ruolo importante sarà la figura della Gran Dama e custode delle chiavi della città, anche lei una giovanissima di Tortoreto, Letizia Albii. È nata a Sant’Omero il 13 giugno 1998, vive a Tortoreto con i genitori e i nonni, visto che è figlia unica. Con un grande spirito di abnegazione verso il prossimo frequenta il primo anno di corso di laurea infermieristica presso l’Università politecnico delle Marche, sede Ascoli Piceno. Nel tempo libero frequenta gli amici per poter andare a pattinare, ballare, cantare, ma soprattutto trascorrere le giornate ad aiutare il prossimo prestando servizio presso la Croce Rossa Italiana – comitato di Giulianova, sia come volontaria soccorritore 118, in possesso dell’attestato di primo soccorso e Full D, sia come simulatrice per esercitazioni CRI o allenamento squadre. Fino a due anni fa è stata una volontaria di primo soccorso presso la Confraternita della Misericordia di Tortoreto, prestando servizio attraverso trasporti ospedale-casa e assistenza manifestazioni pubbliche e private.

 




Oltre 150 artisti per le Notti da Medioevo di Templaria Festival 2018

 

Castignano, 2018-08-08 – A 900 anni dalla data stabilita come quella di fondazione dell’ordine, rivive nel magnifico centro storico di Castignano il mistero dell’origine dei Poveri Cavalieri di Cristo. Nell’antico borgo del Piceno da anni l’eco dei Cavalieri del Tempio vibra nelle mura, nelle chiese, nei passi che risuonano sulle pietre millenarie. In occasione della straordinaria ricorrenza l’edizione 2018 delle Notti da Medioevo celebra la genesi dell’ordine con incontri, convegni, spettacoli, percorsi e suggestioni ispirate proprio al mistero che ne avvolge l’origine.

 

??????A 900 anni dalla data stabilita come quella di fondazione dell’ordine, rivive nel magnifico centro storico di Castignano il mistero dell’origine dei Poveri Cavalieri di Cristo. Nell’antico borgo del Piceno da anni l’eco dei Cavalieri del Tempio vibra nelle mura, nelle chiese, nei passi che risuonano sulle pietre millenarie. In occasione della straordinaria ricorrenza l’edizione 2018 delle Notti da Medioevo celebra la genesi dell’ordine con incontri, convegni, spettacoli, percorsi e suggestioni ispirate proprio al mistero che ne avvolge l’origine; e poi ancora banchetti, taverne con menù medievali, botteghe d’artigiani, giovali menestrelli e musici nostalgici. Percorrendo il selciato lungo cui si snoda via templari, la più lunga e misteriosa via del paese, è possibile provare l’affascinante sensazione di affondare nelle notti da medioevo, quando (ci piace immaginare), antichi cavalieri, fieri della loro origine raggiungevano la Chiesa di Santa Maria per una preghiera a colei che attraverso San Bernardo aveva benedetto l’ordine col suo sguardo materno.????????

Pubblicato da Templaria Festival su Venerdì 13 luglio 2018

TEMPLARIA FESTIVAL XXIX EDIZIONE

IL CAST

Attori, mangiafuoco, giocolieri, istrioni, menestrelli, danzatrici. Più di 150 artisti, per il più grande spettacolo medievale di tutta Italia, si alterneranno sui palchi naturali del borgo, nelle vie, nelle piazze, nei vicoli di Castignano per mettere in scena lo spettacolo delle Notti da Medioevo.

Dopo aver analizzato e portato in scena, nelle precedenti edizioni, tutti i contesti e le motivazioni che portarono alla tragica fine dell’Ordine dei nati come Poveri Cavalieri di Cristo, poi divenuti il famigerato e leggendario Ordine dei  Cavalieri Templari, questa edizione si concentra sulle sue origini.

La variegata e straordinaria grande famiglia di artisti che vi trasporteranno in questo misterioso e affascinante argomento è composta daGLI ARTISTI 2018

 

 

La XXIX edizione delle magiche notti da medioevo racconta

1118-2018 Le Origini”

LE PREMESSE


Anno Domini 1099. Gerusalemme è liberata dopo un estenuante assedio e una sanguinosa battaglia. La notizia corre per tutto l’occidente cristiano, ondate di pellegrini si incamminano verso le terre sante. Ma il viaggio presenta non poche insidie e pericoli, soprattutto nelle terre d’
Outremer: la resistenza degli infedeli, bande di predoni o semplici furfanti rendono tormentato il percorso. Sorge il problema di come rendere sicuri i sentieri per le carovane dei viaggiatori. Nascono i primi ricoveri e le prime compagnie di soccorso. Tra queste un manipolo di cavalieri guidati da Ugo di Payns (in alcuni documenti Hugue de Payens) si adopera per proteggere i pellegrini e difendere i luoghi sacri. Prende forma nella mente di questi valorosi paladini della fede, l’idea di una militia Christi avente come obiettivo prioritario il soccorso armato dei pellegrini contro le scorribande degli “infedeli” lungo quel tratto di territorio: tema 2018

 

 

 

Convegni Templaria Festival 2018

INCONTRI CON LA STORIA

Di certo non si annoieranno gli spettatori che seguiranno la XXIX edizione di Templaria Festival, dedicata alle origini dei Pauperes commilitones Christi templique Salomonis, la Milizia dei Poveri Cavalieri di Cristo del Tempio di Salomone, passati alla storia come Templari.

Le ormai famose Notti da Medioevo castignanesi quest’anno, oltre a riconfermarsi con le cinque serate di spettacoli che animeranno l’intero festival, offriranno l’opportunità di godere di due grandi firme della ricerca storica che, oltre ad essere due dei più grandi storici italiani e internazionali e docenti legati all’approfondimento, sono anche degli eccellenti narratori: Convegni Edizione 2018

 

 

Templaria Festival, un evento unico

Nell’anno 1990 con la prima edizione di “Templaria”, organizzata dalla Proloco in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, la comunità di Castignano ha voluto riservare interesse e particolare attenzione alla propria storia con una iniziativa di grande rilievo e prestigio: “TEMPLARIA, NOTTI DA MEDIOEVO”.

L’evento è di importanza strategica per il territorio e la comunità, poiché la conoscenza del passato può molto giovare al superamento di quel “disagio del vivere” caratteristico del nostro tempo, contribuendo in maniera decisiva alla creazione dell’identità culturale e sociale dei cittadini e in particolare delle nuove generazioni, che hanno un ruolo attivo all’interno della manifestazione.

Templaria” nasce così, sia dalla volontà di valorizzare turisticamente il piccolo borgo medievale della terra Picena, sia da una sorta di bisogno collettivo di far rivivere un passato lontano ma ancora portatore di forte senso per la comunità.

La scelta del nome “Templaria” è avvenuta in modo spontaneo proprio per le diverse ricerche storiche che confermano la presenza dell’Ordine dei Templari a Castignano: La storia di Templaria

 

 

 




dalla Regione Marche

2018-08-08

“VERSO IL PATTO PER LA RICOSTRUZIONE E LO SVILUPPO”: OGGI FIRMA DEL PROTOCOLLO PER L’AVVIO DELLA SECONDA FASE

Via libera alla seconda fase  della strategia di rinascita dei territori dopo il sisma con la firma di un Protocollo “Verso il  Patto per la ricostruzione e lo sviluppo delle Marche” condiviso e sottoscritto oggi da tutti i rappresentanti istituzionali, economici e sociali marchigiani. La strategia messa a punto è il frutto degli orientamenti della giunta regionale che ha insediato un tavolo per lo sviluppo con la ricerca realizzata dai quattro atenei marchigiani “10+1 sentieri di sviluppo per l’Appennino marchigiano”, dell’impegno dell’Istao (Istituto Adriano Olivetti) e del lavoro avviato dall’Assemblea legislativa che ha approvato un atto di indirizzo per dare mandato alla giunta di stendere il documento unitario da sottoscrivere, in prospettiva, anche con il Governo nazionale e l’Unione europea. Secondo l’illustrazione curata dal presidente dell’Istao, Pietro Marcolini, il 25 maggio scorso, va ricordato che la proposta progettuale delinea 96 le iniziative selezionate per 1,7 miliardi di investimenti e una stima occupazionale di 10mila unità. Oggi hanno firmato: Anci Marche, Upi Marche, Cgil, Cisl, Uil, le associazioni regionali di Confindustria, Confcommercio, Confartigianato, Confesercenti, Cna, Lega Coop, Agci, Confcooperative,  Coldiretti, Cia, Copagri, Conferenza episcopale marchigiana, Università Politecnica delle Marche, Unicam, UniMc, Università degli studi di Urbino Carlo Bo, Parco nazionale Monti Sibillini.

“Il documento sottoscritto oggi – ha spiegato il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli – ci porterà al Patto per lo sviluppo che è stato condiviso da tutti coloro che hanno voluto dare un contributo importante nel nostro territorio alla costruzione di un progetto di rilancio. Una tappa che segna il completamento della prima fase seguita e coordinata da Istao che ha fatto un ottimo lavoro  nel raccogliere dall’alto e dal basso quelle che erano le istanze del territorio che vuole rinascere dopo il terremoto. E’ necessaria infatti la ricostruzione, è necessaria l’intervento di assistenza, ma altrettanto importante è avere uno sguardo più lungo e più profondo, una strategia d’insieme. E’ questo l’obiettivo del Patto  che vuole condensare risorse importanti a favore dello sviluppo nel campo dei servizi, dell’economia di una migliore organizzazione di quelle che sono le istituzioni preposte al governo del territorio per essere più forti e sostenere più investimenti per una crescita condivisa”.

“Con questa firma – ha aggiunto il presidente del Consiglio Regionale Antonio Mastrovincenzo – si chiude una prima fase molto intensa di analisi, ascolto e concertazione a cui come Consiglio regionale abbiamo dato il nostro contributo con le Università e il lavoro unanime dell’aula consiliare. Ora si apre la fase della stesura vera e propria del Patto in cui lo sforzo di istituzioni e parti sociali dovrà essere ancora più mirato così da consentire una interlocuzione efficace a livello governativo e comunitario. L’ obiettivo è strategico: dare un’anima alla ricostruzione, riconfigurare lo sviluppo delle Marche a partire dalle aree più colpite dal sisma. Sviluppo sostenibile, lavoro di qualità, coesione sociale delle comunità”.

Nel documento sottoscritto dunque le parti convengono sulla prosecuzione del percorso intrapreso, con l’avvio della “fase 2” consistente nella stesura del “Patto per la ricostruzione e lo sviluppo”, secondo le linee di seguito sintetizzate:
a) le caratteristiche dei territori;
b) il quadro economico-analisi SWOT dei settori;
c) gli obiettivi di sviluppo;
d) gli strumenti di programmazione e finanziari attivabili;
e) il cronoprogramma;
f) gli strumenti di governance.

Sotto il profilo del metodo, il processo di attuazione deve essere strutturato a partire dai seguenti elementi:
• la condivisione delle scelte con le rappresentanze dei territori, dell’economia e delle comunità locali;
• l’individuazione di obiettivi concreti, con tempistiche e risorse chiare;
• lo snellimento delle procedure e la trasparenza amministrativa;
• il monitoraggio dell’efficacia degli interventi
• la valorizzazione delle sinergie attivabili rispetto alle risorse e obiettivi dei programmi operativi regionali e nazionali già in atto.

DELOCALIZZAZIONI TEMPORANEE POST SISMA DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE DEL CRATERE – CONFERENZA STAMPA A MUCCIA

Muccia (Mc) – 166 attività produttive delocalizzate in 784 moduli prefabbricati, per un investimento dedicato di 12,5 milioni di euro che ha riguardato ben 38 comuni del cratere. Questi e gli altri dati relativi al progetto regionale di delocalizzazione temporanea delle attività produttive post sisma, sono stati al centro di un incontro con la stampa organizzato dall’assessore alla Protezione civile, Angelo Sciapichetti, presso il centro commerciale di Muccia (Mc), che accoglie le attività economiche locali riavviate dopo la crisi sismica, secondo l’ordinanza 408/2016.

Erano presenti anche il sindaco del Comune di Muccia, Mario Baroni, l’assessore alle politiche sociali e giovanili del Comune di Muccia, Raffaella Troiani, il dirigente regionale del settore commercio, Pietro Talarico. “Proseguiamo con l’operazione verità – ha detto Sciapichetti – dando conto del lavoro svolto per il riavvio delle attività economiche dei comuni colpiti dal sisma. Un lavoro capillare portato avanti da una squadra di tecnici regionali appositamente costituita all’indomani delle scosse di terremoto su impulso del presidente Ceriscioli. Un esempio di collaborazione istituzionale pubblico – privata, che internalizzando le attività progettuali ha portato a un taglio di costi e tempi. Abbiamo dato risposta a tutte le richieste avanzate dai comuni ed è da sottolineare che una volta apprestate le aree e riavviate le prime attività, altre richieste si sono successivamente aggiunte. Segno che l’iniziativa è stata apprezzata e considerata utile. E segno evidente anche della volontà di rimanere e rilanciare le attività commerciali locali, essenziali per i residenti, per il turismo e per il futuro delle comunità. A due anni dalla prima forte scossa di terremoto, grazie al progetto regionale, che ha messo a frutto gli oltre dieci milioni di euro messi a disposizione dall’ordinanza 408 e a cui si aggiungono fondi aggiuntivi, abbiamo rimesso in piedi il nucleo di esercizi commerciali e attività artigianali tipici dei comuni colpiti, scongiurando lo spopolamento e creando le basi per la rinascita di centri ancor più belli e sicuri”. In particolare, avendo riguardo ai fondi ex ordinanza 408, 8,109 milioni di euro sono stati assegnati ai comuni della provincia di Macerata, 1,139 milioni a quelli della provincia di Ascoli Piceno e 280mila a quelli della provincia di Fermo. Quasi cinque milioni di euro di contributi sono già stati liquidati. I comuni di Visso, Camerino e Sarnano sono invece destinatari di progetti speciali, anch’essi in dirittura d’arrivo.

 

 




Torna la grande danza al Macerata Opera Festival

Con Eleonora Abbagnato e le musiche di Puccini

L’étoile sarà protagonista dello spettacolo con la regia e la coreografia di Julien Lestel dedicato alle eroine del compositore lucchese

Giovedì 9 agosto, ore 21

Macerata, 2018-08-08 – Allo Sferisterio torna la grande danza giovedì 9 agosto (ore 21.00) con l’étoile Eleonora Abbagnato protagonista, sul palco del Macerata Opera Festival per lo spettacolo Puccini, firmato dal coreografo e ballerino Julien Lestel, con i costumi di Patrick Murro e le luci di Lo-Ammy Vaimatapako. Una nuova produzione italo francese della Daniele Cipriani Entertainment che unisce sotto il segno della danza ballerini di entrambe le nazionalità.
Lo spettacolo si realizza grazie al sostegno di Engie.

Lo spettacolo, creato nel 2014 da Lestel – artista cresciuto al balletto dell’Opéra di Parigi – è un omaggio alle eroine pucciniane e alle celebri arie tratte dalle opere Manon Lescaut, La bohème, Suor Angelica, ToscaMadama Butterflye ha come intento artistico quello di mettere in risalto le partiture dell’ultimo compositore della grande tradizione del teatro musicale italiano, nonché uno fra i più amati compositori di sempre. Attraverso la trasposizione in danza delle tensione drammatica delle protagoniste, si offrirà al pubblico un differente modo di leggere la psicologia di Mimì, Cio Cio San e delle altre donne raccontate da Puccini. Con Eleonora Abbagnato si esibiranno i ballerini Giorgia Calenda, Giacomo Castellana, Claudio Cocino, Virginia Giovanetti, Federica Maine, Flavia Morgante, Michele Satriano, Alessio Rezza, Arianna Tiberi per l’Italia e Gaël Alamargot, Julie Asi, Florent Cazeneuve, Matisse Coelho-Mandes, Ivan Julliard, Zélie Jourdan, Roxane Katrun, Marco Vesprini, Mara Whittington della Compagnie Julien Lestel.
Fra i danzatori anche lo stesso Julien Lestel (che sostituisce il previsto Sebastian Melo Taveira), che sarà il barone Scarpia nella scena sulle musiche della Tosca.

I biglietti hanno un costo da 30 a 70 euro e sono acquistabili presso la biglietteria di via Mazzini 10 oppure sul circuito viva ticket.

Scena I PUCCINI (Uomini anime)
Julien Lestel, Claudio Cocino, Michele Satriano, Giacomo Castellana, Alessio Rezza, Marco Vesprini, Gaël Alamargot, Ivan Juilliard, Matisse Coelho-Mandes, Florent Cazeneuve

Scena II
Julien Lestel, Claudio Cocino, Michele Satriano, Giacomo Castellana, Alessio Rezza, Marco Vesprini, Gaël Alamargot, Ivan Juilliard, Matisse Coelho-Mandes, Florent Cazeneuve

Scena III PUCCINI EROINE (anime)
Federica Maine, Virginia Giovanetti, Flavia Morgante, Julie Asi, Zélie Jourdan, Julien Lestel, Claudio Cocino, Michele Satriano, Giacomo Castellana, Alessio Rezza, Marco Vesprini, Gaël Alamargot, Ivan Juilliard, Matisse Coelho-Mandes, Florent Cazeneuve

Scena IV BUTTERFLY
Cio Cio San (Madama Butterfly) Julie Asi
Pinkerton Marco Vesprini

Scena V MANON LESCAUT
Manon Mara Whittington
La morte Marco Vesprini, Ivan Julliard, Gaël Alamargot

Scena VI LA RONDINE
Zélie Jourdan, Gaël Alamargot

Scena VII TURANDOT
Marco Vesprini, Ivan Julliard

Scena VIII GIANNI SCHICCHI
Roxane Katrin

Scena IX LA BOHÈME
Mimi Giorgia Calenda
Rodolfo Michele Satriano

Scena X SUOR ANGELICA
1. Giorgia Calenda, Federica Maine, Virginia Giovanetti, Flavia Morgante, Arianna Tiberi, Mara Whittington, Julie Asi, Zélie Jourdan, Roxane Katrun, Michele Satriano, Giacomo Castellana, Alessio Rezza, Marco Vesprini, Ivan Julliard, Gaël Alamargot, Matisse Coelho-Mandes, Florent Cazeneuve
2. Suor Angelica Eleonora Abbagnato
3. Eleonora Abbagnato, Giorgia Calenda, Federica Maine, Virginia Giovanetti, Flavia Morgante, Arianna Tiberi, Mara Whittington, Julie Asi, Zélie Jourdan, Roxane Katrun

Scena XI TOSCA
1. Scarpia Julien Lestel
2. Giorgia Calenda, Virginia Giovanetti, Flavia Morgante, Arianna Tiberi, Mara Whittington, Julie Asi, Zélie Jourdan, Roxane Katrun, Michele Satriano, Marco Vesprini, Ivan Julliard, Gaël Alamargot, Matisse Coelho-Mandes, Florent Cazeneuve
3. Tosca (l’anima) Federica Maine
Scarpia Julien Lestel
Mario Claudio Cocino
4. Tosca Eleonora Abbagnato
5. Mario Claudio Cocino
6. Capo della polizia Giacomo Castellana
Michele Satriano, Alessio Rezza, Marco Vesprini, Ivan Julliard, Gaël Alamargot, Matisse Coelho-Mandes, Florent Cazeneuve
Tosca Eleonora Abbagnato
7. Finale tutti gli artisti

Julien Lestel ha fatto parte di compagnie prestigiose come il Balletto di Monte Carlo, il Balletto di Zurigo – dove è stato nominato primo ballerin – e il Balletto Nazionale di Marsiglia. Ha lavorato con Nureyev, Robbins, Kylian, Forsythe, Preljocaj, Roland Petit, Pina Bausch, Lucinda Childs, Carolyn Carlson, David Dawson e Thierry Malandain.

Eleonora Abbagnato è Direttrice del Corpo di Ballo dell’Opera di Roma dall’aprile 2015, ed è stata nominata étoile all’Opéra di Parigi nel 2013. Promossa prima ballerina della compagnia nel 2001, ha interpretato le creazioni dei più grandi maestri sull’onda di un successo internazionale e di una fama che ha travalicato i confini del mondo della danza, approdando sugli schermi televisivi e sul grande schermo.




Fiorella Mannoia a Offida

Tappa esclusiva per le Marche: il 12 agosto Fiorella Mannoia sarà a Offida

 

OFFIDA – Fiorella Mannoia si esibirà in Piazza del Popolo a Offida il 12 agosto. Unica data in tutta la Regione Marche

Dopo 100 concerti in Italia, tutti di grande successo – e uno in calendario a New York per febbraio, la Mannoia aveva deciso di stoppare i live ma poi, viste le tante richieste, è tornata sui suoi passi e ha deciso di esibirsi nei borghi storici d’Italia.

Siamo orgogliosi di poterla ospitare nella nostra Piazza – dichiara l’Assessore Isabella Bosano – Canterà i successi del suo ultimo album, Combattente, ma non mancheranno le canzoni a lei più care, quella famose che tutti conosciamo”.

La cantante è reduce di uno straordinario successo per il nuovo album, per il secondo posto al Festiva di Sanremo nel 2017, per il suo programma televisivo “Uno, due, tre… Fiorella” sulla Rai. “È un’artista e un’interprete straordinaria – continua la Bosano- vicina anche a progetti di solidarietà”

Simone Venturini della Elite Agency (organizzatrice dell’evento) ha spiegato che l’artista di esibirà per ben due ore.

Abbiamo fatto molti concerti in questi anni – commenta il Sindaco, Valerio Lucciarini – questa volta ospiteremo la più grande cantante italiana. Una chicca dell’estate 2018, che vede tanti visitatori giungere a Offida. Con questo concerto raggiungiamo un punto alto a livello culturale, non solo per Offida ma anche per il territorio e le Marche intere. La Mannoia è conosciuta in tutto il mondo per la musica leggera ed è una sicurezza da questo punto di vista, non fa mai un buco nell’acqua. La sua esibizione in Piazza del Popolo, credo riassumi perfettamente quello tutto quello che è diventata Offida in questi anni, nella promozione turistica e culturale”.

Poltrone da 40, 50 e 60 euro biglietti numerati.

I biglietti, nel Piceno, sono acquistabili nei seguenti punti vendita: Marchionne di Grottammare e Al Battente di Ascoli Piceno a Discolandia a Fermo, Amedeus Dischi a Porto San Giorgio e presso il botteghino prima del concerto, a partire dalle 18.

 




Attivata la videosorveglianza a Offida

OFFIDA, 2018-08-08 – Si accendono le telecamere a Offida. In questi giorni è partita la prima fase del progetto “Offida Sicura”, grazie al quale è stato mappato il centro storico con 15 telecamere.

Il terminale sarà collegato con le Forze dell’Ordine – spiega l’Assessore Davide Butteri – e lo scopo finale sarà la copertura totale della città e delle sue vie di accesso. Il secondo step, a settembre, riguarderà Borgo Miriam, Cappuccini e Fuori Porta”

L’impianto, autorizzato e approvato dalla Prefettura, si avvale di telecamere di contesto in Hd a 4 mega pixel, cablate in maniera diretta con acquisizione veloce di dati tramite cavo. “Le successive telecamere – spiega l’architetto Federico Paci dell’Ufficio Tecnico – verranno collegate tramite wi-fi. Si visionerà così tutta l’area. Potrà accedere alla custodia dei dati solo un responsabile e questi verranno sovrascritti dopo un certo numero di giorni. I criteri di sicurezza rispondono alla direttive del Ministero degli Interni”.

Per il Maresciallo Laera il progetto “Offida Sicura” è fondamentale per le attività preventive e come deterrente per chi vorrà commettere reati: “Nel caso di reati, poi, individueremo più facilmente gli autori”.

Il Sindaco Valerio Lucciarini ha dichiarato la sua soddisfazione per il livello di sicurezza che una una cittadina come Offida, famosa per l’accoglienza e dinamicità e in costante crescita turistica, deve garantire in maniera adeguata. “Gli strumenti di prevenzione servono a mettere sull’attenti chi ha brutti propositi, dagli schiamazzi notturni agli atti vandalici – continua il primo cittadini – Ringrazio per questo l’Unione dei Comuni, che ha suddiviso un contributo economico, giunto dalla Regione Marche, tra tutti i Comuni della Vallata.

Dal 3 settembre sarà coperto tutto il centro storico. Già da oggi sono stati posizionati dei cartelli stradali che indicano il comune come video sorvegliato.

Ecco il numero di telecamere previste nel primo step:

3 Telecamere Piazza del Popolo; 2 Piazza Valorani; 2 Piazza xx Settembre; 2 Piazza Forlini;1 Via Ciabattoni;1 Via Fabiani;1 C.so Serpente Aureo; 3 Piazza della libertà e Via Garibaldi;

Per un totale di n. 15 telecamere attive da oggi

Dal 3 settembre saranno attivate le telecamere di Santa Maria della Rocca; Parco Pablo Neruda;

Via Valle.

L’impianto di Offida è stato realizzato dall’Ascani Energy srl ed è modulare per cui se le telecamere non fossero sufficienti si potranno implementate.

 




L’arte non è acqua a Spinetoli

L’ARTE NON È ACQUA – DA VENERDÌ 10 A DOMENICA 12 AGOSTO – SPINETOLI

Spettacoli, esposizioni artistiche, buon cibo, ottimi vini locali, barber dj e appuntamenti musicali da non perdere tornano ad essere i protagonisti a Spinetoli per la nona edizione 2018 de “L’arte non è acqua”. La manifestazione, organizzata dall’associazione culturale “Officina 177”, torna quest’anno da venerdì 10 a domenica 12 agosto nel centro storico con un programma ricchissimo.

LETTURE E INDIE POP – L’apertura venerdì dalle 19.30 con le letture espressive di Eugenio Olivieri nella Cantina 177 tratte dal Barone Rampante di Italo Calvino. A seguire l’esibizione degli artisti di strada per le vie del centro storico e i primi appuntamenti musicali del festival. Sul palco saliranno i “Vie delle indecisioni”, band indie pop teatina che proporrà live adrenalinici ed irriverenti cercando un continuo contatto con il pubblico. Le loro canzoni trattano argomenti di vita quotidiana e temi sociali con un pizzico di ironia. In più la rilassante musica fusion dei “CircoRea”.

SELTON – Sabato sera il centro storico si vestirà di carioca per l’arrivo dei Selton e della loro musica “brasimilanese”. Il gruppo folk rock brasiliano, nato nel 2005 a Barcellona ma formatosi musicalmente a Milano, da allora ne ha fatta di strada incidendo ben 5 album. Celebre la loro “Voglia di infinito” uscita due anni fa. La serata sarà arricchita dalla verve de “I traditori”, band pop romagnola e dal rock dei “Debug”.

PINGUINI TATTICI NUCLEARI – Domenica pomeriggio spazio allo Street Boulder Contest, la famosa “arrampicata urbana”. I percorsi sono stati tracciati da Mauro Calibani, campione del mondo di boulder, e da Francesco Rapicano. Già diverse le preiscrizioni pervenute per la gara da ogni angolo d’Italia. Alle 20 è in programma la premiazione per i primi classificati poi a seguire, intorno alle 22, l’evento clou del festival. Sul palco saliranno i “Pinguini tattici nucleari”, band bergamasca che fa dell’originalità il suo cavallo di battaglia. Con la loro musicalità del tutto particolare, sono stati definiti eclettici, irriverenti e anarchici. Inoltre tornerà Asia Ghergo con le sue cover indie dopo la felice esperienza dello scorso anno.

ARTE, CUCINA E LOOK – In tutte le giornate inoltre ci sarà “conPOSTO D’arte”, mostra d’arte contemporanea a cura di Mirko Luciani nella sala comunale in piazza Belvedere , un binomio ormai consolidato con “L’arte non è acqua”. Aperti ogni sera gli stand gastronomici con mezzemaniche all’amatriciana, hamburger, spiedini di salsiccia e molto altro. Non mancheranno una pioggia di arrosticini di castrato e come ogni edizione una selezione di ottimi vini locali arricchirà l’offerta gustativa e sensoriale del festival nella suggestiva Cantina 177. Infine una simpatica novità. Chi vorrà cambiare look o farsi sistemare barba e capelli potrà farlo in loco grazie alla partecipazione di James, Barber DJ. Per tutte le info si può visitare la pagina Facebook di Officina 177.