UniMc, Giurisprudenza festeggia l’eccellenza tra nuove tecnologie e internazionalizzazione

UniMc, Giurisprudenza festeggia l’eccellenza  tra nuove tecnologie e internazionalizzazione

Nuovi corsi di laurea e di dottorato, aree di ricerca innovative e collaborazioni extra europee nel progetto del Dipartimento premiato dal Miur.

Macerata, 2019-04-16 – Nuovi corsi di laurea e di dottorato, aree di ricerca innovative e collaborazioni extra europee: sono i punti principali del progetto con cui il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Macerata è stato fregiato del titolo di “Eccellenza” dal Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca nel 2018.

Ad illustrarne i dettagli sono stati oggi il direttore Stefano Pollastrelli e il professor Paolo Palchetti durante un evento di poesia e musica organizzato in collaborazione con gli studenti, in particolare con i rappresentanti Matilde Buatti, Marco Fortuna e Giacomo Millozzi. Nella luminosa cornice della rinnovata Biblioteca Giuridica si sono esibiti Davide Coletta, Matteo Lauri, Juana Valentina Monroy, Alexandros Eleftherios Farsaris, Mariacecilia da Montecassiano e il duo Luca Pagliari e Federico Perrone. A salutarli, al termine del Senato Accademico, non sono mancati il rettore Francesco Adornato e il direttore generale Mauro Giustozzi. 

UN DIPARTIMENTO ECCELLENTE

Il Dipartimento di Giurisprudenza di Unimc, insieme a solo altri 14 in ambito giuridico, ha vinto il bando Miur “Dipartimento di eccellenza”, presentando un progetto di sviluppo innovativo della didattica e ricerca dipartimentale: “Diritto e innovazione. Europa e Cina di fronte alle sfide della globalizzazione”.

 

INSEGNAMENTI IN INGLESE E LAUREE INNOVATIVE

Il progetto prevede l’insegnamento di materie in lingua inglese sia su temi tradizionali che innovativi come diritto internazionale e dell’Unione Europea, sistemi legali comparativi, sistema legale cinese, procedura penale e nuove tecnologie, protezione dei dati, mercati globali ed economia cinese. Inoltre, dall’anno accademico 2019/2020, sarà attivato un nuovo corso di laurea magistrale in “Scienze giuridiche per l’innovazione” articolato in due curricula, uno incentrato sulla sicurezza delle nuove tecnologie, l’altro su trasporti marittimi e logistica portuale. Si sta, poi, attivando un nuovo corso di Dottorato in “Diritto e innovazione” che si propone l’obiettivo di una formazione superiore nel campo delle scienze giuridiche.

 

NUOVE TECNOLOGIE E MULTICULTURALITÀ

L’innovazione della didattica comporta una profonda innovazione anche della ricerca individuale svolta dai docenti del Dipartimento, orientata su temi quali le implicazioni che le nuove tecnologiehanno sulla “decisione” giudiziale – come nelle trattative commerciali on line e nella responsabilità civile per i veicoli senza conducente – o gli strumenti giuridici innovativi per la costruzione di una società multiculturale.

COLLABORAZIONI EXTRA EUROPEE

L’aver radicalmente spostato l’asse degli interessi scientifici del Dipartimento pretende una forte spinta verso l’internazionalizzazione per attrarre studiosi da tutto il mondo che già lavorano su questa tematiche di punta nel campo giuridico. E’, quindi, previsto il finanziamento di attività di ricerca congiunta con Atenei brasiliani, cinesi, argentini, coreani, statunitensi e di programmi di Visiting Professors provenienti da Atenei prestigiosi che possano affiancare i ricercatori del Dipartimento nelle loro attività di ricerca e didattica.

Il progetto contempla il coinvolgimento del territorio in questo intenso processo di rinnovamento con l’organizzazione di Summer e Winter Schools, la collaborazione con aziende e con ordini professionali e la tessitura di rapporti con le Scuole superiori.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com