Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 14:08 di Lun 16 Set 2019

dall’UniUrb

di | in: Cronaca e Attualità

UniUrb

image_pdfimage_print

2018-10-17

Master “Insegnare italiano a stranieri”: c’è tempo fino al 31 ottobre per iscriversi

La nuova edizione del Master “Insegnare italiano a stranieri: scuola, università, impresa” si presenta profondamente rinnovata. Gli obiettivi formativi, le prospettive occupazionali per figure professionali di ampio raggio legate all’accoglienza e alla mediazione culturale e gli insegnamenti rimangono invariati, tuttavia per venire incontro alle esigenze degli studenti (spesso lavoratori) le ore di didattica frontale sono state in parte ridotte prevedendo di conseguenza un maggiore utilizzo della piattaforma e-learning moodle.

<Spesso ci viene chiesto perché il nostro master non è solo online>, spiega Antonella Negri, direttore del corso, <ma riteniamo importante mantenere una parte dell’attività didattica frontale per poter continuare a garantire l’alta qualità della formazione dei futuri docenti. Abbiamo sempre voluto guardare oltre al percorso di formazione dei docenti, focalizzando contemporaneamente sull’attività pratica in contesti con discenti svantaggiati. Abbiamo visto crescere alcuni dei nostri studenti nell’esperienza biennale del corso di Lingua e Cultura Italiana per detenuti stranieri, promosso nel 2014 e 2015 presso il carcere di Montacuto nell’ambito del progetto D.I.L.: Diritti e Integrazione Linguistico-culturale, grazie ai fondi stanziati dal Comune di Ancona (Settore Politiche sociali e Servizi scolastici).  Abbiamo inoltre contribuito alla creazione del Centro interdipartimentale per la ricerca transculturale applicata (CIRTA), nato dalla necessità di una ricerca interdisciplinare che meglio ci permettesse di studiare la complessa realtà, e nei prossimi tre anni> coonclude la professoressa Negri <saremo impegnati in un progetto FAMI del Dipartimento per le Libertà civili e l’Immigrazione (Autorità Responsabile del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020) con capofila l’associazione “L’Africa chiama” di Fano>. 

Per l’a.a. 2018/19 la tassa di iscrizione è stata ridotta a euro 1.850,00. Gli interessati hanno tempo fino al 31/10/2018 per presentare domanda di ammissione.

Informazioni a:

Dott.ssa Sandra Abderhalden – sandra.abderhalden@uniurb.it

Tutti i dettagli sul sito del master:

https://www.uniurb.it/corsi/1755295


Domani La “Beretta Academy” a Urbino

  • Il sapere incontra il saper fare”: a Palazzo Battiferri i docenti e gli studenti di Uniurb si confrontano con i manager del Salumificio Beretta –

L’Aula Magna di Palazzo Battiferri, in Via Saffi, 42 ospita giovedì 18 ottobre la giornata di studio “Il sapere incontra il saper fare” che l’Ateneo di Urbino e il Gruppo Fratelli Beretta, azienda leader dell’industria alimentare italiana, dedicano agli studenti di Uniurb. Docenti universitari, studenti e top manager si confrontano in aula su cinque temi strategici della gestione di impresa per immaginare insieme un modello organizzativo vincente, fondato sul dialogo e sul reciproco scambio di conoscenze, abilità e competenze.

Alle 9,30, dopo i saluti del rettore Vilberto Stocchi e di Aberto Beretta, Amministratore Delegato del Gruppo Fratelli Beretta, si terranno 5 interventi su altrettanti temi: “Il team”, “Il metodo”, “Gli indicatori”, “L’intensità” e “La comunicazione” che saranno affrontati da un docente di Uniurb e da un membro di Beretta secondo i diversi approcci. Nel pomeriggio le aule di Palazzo Battiferri ospiteranno i workshop “Migliorare performance e clima aziendale”, “Indicatori e tecnologie”, “Prodotto, Profitto, Persone e Pianeta”, “Intensità e azione”, “Strategie di comunicazione nel lancio di un nuovo prodotto”.

Alberto Beretta commenta l’iniziativa: “Siamo felici e orgogliosi di questo nuovo progetto. Vogliamo essere parte attiva del processo di crescita dei giovani, perché crediamo sinceramente in loro, nelle loro capacità e nei nuovi stimoli che sanno costantemente offrire. La collaborazione tra Università e Aziende sta alla base di un processo di sviluppo sempre più intenso e sempre più mirato, volto alla solida costruzione di un domani.” 

Per il rettore Vilberto Stocchi “Uno stretto rapporto tra Università e Impresa è fondamentale nel processo di sviluppo socio-economico e culturale di un Paese. Iniziative come questa favoriscono la valorizzazione della conoscenza e arricchiscono il bagaglio di competenze dei nostri studenti. E’ necessario garantire continuità a questo dialogo ormai imprescindibile, capace di portare energie nuove al mercato del lavoro”.

clicca l’allegato: ProgrammaBerettaDEF

Legato Albani – Prorogata al 15 novembre la scadenza del bando per studenti urbinati meritevoli

L’amministrazione del Legato Albani di Urbino ha prorogato al 15 novembre 2018 la scadenza dei termini del bando per due borse di studio a favore di studenti meritevoli residenti nel Comune di Urbino.

In allegato il bando originale con i dettagli BandoBorseLegatoAlbani .

Letture ad alta voce: scrittori e poeti triestini”
Domani a Palazzo Passionei si legge Fulvio Tomizza

Giovedì 18 ottobre, nel Salone di Palazzo Passionei in Via Valerio 9, Urbino, nuovo appuntamento con le “Letture ad alta voce: scrittori e poeti triestini” curate da Ursula Vogt e organizzate dalla Fondazione Carlo e Marise Bo in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Urbino. Saranno gli attori del Centro Teatrale Universitario Cesare Questa a proporre brani dello scrittore Fulvio Tomizza, tratti dalle opere Trieste, città di contrasti (da Alle spalle di Trieste, 1995) e La ragazza di Petrovia (1986).
In allegato la locandina dell’evento Letture ad alta voce 10 – Fulvio Tomizza

© 2018, Redazione. All rights reserved.




17 Ottobre 2018 alle 17:11 | Scrivi all'autore | | |
Tags:

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata