Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 16:09 di Dom 5 Apr 2020

San Benedetto: storia, cultura, tradizioni

di | in: Alternanza Scuola Lavoro, Primo Piano, Speciali

image_pdfimage_print

Nel corso dell’anno scolastico 2018-2019 la classe IV B del Liceo Scientifico Statale Benedetto Rosetti di San Benedetto del Tronto ha proseguito l’attività di Alternanza Scuola-Lavoro con la testata www.ilmascalzone.it , seguendo il progetto “Dalla realtà alla scrittura”.

Gli alunni, nel loro percorso, hanno avuto anche modo di compiere un viaggio nella storia di San Benedetto, visitando luoghi e conoscendo figure che hanno plasmato l’identità collettiva sambenedettese, che i ragazzi hanno reso nei testi proposti. 

Per affrontare il lavoro la classe ha avuto come preziose e competenti guide il dottor Giuseppe Merlini, responsabile dell’Archivio Storico Comunale della città, il professor Giancarlo Brandimarti, già docente di storia e filosofia del Liceo Rosetti, il signor Vincenzo Rossi, dell’Associazione Culturale “Amici del paese Alto”. A loro va il più sentito ringraziamento da parte degli alunni stessi e della docente tutor per l’ASL, Elena Cardola.

 

 

7.  Il porto

Grazie allo sviluppo dei settori legati a trasporti, servizi e logistica e al numero di pescherecci, quello di San Benedetto del Tronto è il secondo porto per rilevanza delle Marche.

Fino ai primi anni del 1900 questa città non era dotata di un proprio scalo marittimo, ed è per questo che per diversi secoli si è dovuto effettuare l’approdo sulla spiaggia aperta, con grande dispendio di forze e tempo. L’ascesa in ambito politico-economico di San Benedetto, i continui incidenti in prossimità della costa e l’inasprirsi dei rapporti con la potenza austriaca, indussero l’Amministrazione Comunale, insieme con l’onorevole Luigi Dari, a firmare un contratto, nel 1908, per la realizzazione della struttura portuale. Questo venne inizialmente realizzato senza banchina, ma poi, fino al 1968, subì continue modifiche. Un periodo molto difficile per il porto sambenedettese è stato quello della Seconda Guerra Mondiale. Gli furono infatti arrecati diversi danni dai bombardamenti, la pesca fu sospesa, e vennero requisiti molti pescherecci. Dopo il 1945, però, ci fu un intenso lavoro di ricostruzione e riparazione, ma anche di ampliamento e miglioramento.

Il porto attualmente si costituisce di Molo Sud, realizzato a partire dal 1919, e Molo Nord, la cui costruzione è iniziata nel 1908, che è interamente banchinato.

Opera significativa del primo dei due, è il monumento al Pescatore inaugurato nel 1978, realizzato da Cleto Capponi e dedicato all’impegno, alla forza e al sacrificio dei pescatori di ogni tempo. Questo Molo, oltre ad offrire una stupenda vista sul mare e la possibilità di passeggiare respirando la salubre brezza marina, è arricchito dalle opere realizzate grazie a “Scultura Viva”, un progetto che ha consentito e consente agli artisti di scolpire i massi che hanno la funzione di barriera protettiva della banchina. A questa rassegna è stata poi aggiunta una sezione pittorica ed è stato quindi istituito il MAM, Museo d’Arte sul Mare. Altre opere possono poi essere ammirate, come “Gabbiano Jonathan”, “La vela”, “Madonna del mare”, “Natività di Gesù”, “Bassorilievo della Madonna del mare” e “Il mare, il ritorno”, realizzata da Paolo Annibali, professore del Liceo Scientifico B. Rosetti. Egli inoltre, ha anche guidato gli studenti della sua scuola, per un progetto relativo all’alternanza scuola-lavoro, nella creazione di murales nella parte finale del Molo, alla cui punta si trova il faro.

Mentre quello Sud ha una valenza prevalentemente turistica, il Molo Nord costituisce la parte peschereccia. Tra la sua radice e lo scalo d’alaggio si trova la banchina del mercato del pesce. La vendita ittica ha inizio già dai primi del ‘700, e la prima pescheria è stata progettata nel 1867, mentre il Mercato all’Ingrosso del Pesce è stato inaugurato il 7 dicembre del 1935.

Nel tempo quindi San Benedetto del Tronto ha acquisito una grande fama sia per quanto riguarda la pesca sia in ambito turistico. Infatti può vantare da diversi anni la Bandiera Blu con stella, riconoscimento conferito dal FEE (Fondazione per l’educazione ambientale) per essere una delle migliori località costiere europee.

Irene Aquaro – Alessia Schiavi

IV B Liceo Scientifico Statale Rosetti

 

 

 

 

 

 

Ph © Elena Cardola
© www.ilmascalzone.it © Press Too srl – Riproduzione riservata
nb: per immagini ad alta definizione scrivere a redazione@ilmascalzone.it

 

 

 

 

 

 

 

 

2019-02-28 – Gli studenti della classe 4B del Liceo Scientifico Benedetto Rosetti stanno collaborando con la testata giornalistica Il Mascalzone.it per il progetto di alternanza scuola lavoro “Dalla realtà alla scrittura. Gli alunni sono impegnati nella stesura di articoli  sulla base delle esperienze affrontate previste dal progetto nell’arco dell’anno scolastico. Obiettivo è quello di potenziare le competenze comunicative, attraverso attività di scrittura e documentazione foto/video, per vivere la realtà con maggior consapevolezza.

 

 

 

 

 

 

 

 

San Benedetto: storia, cultura, tradizioni

 

 

 

 

 

 

 

 

Di seguito le fonti cui gli studenti si sono rifatti per la stesura dei loro testi.

Bibliografia

  • Associazione dei comuni Ambito 22, Ruralità e marineria. Collina e costa del Piceno tra storia e presente, Ripatransone, Gianni Maroni Editore, 1993.

  • Banca Popolare di San Benedetto del Tronto, Poesie in vernacolo sambenedettese, a cura di Giorgini C., Liburdi E., Marchegiani A., Pompei G., Vandolini L., 1974.

  • Città di San Benedetto del Tronto, A casa di Bice. Breve guida del palazzo Picentini, a cura di Giuseppe Merlini, Acquaviva Picena, FastEdit, 2012.

  • Città di San Benedetto del Tronto, Vista porto. Breve guida del “Museo del mare”, a cura di Giuseppe Merlini, Acquaviva Picena, FastEdit, 2012.

  • Città di San Benedetto del Tronto, San Benedetto del Tronto, città adriatica d’Europa, a cura di Giuseppe Merlini, Acquaviva Picena, FastEdit, 2014.

  • Città di San Benedetto del Tronto, Sudèndre. Breve guida del “Paese Alto”, a cura di Giuseppe Merlini, Acquaviva Picena, FastEdit, 2016.

  • Merlini G., Adriatic Seaways. Le rotte dell’Europa adriatica, Acquaviva Picena, Fast Edit, 2008.

  • Romani G., Cronistoria di una radiodatazione, in Archivio Storico Diocesano San Benedetto del Tronto, San Benedetto. Il martire e la sua città, Edizioni diocesane San Benedetto del Tronto, 2004.

Sitografia

Fonti orali

  • Giancarlo Brandimarti

  • Giuseppe Merlini

  • Vincenzo Rossi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

© 2019, Redazione. All rights reserved.




28 Febbraio 2019 alle 22:55 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata