Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 01:46 di Sab 14 Dic 2019

dall’UniUrb

di | in: Cronaca e Attualità

image_pdfimage_print

2018-11-14

INGLESE LINGUA FRANCA IN EUROPA

Conoscere l’Europa delle lingue e delle culture

15 novembre 2018 – Aula Magna Collegio Raffaello

Paolo Balboni

Cultura e civiltà europea, cultura e civiltà italiana, culture e civiltà ‘altre’.

Il 15 novembre 2018 dalle 15.30h alle 17.30h presso l’Aula Magna del Collegio Raffaello, in occasione della chiusura del ciclo di incontri Inglese lingua franca in Europa. Conoscere l’Europa delle lingue e delle culture, il professor Paolo Balboni, ordinario di Didattica delle lingue moderne e decano del settore terrà una conferenza dal titolo Cultura e civiltà europea, cultura e civiltà italiana, culture e civiltà ‘altre’.

Il ciclo di lezioni, organizzato dalla prof.ssa Flora Sisti, direttrice del CISDEL (Centro Integrato Servizi Didattici ed E-Learning) in collaborazione con l’ANILS (Associazione Nazionale Insegnanti di Lingue Straniere) ha visto alternarsi gli interventi di studiosi dell’Università di Urbino Carlo Bo, dell’università di Padova e di Venezia-Ca’ Foscari.

L’incontro è aperto a tutti

Gli interessati a partecipare, possono cliccare sul seguente link per accedere all’iscrizione online:  https://bit.ly/2MaXzvq 

Dietro richiesta verrà rilasciato un attestato di partecipazione

Per informazioni: anouck.vecchietti@uniurb.it

Abstract intervento prof. Paolo Balboni :

Il primo passo è la differenziazione di due nozioni che spesso vengono usate come sinonimi, cultura e civiltà. In realtà sono due cose profondamente diverse, e nella conoscenza delle lingue hanno due ruoli diversi.

Ieri eravamo italiani, oggi stiamo diventando italiani/europei, in futuro saremo europei/italiani, e siamo sempre più arricchiti/contagiati da culture e civiltà altre.

Ma questi aggettivi attribuiti alla nostra identità culturale hanno un problema: si riferiscono a delle realtà? Esiste una cultura/civiltà italiana? E una europea? E le altre culture in che senso sono “altre”?

 

 

Al via il cilo di incontri “Matematica e…”

– Venerdì 16 novembre si parla di “Matematica e musica” –

Da oltre 10 anni, la Scuola di Economia dell’Università Carlo Bo di Urbino in collaborazione con il Centro Pristem dell’Università Bocconi di Milano propone “Matematica e…”, una serie di incontri pomeridiani rivolti agli studenti degli ultimi anni delle scuole superiori finalizzati a fornire elementi di riflessione sui punti di contatto tra matematica e altre discipline. Gli argomenti, rinnovati ogni anno, spaziano dai collegamenti fra matematica e fisica fino a matematica e danza, passando per musica, economia, psicologia, arte, storia, e servono a suggerire spunti per cogliere le connessioni tra le varie discipline anche in funzione dell’esame di stato e delle future scelte universitarie.

L’iniziativa è rivolta agli studenti delle classi quarte e quinte regolarmente iscritti attraverso le scuole, comunque le lezioni sono aperte a tutti fino a esaurimento posti.

La prima lezione del ciclo è in programma per venerdì 16 novembre alle ore 15,15 con il prof Nicola Chiriani, del Liceo Siciliani di Catanzaro, che nell’Aula Magna di Palazzo Battiferri in Via Saffi, 42 terrà la conferenza dal titolo “Matematica e Musica”.

Musica e Matematica sono indissolubilmente legate fra loro, a partire dalle loro comuni origini e proseguendo con la storia dell’evoluzione di concetti ad esse propri. Il nostro particolare percorso consiste nel verificare come la necessità di “ampliare” gli insiemi numerici, nell’ordine in cui sono nati e con cui vengono appresi a scuola, possa venir fuori non già (o non solo) da astratte congetture matematiche, ma anche dall’esperienza dei musicisti che, nel corso dei secoli, hanno fissato la scala musicale, così come oggi la conosciamo. Quindi, equivalentemente, proveremo a far “suonare i numeri” o a ricercare “elementi musicali” all’interno degli insiemi numerici.

 

 

Studenti di Marketing dell’Università di Urbino e cooperativa Girolomoni: un’alleanza per lo sviluppo dei mercati esteri

Gli studenti della laurea in Marketing e Comunicazione per le Aziende dell’Università di Urbino sono andati in visita aziendale presso la cooperativa agricola Girolomoni, nota realtà di Isola del Piano fondata alla fine degli anni ‘60 da Gino Girolomoni, considerato il padre del biologico in Italia.

La visita si è svolta nell’ambito degli ormai consueti incontri che gli studenti di Marketing di Urbino fanno con le eccellenze del nostro territorio, andando in questo caso a studiare le strategie di sviluppo dei mercati esteri, dove il marchio Girolomoni è già ampiamente affermato.

Questo incontro – ha dichiarato il prof. Fabio Musso, Presidente del Corso di laurea e docente di Marketing internazionale – è stato il punto di partenza per l’avvio dei progetti che gli studenti saranno impegnati a sviluppare nei prossimi due mesi, mettendo a punto una vera e propria strategia di internazionalizzazione. Al termine, sarà l’azienda stessa a giudicare i lavori, prendendo spunto dalle loro proposte per rafforzare la sua presenza all’estero.

Grande entusiasmo fra gli studenti, che hanno avuto modo di ammirare l’impianto di produzione di pasta biologica e il nuovo mulino in costruzione, che a breve sarà ultimato e che farà di Girolomoni il primo pastificio biologico italiano a chiudere la filiera, dal seme al piatto.

Molto soddisfatto il figlio del fondatore e attuale Presidente, Giovanni Battista Girolomoni, che da tempo collabora con l’Ateneo urbinate su varie iniziative, fra cui il corso su “Modelli, politiche e strategie per lo sviluppo dell’agricoltura biologica”, diretto dalla Prof.ssa Elena Viganò, che è ormai diventato un punto di riferimento per il settore in Italia.

Queste iniziative rientrano fra le attività denominate di “Terza Missione”, che l’Università di urbino conduce con l’intento di rafforzare i rapporti con imprese e istituzioni del territorio, con l’obiettivo di favorire una crescita non solo economica ma anche culturale, sociale e civile.

 

 

 

Mercoledì 14 novembre alle 21,15 il Duo Neiro alla Cappella Musicale di Urbino

 

Mercoledì 14 novembre 2018 si aprirà alle 11 con l’inaugurazione del 513° anno accademico dell’Università di Urbino e si concluderà alle 21,15 nell’Auditorium della Cappella Musicale del SS Sacramento in Via Valerio, 7 Urbino con il concerto del Duo Neiro (Marco Magi al clarinetto e Shikuza Sakurai al pianoforte).
Programma in allegato: 

© 2018, Redazione. All rights reserved.




14 Novembre 2018 alle 14:01 | Scrivi all'autore | | |
Tags:

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• dalla Regione Marche
• Ecco la 55ma Tirreno-Adriatico
• Le Marche… domani


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata