dall’Amat

dall’Amat

2018-10-16

ASCOLI PICENO, TEATRO VENTIDIO BASSO DOMENICA 21 OTTOBRE

ELEONORA ABBAGNATO DANZA PUCCINI

 

 

Domenica 21 ottobre il Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno accoglie una stella della danza mondiale, l’étoile Eleonora Abbagnato con lo spettacolo Puccini coreografia e regia del franceseJulien Lestel. Ad arricchire lo spettacolo proposto fuori abbonamento nella stagione promossa dal Comune di Ascoli Piceno con l’AMAT, il contributo di Regione MarcheMiBAC e il sostegno di Bim Tronto, ci sarà la coreografia di apertura La rose malade di Roland Petit su musica di Gustav Mahler danzata da Eleonora Abbagnato e Giacomo Castellana, costumi di Yves St. Laurent.

Manon Lescaut, La Bohème, Tosca, Madama Butterfly… Le eroine di Puccini, che il più delle volte hanno dovuto affrontare un destino tragico, sono in scena in Puccini per ballare sulle note delle arie più belle. Con questa sua personale interpretazione, Julien Lestel mette in risalto la bellezza, la maestosità e la potenza della musica di Puccini, offrendo al pubblico una dimensione nuova della voce, ascoltata anche attraverso le coreografie interpretate dalla stella Eleonora Abbagnato, prima ballerina italiana a essere nominata Étoile dell’Opera di Parigi e dal 2015 direttrice del corpo di ballo del Teatro dell’Opera di Roma, insieme a una compagnia composta da diciotto ballerini. La coreografia è un tributo all’opera, alla musica classica, ma soprattutto all’illustre compositore; come un’eco di questi brani che tutti conoscono, le opere sinfoniche illustrano la padronanza dell’orchestrazione eccezionale di Giacomo Puccini e le molteplici innovazioni armoniche.

Formato presso la Scuola di Ballo del Ballet National de l’Opera di Parigi e al Conservatorio di Parigi dove ha vinto il primo premio, Lestel ha fatto parte di compagnie prestigiose come il balletto di Monte Carlo, il Ballet National de l’Opéra de Paris, il Zurich Ballet, dove è stato nominato primo ballerino, e del Balletto Nazionale di Marsiglia. Julien Lestel ha lavorato con coreografi importanti come Nureyev, Robbins, Kylian, Forsythe, Preljocaj, Roland Petit, Pina Bausch, Lucinda Childs, Carolyn Carlson, David Dawson, Thierry Malandain. Ha partecipato come coreografo e ballerino a eventi prestigiosi e lavorato con registi come Jean-Eric Ougier e con celebri artisti come gli attori Macha Meril, Marie-Christine Barrault, Pierre Arditi, i pianisti François René e Jean-Marc Luisada Duchâble, il violinista Laurent Korcia. Nel 2006 crea la Compagnia Julien Lestel diventando coreografo e maestro.

Con Eleonora Abbagnato sul palco ci saranno i danzatori italiani Giorgia Calenda, Giacomo Castellana, Claudio CocinoVirginia GiovanettiFederica MaineFlavia MorganteMichele Satriano, Arianna Tiberi e i francesi Florent Cazeneuve, Matisse Coelho-Mandes, Jean-Baptiste De Gimel, Zélie JourdanIvan JulliardRoxane KatrunMaeva Lassere, Julien Lestel,Gilles PorteMara Whittington. Assistente alla coreografia è Gilles Porte, i costumi sono di Patrick Murru e le luci di Lo-Ammy VaimatapakoPuccini è una coproduzione Italia/Francia Daniele Cipriani EntertainmentCompagnie Julien Lestel.

Per informazioni: biglietteria del teatro 0736 298770. Inizio spettacolo ore 17.30.

CIVITANOVA MARCHE, TEATRO ROSSINI SABATO 20 E DOMENICA 21 OTTOBRE

WE WILL ROCK YOU IL MUSICAL SULLE NOTE DEI QUEEN IN ANTEPRIMA NAZIONALE

Sabato 20 e domenica 21 ottobre sono le note dei Queen a scuotere il Teatro Rossini di Civitanova Marche con il musical We Will Rock You, lo spettacolo con i più grandi successi dello storico gruppo inglese e tra quelli più rappresentati al mondo. Un nuovo allestimento quello che debutta a Civitanova Marche in anteprima nazionale al termine di una residenza di allestimento, prodotto da Claudio Trotta per Barley Arts, rinnovato sotto ogni aspetto, che mantiene tutta la carica rock.

We will rock you – spettacolo proposto nella stagione dei Teatri di Civitanova promossa con il Comune di Civitanova Marche e l’AMAT – è tra i musical più rappresentati al mondo. Oltre 8 milioni di spettatori, 2700 performance e 12 anni consecutivi di rappresentazioni a Londra: sono questi i numeri del musical che mette in scena 24 tra i maggiori successi dei Queen e riflette le performance live della storica band. Lo spettacolo nella prima versione è stato prodotto da Ben Elton in collaborazione con Roger Taylor e Brian May e ha debuttato al Dominion Theatre di Londra il 12 maggio 2002: il successo fu così eclatante da entrare nella top 10 degli show più longevi nella storia del West End.

Il tour riparte ora per una nuova stagione italiana dopo il successo della versione del 2009 e 2010. A decretare una tale accoglienza la scelta, condivisa dai Queen stessi, di mantenere le canzoni in inglese (tranne due) e di tradurre e riadattare solo i dialoghi. La nuova produzione non è una replica del precedente spettacolo ma un nuovo allestimento concepito appositamente da Claudio Trotta per Barley Arts. Pur mantenendo la storia, i personaggi e le musiche originali, eseguite dal vivo, questa nuova versione sottolinea l’aspetto politico, attuale e visionario alla base del musical ed è completamente rinnovata sotto ogni aspetto, dalla regia affidata al candidato Lawrence Olivier Award Tim Luscombe.

Le coreografie sono di Gail Richardson, la scenografia di Colin Mayes, la regia di Tim Luscombe, la direzione artistica di Valentina Ferrari, la direzione musicale di Riccardo Di Paola.

Per informazioni e biglietti (da euro 12 a euro 25): biglietteria del teatro 0733 812936.

Inizio spettacolo ore 21.15.

 

FABRIANO, SABATO 20 OTTOBRE AL TEATRO GENTILE

RAPHAEL GUALAZZI IN CONCERTO

Sabato 20 ottobre il Teatro Gentile di Fabriano ospita Raphael Gualazzi Trio nell’ambito del 1° Remake Festival, un evento poliedrico e multidisciplinare, interamente dedicato al ruolo dei mestieri e delle arti nell’era della transizione digitale promosso dal Comune di Fabriano / Assessorato Attività Produttive.

La manifestazione – che prende il via il 18 ottobre – si pone come obiettivo la riscoperta delle potenzialità artistiche e lavorative storicamente tipiche del territorio fabrianese e al contempo anche l’esplorazione delle forme espressive più moderne e innovative della contemporaneità. Le varie declinazioni e discipline artistiche avranno tutte il loro spazio all’interno del programma e la musica vedrà il suo momento cruciale proprio nel concerto di Raphael Gualazzi al Gentile a ingresso gratuito, promosso in collaborazione con AMAT.

Raphael Gualazzi nasce ad Urbino l’11 novembre 1981. Dopo aver intrapreso gli studi di pianoforte al Conservatorio Rossini di Pesaro estende la sua ricerca musicale anche nel campo del jazz, del blues e della fusion. Tanto da arrivare a creare un stile personalissimo che fonde la tecnica Rag-time dei primi anni del ‘900 con le sonorità tipiche del pre-jazz e dello stride-piano, senza trascurare le influenze più innovative di artisti eclettici della scena contemporanea, come Jamiroquai e Ben Harper. Nel 2005, le prime partecipazioni a rinomati festival come il Fano Jazz, il Java Festival di Giakarta, l’Argo Jazz e il Ravello International Festival, lo accreditano subito tra i migliori artisti della scena jazz italiana contemporanea. Mentre è il 2008 l’anno in cui la sua reinterpretazione di Georgia on my mind entra a far parte della compilation Piano Jazz accanto a nomi come Nora Jones, Diana Krall, Duke Allington e Ray Charles. Nel settembre del 2009 incontra Caterina Caselli e firma con Sugar un contratto discografico. L’occasione per farsi conoscere subito dal grande pubblico è offerta dall’interpretazione della cover di Don’t stop, il successo degli anni ’70 dei Fleetwood Mac, che viene scelta come colonna sonora dello spot televisivo di eni. Il passo alla pubblicazione del primo EP digitale Raphael Gualazzi (2010) è breve e la conquista dei primi posti della classifica di iTunes immediata.Contemporaneamente il nome di Gualazzi comincia a farsi strada anche all’estero grazie al brano Reality and Fantasy che, nella versione remix di Gilles Peterson, entra a far parte delle compilation Nova Tunes 2.2 e Hotel Costes– Il 2011 è l’anno della sua trionfale partecipazione al Festival di Sanremo con il brano Follia d’amore, dove fa man bassa di premi, aggiudicandosi oltre al primo posto della categoria Giovani, il Premio della Critica “Mia Martini, il premio della Sala Stampa Radio e Tv, il Premio Assomusica per la migliore esibizione live e il Premio Siae come miglior compositore dell’anno. Dopo il trionfo sanremese, Gualazzi partecipa all’Eurovision Song Contest a Düsseldorf dove si classifica secondo aggiudicandosi anche il primo premio della giuria tecnica. Dopo numerosi nuovi live in Italia e all’estero e produzioni discografiche il cantautore torna sulla scena discografica nel 2016 con il nuovo singolo L’estate di John Wayne, subito in vetta all’airplay radiofonico e Disco D’Oro in poche settimane. A maggio 2017 Gualazzi, a quasi un anno dal successo de L’estate di John Wayne, a sorpresa torna in radio con il brano inedito La fine del Mondo che anticipa la pubblicazione dell’edizione internazionale dell’album Love Life Peace.

Dopo alcune date live in Italia che chiudono il 2017 e il progetto Love Life Peace con la certificazione del Disco di Platino de L’Estate di John Wayne, a marzo 2018 Gualazzi approda anche in Giappone con l’uscita discografica Best of, una raccolta di successi contenuti nei suoi tre precedenti dischi, e un grande live nel tempio internazionale del jazz, il Blue Note di Tokyo.

Per informazioni: biglietteria del teatro (0732 709223). Inizio concerto ore 21.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com