Assemblea degli iscritti del Pd circolo centro “Guido Ianni”

Assemblea degli iscritti del Pd circolo centro “Guido Ianni”

San Benedetto del Tronto lì 05/11/2018 – Sabato pomeriggio tre ore di dibattito. Tanti iscritti che si confrontano con i nostri amministratori e il segretario provinciale.

Presenti il segretario provinciale Matteo Terrani, il capogruppo regionale Fabio Urbinati, il capogruppo comunale Antimo Di Francesco, il consigliere comunale Tonino Capriotti e il presidente uscente della Provincia Paolo D’Erasmo che ha ricevuto i ringraziamenti dei presenti per l’egregio lavoro svolto in questi 4 anni.

Dopo una breve relazione del segretario, è stata data la parola al presidente D’Erasmo che ha fatto una dettaglia relazione sul lavoro svolto insieme ai consiglieri provinciali.

Ha ricordato che il primo grosso impegno che si trovato ad affrontare , quando 4 anni fa fu eletto, fu la situazione di predissesto in cui si trovava la provincia dopo la disastrosa gestione di Celani .

Con una serie di interventi mirati e l’importante aiuto della regione Marche e dell’UPI (Unione provincie D’Italia), ha sottolineato il presidente uscente del CSX, siamo riusciti a far uscire la provincia dallo stato di dissesto e nel frattempo a gestire le importanti funzioni ancora sotto il diretto controllo della Provincia: Scuola , Viabilità e Ambiente.

D’Erasmo ha ricordato che ora la provincia gode di buona salute e che la vittoria del sindaco di Montegallo Sergio Fabiani, che ha battuto in modo netto il Sindaco di San Benedetto Piunti , è frutto del buon lavoro svolto dalla amministrazione uscente e da una ottima gestione politica sul territorio del candidato e da tutto il gruppo dirigente del PD provinciale ad iniziare dal segretario Terrani che è riuscito a mettere insieme un campo largo che va dalla sinistra estrema al centro moderato.

E’ stata poi la volta del capogruppo regionale Urbinati che ha parlato dell’ enorme lavoro svolto dal governo regionale per la gestione terremoto, sia nella prima fase quella dell’emergenza sia in quella della ricostruzione. Questa è partita al contrario di quanto si dice anche se la vastità dell’area interessata e la complessità dei territori rendono questo lavoro sicuramente molto problematico. Riguardo il tema della sanità ed in particolare della costruzione di un nuovo e moderno ospedale di 1° livello Urbinati ha assicurato che è intenzione del gruppo regionale PD e di Ceriscioli di andare avanti.

Il capogruppo del PD in consiglio Di Francesco ha ricordato la pesante sconfitta del sindaco Piunti che si era presentato convinto di vincere ed invece ha perso contro il sindaco di un piccolo comune capace al contrario di lui di creare quella rete tra i colleghi sindaci ed amministratori che sarà fondamentale per ben governare la provincia.

Di Francesco ha chiuso il suo intervento ricordando che questa amministrazione non è riuscita a produrre niente in questa prima metà del suo mandato: Ballarin, piscina, viabilità, riorganizzazione del personale. Promesse elettorali che o non sono state realizzate o sono state fatte male. Riguardo le spese legali per le due cause perse per diffamazione ha detto che insieme ai consiglieri del PD valuterà tutte le azioni possibili per far si che non siano i cittadini a pagare queste spese.

Dopo una serie di interventi degli iscritti ha chiuso la lunga e partecipata assemblea il segretario provinciale che, dopo aver ringraziato il circolo per aver organizzato l’assemblea , ha toccato alcuni argomenti all’ordine del giorno o che erano stati sollevati durante il dibattito.

Ha parlato del congresso regionale e ha confermato che la federazione di Ascoli insieme alle altre sosterrà al congresso regionale il segretario della federazione pesarese Giovanni Gostoli.

Per quanto riguarda il tema caldo sanità, ha ribadito che la posizione del PD è quella presa dall’assemblea dei sindaci ad Agosto: Un ospedale di 1° livello per le acuzie e due ospedali di comunità capaci di svolgere tutto quello che non è acuzie e che rappresenta almeno il 70% delle prestazioni.

Ogni proposta fatta differente da questa decisione già presa potrà essere valuta e discussa solo se supportata anche dalle altre maggiori forze politiche della provincia.

Ha chiuso il suo intervento annunciando che il partito provinciale mettere in campo a breve delle iniziative per migliorare la comunicazione e la preparazione politica di chi vuole impegnarsi in modo più attivo nei circoli: Gruppi di lavoro e scuola di formazione.

Alla fine nonostante la lunga riunione gli iscritti rimasti a seguire il dibattito erano tanti e da loro è venuta forte la richiesta di organizzare degli incontri su temi specifici per approfondire gli argomenti da usare per controbattere sul territorio chi fa propaganda politica solo con le fake news e dare risposte a chi invece pone domande concrete.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com