Samb – Imolese 2 a 1

San Benedetto del Tronto, 2018-10-17 – Samb dai due volti che regala il primo tempo agli avversari andando subito sotto al 3′ concedendo spazio per il gol di Lanini ma cambia ritmo nella ripresa e al 48′ un ritrovato Stanco riceve da Russotto sul secondo palo e pareggia. Poi sono ancora i rossoblu a fare la gara e al 65′ torre di Stanco per l’arrivo da dietro del subentrato Ilari che raddoppia. Esplode la Curva nord e una Samb che non ti aspetti continua a tenere testa all’avversario portando il risultato fino al 94′. Prima sconfitta per Dionisi e prima vittoria per la Samb. Complimenti.
In conferenza stampa il patron Fedeli è apparso soddisfatto per la reazione della sua squadra nella ripresa, ha smentito le voci che circolano sula eventuale cessione ribadendo il suo impegno fino a giugno, ha chiarito che suo figlio Andrea non verrà mai più perché offeso dai commenti sui social  e sulle dimissioni dell’avv. Gianni ha detto testualmente: “Se Gianni presenta le dimissioni le accetto”

 

 

Samb

Sala; Rapisarda, Biondi, Di Pasquale, Cecchini; Bove (20′ Ilari), Gelonese, Signori, Calderini; Stanco, Russotto (93′ Islamaj)

A disp. Pegorin, Miceli, Di Massimo, Kernezo, Rinaldi, Demofonti, Rocchi, De Paoli, Minnozzi, Gemignani

All. Roselli

 

 

Imolese

Rossi; Garottoni, Boccardi, Carini, Sciacca; Bensaja, Carraro (80′ Valentini), Hraiech (60′ Gargiulo); Belcastro (71′ Mosti); Lanini (71′ Giovinco), Rossetti 45′ De Marchi)

A disp. De Gori, Cecchi, Tissone, Tattini, Giannini, Zucchetti, Rinaldi

All. Dionisi

 

Arbitro Daniele De Santis di Lecce assistito da G. Mittica e D. Gregorio di Bari

Marcatori 3′ Lanini, 48′ Stanco, 65′ Ilari

 

Serie C Girone B 2018-19 Risultati 7a G

FERALPISALò
RIMINI 2:0
GIANA ERMINIO
RAVENNA 1:1
TERNANA
ALBINOLEFFE 1:0
TERAMO
FANO 2:1
GUBBIO
FERMANA 2:0
SUDTIROL
TRIESTINA 2:0
SAMB
IMOLESE 2:1
RENATE
VIRTUS VERONA 0:1
VIS PESARO
PORDENONE 1:2
L.R. VICENZA
MONZA 3:0

 

Serie C Girone B 2018-19 Classifica 7a G

 

G

P.ti

V

N

P

Reti F/A

PORDENONE

7

15

4

3

0

11:7

SUDTIROL

7

12

3

3

1

6:3

TRIESTINA

7

11

3

2

2

9:5

RAVENNA

7

11

3

2

2

7:6

MONZA

7

11

3

2

2

6:6

FERMANA

7

11

3

2

2

4:4

L.R. VICENZA

6

10

2

4

0

8:4

FERALPISALò

5

10

3

1

1

6:2

IMOLESE

7

10

2

4

1

7:6

TERNANA

4

8

2

2

0

4:1

VIS PESARO

7

8

2

2

3

6:8

GUBBIO

7

7

1

4

2

5:5

RIMINI

6

7

1

4

1

8:9

TERAMO

7

7

1

4

2

6:8

FANO

6

6

1

3

2

4:5

GIANA ERMINIO

7

6

1

3

3

6:8

VIRTUS VERONA

7

6

2

0

5

4:11

SAMB

7

6

1

3

3

5:9

RENATE

7

5

1

2

4

4:6

ALBINOLEFFE

7

4

0

4

3

1:4

 

 

 

 

Serie C Girone B 2018-19 8a G

ALBINOLEFFE
VIS PESARO -:-
FERMANA
L.R. VICENZA -:-
GUBBIO
SUDTIROL -:-
PORDENONE
RENATE -:-
MONZA
TERAMO -:-
RAVENNA
FERALPISALò -:-
IMOLESE
RIMINI -:-
VIRTUS VERONA
GIANA ERMINIO -:-
TRIESTINA
TERNANA -:-
FANO
SAMB -:-

 

 

 

 

 

 




dall’Amat

2018-10-17

MATELICA, TEATRO PIERMARINI DOMENICA 21 OTTOBRE

IL BARBIERE DI SIVIGLIA CON L’ORCHESTRA RAFFAELLO

Si apre il sipario domenica 21 ottobre sulla nuova stagione del Teatro Piermarini di Matelica, un cartellone ricco e articolato in più percorsi promosso dal Comune di Matelica Assessorato alla Cultura e dall’AMAT con il contributo di Regione Marche e MiBAC. L’apertura è affidata a Il barbiere di Siviglia, opera buffa in due atti di Gioachino Rossini con l’Orchestra Raffaello diretta da Stefano Bartolucci, regia di Roberto Ripesi, proposta come fuori abbonamento nella sezione “altri percorsi”.

Il barbiere di Siviglia su libretto di Cesare Sterbini è tratto dalla commedia omonima di Beaumarchais. Il titolo originale dell’opera era Almaviva, o sia l’inutile precauzione. Prima di Rossini Giovanni Paisiello aveva messo in scena il suo Barbiere di Siviglia nel 1782 (dieci anni prima della nascita di Rossini). Con quella stessa opera Paisiello aveva riscosso uno dei maggiori successi della sua fortunata carriera. Il precedente successo di Paisiello faceva sembrare inammissibile che un compositore di ventitré anni – per quanto dotato – osasse sfidarlo. Rossini in realtà non aveva nessuna responsabilità sulla scelta del soggetto. L’opera fu infatti scelta dall’impresario del Teatro Argentina di Roma, il duca Francesco Sforza Cesarini; questi voleva commissionare a Rossini un’opera per l’imminente carnevale. A quei tempi qualsiasi rappresentazione doveva scontrarsi con le forbici della censura pontificia. Per andare sul sicuro l’impresario propose come soggetto Il barbiere di Siviglia, che fu subito approvato dai censori pontifici. La prima rappresentazione ebbe luogo il 20 febbraio 1816 al Teatro Argentina a Roma e terminò fra i fischi. Il clima generale era di totale boicottaggio, dovuto ai sostenitori della versione dell’opera di Paisiello, favorito anche dall’improvvisa morte dell’impresario del Teatro Argentina. Già dalla seconda recita il pubblico acclamò l’opera di Rossini, portandola a oscurare la precedente versione di Paisiello e diventando una delle opere più rappresentate al mondo.

Il cast è composto da Carlo Giacchetta, Juljia Samsonova Khayet, Daniele Girometti, Roberto Ripesi, Ken Watanabe, Daniela Bertozzi, Guglielmo Ugolini, Olivier Mani con il Coro Città futura, le scenografie sono di Giada Pachiega, l’allestimento scenico è di Leonardo Bordi e Gian Marco Bordi.

Per informazioni: biglietteria Teatro Piermarini 0737 85088. Inizio spettacolo ore 17.30.

DOMENICA 21 OTTOBRE AL TEATRO TIBERINI DI SAN LORENZO IN CAMPO

PROSEGUE ANDAR PER FIABE CON DIAPASON

 

Inizia il viaggio nella bella provincia di Pesaro e Urbino con Andar per fiabe, rassegna organizzata da AMAT, in collaborazione con i Comuni del territorio, la Provincia di Pesaro e Urbino, il sostegno del Ministero per i beni e attività culturali, della Regione Marche e il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di PesaroDomenica 21 ottobre appuntamento al Tiberini di San Lorenzo in Campo alle ore17 con la Compagnia ICircondati con lo spettacolo vincitore del Premio della Giuria dei Bambini Palla al Centro 2013, Diapason di e con i bravissimi Diego Carletti eGiovanni Menotta.

 

Diapason è un assurdo e raffinato gioco fatto di musica, di verità, di nudità, di fame, di sete e di amore. Quattro personaggi per due attori: due servi di scena (personaggi maschera) e due musicisti inconcludenti. Due storie che si intrecciano e si ribaltano per poi fondersi in una trama composta da una potente comicità, in cui è il fallimento a creare l’assurdità e l’umorismo. Un esempio di contemporaneità nella Commedia dell’arte e nel Clown. Diapason è un salto nel vuoto…senza rete di protezione!

 

Come sempre ad attendere i bambini prima dello spettacolo, ci saranno i laboratori nel foyer del teatro e l’immancabile PUK, mascotte creata dall’azienda Bartolucci. Dalle ore 16 si potrà giocare e sperimentare con Cai Mercati e I Giochi di una volta.

Info e biglietti: posto unico non numerato adulti e bambini € 5, bambini da 0 a 3 anni € 0,50. Prevendita (con maggiorazione di € 1.00 a biglietto) presso biglietteria Tipico.tips a Pesaro tel. 0721 3592501, biglietteria Teatro Rossini di Pesaro tel. 0721 387621, biglietteria Teatro della Fortuna di Fano tel. 0721 800750. Domenica 21 ottobre la vendita prosegue presso la biglietteria del Teatro Tiberini dalle ore 16 tel. 366.6305500. Vendita online su vivaticket.it e call center 071 2133600.

Per informazioni: 0721.3592515 – 366.6305500.




dall’UniUrb

2018-10-17

Master “Insegnare italiano a stranieri”: c’è tempo fino al 31 ottobre per iscriversi

La nuova edizione del Master “Insegnare italiano a stranieri: scuola, università, impresa” si presenta profondamente rinnovata. Gli obiettivi formativi, le prospettive occupazionali per figure professionali di ampio raggio legate all’accoglienza e alla mediazione culturale e gli insegnamenti rimangono invariati, tuttavia per venire incontro alle esigenze degli studenti (spesso lavoratori) le ore di didattica frontale sono state in parte ridotte prevedendo di conseguenza un maggiore utilizzo della piattaforma e-learning moodle.

<Spesso ci viene chiesto perché il nostro master non è solo online>, spiega Antonella Negri, direttore del corso, <ma riteniamo importante mantenere una parte dell’attività didattica frontale per poter continuare a garantire l’alta qualità della formazione dei futuri docenti. Abbiamo sempre voluto guardare oltre al percorso di formazione dei docenti, focalizzando contemporaneamente sull’attività pratica in contesti con discenti svantaggiati. Abbiamo visto crescere alcuni dei nostri studenti nell’esperienza biennale del corso di Lingua e Cultura Italiana per detenuti stranieri, promosso nel 2014 e 2015 presso il carcere di Montacuto nell’ambito del progetto D.I.L.: Diritti e Integrazione Linguistico-culturale, grazie ai fondi stanziati dal Comune di Ancona (Settore Politiche sociali e Servizi scolastici).  Abbiamo inoltre contribuito alla creazione del Centro interdipartimentale per la ricerca transculturale applicata (CIRTA), nato dalla necessità di una ricerca interdisciplinare che meglio ci permettesse di studiare la complessa realtà, e nei prossimi tre anni> coonclude la professoressa Negri <saremo impegnati in un progetto FAMI del Dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione (Autorità Responsabile del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020) con capofila l’associazione “L’Africa chiama” di Fano>. 

Per l’a.a. 2018/19 la tassa di iscrizione è stata ridotta a euro 1.850,00. Gli interessati hanno tempo fino al 31/10/2018 per presentare domanda di ammissione.

Informazioni a:

Dott.ssa Sandra Abderhalden – sandra.abderhalden@uniurb.it

Tutti i dettagli sul sito del master:

https://www.uniurb.it/corsi/1755295

Domani La “Beretta Academy” a Urbino

  • Il sapere incontra il saper fare”: a Palazzo Battiferri i docenti e gli studenti di Uniurb si confrontano con i manager del Salumificio Beretta –

L’Aula Magna di Palazzo Battiferri, in Via Saffi, 42 ospita giovedì 18 ottobre la giornata di studio “Il sapere incontra il saper fare” che l’Ateneo di Urbino e il Gruppo Fratelli Beretta, azienda leader dell’industria alimentare italiana, dedicano agli studenti di Uniurb. Docenti universitari, studenti e top manager si confrontano in aula su cinque temi strategici della gestione di impresa per immaginare insieme un modello organizzativo vincente, fondato sul dialogo e sul reciproco scambio di conoscenze, abilità e competenze.

Alle 9,30, dopo i saluti del rettore Vilberto Stocchi e di Aberto Beretta, Amministratore Delegato del Gruppo Fratelli Beretta, si terranno 5 interventi su altrettanti temi: “Il team”, “Il metodo”, “Gli indicatori”, “L’intensità” e “La comunicazione” che saranno affrontati da un docente di Uniurb e da un membro di Beretta secondo i diversi approcci. Nel pomeriggio le aule di Palazzo Battiferri ospiteranno i workshop “Migliorare performance e clima aziendale”, “Indicatori e tecnologie”, “Prodotto, Profitto, Persone e Pianeta”, “Intensità e azione”, “Strategie di comunicazione nel lancio di un nuovo prodotto”.

Alberto Beretta commenta l’iniziativa: “Siamo felici e orgogliosi di questo nuovo progetto. Vogliamo essere parte attiva del processo di crescita dei giovani, perché crediamo sinceramente in loro, nelle loro capacità e nei nuovi stimoli che sanno costantemente offrire. La collaborazione tra Università e Aziende sta alla base di un processo di sviluppo sempre più intenso e sempre più mirato, volto alla solida costruzione di un domani.” 

Per il rettore Vilberto Stocchi “Uno stretto rapporto tra Università e Impresa è fondamentale nel processo di sviluppo socio-economico e culturale di un Paese. Iniziative come questa favoriscono la valorizzazione della conoscenza e arricchiscono il bagaglio di competenze dei nostri studenti. E’ necessario garantire continuità a questo dialogo ormai imprescindibile, capace di portare energie nuove al mercato del lavoro”.

clicca l’allegato: ProgrammaBerettaDEF

Legato Albani – Prorogata al 15 novembre la scadenza del bando per studenti urbinati meritevoli

L’amministrazione del Legato Albani di Urbino ha prorogato al 15 novembre 2018 la scadenza dei termini del bando per due borse di studio a favore di studenti meritevoli residenti nel Comune di Urbino.

In allegato il bando originale con i dettagli BandoBorseLegatoAlbani .

Letture ad alta voce: scrittori e poeti triestini”
Domani a Palazzo Passionei si legge Fulvio Tomizza

Giovedì 18 ottobre, nel Salone di Palazzo Passionei in Via Valerio 9, Urbino, nuovo appuntamento con le “Letture ad alta voce: scrittori e poeti triestini” curate da Ursula Vogt e organizzate dalla Fondazione Carlo e Marise Bo in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Urbino. Saranno gli attori del Centro Teatrale Universitario Cesare Questa a proporre brani dello scrittore Fulvio Tomizza, tratti dalle opere Trieste, città di contrasti (da Alle spalle di Trieste, 1995) e La ragazza di Petrovia (1986).
In allegato la locandina dell’evento Letture ad alta voce 10 – Fulvio Tomizza



Urbinati sulla revoca appalto a PicenAmbiente

REVOCA INCARICO SMALTIMENTO MACERIE A PICEAMBINETE, URBINATI: «RAMMARICATO, MA CERTO CHE LA REGIONE ABBIA RAGIONI FONDATE PER LA SCELTA CHE HA ASSUNTO. AUSPICO CHE I LAVORATORI VENGANO ASSORBITI DALL’AZIENDA CHE SUBENTRERÀ NELL’APPALTO»ANCONA, 17 OTTOBRE 2018 – «Non posso che esprimere rammarico per il ritiro dell’appalto per lo smaltimento delle macerie a Picenambiente, un’azienda che conosco e della quale ho avuto modo di apprezzare l’attività anche in passato. Ma sono certo che la Regione abbia delle motivazioni fondate per arrivare a questa decisione di revoca». Così il capogruppo Fabio Urbinati commenta la decisione della Regione di revocare l’incarico a Picenambiente. «In questa situazione auspico che la ditta che subentrerà nell’appalto assorba le circa 25 unità di personale dell’azienda».




PallaMano, l’Hc Monteprandone riparte dalla serie B

MONTEPRANDONE – Due anni dopo l’Handball Club Monteprandone riparte dalla serie B, e chissà che effetto farà alla squadra allenata per l’ottava stagione consecutiva dal siciliano Andrea Vultaggio. Di sicuro la sfida che attende l’Hc, all’esordio casalingo nel girone Marche-Abruzzo sabato alle 18 contro Guardiagrele, è di quelle gustose: in campo, tolta l’immarcescibile manciata di senatori (in testa capitan De Cugni), si vedrà sostanzialmente l’Under 17 dell’ultima annata (campione regionale e in corsa fino all’ultimo per il titolo nazionale).

Dunque Monteprandone giovane, anzi giovanissimo, con l’unica novità costituita dall’ex Under 21, l’ala Leonardo Pantaleo. Molti di più gli addii: dopo l’esperto Milo Sabbatini hanno salutato il pivot Fabio Funari, per motivi di lavoro, e il centrale Waeil Khouaja e l’ala Leonardo Grilli, entrambi finiti in prestito in serie A2, rispettivamente al Ferrara United e alla Pallamano Camerano.
“Siamo molto giovani, ma venderemo cara la pelle. E proveremo ad arrivare il più in alto possibile” promette il vicepresidente Pierpaolo Romandini. Che rivela: “Durante gli allenamenti, in questi 2 mesi, ho notato grande affiatamento tra i ragazzi. Di solito quand’è così, poi fai bene. Ci aspetta un campionato molto lungo (22 giornate) e avvincente, ma credo che il nostro coach saprà far rendere al meglio la squadra”.
E proprio coach Andrea Vultaggio commenta: “Siamo giovani, con meccanismi ancora da oliare e un solo vero test precampionato”, il Memorial Daniele Iadarola, rivinto da Monteprandone dopo 6 anni. “Il nostro obiettivo è pensare una partita alla volta” conclude Vultaggio.
Sabato al palazzetto di via Colle Gioioso l’ingresso sarà gratuito.



da Macerata

martedì 16 ottobre 2018

Attesa per il Museo del Synth Marchigiano e Italiano

E’ iniziato il count down per il Museo del Synth Marchigiano e italiano al via da venerdì 19 ottobre alla Galleria degli Antichi forni, un’iniziativa unica nel suo genere.

In mostra più di 100 strumenti vintage tra sintetizzatori, tastiere, organi e batterie elettroniche di tutti i più rilevanti marchi italiani – che erano al 90 per cento dislocati nelle Marche – per la prima volta tutti assieme.

Ma Il Museo del Synth è anche un festival con un corposo programma di incontri, tavole rotonde, seminari e tantissimi eventi musicali. Sarà l’occasione per una ricognizione sulla situazione attuale con la partecipazione di gran parte delle aziende attualmente attive sul territorio regionale e di quelle nazionali che fanno riferimento al distretto marchigiano, con le loro idee ed i loro nuovi prodotti che potranno essere visti, toccati, ascoltati.

Il programma dei primi tre giorni di eventi prevede per venerdì alle ore 18:30 agli Antichi Forni la presentazione della mostra e dell’associazione culturale Acusmatiq Matme – promotrice dell’intera iniziativa con la collaborazione di EMI (Elettronica Musicale Italiana) e dell’Associazione Culturale Farfisa, patrocinata e sostenuta dall’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Macerata – in compagnia di Vittorio Nocenzi del Banco del Mutuo Soccorso che parlerà del suo rapporto con i Synth di casa nostra. Alle 21.30 musica con Marcello Colò che suonerà Ketron e Crb.

Per sabato 20 ottobre, alle ore 17, sempre agli Antichi forni, incontro sul tema “La storia dello strumento elettronico Italiano e la sua memoria”  con la partecipazione delle associazioni culturali Farfisa ed  E.M.I (Elettronica Musicale Italiana) mentre alle 18 in programma “Eko ComputerRhythm, l’antenato dimenticato” , vita, morte e miracoli  della prima batteria elettronica programmabile della storia con la partecipazione dei progettisti Aldo Paci, Giuseppe Censori, Urbano Mancinelli e di uno dei più acclamati restauratori, Marco Molendi.   

 A seguire, alle 19.30, “Italian drum machines battle”, improvvisazione per batterie elettroniche marchigiane e synth italiani  con la partecipazione di Marco D’arcangelo, Roberto Clementi e del Collettivo Macchine Nostre.  Dalle 22.30 musica con D’Arcangelo ( Rephlex)  Live agli Antichi forni mentre al Bau Bau Club, a mezzanotte, Lory D (SounNeverSeen) Live D Arcangelo | Roberto Clementi dj set

Domenica 21 alle 17 agli Antichi forni “Psound” con Paolo Principi che presenta le librerie di campioni made in Marche, alle 18 “Apesoft” ovvero la presentazione del catalogo di synth per iOS a cura di Alessandro Petrolati e Eugenio Giordani, alle 19 Giampaolo Cicconi aka Dj Crosby “Il prog nella grande colonna sonora italiana” selezione di rarità in vinile. Alle 22 Pink Floyd  per strumenti Marchigiani con la formazione Riccardo Pietroni\Giuliano Cardella\Giuseppe Barabucci\Alberto Lucerna\Luca Orselli, strumentazione Farfisa Compact Duo\Crumar T2\Welson Synthex\Farfisa\GRP A4 Farfisa Polychrome\Excelsior EK6\Ekosynth\Farfisa Tr70os\Eko Freetless Bass\Le Orme Eko original Bass\.

Tutti gli eventi sono gratuiti. Info e programma completo degli eventi: www.comune.macerata.it www.museodelsynth.org/gli-eventi




Marche in movimento con lo sport di classe

ASUR MARCHE E CONI MARCHE SIGLANO LA CONVENZIONE

 

Ancona, 2018-10-17 – Sport tra i banchi di scuola anche per l’anno scolastico 2018-2019 con ‘Marche in movimento con lo sport di classe’. Questa mattina Asur Marche e Coni Marche hanno firmato la convenzione che potenzia l’insegnamento dell’educazione fisica nelle scuole primarie della Regione per il secondo anno dopo l’esperienza positiva avviata a gennaio 2018.

Una sinergia propulsiva tra i soggetti coinvolti nel progetto – Asur, Coni, Ufficio scolastico regionale,  Centro sportivo italiano, CIP e Federazioni sportive – che dà attuazione al Piano regionale di prevenzione fondato sull’importanza dello sport e dell’attività fisica e motoria come parte integrante della vita quotidiana per i benefici in termini di salute e benessere, investendo sulla prevenzione nelle fasce dei più giovani.

 

“Grazie a tutti i soggetti – ha dichiarato il presidente Ceriscioli – che insieme hanno realizzato questa bellissima esperienza lo scorso anno, esperienza che riproponiamo di nuovo quest’anno. Con lo sport stiamo facendo grandi cose, a partire dai bellissimi risultati delle Olimpiadi giovanili di Buenos Aires fino all’attività dei bambini a scuola che questo progetto promuove con una azione di grande qualità. Aprendosi allo sport i ragazzi si avvicinano a tutti i valori che noi riteniamo fondamentali, a partire dal l’apprendimento dei corretti stili di vita, fino all’integrazione e al rispetto reciproco, che comprende anche  tutte le dinamiche dell’inclusione. Il progetto è stato anche una opportunità di lavoro per molti insegnanti”.

 

Con circa un milione e mezzo di euro complessivi, tra fondi Asur Marche che ammontano a 1.113.328 euro e 303.600 euro di contributo del Coni che è soggetto attuatore, la Regione promuove lo sport e l’attività motoria nella scuola primaria, fondamentale per la crescita e la formazione dei giovani. L’obiettivo è coinvolgere 2.200 classi, dalla prima alla quinta elementare, pari al 65 per cento del totale su tutto il territorio, per 44.400 studenti.

Il progetto ‘Marche in movimento con lo sport di classe’ mira a promuovere il movimento per i bambini in tutto l’arco della giornata. La scuola rappresenta l’elemento fondamentale per un’azione educativa e culturale che riconosce nell’attività motoria e fisica e nella corretta alimentazione il passaggio per l’acquisizione di uno stile di vita sano migliorando la qualità della vita a partire dai più piccoli.

Soddisfazione espressa dall’assessore all’Istruzione Loretta Bravi che si è  complimentata per il progetto di grande qualità che “va oltre quanto si possa immaginare come pura prevenzione”. Ricordando di essere stata un’insegnante elementare, l’assessore ha aggiunto: ”Si tratta di progetto fondamentale che ridà ai giovani coscienza dell’unità tra corpo e mente, importante anche sul fronte della disabilità”.

Un esempio da esportare in tutte le Regioni d’Italia, ha aggiunto il presidente nazionale Centro sportivo italiano, Vittorio Bosio: “Complimenti per questo risultato eccezionale – ha detto – una buona pratica che già dal primo anno ha dato ottimi risultati, non scontati, grazie al coraggio di tutti i soggetti coinvolti che ci hanno creduto e investito. Un sogno, unico sul piano nazionale, che ha attivato richieste da altre parti d’Italia”.

“Esperienza unica in Italia. Non a caso proprio qualche giorno fa sono stato invitato a Roma, insieme ad esponenti del Miur, dal CONI nazionale per raccontare questo progetto – le parole del presidente del Coni Marche, Fabio Luna – Il Coni da sempre promuove e finanzia “Sport di classe”, che garantisce la pratica sportiva nelle classi IV e V delle scuole Primarie, ma grazie al contributo della Regione e dell’Asur Marche, già dallo scorso anno si è riusciti ad estendere l’attività anche alle classi I, II e III, coprendo così tutto il ciclo scolastico delle elementari, con l’importante introduzione dell’orientamento sportivo per le IV e le V. Un’azione sempre più incisiva per la promozione e lo sviluppo di una nuova cultura sportiva e del benessere, ma anche un incentivo per avvicinare i giovanissimi allo sport. E’ anche grazie a progetti come questi che è poi possibile raggiungere quei risultati e quelle soddisfazioni che ci stanno regalando i nostri giovani atleti a Buenos Aires da dove ci è arrivata la notizia di un’altra importante medaglia di bronzo di Talisa Torretti”.

Alessandro Marini, direttore generale Asur Marche, ha parlato di “una scommessa per formare le nuove generazioni alle corrette abitudini e comportamenti salutari”. Sempre di più convinti che “solo attraverso una corretta prevenzione ed educazione che parte sin da bambini si possano raggiungere i risultati di salute cosi come previsto nel Piano della prevenzione promuovendo la qualità della vita di ogni cittadino”.

“Il progetto ‘Marche in Movimento con lo Sport di Classe’ è molto importante per l’USR – ha dichiarato il direttore dell’ufficio scolastico regionale Marco Ugo Filisetti – vista la sua finalità volta a favorire l’attività motorio-sportiva in una età nella quale l’abitudine allo sport e al movimento è particolarmente importante. L’iniziativa è articolata con diverse attività a seconda della classe degli alunni e conferma la sinergia consolidatasi negli ultimi anni con la Regione Marche e con il CONI. Tale sinergia  ha permesso un coinvolgimento molto ampio degli alunni marchigiani (oltre il 55%), risultato che contiamo quest’anno di incrementare. “Marche in Movimento con lo Sport di Classe”  si inserisce nel  Piano Regionale per l’Educazione Sportiva dell’ Ufficio Scolastico Regionale, che ha come obiettivo strategico la partecipazione, come atleti, di tutti gli studenti marchigiani agli eventi sportivi attesa la valenza educativa della pratica sportiva”. Tarcisio Pacetti, in rappresentanza del Comitato italiano paralimpico, ha espresso enorme felicità per quanto è stato fatto a nome di tutti i ragazzi, un progetto attento all’integrazione è un successo per  il mondo dei disabili.

Tre le sezioni del progetto, unico in Italia: ‘Scuola in movimento’, rivolto alle prime e seconde classi, 20 minuti al giorno di attività motoria, svolte dalle insegnanti di ruolo all’interno delle materie curriculari. ‘Sport di classe’, un’ora alla settimana di attività motoria con tutor laureati in Scienze motorie dalla prima alla quinta classe. ‘Orientamento sportivo’, rivolto alle classi quarta e quinta, un’ora alla settimana di attività sportiva, con 300 tutor laureati in Scienze motorie nelle Marche.

Si parte il 3 dicembre, l’iscrizione per le scuole è aperta fino al 22 ottobre prossimo.

Nell’anno scolastico 2017-2018, il progetto ‘Marche in movimento’ è stato attivato in 1915 classi corrispondenti al 56 per cento del numero totale delle classi sul territorio.

Massima importanza alla formazione degli insegnanti rispetto a questo metodo innovativo gestito dalla Scuola regionale dello sport del Coni Marche:  con nove appuntamenti formativi da gennaio a maggio 2018 sono state formate 520 maestre.

 




Pallacanestro, sabato Samb Basket – Osimo al PalaSpeca

San Benedetto del Tronto – La Sambenedettese Basket si preprara ad ospitare al Palaspeca di San Benedetto del Tronto la Robur Osimo, un’altra delle nobili decadute con un passato in serie A del nostro girone. L’incontro è in programma Sabato 20 ottobre alle 18:15 e sarà diretto dai sig. Giardini di Ancona e Sperandini di Macerata. I rossoblù di Coach Aniello dopo la buona prova di Montegranaro che non ha però portato punti in classifica, cercheranno il riscatto contro la Robur Osimo, squadra costruita per un campionato di vertice ma ancora al palo dopo 3 gare. A distanza ravvicinata i rossoblù poi affronteranno il Foligno nella ripetizione della gara sospesa per blackout (palla a due alle 20:45 di Mercoledì 24 ottobre).

La Sambenedettese Basket comunica che le richieste di accrediti per gli organi di stampa, disabili e tessere Federali, dovranno pervenire all’indirizzo e-mailinfo@sambenedettesebasket.it entro le ore 12 di Venerdì 19 ottobre 2018.

I biglietti per l’incontro Sambenedettese Basket – Robur Osimo sono già disponibili in prevendita senza alcun costo aggiuntivo presso la Gelateria Dal Gelataio, via Monfalcone 17, fino alle ore 21 di Venerdì 19 ottobre. Il giorno della gara il botteghino situato all’ingresso del Palaspeca aprira alle ore 17:15.

I tagliandi per Samb Osimo potranno essere acquistati ai seguenti prezzi:

  • Biglietto intero Euro 5,00

  • Biglietto ridotto 12-18 anni Euro 2,00

  • Biglietto ridotto abbonato Euro 3,00

  • Ingresso gratuito Under 12

Prosegue intanto la campagna Abbonamenti della Sambenedettese Basket; le tessere che permetteranno di assistere a tutte le gare interne della Sambenedettese Basket, compreso il recupero contro il Foligno, sono in vendita al prezzo di 30 euro presso la Gelateria Dal Gelataio e presso Vcom.it, via Indipendenza 10.

Sarà possibile sottoscrivere l’abbonamento anche il giorno stesso della gara al botteghino del Palaspeca.




Ospedale Unico del Piceno, Urbinati precisa

OSPEDALE UNICO DEL PICENO, URBINATI: «PRONTI AD ANALIZZARE NUOVE PROPOSTE SE ARRIVERANNO DALLA CONFERENZA DEI SINDACI PER L’UBICAZIONE DELLA NUOVA STRUTTURA. L’OSPEDALE DI PRIMO LIVELLO PUÒ ESSERE UNO SOLO, MA LA LEGGE DELLO STATO PREVEDE ANCHE UN OSPEDALE DI BASE»

Il capogruppo torna sulla discussione dopo le sue affermazioni alla stampa e le dichiarazioni rilasciate dal presidente Ceriscioli

ANCONA, 17 OTTOBRE 2018 – «Non ho mai detto che nel Piceno si faranno due ospedali. La posizione a tal proposito è consolidata da due anni. È vero però, come ribadito anche dal presidente Ceriscioli, che se la Conferenza dei sindaci dovesse proporre soluzioni alternative all’ubicazione della struttura ospedaliera, questa sarà presa in considerazione dalla Regione»Così il capogruppo in Consiglio regionale, Fabio Urbinati, precisa le sue affermazioni uscite sulla stampa in merito alla discussione sulla realizzazione dell’ospedale unico del Piceno e dopo le dichiarazioni rilasciate dal presidente Ceriscioli. «Il percorso sull’ospedale unico della provincia è stato avviato nel 2012riprende Urbinati –. Recentemente la Conferenza dei sindaci ha indicato il sito di Pagliare del Tronto come luogo per l’edificazione della nuova struttura e la Regione ne ha preso atto. Come accaduto però in altre province, in particolare Macerata e Pesaro, se a breve dovesse arrivare alla Regione la proposta di un’ubicazione alternativa, sempre avanzata dalla Conferenza dei sindaci, l’amministrazione regionale la analizzerà. Ribadisco infineconclude Urbinati, che né io né la Regione abbiamo mai sostenuto la possibilità di costruire due ospedali nel Piceno, ma ricordo che il decreto Balduzzi, che è legge dello Stato, prevede per la provincia di Ascoli Piceno, un unico ospedale di primo livello, uno solo, da realizzare, ed il mantenimento di un ospedale di base».

Ceriscioli: “Ospedale Unico di 1° livello nel sito scelto dai sindaci del Piceno”

 




Samb – Imolese, i convocati da Roselli

San Benedetto del Tronto, 2018-10-17 – I convocati da Roselli per l’incontro Samb – Imolese di mercoledì 17 ottobre ore 18:30 al Riviera delle Palme.

Samb – Imolese