Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 17:27 di Mer 18 Set 2019

dall’UniUrb

di | in: Cronaca e Attualità

image_pdfimage_print

2018-10-16

Domani al Teatro Sanzio il concerto gratuito “Incontriamo il Classicismo”

L’Università Carlo Bo e l’Amministrazione Comunale di Urbino aprono la stagione 2018-2019 degli appuntamenti dedicati all’incontro di studenti, personale e città nel nome della musica, con il Concerto “Incontriamo il Classicismo” in programma per le ore 21 di mercoledì 17 ottobre 2018. 
L’ingresso è gratuito presentando il biglietto ottenuto registrandosi sulla pagina dedicata all’evento:
e seguire le indicazioni “prenota il posto”.


Giovedì 18 ottobre i pub londinesi a “Uniurb Spritz”

– Michele Brandi alla Settimana della Sociologia: “Questo è il mio pub!”

La Settimana della Sociologia si incrocia con gli appuntamenti di Uniurb Spritz giovedì 18 ottobre alle 19 al Caffè del Sole di Urbino, in via Mazzini, 34. Sarà Michele Brandi a raccontare al pubblico “Questo è il mio pub! Storie di pub storici londinesi salvati dalle comunità locali”.

Come il Fish&Chips e il the del pomeriggio, i pub rappresentano una delle icone storiche della cultura inglese. L’amore per la British Ale (la tipica birra made in UK) e per questi luoghi, spinge oggi diversi gruppi di cittadini ad organizzarsi autonomamente per la salvaguardia di queste attività locali dove si vivono momenti di convivialità, si organizzano eventi di beneficenza, si guardano partite di calcio e si celebrano anche veglie funebri o ricevimenti per i matrimoni. I pub non sono semplici luoghi di mescita ma vere e proprie parti fondamentali per la vita sociale delle comunità. In tutti gli angoli del Regno Unito nascono questi progetti di azionariato popolare e di gestione condivisa di questi pub che ospitano ora anche nuovi servizi come uffici postali, mini-market, biblioteche o mense scolastiche. Tre storie da Londra per raccontare di questo nuovo fenomeno, i pub di comunità.

Tutti gli appuntamenti della Settimana della Sociologia sono visibili sul sito

www.settimanadellasociologia.it

“Uniurb Spritz” è un’iniziativa di divulgazione organizzata dall’Università di Urbino in collaborazione con Comune di Urbino, Confesercenti PU, Confcommercio PU e Associazione Commercianti Urbino. Gli incontri si tengono tutti i giovedì alle 19 nei luoghi e negli esercizi pubblici della città di Urbino che si renderanno disponibili seguendo le indicazioni e il calendario dei prossimi incontri visibili sul sito

www.uniurb.it/spritz

 

 

image_pdfimage_print

Nicola Crocetti, Da Omero a Nikos Kazantzakis

 

Mercoledì, 17 ottobre 2018, alle ore 17.00. si terrà  presso la Fondazione Carlo e Marise Bo a Palazzo Passionei in Via Valerio, 9 Urbino, la XIV Lezione urbinate:
Nicola Crocetti, Da Omero a Nikos Kazantzakis: attualità della passione
In allegato la locandina con i dettagli: 17OTT Programma Convegno Econ Circolare

ECONOMIA CIRCOLARE E SVILUPPO SOSTENIBILE

– A Urbino mercoledì 17 ottobre il convegno con esperti internazionali –

La sede di Palazzo Battiferri dell’Università di Urbino Carlo Bo, in Via Saffi, 42, ospita mercoledì 17 ottobre il convegno “Economia Circolare e Sviluppo Sostenibile”, che vedrà la partecipazione dei massimi esperti a livello nazionale ed europeo sul tema di grande attualità dell’economia circolare. Si dibatterà sui temi dell’ambiente, del riciclo e della sostenibilità dei processi produttivi e di consumo.

“L’economia circolare, il risparmio di energia e la maggiore tutela dell’ambiente che ne deriva ? sostiene il Prof. Fabio Musso del Dipartimento di Economia, organizzatore del convegno ? devono diventare una cultura condivisa e una pratica quotidiana di ciascun operatore sia pubblico che privato. Affinché ciò avvenga, è fondamentale far comprendere alle nuove generazioni e agli operatori economici quali sono i fattori scientifici, gli aspetti culturali e i valori incorporati nell’economia circolare. La responsabilità di questo impegno al cambiamento non può che essere di ognuno di noi e coinvolge sia le generazioni presenti che quelle future”.

La pluralità di prospettive, il diverso ambito operativo e la diversa formazione scientifica dei relatori, garantiscono interdisciplinarità al convegno e una visione globale delle dinamiche che sono alla base di uno sviluppo sostenibile.

E’ prevista la partecipazione fra i relatori, di Marco Mancini e Francesca Pulcini (Legambiente), del Comandante della Provincia di Pesaro-Urbino della Guardia di Finanza Andrea Rizzo, di Mats Björkman della Linköping University (Svezia), uno dei massimi esperti internazionali di economia circolare, di Lidia Capparelli (Consip) e di Javier Martinez (Embatex Spagna e ETIRA), oltre ai docenti di Urbino Elena Viganò, Giovanni Marin, Antonella Penna e Alessandro Dragoni.

 

 

CONVEGNO
ECONOMIA CIRCOLARE E SVILUPPO SOSTENIBILE
17 OTTOBRE 2018 ORE 09:00
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO
Palazzo Battiferri, Aula Rossa, Via Saffi 42, Urbino
Il convegno propone un momento di approfondimento e dibattito sui temi dell’ambiente, dell’economia
circolare e dello sviluppo sostenibile. Tali argomenti, di indubbia attualità, si pongono al centro del dibattito
pubblico che investe le Istituzioni e la Società Civile, non solo a livello nazionale. La pluralità di prospettive, il
diverso ambito operativo e la diversa formazione scientifica dei relatori, garantiscono interdisciplinarità al
convegno e una visione globale delle dinamiche che sono alla base di uno sviluppo sostenibile.
Alle finalità scientifiche del convegno si unisce la necessità, particolarmente sentita, di stimolare un
dibattito e un processo di sviluppo culturale che inizia nell’Università e si diffonde alla società. Una delle
principali difficoltà è, infatti, nell’esigenza di formare le risorse umane in grado di applicare i parametri e i
criteri sanciti dalle norme tenendo conto che lo sviluppo sostenibile rappresenta un cambiamento fondamentale
nel modo di agire degli operatori economici. L’economia circolare, il risparmio di energia e la maggiore tutela
dell’ambiente che ne deriva possono, per tale via, diventare una cultura condivisa e una pratica quotidiana di
ciascun operatore sia pubblico che privato. Affinché ciò avvenga è necessaria la diffusione di tali processi
attraverso un percorso formativo e informativo.
È fondamentale far comprendere alle nuove generazioni e agli operatori economici quali sono i fattori
scientifici, gli aspetti culturali e i valori incorporati nell’economia circolare. La responsabilità di questo impegno
al cambiamento non può che essere di ognuno di noi e coinvolge sia le generazioni presenti che quelle future.
Il convegno è diretto a una platea che comprende le Istituzioni, gli Amministratori e Dirigenti Pubblici, i
Dirigenti di imprese private, gli studenti.


PROGRAMMA
09:00 Saluti del Prof. Vilberto Stocchi, Magnifico Rettore, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo
09:10 Saluti del Prof. Marco Cangiotti, Direttore del Dipartimento di Economia, Società, Politica (DESP)
09:20 Saluti delle Autorità
09:30 Apertura del Convegno: Prof. Fabio Musso, Dipartimento di Economia, Società, Politica, Università
degli Studi di Urbino Carlo Bo
Coordina i lavori: Prof.ssa Elena Viganò, Dipartimento di Economia, Società, Politica, Università
degli Studi di Urbino Carlo Bo
09:50 Elena Viganò, Giovanni Marin (Università degli Studi di Urbino Carlo Bo)
Dallo sviluppo sostenibile all’economia circolare: obiettivi e strumenti politico-normativi”
10:10 Antonella Penna (Università degli Studi di Urbino Carlo Bo)
Sviluppo sostenibile e protezione dell’ambiente marino
Dipartimento di Economia, Società, Politica – DESP
Via A. Saffi, 42 – 61029 Urbino PU – Italia
Tel. +39 0722 305 507 / 509 / 510 – Fax +39 0722 305 541
segreteria.desp@uniurb.it – www.uniurb.it
10:30 Marco Mancini (Comitato Scientifico Legambiente)
“Relazioni fra lo stato di salute dell’ambiente e lo sviluppo di una economia circolare”
10:50 Andrea Rizzo (Comandante della Provincia di Pesaro-Urbino della Guardia di Finanza)
“L’e
conomia della contraffazione
11:10 Mats Björkman (Department of Management and Engineering, Linköping University, Svezia)
Resource-efficiency through Circular Economy and Remanufacturing”
11:30 Lidia Capparelli (Consip)
“Gli strumenti di acquisto Consip a supporto dell’Economia Circolare”
11:50 Coffee break
12:10 Alessandro Dragoni (Università degli Studi di Urbino Carlo Bo)
Case Study: Arti-Italia, strategie e sviluppo della rigenerazione dei consumabili da stampa in
Italia”
12:30 Giovanni Ravelli (Presidente Arti-Italia)
Riflessioni sui rapporti fra Associazione dei rigeneratori e Pubblica Amministrazione. Una
valutazione sul futuro dei Criteri Ambientali Minimi”
12:50 Javier Martinez (Dirigente Embatex Spagna e Associato ETIRA)
“Future challenges in Europe”
13:10 Francesca Pulcini (Presidente Legambiente Marche)
Conclusioni”
Segreteria organizzativa: dott. Alessandro Dragoni
Dipartimento di Economia, Società, Politica
Via Saffi, 42 – 61029 Urbino PU
Tel. +39 339 7055008
alessandro.dragoni@uniurb.it

TRA MECCANICA RAZIONALE E MECCANICA IRRAZIONALE

– Dal 17 ottobre a Cesena e Urbino il convegno di Studi in ricordo di Antonio Pignedoli (1918-1989) nel Centenario della nascita –

 

Nonostante il suo grande potere predittivo e la vastità del suo campo di applicazione, la meccanica quantistica nella sua interpretazione standard contiene una vera e propria rinuncia a quelle esigenze esplicative che caratterizzano ogni autentica teoria scientifica, raggiungendo, come è stato sottolineato da Antonio Pignedoli, “uno stadio che si presenta in autentica antitesi coi concetti tradizionali di conoscenza e di realtà, (…) caratterizzato dalla rinuncia a interpretazioni late del mondo fisico, (…) a un sistema di indagini sulla natura profonda della fisica”.

Per ricordare nel Centenario della nascita la figura di questo insigne fisico matematico, che prima di dedicarsi interamente ai suoi studi e alla vita accademica fu deputato dell’Assemblea Costituente della Repubblica Italiana, il convegno si propone di analizzare i presupposti concettuali e filosofici della meccanica quantistica,passando in rassegna le principali violazioni quantistiche dei principi di realtà e causalità, che stavano invece alla base della meccanica classica, intesa come meccanica razionale, un campo di studi in cui Pignedoli è stato un indiscusso maestro. Ci si soffermerà altresì sugli elementi di continuità tra quest’ultima e le teorie relativistiche, mettendo in luce come ci sia tuttavia un significato più restrittivo di matrice galileiana e kantiana di meccanica razionale che tali teorie non soddisfano.

Al convegno promosso dal Dipartimento di Scienze Pure e Applicate del nostro Ateneo, con il sostegno del Comune di Cesena, e patrocinato dalle più prestigiose Accademie e Società scientifiche nazionali, di cui Pignedoli fu membro autorevole, parteciperanno fisici, matematici e filosofi della scienza di fama internazionale per fare il punto sul tema in questione.

All’interno della prima giornata urbinate del convegno si terrà un Recital dal titolo “Margrethe e la bomba” di Franco Pollini, con Benedetta Conte, regia di Gabriele Marchesini, presso la Sala del Maniscalco, Ridotto del Teatro Sanzio, che figura nel Festival del Giornalismo Culturale. Alla bomba atomica Pignedoli dedicò nel 1945 un libretto, pubblicato a poche settimane di distanza dalle drammatiche e devastanti esplosioni di Hiroshima e Nagasaki. In questa opera giovanile emergono già le caratteristiche peculiari della sua opera scientifica: una grande padronanza dello strumento matematico con una notevolissima capacità di applicarlo ai problemi tecnici più complessi, accompagnato da una straordinaria chiarezza espostiva e da una rara sensibilità filosofica sia sul piano epistemologico sia su quello etico. Queste doti hanno fatto di Pignedoli un maestro indimenticabile per chi ha avuto la fortuna e il privilegio di seguire le sue lezioni all’Alma Mater Studiorum.

Nel corso delle giornate cesenati si terrà invece presso la Sala Lignea della Biblioteca Malatestiana una tavora rotonda, introdotta da Marco Cangiotti, sul discorso pronunciato da Pignedoli all’Assemblea Costituente, di cui fu deputato, il 22 aprile 1947, in cui viene sottolineato il contributo fondamentale degli scienziati italiani, a partire da Leonardo Da Vinci e Galileo, nella nascita e nello sviluppo della scienza moderna.

Il convegno sarà inoltre arricchito da un concerto di musica lirica e sinfonica, che si svolgerà sabato sera presso il teatro Bonci di Cesena.

Per informazioni: Prof. Gino Tarozzi, gino.tarozzi@uniurb.it

© 2018, Redazione. All rights reserved.




16 Ottobre 2018 alle 11:32 | Scrivi all'autore | | |
Tags:

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata