Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 09:13 di Gio 21 Nov 2019

Castelleone di Suasa, primo Comune delle Marche ad ottenere la “Bandiera Lilla”

di | in: Sociale

image_pdfimage_print

Castelleone di Suasa – Il progetto “Bandiera Lilla” è nato nel 2012 con l’obiettivo di favorire il turismo da parte di persone con disabilità, premiando e supportando quei Comuni – e presto anche gli operatori privati – che, con lungimiranza, prestano una particolare attenzione a questo target turistico.

Con enorme soddisfazione dell’Amministrazione Comunale, nei giorni scorsi, è pervenuta la comunicazione dell’assegnazione della “Bandiera Lilla”.

Nella nota si legge: “il risultato dell’analisi territoriale è positivo e ci ha permesso di renderci conto del lavoro fatto, ma soprattutto della progettazione in essere volta a rendere ancora più accessibile il territorio comunale”.


Si riporta integralmente la motivazione dell’assegnazione: “nonostante sia collocato in un territorio collinare di certo non favorevole per l’accessibilità delle persone in carrozzina, Castelleone di Suasa ha saputo valorizzare le possibilità concesse dal territorio anche in edifici storici vincolati, in aree verdi ed impianti sportivi. La nostra valutazione assume maggior valore considerando i progetti di miglioramento che consentiranno di aumentare significativamente l’accessibilità del territorio nello spirito di costante miglioramento da noi ricercato. Per questo siamo lieti di assegnarvi la Bandiera Lilla”.

In virtù di questo, sabato 20 Aprile, l’Ortopedia Manfredi, con sede principale a Castelleone di Suasa, con due sedi a Senigallia ed una a Pergola, ha concesso in comodato d’uso gratuito al Comune di Castelleone di Suasa una poltrona montascale per agevolare le persone con difficoltà motorie a raggiungere gli Uffici Comunali. La poltrona rimarrà in servizio fino a quando non sarà realizzata una struttura fissa.

L’assegnazione della ”Bandiera Lilla” assume, per questa Amministrazione, un valore particolare, in quanto, attesta l’impegno a favorire l’accesso e la fruibilità delle strutture pubbliche facilitando, allo stesso tempo, la fruizione turistica dei nostri luoghi più belli da parte di persone con diverse disabilità.

 

© 2019, Redazione. All rights reserved.




24 Aprile 2019 alle 11:05 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata