Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 00:35 di Sab 23 Nov 2019

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

image_pdfimage_print

2019-02-12

ACCOMPAGNATORE CICLOTURISTICO: FINO AL 18 MARZO APERTE LE ISCRIZIONI AI CORSI DI FORMAZIONE GRATUITI

Sono aperte fino al 18 marzo 2019 le iscrizioni ai corsi di formazione professionale gratuiti per diventare accompagnatore cicloturistico. Questo profilo, già esistente a livello nazionale, era stato inserito dalla giunta della Regione Marche nel repertorio dei profili professionali su proposta dell’assessore al Lavoro, alla Formazione e all’Istruzione Loretta Bravi nel giugno scorso.

“L’escursionismo in bicicletta sta conoscendo anche in Italia uno sviluppo crescente e nelle Marche- spiega l’assessore Bravi – e ci sono tutte le premesse perché si affermi come fattore significativo sotto il profilo economico, turistico, ambientale e culturale. La Regione sta cogliendo questa opportunità promuovendo il cicloturismo come offerta turistica rispettosa dell’ambiente e del paesaggio sull’intero territorio regionale. In questo contesto l’offerta di servizi di accompagnamento cicloturistico è un a esigenza, come segnalano anche gli operatori turistici, e può costituire uno strumento utile per l’allargamento dell’utenza e per la promozione di un turismo salutare e sostenibile.”

L’accompagnatore cicloturistico avrà quindi il compito di guidare sia nella breve escursione giornaliera che nella vacanza in bici di più giorni una molteplicità di utenti: individui, famiglie, gruppi associativi o aziendali, gruppi scolastici. Dovrà inoltre fornire anche in lingua straniera informazioni sul territorio e proporre itinerari ciclistici in relazione alle capacità, alle richieste e agli interessi degli utenti (ambiente, cultura, enogastronomia,…).

DESTINATARI

15 candidati (per ciascuna sede) in possesso, al momento dell’iscrizione, dei seguenti requisiti:

-Disoccupati, ai sensi della normativa vigente, residenti o domiciliati nella Regione Marche.

-Maggiore età.

-Diploma di Scuola Secondaria di II° grado (valido ai fini dell’accesso al percorso di studio universitario), con

dichiarazione di valore per i titoli di studio conseguiti all’estero.

-Per gli stranieri è indispensabile una buona conoscenza della lingua italiana orale e scritta verificata con un test di ingresso. Il mancato superamento del test linguistico comporta l’esclusione

dalla frequenza.

-Possesso della seguente dotazione tecnica: bicicletta, abbigliamento specifico, casco, scarpe da trekking, zaino.

I corsi (1 per ciascuna provincia delle Marche), della durata di 400 ore, comprensive di 100 ore di stage e 10 ore per esame finale si svolgeranno nelle seguenti sedi: San Benedetto (AP) – Via Piave, 60; Fermo – Via Don Biagio Cipriani 8; Sarnano (MC) – Largo Crivelli; Ancona – Via Saffi, 4; Pesaro (suddivisa nelle sedi di Via Milazzo 28, Pesaro, Via Pianacce, 1 Acqualagna e Carpegna).


DURATA E SEDE DEL CORSO

 

ISCRIZIONI

La domanda di iscrizione dovrà essere inoltrata a mezzo posta raccomandata A/R, o consegnata a mano, o inviata scannerizzata via mail, completa di documento d’identità, cv aggiornato e documento rilasciato dal Centro per l’impiego attestante lo stato di disoccupazione, entro e non oltre il 18/03/2019 a:

Sede San Benedetto: Centro Papa Giovanni XXIII Onlus, Via M.T. Di Calcutta 1 60131 Ancona

formazione@centropapagiovanni.it

Sede Fermo: Nuova Ricerca. Agenzia Res Onlus, Via G.F.M.Prosperi 26 63900 Fermo – info@agenziares.it

Sede Macerata: Poliarte – Politecnico delle arti applicate all’impresa, Via Valle Miano 41 60125 Ancona progetti@poliarte.net

Sede Ancona: Cooss Marche Onlus, Via Saffi 4 60121 Ancona formazioneinfo@cooss.marche.it

Sede Pesaro: Labirinto Onlus, Via Milazzo, 28 – 61122 Pesaro cfo@labirinto.coop

 

SELEZIONI

L’accesso alla formazione di Accompagnatore Cicloturistico è subordinato al superamento di una prova pratica e test culturale. La prova pratica è propedeutica al test culturale ed attiene alla conduzione della bicicletta; essa prevede esercizi generici e specifici, tipo campo scuola. Il test è finalizzato ad accertare la conoscenza dei seguenti argomenti: codice della strada; nozioni generali di tecnica ciclistica; nozioni generali sul territorio marchigiano. Per la valutazione finale delle prove selettive sono attribuiti 60 punti alla prova pratica e 40 punti al test culturale. L’ammissione alla graduatoria del corso di formazione si intende conseguita se il candidato riporta almeno 40 punti nella prova pratica e, almeno, 20 punti nel test culturale. La data di selezione verrà tempestivamente comunicata agli allievi tramite SMS al numero indicato nella domanda di partecipazione. La mancata presenza alla selezione, anche per cause di forza maggiore, farà perdere ogni diritto di partecipazione al corso.

TITOLO RILASCIATO

Al termine del percorso, previo superamento della prove finali, sarà rilasciato un attestato di qualifica professionale di II Livello ADA1921.48 per “Accompagnatore cicloturistico” valido per l’inserimento nell’apposito elenco regionale come previsto dalla DGR 74 del 28/01/2019.

 

PER INFORMAZIONI

Centro Papa Giovanni XXIII Onlus

Tel. 071 2140199 – formazione.centropapagiovanni.it

Nuova Ricerca.Agenzia Res Onlus

Tel.0734 633280 – www.coopres.it

Poliarte – Politecnico delle arti applicate all’impresa

Tel. 071 2802979 – progetti@poliarte.net

Cooss Marche Onlus

Tel. 071 50103219 – www.cooss.it/it/formazione

Labirinto Onlus – Tel. 0721 26691 – www.labirinto.coop


DANNI DA EVENTI METEREOLOGICI, L’ASSESSORE SCIAPICHETTI A LUCENTINI (LEGA)

 

“C’è un proverbio che recita che la parola è d’argento ed il silenzio è d’oro. Mauro Lucentini, coordinatore provinciale della Lega, ha perso un’occasione per stare zitto, cosa che gli avrebbe fatto onore visto che non sa di cosa parla”. Lo afferma l’assessore regionale Angelo Sciapichetti in risposta ad alcune affermazioni apparse sulla stampa in merito  allo stato di emergenza in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato diverse regioni a partire dal mese di ottobre 2018.

“La Presidenza del Consiglio dei Ministri – spiega l’assessore – ha riconosciuto come ammissibili solo le spese per gli interventi descritti alle lettere a) e b), comma 2 dell’art. 25 del Decreto Legislativo 2 gennaio 2018, n. 1 recante “Codice della Protezione Civile”. Queste spese riguardano esclusivamente gli interventi di prima emergenza di protezione civile che nel caso dei Comuni delle Marche non hanno superato i 300.000 euro, cifra per la quale il Dipartimento Protezione Civile nazionale non apre purtroppo alcuna istruttoria. È una fandonia quindi che a Porto Sant’Elpidio spettassero 200.000 euro. Questa cifra si riferisce a danni che non rientrano fra quelli ammissibili nello stato di emergenza. Prima ragione per la quale il signor Lucentini avrebbe fatto bene a stare zitto. La seconda ragione è che la Regione Marche ha adottato la proposta del nuovo Piano della Costa che prevede finalmente delle scogliere emerse per risolvere il grave ed annoso problema di Porto Sant’Elpidio e sta cercando di trovare le ingenti risorse necessarie, che il signor Lucentini, se volesse dare un contributo serio e non fare demagogia, dovrebbe adoperarsi a chiedere al Ministro competente visto che ora la Lega è al governo. La Regione parteciperà al Consiglio comunale aperto senza alcun timore e renderà partecipe tutta la cittadinanza di quanto previsto per Porto Sant’Elpidio. Siamo lieti che sarà presente anche il signor Lucentini, che avrà modo finalmente di conoscere come stanno le cose per evitare di dire ulteriori corbellerie”.

 

dalla Borsa Internazionale del Turismo di Milano

 

© 2019, Redazione. All rights reserved.




12 Febbraio 2019 alle 16:45 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata