dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

2018-11-16

INCENERITORI: DICHIARAZIONE ASSESSORE SCIAPICHETTI

“Finalmente il Ministro Matteo Salvini scopre le carte: il problema dei rifiuti in Italia si risolve con gli inceneritori. Si comprende così perché la recente legge marchigiana che vietava l’incenerimento di qualsiasi rifiuto entro i nostri confini sia stata impugnata dal Governo: non per questioni di diritto, ma per l’ormai manifesto proposito di procedere con la realizzazione degli inceneritori, così in Campania come nelle Marche.

Per una Regione come la nostra che ha scelto di raggiungere l’autosufficienza nello smaltimento dei rifiuti incentivando progressivamente la raccolta differenziata spinta, per la quale siamo fra i primi in Italia e le forme di economia circolare che prevedono il riutilizzo dei materiali ed il riuso, le dichiarazioni del Ministro sono disarmanti. Con faciloneria e senza alcuna sensibilità verso le tematiche di ordine ambientale, la Lega si toglie la maschera e spiega a chiare lettere che i rifiuti vanno bruciati, punto e basta, arrivando persino ad ironizzare nel sostenere che altrimenti i rifiuti bisogna mangiarseli. Ogni altro sforzo sarebbe quindi inutile. La raccolta differenziata non serve, l’attenzione a produrre meno rifiuti nemmeno, l’educazione ambientale neppure. Basta fare di tutto un gran falò.

Quell’inceneritore il Ministro Salvini lo vuole ed indiscrezioni dicono che si sia individuata anche la collocazione.

Sarebbe interessante a questo punto sapere che cosa ne pensino i colleghi consiglieri della Lega nelle Marche che fino ad oggi hanno ipocritamente finto di scagliarsi contro la realizzazione di un inceneritore nelle nostra regione. E lo stesso vale per i consiglieri 5 Stelle alleati della Lega al Governo: non capisco come possano condividere certe posizioni considerata la loro sensibilità nei confronti di queste tematiche. Ovviamente la Regione Marche, coerentemente con l’impegno preso nel suo Piano dei Rifiuti, farà di tutto per scongiurare che questo accada, a costo di fare le barricate contro le ruspe di Salvini messe in moto questa volta per trasportare rifiuti da incenerire”.

BANDO SPORT E PERIFERIE: 34 PROGETTI APPROVATI PER LE MARCHE

Ceriscioli: ”Frutto della grande collaborazione con il Coni. Va difesa la sua autonomia”

 

“Bando sport e periferie 2017: un bando fortemente voluto dal Coni e dall’allora Ministro dello Sport Lotti che arriva finalmente a compimento. Per le Marche si tratta di un grandissimo risultato: 34  progetti approvati in 32 Comuni del nostro territorio e 11,8 milioni di euro di finanziamento. Una percentuale rispetto al totale delle risorse a disposizione di oltre il 10%, cinque volte quello che in proporzione dovrebbe avere le Marche.  E’ il segno di una forte collaborazione in questi anni tra le Regioni e il Coni nazionale e regionale che ha dato frutti in tutte le direzioni compreso quello degli investimenti per la riqualificazione degli impianti  sportivi. Se portiamo a casa tanti risultati è anche grazie ad un sistema che valorizza lo sport in Italia. Pensare, come sta facendo oggi il Governo, di occupare queste istituzioni cancellando l’autonomia e l’indipendenza del  Coni, l’autogoverno del mondo dello sport,  è per noi qualcosa di aberrante. Difenderemo fino all’ultimo questa autonomia, perché crediamo in un sistema  che ha dato tanto alla nostra Regione”. Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli in merito alla graduatoria del Bando sport e periferie 2017 pubblicata oggi.

 

SPORT E PERIFERIE, APPROVATO IL PIANO PER IL PALAINDOOR DI ANCONA
Due milioni di euro per l’ampliamento dell’impianto al coperto dedicato all’atletica nel capoluogo marchigiano

Adesso è ufficiale: il Palaindoor di Ancona diventa più grande e ancora più funzionale e accogliente. Il piano per l’ampliamento della struttura è stato approvato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito del Fondo Sport e Periferie, destinato alla creazione o rigenerazione degli impianti sportivi. Il finanziamento di due milioni di euro viene stanziato su richiesta della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera), che tramite il Comitato Regionale Marche gestisce l’impianto di via della Montagnola dedicato all’atletica leggera, realizzato nel 2005 dal Comune di Ancona. Tra i lavori previsti, l’apertura di uno spazio per incrementare l’area di riscaldamento degli atleti e la palestra, in modo da essere ancora di più un punto di riferimento per gli sportivi e la cittadinanza. Poi la costruzione di una seconda palestra esterna per il salto in alto, in considerazione della presenza di atleti di livello internazionale: così Ancona diventa un polo all’avanguardia per la specialità. Con la firma del sottosegretario Giancarlo Giorgetti sul decreto, arriva quindi la buona notizia che consentirà al Palaindoor di Ancona di consolidare ulteriormente il suo ruolo nel panorama sportivo.
Il presidente del Comitato Regionale FIDAL Marche, Giuseppe Scorzoso, commenta: “C’è soddisfazione per una notizia che aspettavamo da tempo, visto che l’iter era iniziato quasi un anno fa, e che ci permetterà di avere un Palaindoor sempre migliore, non solo per l’atletica ma anche per tutte le attività che ospita. È il frutto di un lavoro sinergico, tra la Federazione e le altre istituzioni, e ringrazio tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita, a cominciare dal presidente FIDAL Alfio Giomi che si è impegnato per poter offrire alla città un impianto ancora più bello e funzionale”.

LINK ALL’IMMAGINE (foto Renai/FIDAL)
Il Palaindoor di Ancona: http://www.fidal.it/upload/gallery/2017/Campionati-Italiani-Allievi-Indoor-2017-giornata-1/1J5A9546.jpg

Le foto indicate sono libere da diritti per l’uso editoriale, fatto salvo l’obbligo di citazione dell’autore.
E’ escluso ogni altro genere di utilizzo.

 

 

 

 

IMPIANTI SPORTIVI, LUNEDI’ FIRMA DELLA CONVENZIONE TRA REGIONE MARCHE, ISTITUTO CREDITO SPORTIVO E CONI

Una convenzione per incrementare il patrimonio impiantistico sportivo, favorire interventi di sviluppo delle attività culturali e migliorare i beni ad esse destinati. Verrà siglata lunedì mattina, nella sede regionale, tra la Regione Marche, l’Istituto per il Credito Sportivo (Ics) e il Comitato Olimpico Nazionale (Coni). L’intesa è in linea con il Piano regionale per la promozione della pratica sportiva e delle attività motorio ricreative per offrire a tutti i cittadini la possibilità di praticare sport nelle strutture adeguate e conformi agli standard di sicurezza, comprese le piste ciclabili della rete regionale.

Firmeranno il protocollo la vicepresidente della Giunta, Anna Casini, il presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo, Andrea Abodi,  e il presidente del Coni Marche, Fabio Luna.

 

 

TERZA STELLA MICHELIN AD ULIASSI: DICHIARAZIONE PRESIDENTE CERISCIOLI

 

“Una nuova stella brilla nel firmamento delle Marche grazie a Mauro Uliassi  che con la terza stella Michelin porta la nostra regione nel gotha della cucina italiana.

Diciamo grazie a questo grande professionista,  rappresentante di spicco di una cultura enogastronomica  straordinaria punto di forza di questo territorio”.

 

Orto sociale in carcere

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com