Enrico Ruggeri e Natasha Stefanenko apriranno domani le serate finali della 30ma Musicultura

XXX edizione MUSICULTURA – Macerata dal 17 al 23 giugno

Serate finali all’Arena Sferisterio 20, 21, 23 giugno 2019

Enrico Ruggeri e Natasha Stefanenko aprono

con la PFM, il Quinteto Astor Piazzolla, i Coma Cose e Giordano Bruno Guerri

Macerata – Enrico Ruggeri e Natasha Stefanenko apriranno domani le serate finali della 30° edizione di Musicultura in diretta su Rai Radio 1, con la partnership di Rai3 Rainews 24, e Tgr. Attesi sul suggestivo palcoscenico del Festival la PFM il Quinteto Astor Piazzolla, i Coma CoseGiordano Bruno Guerri.

Riflettori puntati su Musicultura, la Signora della musica italiana alla quale va il merito di aver tenuto fede per 30 anni alla canzone d’autore, che da domani sera apre il sipario sulle sue tre serate finali 20, 21 e 23 giugno condotte da Enrico Ruggeri e Natasha Stefanenko con tanti ospiti e l’attesa sfida finale tra gli otto vincitori finalisti del Festival 2019 per il titolo di vincitore assoluto che verrà decretato dal pubblico dell’Arena Sferisterio di Macerata (7.500 persone).

La prima diretta sarà quella di Rai Radio1 che, domani, proporrà la serata maceratese con le voci di Marcella Sullo e Duccio Pasqua a cui si aggiungerà quella di John Vignola dal palco dove si esibiranno gli 8 finalisti del concorso. Questi i loro nomi, le città di provenienza e i titoli delle rispettive canzoni: Luca Bocchetti (Roma) – Furius; Francesco Lettieri (Giugliano, NA) La mia nuova età; Lo Straniero (Asti) – Quartiere italiano; Lavinia Mancusi (Roma), – Ninù; Paolantonio (Catania) – Questa assurda storia; Gerardo Pozzi (Vittorio Veneto, TV) – Badabum; Enzo Savastano (Benevento) – Le mogli dei cantanti famosi; Francesco Sbraccia (Teramo) – Tocca a me.

Sono passati 30 anni da quando Giorgio Caproni e Fabrizio De André – i primi firmatari del Comitato di Garanzia di Musicultura – diedero vita a questa iniziativa e, sotto lo sguardo attento di Piero Cesanelli Direttore Artistico del Festival, saranno ‘attivate’ una serie di ricorrenze che daranno un colore speciale alla partecipazione della Premiata Forneria Marconi. L’edizione 2019 oltre a segnare il giro di boa dei 30 anni del festival, cade a 20 anni dalla scomparsa di Fabrizio De André e si svolge a 40 dalla nascita del fortunato sodalizio che vide insieme PFM e Faber in una formidabile carrellata di live in cui le canzoni del cantautore genovese trovarono una originalissima nuova veste prog-rock, con la quale tutt’oggi sono identificate ed amate. A proposito di quell’esperienza De André disse: «L’idea di un tour con un gruppo rock sulle prime mi spaventò ma una parte di me mi diceva di accettare. In più ero tormentato da interrogativi sul mio ruolo, sul mio lavoro, sull’assenza di nuove motivazioni. E la PFM mi risolse il problema, dandomi una formidabile spinta verso il futuro. La tournée con loro è stata un’esperienza irripetibile perché si trattava di un gruppo affiatato con una storia importante, che ha modificato il corso della musica italiana. Ecco, un giorno hanno preso tutto questo e l’hanno messo al mio servizio».

Ad aprire la carrellata internazionale degli ospiti di Musicultura sarà il Quintetto Astor Piazzolla, grazie al quale il pubblico potrà rivivere la bellezza di alcuni dei capolavori del celebre Maestro. Piazzolla formò il suo primo quintetto nel 1960, portando il tango alle sue estreme conseguenze. Cinque strumenti solisti che cantavano il corpo elettrico della città, il nuovo fervore di Buenos Aires, con una potenza di fuoco inusitata, una ricchezza melodica, ritmica, armonica senza precedenti e un sound finalmente all’altezza dei tempi. Quando ormai il tango non sapeva più che farsene delle maestose macchine orchestrali degli anni d’oro, il quintetto venne a indicare le nuove strade da percorrere. L’attuale formazione vede in scena Lautaro Greco (bandoneón), Sebastian Prusak (violino), German Martìnez (chitarra), Sergio Rivas (contrabbaso) e Cristian Zarate (piano). I Coma Cose, il duo indie pop-rap italiano formato da Fausto Lama (Fausto Zanardelli) e California (Francesca Mesiano), venuto alla ribalta da alcuni brani pubblicati su YouTube, porterà la loro freschezza sul palco di Musicultura con i loro brani tra rap e cantautorato dove citano Battisti, De Gregori e Celentano e raccontano della vita milanese nei suoi luoghi più famosi. Ospite della parola nella prima serata del Festival lo storico saggista ed accademico Giordano Bruno Bruno Guerri.

Spazio anche alla rinnovata collaborazione tra Musicultura e SOS Villaggi dei Bambini, la più grande Organizzazione a livello mondiale impegnata nel sostegno di bambini e ragazzi privi di cure familiari o a rischio di perderle. A Macerata la sinergia che testimonia il prezioso contributo che la musica e la cultura possono fornire per far conoscere temi di rilevanza sociale.

Le serate finali di Musicultura proseguiranno venerdì 21 giugno con: Sananda Maitreya & The Sugar Plum Pharaohs, Morgan, The BeatBox con Roma Philarmonic Orchestra, Andrea Purgatori, The André. Domenica 23 giugno con la finalissima della XXX edizione de Festival. Sul palco dello Sferisterio saliranno Daniele Silvestri, Angelique Kidjo, Rancore, Carlotta Natoli. Sarà il pubblico presente ad incoronare il vincitore assoluto del Festival 2019 al quale andranno i 20.000 € del Premio UBI Banca. I biglietti per assistere alle tre serate di spettacolo sono in vendita sul circuito Vivaticket.

LA CONTRORA domani 20 giugno:

Tra gli appuntamenti della Controra alle ore 18.00 alla Centrale Plus in Piazza della Libertà 23, il noto giornalista e critico musicale Ernesto Assante presenta il libro: “Woodstock ’69. Rock revolution” Un’immersione sul mondo del 1969, la celebre cultura hippie con le sue idee, i suoi filosofi, i suoi eroi e la sua musica: la chitarra psichedelica di Santana, la voce ipnotica di Joan Baez, il leggendario inno americano di Jimi Hendrix, divenuto l’emblema di una protesta epocale. Un viaggio nell’agosto del ’69, dove 500 mila persone da tutto il mondo si sono accampate nei prati di Bethel, sotto la pioggia, per tre lunghissimi giorni di musica, trasgressione e libertà. Tre giorni che hanno cambiato la storia del rock e un’intera generazione.

Alle 18.30 nel Cortile di Palazzo Conventati Ennio Cavalli incontra Giordano Bruno Guerri, sui temi del suo libro D’Annunzio. L’amante guerriero. Gabriele Dannunzio fu un uomo che seppe imporre i propri sogni, rivoluzionò la figura dell’intellettuale facendo della sua vita un’opera d’arte e influenzando più generazioni nel gusto e nella visione del mondo. Giordano Bruno Guerri svela un personaggio restituito al suo pensiero e alla sua arte, oltre che al suo tempo. Racconta nel dettaglio anche l’amante instancabile, rendendo omaggio a quelle donne, ispiratrici e compagne più o meno folli e coraggiose, che lo amarono sacrificandogli tutto, alle quali la letteratura italiana resta debitrice.

Alle 18.45 Piazza C. Battisti, John Vignola presenta i Coma Cose il duo indie pop-rap italiano formato da Fausto Lama (Fausto Zanardelli) e California (Francesca Mesiano), venuto alla ribalta da alcuni brani pubblicati su You Tube. Tra musica e parole i Coma Cose il duo musicale più fresco del momento si raccontano al pubblico del Festival.

Info e programmi su www.musicultura.it

GLI OSPITI MUSICULTURA DELLE SERATE FINALI ALL’ ARENA SFERISTERIO

Giovedì 20

Premiata Forneria Marconi, Quinteto Astor Piazzolla, Coma Cose, Giordano Bruno Guerri 

Venerdì 21

Sananda Maitreya & The Sugar Plum Pharaohs, Morgan, The BeatBox con Roma Philarmonic Orchestra, Andrea Purgatori, The André

Domenica 23

Daniele Silvestri, Angelique Kidjo, Rancore, Carlotta Natoli

Conducono: ENRICO RUGGERI E NATASHA STEFANENKO




Un Successo la Festa finale… L’Adriatico a Scuola

Imparo, Gioco, Mangio… alla scoperta del Mare Adriatico, della Pesca Sostenibile e della Sana Alimentazione! 

Martinsicuro (TE), 2019-06-19 – Si è svolta questa mattina la festa finale del progetto “Adriatico a Scuolapresso l’Ecomuseo del Mare e della Pesca di Martinsicuro.

Sono stati coinvolti i bambini delle Scuole dell’Infanzia del Comune di Martinsicuro, una giornata ricca di emozioni: Percorsi didattici, Laboratori educativi, Laboratorio Culinario, hanno portato bambini e adulti alla scoperta del mare e del pesce dell’Adriatico (Gratuiti).

I bambini hanno fatto la visita guidata all’ Ecomuseo del Mare e della Pesca di Martinsicuro grazie Associazione Martinpescatori Presidente Franca Ferreri ed Adamo per scoprire il Mare Adriatico e la Pesca Sostenibile!

Sono stati realizzati diversi Laboratori Educativi guidati dagli educatori CEA Ambiente e Mare, Partners in Service, il Tappeto del Principe Azzurro, gioco di psicomotricità e laboratorio a pesca dei rifiuti per educare al rispetto del mare e conoscere i principali rifiuti che si trovano in mare!

Interessantissimo sia per i bimbi che i genitori che hanno partecipato al Laboratorio Culinario “Tecnica della Sfilettatura e Ricette Tradizionali” a cura dello Chef Federico Palestini, Osteria Caserma Guelfa, San Benedetto del Tronto.

Infine è stata allestita la mostra Lavori Concorso “L’Adriatico a Scuola” .

L’evento è stato organizzato da Partners in Service Srl, Titolare del Centro di Educazione Ambientale, CEA “Ambiente e Mare”, in collaborazione con il Comune di Martinsicuro, il Vice Sindaco Giuseppina Camaioni Assessore alla Cultura, Beni Culturali e Pubblica Istruzione .

Il Comune di Martinsicuro ha aderito alla Campagna Educativa Alimentare “Adriatico a Scuola ”,  finanziata al 100% dalla R. Abruzzo e dal Fondo Europeo della Pesca FEAMP 2014-20. Obiettivo del progetto è stato quello di abituare i bambini al consumo di pesce azzurro e/o povero, portandoli a scoprire non solo che è buono e fa bene, ma che è anche divertente. Allo stesso tempo, ha avuto anche il compito di educare le nuove generazioni al consumo consapevole, al rispetto dell’ambiente e al senso di appartenenza culturale.

Il Prodotto ittico locale approvvigionato allo stato fresco refrigerato, ossia specie ittiche riconducibili ad attività di pesca in mare esercitate da imprese di pesca con unità di pesca iscritte ad un Compartimento abruzzese e da imprese di acquacoltura con unità operative in Abruzzo. «Oltre alla somministrazione del pesce fresco locale nelle mense, il progetto si è sviluppato anche a scuola con un percorso di sensibilizzazione, attività ludiche, narrative e creative, laboratori pratici,, svolto con la preziosa collaborazione dei docenti e grazie al personale qualificato del Centro CEA “Ambiente e Mare”, riconosciuto R. Marche della Partners in Service srls – continua la Responsabile del Progetto, Biologa Nutrizionista dott.ssa Barbara Zambuchini.

Partners in Service Srl, Titolare del Centro di Educazione Ambientale, CEA “Ambiente e Mare”, riconosciuto R. Marche, che è responsabile dell’attività educativa del progetto “L’Adriatico a Scuola” A.S.2018-2019.

La Campagna “L’Adriatico a Scuola” 2018/19 della Partners in Service ha ottenuto il Patrocinio “Fondazione Umberto Veronesi” .

In collaborazione con il Associazione MartinPescatori Martinsicuro, Osteria Caserma Guelfa San Benedetto del Tronto, Organizzazione Produttori Abruzzo Pesca, Il Principe Azzurro dell’Adriatico, Organizzazione Produttori Vongole costa del teramano VO.CO.TER.

Si ringrazia Chef Federico Palestini, Osteria Caserma Guelfa San Benedetto del Tronto e Walter Squeo Organizzazione Produttori Vongole costa del teramano VO.CO.TER. che ha coinvolto i bimbi con racconti e storie di mare.

Si ringrazia inoltre la Dirigente Scolastica Prof. Barbara Rastelli e tutto il corpo docente.

L’Adriatico a Scuola": Imparo, Gioco, Mangio…alla scoperta del Mare Adriatico, della Pesca Sostenibile e della Sana Alimentazione!PESCE FRESCO LOCALE NELLE MENSE REGIONE ABRUZZOpresso l’Ecomuseo del Mare e della Pesca di Comune Martinsicuro festa finale del progetto Adriatico a scuola. Franca Ferreri Massimo Vagnoni Pinuccia Camaioni Giovanni Di Mattia Vespasiano Corsi Vincenzino Crescenzi Federico PalestiniPartners in Service Srl, Titolare del Centro di Educazione Ambientale, CEA "Ambiente e Mare", riconosciuto R. Marche, che è responsabile dell'attività educativa del progetto “L’Adriatico a Scuola” A.S.2018-2019. CEA "Ambiente e Mare" Pis SrlLa Campagna “L’Adriatico a Scuola” 2018/19 della Partners in Service ha ottenuto il Patrocinio "Fondazione Umberto Veronesi” . Fondazione Umberto Veronesi

Pubblicato da Barbara Zambuchini su Mercoledì 19 giugno 2019

 

Alcune immagini delle attività svolte nella Festa Finale del progetto “Adriatico a Scuola”:




Tartaruga Caretta Caretta recuperata al porto

AVVISTATA E RECUPERATA UNA TARTARUGA SPECIE “CARETTA CARETTA” NEL PORTO DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO

NELLA MATTINATA ODIERNA GLI UOMINI DELLA CAPITANERIA DI PORTO – GUARDIA COSTIERA DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO IN ATTIVITÀ DI “MARE SICURO”, SONO INTERVENUTI IN AMBITO PORTUALE CON IL MEZZO NAUTICO GOLF CHARLIE 140 AL FINE DI RECUPERARE UNA TARTARUGA MARINA AVVISTATA DAL PERSONALE IN SERVIZIO PRESSO IL CIRCOLO NAUTICO SAMBENEDETTESE.

LA TARTARUGA, DI TIPO “CARETTA CARETTA”, NUOTAVA ALL’INTERNO DEL BACINO PORTUALE, DISORIENTATA E FERITA SENZA RIUSCIRE A RIPRENDERE LA VIA DEL MARE, CON IL RISCHIO DI ESSERE COLPITA DALLE UNITA’ IN NAVIGAZIONE PRESENTI IN PORTO.

LA TARTARUGA È STATA AFFIDATA DAPPRIMA AL PERSONALE DELL’UNICAM DI CAMERINO SEDE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO. LA STESSA IN SEGUITO ALL’ISPEZIONE DEL VETERINARIO DELL’ASUR E’ STATA, IMMEDIATAMENTE, TRASFERITA PRESSO IL CENTRO SPECIALISTICO DI RECUPERO E RIABILITAZIONE DI NUMANA PER RICEVERE LE CURE MEDICHE DEL CASO. LA CAPITANERIA DI PORTO DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO CONSIGLIA DI SEGNALARE SEMPRE IL RINVENIMENTO DI ESEMPLARI DI SPECIE MARINE PROTETTE IN DIFFICOLTÀ, AL FINE DI PERMETTERNE IL RECUPERO E LA REINTRODUZIONE NEL LORO HABITAT NATURALE.




Le biblioteche UniMc viste attraverso Instagram  

Venerdì 21 giugno alle 17.30 al Casb, concerto e cocktail per festeggiare i vincitori del contest #universobiblioteca.

Macerata – Un racconto per immagini di uno dei luoghi più significativi per ogni studente universitario, la biblioteca: è quello scaturito dalle 47 foto in gara per il contest Instagram #universobiblioteca promosso dal sistema bibliotecario dell’Università di Macerata.

Le trenta immagini migliori saranno esposte al Casb Biblioteca didattica di Ateneo, dove venerdì, 21 giugno, saranno proclamai i vincitori in occasione di “Solstizio d’estate per voci e immagini”. L’appuntamento è per le 17.30 con il concerto a cura del coro UniMC diretto dal Maestro Aldo Cicconofri. Seguono la premiazione del contest, l’inaugurazione della mostra fotografica e un cocktail di frutta.

Hanno partecipato al contest venticinque studenti con un totale di 40 foto pubblicate su Instagram sotto l’hashtag #universobiblioteca. Nell’esposizione sono stati inclusi i trenta scatti migliori selezionati dalla commissione presieduta dalla delegata al sistema bibliotecario di Ateneo Elisabetta Michetti e costituita da tre membri scelti fra il personale UniMC: Sara Morici, Elisa Attili e Chiara Crucianelli.

 




dalla Regione Marche

PRESTAZIONI GINECOLOGICHE ALTA COMPLESSITA’: ACCORDO CON IL POLICLINICO GEMELLI PER  AVERE IL MIGLIOR LIVELLO DI TERAPIE NELLE MARCHE

Ceriscioli: “Una crescita reciproca fatta di umiltà e competenza, paradigma culturale per l’intero sistema”

Un percorso convenzionato per poter garantire alle pazienti marchigiane il miglior livello di terapia chirurgica e medica per prestazioni ginecologiche di alta complessità restando nelle Marche. E’ l’obiettivo dell’accordo tra Asur Marche e Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli – IRCSS sottoscritto questa mattina a Palazzo Raffello dal direttore generale dell’Asur Alessandro Marini e dal prof. Giovanni Scambia  Ordinario di Ginecologia e Ostetricia e direttore Scientifico della Fondazione Policlinico Gemelli – IRCCS di Roma in videoconferenza. La collaborazione in particolare si svolgerà a Macerata nell’U.O.C. Ostetricia e ginecologia diretta dal primario Mauro Pelagalli.

“Il rapporto con un’eccellenza nazionale nel campo dell’oncologia ginecologica come il Gemelli – ha commentato il presidente Ceriscioli – fornisce l’opportunità di approcciare nuove tecniche, dà la possibilità di essere sempre aggiornati e permette inoltre alle nostre strutture di crescere, per quanto  nella nostra regione abbiamo centri qualificati di eccellenza che già oggi sul piano nazionale hanno dei risultati e performance di assoluto rispetto. Viene garantito inoltre un miglior funzionamento, perché attraverso questo scambio è possibile anche che una paziente che oggi magari si reca al Gemelli possa scoprire di poter essere trattata nella stessa misura e con la stessa qualità anche nelle Marche e di andare verso un centro altamente qualificato solo quando necessario. Al centro di questo percorso c’è la donna, in questo caso paziente, che avrà la possibilità di rivolgersi ad una struttura  che ha tutto quello che serve per la propria cura sul territorio, il che è un grande vantaggio anche per la famiglia e per tutto ciò che riguarda la gestione della patologia. Una crescita reciproca,  fatta all’insegna della competenza e dell’umiltà. La competenza di fare le cose fatte bene e l’umiltà di indirizzare la persona verso il punto migliore per essere trattata. La firma di oggi è di conseguenza molto importante anche sotto il profilo culturale perché racconta un modo di lavorare che deve essere paradigma per l’intero sistema”.

 “Questa iniziativa – ha spiegato il prof. Scambia – nasce da un’amicizia di anni con Mauro Pelagalli uscito dalla nostra scuola. Abbiamo collaborato sempre anche a  distanza nell’interesse delle pazienti cercando di dare la migliore assistenza e percorsi il più possibile garantiti in termini di sicurezza. Lavoriamo insieme in modo definito e preciso con scambio continuo di informazioni, idee e formazione senza lasciare spazio alle improvvisazioni. E’ un onore essere scelti dalla Regione Marche e per noi è un dovere offrire il massimo impegno. Sono molto entusiasta di questo accordo e sono sicuro che troveremo le migliori modalità per porlo in essere. A breve, grazie all’evoluzione tecnologica, potremo operare insieme anche a distanza. Vogliamo inoltre costruire, grazie allo scambio di informazioni, dei big data importanti, svolgere attività scientifica e creare massa critica per essere competitivi a livello internazionale”.

“La convenzione – ha proseguito il prof. Pelagalli che ha ringraziato il direttore Marini per l’impegno dell’Asur –  copre tre settori fondamentali. Il primo è l’efficacia terapeutica nel trattamento delle neoplasie avanzate della pelvi femminile in particolar modo l’ovaio, attuata presso la nostra U.O. in modo da standardizzare le procedure e i risultati. Il secondo settore è quello della formazione continua degli operatori che a diversi livelli potranno recarsi presso il Policlinico Gemelli per approfondire sul campo le loro conoscenze e le loro abilità chirurgiche con stage, periodi di formazione ed altro. Il terzo riguarda la possibilità che operatori del Gemelli possano raggiungere la U.O. di Ginecologia oncologica di Macerata e quindi apportare sul campo operatorio, nella nostra regione, le loro abilità clinico-chirurgiche, nonché la possibilità di fare formazione direttamente da parte loro nel nostro ospedale”.

La prospettiva dell’Accordo in generale, è quella di ridurre al massimo “i viaggi della speranza” verso altri nosocomi fuori regione garantendo alle pazienti che si rivolgono alla struttura dell’Asur deputata a questo tipo di trattamenti, con sicurezza, efficacia e certezza, di ottenere lo stesso livello standard del network sanitario di riferimento. Inoltre sarà facilitata la possibilità ai casi ultracomplessi di essere effettuati presso il Policlinico Gemelli, favorendo l’implementazione culturale medico-chirurgica degli operatori in sede, attraverso un continuo scambio con l’expertise con gli operatori della Fondazione. Infine sarà garantita la possibilità di effettuare interventi ad alta complessità richiedenti tecnologie avanzate da parte di operatori dell’Asur Marche accreditati presso la Fondazione col supporto dei medici specialisti del Policlinico.

L’U.O di Macerata del prof. Pelagalli negli ultimi due anni ha istituito percorsi oncologici ben definiti in particolare per il carcinoma avanzato dell’ovaio, per il carcinoma dell’endometrio e della portio. Per quanto riguarda il carcinoma dell’ovaio l’U.O. ha attivato un percorso preferenziale attraverso il quale le pazienti raggiungono l’obiettivo finale di avere una diagnosi precoce ed una terapia sia chirurgica che medica di tipo multidisciplinare. In questi anni è stato scelto il Policlinico Gemelli, come network culturale di riferimento per poter migliorare di volta in volta la performance chirurgica degli operatori e per una gestione corretta delle patologie più complesse o richiedenti tecnologie all’avanguardia. Sulla base del modello toscano, che aveva attuato una convenzione di reciproco interesse con la Fondazione del Policlinico Gemelli finalizzata alla buona salute per le pazienti oncologiche e volta a ridurre i viaggi delle stesse alla ricerca di centri specializzati, si è optato con il prof. Scambia per istituire un percorso convenzionato, al fine di uniformare i risultati dell’U.O. Ginecologia e Ostetricia di Macerata a quelli della Fondazione, riconosciuti come universalmente validi in tutto il mondo scientifico. Questo per poter offrire alle pazienti lo stesso livello di terapia chirurgica e medica restando nella nostra regione e trasferendo al Gemelli i casi realmente necessari per complessità, rarità e/o tecnologia.

Rischio idrogeologico e Pai Tevere, Sciapichetti alla consigliera Leonardi: “Lavoriamo per accelerare la ricostruzione”

“La Regione Marche ha ben evidente la necessità di favorire la ricostruzione puntando su una normativa chiare, semplice e sulla sburocratizzazione delle procedure amministrative, tenendo però presente che le legittime aspettative di sviluppo delle comunità locali non possono contrastare con le cautele poste dalla prevenzione del rischio idrogeologico. Le due questioni vanno compenetrate e va trovato un punto di equilibrio nelle previsioni del Piano stralcio di assetto idrogeologico (Pai) del fiume Tevere che coinvolge i Comuni di Ussita, Castelsantangelo sul Nera e Visso”. È quanto ribadisce l’assessore alla Difesa del suolo, Angelo Sciapichetti, in risposta alle considerazioni stampa della consigliera Elena Leonardi, dopo l’interrogazione presentata in Consiglio. “La questione investe i rapporti tra diversi strumenti di pianificazione. Come ho riferito in Aula, la Regione sta lavorando per impedire che vincoli idrogeologici dell’autorità di bacino possano risultare penalizzanti. Siamo convinti della necessità di prevedere modifiche al progetto di Piano approvato, in particolare per la ricostruzione post sisma nelle aree perimetrate e in quelle a minore rischio. Quello che chiederemo alla prima seduta della Conferenza programmatica, già convocata per il 20 giugno, è che vengano intanto svincolate le aree interessate da interventi di mitigazione del rischio idrogeologico finanziati dal Piano dei dissesti del commissario straordinario per il sisma. Posso assicurare la consigliera Leonardi, ma prima ancora tutti i marchigiani, che porteremo le nostre osservazioni ai tavoli competenti, lavorando, con i colleghi delle Regioni interessate (Lazio, Abruzzo, Umbria), al raggiungimento di un equilibrio funzionale tra pubblica incolumità e ricostruzione veloce”.

 

 

Speciale Turismo

“Buonasera Marche Show” fa tappa a Senigallia con RaccontiAmo le Marche

Il solstizio d’estate da trascorrere insieme a “ Buonasera Marche Show” , il talk show itinerante che questa volta fa tappa a Senigallia con un’ edizione speciale: RaccontiAmo le Marche. Una serata in cui si parlerà di Turismo, ma anche delle eccellenze di questa regione dai mille volti e dalle infinite bellezze.

Sarà un’occasione per fare il punto sui numerosi progetti messi in campo dalla Regione per la valorizzazione del territorio e la promozione turistica, con molti protagonisti di questo importante settore dell’economia marchigiana.

L’appuntamento, a ingresso libero, è venerdì 21 giugno, alle 21,15 alla Rotonda a Mare di Senigallia. Sarà Maurizio Socci, storico conduttore del format e giornalista di ETV Marche, a tenere le fila di questo racconto fatto di riflessioni, testimonianze e momenti artistici.

Sul palco saliranno il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, il sindaco di Senigallia e presidente di Anci Marche, Maurizio Mangialardi, il direttore di Confcommercio Marche Massimiliano Polacco e l’imprenditore Sandro Teloni. Ospiti in platea, per declinare la bellezza della regione con le loro storie di vita, di professione, di arte e di sport, il miglior gelatiere d’Italia 2018 Paolo Brunelli, lo chef Enrico Mazzaroni, il direttore dell’Istituto per le Risorse biologiche e le biotecnologie marine del Cnr Gian Marco Luna, il ginnasta della nazionale italiana di ginnastica artistica Lay Giannini, in forza all’Associazione ginnastica giovanile Ancona, a rappresentare tutti gli sportivi marchigiani, molti dei quali in questo periodo ancora impegnati in gare o allenamenti nazionali. Non mancheranno, poi, tra gli ospiti, anche gradite sorprese. Allieteranno la serata con il loro contributo artistico il violinista Marco Santini e la sand artist Paola Saracini.

 

 

 

 

BOTTEGHE SCUOLE: AL VIA LA SPERIMENTAZIONE CON 40 PERCORSI INTEGRATI

Assessore Bravi: ”Un’opportunità di lavoro e sviluppo grazie alle eccellenze marchigiane”

Un intervento sperimentale che prevede la realizzazione di 40 percorsi integrati di addestramento e/o riqualificazione, con il coinvolgimento attivo delle imprese artigiane, nell’ambito delle Botteghe Scuola. Il provvedimento è stato approvato dalla giunta, su proposta dell’assessore al  Lavoro, Formazione e Istruzione Loretta Bravi, con uno stanziamento complessivo di 652mila euro di risorse del Fondo sociale europeo.

“Le Botteghe Scuola – spiega l’assessore Bravi – si configurano come laboratori delle imprese artigiane, di cui è titolare o socio lavoratore un Maestro artigiano, che svolge anche compiti di formazione professionale. Rappresentano delle importanti opportunità di sviluppo del territorio regionale grazie alla loro capacità di valorizzare le peculiarità artigianali e di favorire la formazione di coloro che intendono inserirsi nel mercato del lavoro artigiano, anche attraverso la creazione di attività imprenditoriali autonome. Abbiamo ricevuto richieste dal sud al nord delle Marche, dalla ceramica al cappello, dai liutai alla tessitura e il nostro compito sarà quello di favorire l’accostamento generazionale e le esigenze quotidiane di giovani e maestri, ponendo grande attenzione alle attività artigianali che rappresentano delle eccellenze nel panorama marchigiano. Abbiamo lavorato al progetto – conclude – nella massima collaborazione tra l’assessorato al Lavoro e l’assessora alle Attività produttive Manuela Bora al fine di avere la certezza del fabbisogno reale del territorio”.

Per l’avvio dei 40 percorsi integrati a favore dei disoccupati residenti nelle Marche è prevista una spesa pari a 364.560 euro. Chi parteciperà al percorso, infatti, riceverà un’indennità mensile di  700 euro lordi per un massimo di 12 mensilità ciascuno. Ci sarà un compenso anche per i Maestri artigiani del valore individuale di 600 euro mensili, con uno stanziamento complessivo di euro 288.000.

Al fine di rafforzare l’intervento infine  è già previsto uno stanziamento di ulteriori  200.000 euro di risorse regionali destinati all’assegnazione di contributi per la creazione di nuove imprese nel settore dell’artigianato artistico e tradizionale.

mercoledì 19 giugno 2019  09:52

Fare accoglienza e garantire salute – FAMI 2019


Scarica il volantino fronte/retroFAMI 1_7_2019 Flyer.pdf

ISCRIZIONI

Per motivi organizzativi e di capienza della sala vi chiediamo di iscrivervi seguendo il link qui sotto. Le iscrizioni chiuderanno il 26 giugno p.v.  

http://www.vivereverdeonlus.it/fare-accoglienza-e-garantire-salute/

(SI CONSIGLIA DI APRIRE IL LINK CON UN BROWSER DIVERSO DA INTERNET EXPLORER)

 

 

 

mercoledì 19 giugno 2019  09:12

Tpl, contributi a Comuni con le SAE per interventi di miglioramento dell’accessibilità ai servizi

Il decreto della Regione Marche pubblicato il 18 giugno, definisce le modalità per la realizzazione delle fermate del trasporto pubblico locale nelle aree SAE, oltre che il programma e l’accesso ai finanziamenti.

La Regione Marche ha già predisposto lo strumento che consentirà l’attuazione di una serie di utilissimi “microinterventi“, molto diffusi sul territorio, finalizzati al miglioramento del sistema delle fermate del trasporto pubblico locale, realizzando in tal modo un miglioramento dell’accessibilità ai servizi.

Gli eventi sismici degli ultimi anni, hanno determinato la necessità di individuare nuove Soluzioni abitative in emergenza ( SAE) pertanto, è sorta anche la necessità di dotare tali aree di idonee fermate per l’uso dei servizi di trasporto pubblico locale su gomma. Il comma 2 dell’art. 6 dell’OCDPC n. 553/2018, individua le risorse da utilizzare per realizzare impianti di fermata necessari a servire le aree SAE , dei Comuni marchigiani di cui agli allegati 1 e 2 del decreto-legge n. 189/2016 , con particolare riferimento al servizio urbano del Comune di Camerino, nel limite massimo di 230.000,00 euro.

Le fermate del trasporto pubblico locale su gomma rappresentano il luogo iniziale e terminale del movimento pedonale e l’inizio e la fine del sistema TPL. L’azione di miglioramento dell’accessibilità ai servizi di trasporto pubblico locale su gomma, non può prescindere dall’adeguamento delle fermate. Il documento prevede che si potranno finanziare fino al 100% della spesa ammissibile e nella misura massima di 20.000 euro per ogni fermata gli interventi realizzati dai Comuni con le SAE. Le opere ammissibili al contributo riguardano il miglioramento della sicurezza di percorsi pedonali destinati al raggiungimento delle fermate; la realizzazione di golfi di fermata e il miglioramento degli spazi di attesa degli utenti; la realizzazione o il completamento dell’attrezzamento delle fermate e la traslazione di fermate esistenti in posizioni migliorative della sicurezza e fruibilità.

Scadenze manifestazioni di interesse e domande di finanziamento: 31/08/2019 (31/07/2019 per le fermate ubicate in aree SAE).

Ulteriori informazioni sono reperibili al seguente link:

http://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Infrastrutture-e-Trasporti/Infrastrutture-stradali#15543_In-breve

 

 

Impresa in aula: premiate oggi le migliori idee imprenditoriali degli studenti dei 4 atenei marchigiani




UnicaMontagna debutta al Lanciano Forum

Con Duilio Giammaria da Rai 1, il 21 giugno a Castelraimondo

Un hub multifiliera, fisico e progettuale, per la rigenerazione dell’area interna

Castelraimondo – Si chiama UnicaMontagna, un ambizioso percorso fortemente voluto da UNICAM e sviluppato da sette aziende del territorio per accrescere la competitività e la forza rigenerativa nell’entroterra maceratese.

Venerdì 21 giugno, alle ore 10.00. “A-ttrazione Locale-l’economia del mondo cerca la qualità della vita” è il provocante titolo dell’evento di lancio del progetto, ospitato a Castelraimondo negli spazi del Lanciano Forum. Sarà Duilio Giammaria, il noto conduttore di “Petrolio” su RAI 1, a stimolare lo spirito di cross-fertilization e contaminazione, che è il metodo fondante del progetto, tra i tanti attori che andranno ad alimentare con spunti ed esperienze di successo il lavoro di UnicaMontagna.

In programma anche un’inedita “Expo della creatività”, con oltre quindici aziende innovative negli ambiti più disparati che offriranno ulteriori occasioni di stimolo e confronto. Nell’occasione saranno inaugurati gli spazi di co-working a disposizione delle attività economiche del territorio e l’Accademia di Tipicità, in collaborazione con l’Istituto alberghiero di Cingoli, presenterà una “degustazione d’interni”.

Al centro del focus le opportunità nell’ambito delle attività culturali e creative, con l’obiettivo di sviluppare un polo di riferimento, fisico e concettuale, per accrescere la competitività di questo territorio, in particolare per quanto riguarda le produzioni artigianali ed agroalimentari.

Il progetto è stato ammesso a finanziamento nell’ambito dei fondi FESR Marche del Programma Operativo Regionale 2014-2020, nell’asse 3 azione 8.1 “Sostegno alla innovazione e aggregazione in filiere delle pmi culturali e creative, della manifattura e del turismo ai fini del miglioramento della competitività in ambito internazionale e dell’occupazione“.

L’Università di Camerino ha fortemente voluto e promosso questa innovativa iniziativa –sottolinea il Rettore Unicam prof. Claudio Pettinari – trovando fin da subito il consenso degli enti del territorio, Comuni ed Unioni Montane, che fanno parte della Consulta permanente per lo sviluppo nonché il supporto di Tipicità. Attraverso la creazione di un’identità condivisa, vogliamo rappresentare il nostro territorio, consentendone la valorizzazione delle eccellenze, mettendo a disposizione tutte le competenze che caratterizzano gli ambiti disciplinari delle nostre Scuole di Ateneo, che potranno certificare scientificamente le qualità dell’intera filiera dei prodotti, frutto dell’originalità e della creatività del nostro territorio”.

IL PROGETTO

UnicaMontagna si materializza fisicamente nel Lanciano Forum, in territorio del Comune di Castelraimondo, all’interno di un’area da rigenerare in località Borgo Lanciano. La struttura è un immobile ex industriale di mq 4.000, ridisegnato in spazi modulari per accogliere nuovi soggetti/attività/servizi ad alto tasso di creatività, cultura ed innovazione. Creare, quindi, uno spazio condiviso nell’ambito del quale sviluppare un modello organizzativo nuovo tra filiere produttive, con particolare riferimento ai settori manifatturiero ed agroalimentare, in relazione ai servizi creativi.

Nei diciotto mesi della sua durata, il partenariato opererà per proporre nuovi modelli di sostenibilità economica ed occupazionale attraverso lo sviluppo di soluzioni innovative per il mercato in quanto a prodotti, servizi e processi. La strategia è pertanto incentrata sullo sviluppo in chiave creativa di servizi integrati art&business per le imprese locali che, partendo da una situazione di contesto pre-sisma e post-sisma, necessitano di un nuovo modello di sviluppo aziendale.

Il lavoro è iniziato con la rilevazione dei fabbisogni delle aziende locali e prosegue sul doppio binario. Da un lato, con l’obiettivo di attrezzare il Lanciano Forum per attività di co-working, ma anche per accogliere manifestazioni ed eventi che “accendano la luce” sulle eccellenze del territorio e favoriscano le contaminazioni con altri saperi ed altre esperienze. Dall’altro, nello sviluppo di prodotti e servizi, quali la strategia di “brand ombrello”, in grado di fornire valore aggiunto alle qualità territoriali, con un vero e proprio “kit” promozionale, una piattaforma dedicata ed attività connesse alle industrie culturali e creative, come il film making ed il teatro d’impresa, insieme ad un’attività di stimolo e consulenza creativa ed innovativa alle aziende locali.




Non a Voce Sola, al via le celebrazioni per il decennale

Il Festival al femminile dal 29 Giugno al 28 settembre in 12 comuni delle Marche

APERTURA A MACERATA CON LUISA MURARO E LUCIA TANCREDI AL MERCATO DELLA FELICITA’

Macerata – Parte la decima edizione di Non a Voce Sola, un decennale che si celebra all’insegna della tradizionale formula del festival al femminile in terra marchigiana. La Rassegna , con cadenza annuale ed itinerante fin dalla sua origine, coinvolge ben 12 Comuni e tutte le province marchigiane da Pesaro ad Ascoli Piceno con ben 12 appuntamenti e una trentina di ospiti. Il 15 luglio del 2010 iniziava il cammino di Non a Voce Sola con l’idea di creare uno spazio franco di discussione su concetti come identità, desiderio, potere, genere, sesso, felicità, libertà al vaglio del taglio della differenza. Tutte le più grandi intellettuali e artiste italiane sono passate sul palco del festival discettando di forza, potenza, ordine simbolico, impossibile, corpo politico delle donne, spudoratezza, genealogia femminile. Tutte rigorosamente riaffermando la necessità di un punto di vista femminile sulla realtà, tutte concordi nel riconoscimento della necessità di far agire una esperienza femminile spesso silenziosa, messa al margine, considerata subordinata rispetto al pensiero dominante ancora androcentrico e patriarcale. Tutte con la stessa consapevolezza del bisogno di luoghi al femminile dove pensarsi e pensare il mondo. La rassegna ha avuto anche il merito di riannodare i rapporti fra generazioni di donne, di accogliere l’eredità di coloro che sono state le colonne del movimento delle donne. Pertanto è bene citare alcuni dei nomi che hanno onorato il palco della rassegna negli anni passati da Luisa Muraro a Alessandra Bocchetti, da Nicla Vassallo a Liliana Rampello, e poi Lucia Tancredi , Maria Rosa Cutrufelli, Maria Rita Parsi, Lidia Ravera, Barbara Alberti , Francesca Comencini, Emma Dante, Serena Dandini, Monia Andreani, Michela Murgia, Dacia Maraini, Paola Maugeri, Lucetta Scaraffia, Cristina De Stefano, Elisabetta Rasy, Loredana Lipperini. Alcune di loro le ritroveremo anche per questo decennale. In questo tempo la rassegna è diventata anche uno spazio di dialogo fra i generi con l’intervento di intellettuali e giornalisti come Gad Lerner, Giulio Giorello, Massimo Donà, Massimo Recalcati, Riccardo Iacona, Umberto Galimberti, Cristiano Godano. E all’alba del suo decimo compleanno, la rassegna torna alle origini, torna là dove si era iniziato il cammino con la filosofa che più di ogni altra ha determinato il percorso della rassegna, Luisa Muraro. Sarà l’insigne filosofa ad aprire a Macerata, sabato 29 giugno, alle ore 18, a Palazzo Conventati, la decima edizione della Rassegna Non a Voce Sola con una lectio titolata Al mercato della felicità e sarà Lucia Tancredi a introdurre l’autorevole ospite, già come dieci anni or sono. E sulla scia di Luisa Muraro è stato scelto il fil rouge della intera manifestazione, Al mercato della felicità, una ennesima sfida a riaffermare l’importanza del desiderio nella vita di ogni donna e uomo sulla terra. Al mercato della felicità vuole mettere in evidenza la centralità del desiderio nella vita di ogni essere vivente, intendendo per desiderio quello che Luisa Muraro, indica con il termine di Himmat, l’anelito di colui che cerca.

Cosa sarebbe la vita senza grandi desideri? A venirci in soccorso sono le parole di Luisa Muraro citate dalla direttrice artistica, Oriana Salvucci, che così commenta: “Non ci si deve scoraggiare neanche quando si percepisce la propria inadeguatezza, di fronte alla grandezza del desiderio poichè quello che conta è l’aver tentato, avere avuto la spregiudicatezza di mettersi in fila e l’aver provato ad essere parte del mercato della felicità. Il reale non è indifferente al desiderio e non assiste indifferente alla passione del desiderare ,dice Luisa Muraro, e là dove al vaglio del reale vi sia uno scacco, anche dallo scacco si può trarre profitto.” Sono parole sibilline che necessitano di un percorso e di un viaggio per essere comprese ed è questo che Non a Voce Sola offre ogni anno. Dopo l’apertura maceratese il calendario si presenta ricco di grandi eventi e grandi personalità, dal 4 luglio a Mondolfo con Tiziana Ferrario e la sua lectio all’insegna di Jane Austen titolata , Orgoglio e Pregiudizi,all’ 11 luglio a Numana con Paolo Crepet e il suo libro,Passione. Sarà la volta di Riccardo Iacona e il suo intervento Se questi sono gli uomini a Mondolfo, seguito il 07 agosto ,nella splendida cornice dell’orto dei Frati di Palazzo Comunale di Montecosaro ,dall’intervento di Loredana Lipperini e Lucia Tancredi. Doppio appuntamento a Porto Sant’Elpidio con Barbara Alberti e Antonella Prenner il 5 settembre a Villa Baruchello e il 19 Settembre con Paolo Crepet al Teatro delle Api, mentre è per il 12 settembre a Porto Recanati nella Pinacoteca Comunale, l’intervento della direttrice di Donna Moderna, Annalisa Monfreda , Come se non fossi femmina. Si tornerà nell’entroterra a parlare d’amore con il filosofo Umberto Galimberti, a Sarnano il 21 settembre con una lectio su Le cose dell’amore a cui seguirà una serata dedicata alla poesia a Montegranaro, il 26 settembre, alle ore 21.15, con Franco Arminio e il suo libro Resteranno i Canti. La penultima serata avrà come location Sant’Elpidio a Mare con Lucia Tancredi e il suo booklive , Gargano negli occhi. E all’insegna della circolarità, l’ultimo appuntamento sarà a Macerata, il 28 settembre alle ore 18, alla Filarmonica, con la presentazione dell’ultimo libro di Elisabetta Rasy, Le disobbedienti. L’autrice sarà accompagnata nella conversazione da due ospiti d’eccezione: la scrittrice Lucia Tancredi e il rettore dell’Università di Macerata Francesco Adornato.

Un programma di grande interesse che costituisce la degna celebrazione di un decennio di successi in tutta la Regione Marche e nelle regioni limitrofe. La Rassegna si avvale anche di molteplici patrocini, collaborazioni e contributi di Enti pubblici e privati che vanno citati ad uno ad uno: La Regione Marche, La Commissione Pari Opportunità Regionale, L’Università di Macerata, L’Università di Camerino, L’Università Politecnica delle Marche, Menghi Shoes, Elsamec, Tacchificio Valdichienti Plast, Coface, Quota CS Sport, La Stamperia Bonassi, Eros Manifatture, SEAM, MS Auto, Nuova Simonelli, Macero Maceratese, DAMI, DEGAM, Associati Fisiomed, Re Matto, Spazio Cucine Giovenali, Simonelli Cinture, Centro Valdichienti, Parco Hotel, CONTRAM, OSRA Adriatica, Profumeria Lady, GFG, La Fenice, Autolinee Ciuccarelli, Polygon, Mitho srl, DUE Elle, Autoscuola Marinozzi, Hotel Claudiani, APM, Il Quartino.

clicca gli allegati: 

2019 Intervento Oriana Salvucci 2019_
Nonavocesola_Biografie_Ospiti

 

 

Calendario

29 giugno Macerata Luisa Muraro Al Mercato della Felicità Palazzo Conventati ore 18.00

04 Luglio Mondolfo Tiziana Ferrario Orgoglio e Pregiudizi Piazza del Comune ore 21.15

11 luglio Numana Paolo Crepet Passione Piazza del Santuario ore 21.15

17 Luglio Mondolfo Riccardo Iacona Se questi sono gli uomini Piazza del Comune ore 21.15

07 Agosto Montecosaro Loredana Lipperini e Lucia Tancredi Magia Nera Orto dei frati Palazzo comunale, ore 21.15

05 Settembre, Porto Sant’Elpidio, Villa Baruchello, ore 21.15

Antonella Prenner Tenebre

Barbara Alberti La disobbedienza

12 Settembre Porto Recanati Annalisa Monfreda Come se tu non fossi femmina Pinacoteca/Anfiteatro Natale Mondo Corso Matteotti, ore 21.15

19 Settembre Porto Sant’Elpidio Paolo Crepet Passione Teatro delle Api ore 21.15

21 settembre Sarnano Umberto Galimberti Le cose dell’amore Le logge di Via Roma, ore 17.30

26 settembre Montegranaro Franco Arminio Resteranno i Canti Sala del Consiglio ore 21.15

Sant’Elpidio a Mare, Lucia Tancredi, Il Gargano negli occhi, sete di Quota CS Sport, strada Pozzetto, 3

28 Settembre Macerata Francesco Adornato, Lucia Tancredi , Elisabetta Rasy Le disobbedienti La

Filarmonica ore 18.00

 




il Circolo Nautico sbanca all’Italia Cup

San Benedetto del Tronto – La squadra velica del circolo nautico sambenedettese sbanca l’Italia Cup di Civitanova con un bel bottino!!!
Giorgia Cingolani medaglia di bronzo per le donne classe laser Radial e Sofia Paradisiii medaglia d’oro nella classe laser 4.7 femminile.
Un altro importante riconoscimento è stato portato a casa da Giorgia Cingolani e Simone Scarpetta che sono rientrati nel ranking della nazionale e ai quali sono state consegnate le divise della massima categoria.La squadra era composta da 15 ragazzi, tutti hanno dato il meglio di sé e oltre ai premi di Giorgia e Sofia ci sono i risultati di rilievo di Federico Costantini alla sua prima regata nella classe laser radial ( 22esimo su 112 ), Simone Scarpetta 26esimo, Matteo Terenzi 29esimo, Enrico Bracciani 33esimo, Davide Girolami 38esimo.
Belle regate anche per Chiara Laurenzi, Lorenzo Cameli, Filippo Rosati e Max Bernardini.
Nei laser 4.7, invece, ha fatto ben parlare di sé Enrico Ciaralli che con dei buoni piazzamenti si è classificato 13esimo tra gli under 16 e 28esimo in generale. Tra i 140 concorrenti ricordiamo anche belle prove per Martina Croce, Swami Sciarra.
Una grande soddisfazione per questa realtà sambenedettese sempre ai vertici della vela nazionale.




La Controra tra cultura e spettacolo con il Quinteto Astor Piazzolla al Lauro Rossi

XXX edizione MUSICULTURA – Macerata dal 17 al 23 giugno

Serate finali all’Arena Sferisterio 20, 21, 23 giugno 2019

18 giugno 2019

La Controra tra cultura e spettacolo a Macerata

MUSICULTURA: concerto del Quinteto Astor Piazzolla al Lauro Rossi

Incontri con Fabio Frizzi, Franz Di Cioccio e Patrick Djivas (PFM) e Detto Mariano

Tra gli ospiti della Controra

ANDREA PURGATORI, FRANZ DI CIOCCIO e PATRICK DJIVAS (PFM)MORGAN, FABIO FRIZZI, THE ANDRÉ, SANANDA MAITREYA, ERNESTO ASSANTE, GRAZIA DI MICHELE, CLAUDIO PETTINARI, GIORDANO BRUNO GUERRI, MARIOLINA CANNULI, MARIA GIOVANNA ELMI, ROSANNA VAUDETTI, QUINTETO ASTOR PIAZZOLLA, LINO PATRUNO,VALERIO CALZOLAIO, LIDIA RAVERA, FAUSTO PELLEGRINI, CARLO MASSARINI, MORENO, DETTO MARIANO, ENNIO CAVALLI, CARLOTTA NATOLI, ANGÉLIQUE KIDJO, I VINCITORI DI MUSICULTURA 2019

Continua a ritmo serrato la kermesse della Controra di Musicultura, Il Festival nel Festival che anima il centro storico della città di Macerata con i protagonisti della musica e della letteratura italiana, con incontri, concerti, recital aperti al pubblico.

Una settimana ricca di eventi che scandiscono il count down finale verso le serate del Festival il 20 21 e 23 giugno all’Arena Sferisterio di Macerata.

Domani mercoledì 19 giugno ad aprire il programma degli eventi alle ore 18 a Centrale Plus in Piazza della Libertà 23, sarà Fabio Frizzi, fratello maggiore dell’amato amico e presentatore di Musicultura scomparso lo scorso anno, che presenterà “Dieci storie di me Aneddoti scelti attraverso 10 lustri di vita, di lavoro, di sentimenti”. Accompagnato dalla chitarra di Riccardo Rocchi, Fabio Frizzi proporrà al pubblico della Controra un viaggio nella sue colonne sonore più celebri. Compositore, orchestratore e direttore d’orchestra, Fabio Frizzi, con oltre cento colonne sonore cinematografiche e televisive, vincitore di numerosi riconoscimenti, ha seguito le orme dei maestri del cinema italiano. Oltre a comporre per il cinema ha firmato le musiche di moltissime serie Tv e spettacoli di varietà per le televisioni italiane. L’inizio della sua carriera è stato segnato dal successo di una commedia iconica del cinema italiano, “Fantozzi” Tra gli altri titoli più popolari ricordiamo “The Beyond”, “City of the living Dead”, “I Quattro dell’Apocalisse” ” Sette note in nero” di cui Quentin Tarantino ha inserito il tema nella colonna sonora di “Kill Bill : vol 1” “Sella d’Argento” “Zombi 2” e tanti altri…

Alle 18,30 nel Cortile Palazzo Conventati, John Vignola il giornalista e critico musicale di Rai Radio 1 presenta Franz Di Cioccio e Patrick Djivas “Una leggenda chiamata PFM”. In un’intervista condotta da John Vignola, il batterista e cantante Franz Di Cioccio e il bassista Patrick Djivas si racconteranno al pubblico della Controra, in un viaggio nella storia dalle origini ad oggi della Premiata Forneria Marconi tra aneddoti e ricordi dal 1971 ad oggi per rivivere insieme le emozioni e i retroscena dei grandi successi di ieri e di oggi.

Alle 21,15 l’appuntamento è al Teatro Lauro Rossi dove in un grande concerto si rivivrà la musica del celebre maestro argentino di tango Astor Piazzolla con il gruppo della Fondazione Piazzolla che riunisce cinque tra i migliori musicisti argentini: il Quinteto Astor Piazzolla composto da Lautaro Greco (bandoneón), Germán Martinez (chitarra), Sebastián Prusak (violino), Sergio Rivas (contrabbasso), Cristián Zarate (piano). Ad introdurre il concerto e a ripercorrere la storia di Astor Piazzolla sarà il direttore Julian Wat.

Alle 21.15 nel Cortile di Palazzo Ciccolini, Ennio Cavalli presenta Detto Mariano,Una musica lunga una vita”. Compositore, arrangiatore, direttore d’orchestra, autore di molteplici colonne sonore e canzoni di successo dagli anni ’60 ad oggi, Detto Mariano nel corso della sua attività musicale ha scritto e arrangiato capolavori della musica leggera per nomi come Celentano, Battisti, Mina, Don Backy, Ornella Vanoni, Milva e tantissimi altri… Con l’ausilio di video e documenti storici, Ennio Cavalli condurrà il pubblico tra le pieghe dell’anima dell’artista per scoprire i segreti e le storie dei protagonisti di un’epoca indimenticabile.

Gli appuntamenti della Controra possono essere seguiti ogni giorno su Rai Radio 1, radio ufficiale di Musicultura, nel programma “Music Club” di John Vignola che va in onda in diretta da Macerata, dai locali del ristorante Vere Italie, a partire dalle ore 15.

Gli aggiornamenti su Musicultura 2019 sono reperibili su www.musicultura.it.

I biglietti per assistere alle tre serate di spettacolo di Musicultura 2019 (20, 21 e 23 giugno) sono in vendita nella biglietteria dei Teatri a Macerata e sul circuito Vivaticket.

PROGRAMMA CONTRORA 2019

LUNEDÌ 17

  • 18.00 Centrale Plus (Piazza della Libertà, 23)

Lino Patruno

Gufi, jazz e Bix

con Ennio Cavalli

  • 18.30 Palazzo Conventati

Mariolina Cannuli, Maria Giovanna Elmi, Rosanna Vaudetti

Le Signorine Buonasera

con Vincenzo Galluzzo

  • 21.30 Piazza Battisti – Concerto

Lino Patruno Jazz Show

Quando il jazz aveva swing

con Gianluca Galvani (cornetta), Sebastiano Forti (clarinetto, sax, voce), Lino Patruno (banjo, voce), Giorgio Rosciglione (contrabbasso). E con Michael Supnick (trombone, voce)

  • 21.15 Cortile Palazzo Ciccolini

Grazia Di Michele, Claudio Pettinari, Moreno

Una cantautrice, un rettore, un rapper

Tra chimica e musica, linguaggi a confronto

MARTEDÌ 18

  • 18.00 Centrale Plus (Piazza della Libertà, 23)

Se ero più alto facevo il poeta

Ennio Cavalli in versi e in prosa

con Lucia Tancredi

  • 18.30 – Cortile Palazzo Conventati

Le parole che non ti ho detto

Lidia Ravera alla sorella

un format di Vincenzo Galluzzo

  • 21.15 Cortile Palazzo Ciccolini

Valerio Calzolaio

Migrazioni

La rivoluzione dei Global Compact

con Sauro Longhi e Lina Saraceni. Suggestioni musicali a cura di Chopas

in collaborazione con l’Ass. Contesto

  • 21.30 Piazza C. Battisti

Luca Bocchetti, Francesco Lettieri, Lo Straniero, Lavinia Mancusi,

Paolantonio, Gerardo Pozzi, Enzo Savastano, Francesco Sbraccia

I vincitori di Musicultura in concerto

conduce John Vignola (Radio 1 Rai)

MERCOLEDÌ 19

  • 18.00 Centrale Plus (Piazza della Libertà, 23)

Fabio Frizzi

Dieci storie di me

Aneddoti scelti attraverso 10 lustri di vita, di lavoro, di sentimenti

con la partecipazione di Riccardo Rocchi (chitarra)

  • 18.30 Cortile Palazzo Conventati

Franz Di Cioccio, Patrick Djivas

Una leggenda chiamata PFM

con John Vignola

  • 21.15 Teatro Lauro Rossi – Concerto

Quinteto Astor Piazzolla

In un amalgama perfetto rivive la musica del grande Maestro argentino

con Lautaro Greco (bandoneón), Germán Martinez (chitarra), Sebastián Prusak (violino), Sergio Rivas (contrabbasso), Cristián Zarate (piano). Direzione musicale: Julian Wat

  • 21.15 Cortile Palazzo Ciccolini

Detto Mariano 

Una musica lunga una vita

Il compositore, l’arrangiatore, il direttore d’orchestra.

Il Clan di Celentano, Mina, Battisti, il cinema…

con Ennio Cavalli

GIOVEDÌ 20

  • 18.00 Centrale Plus (Piazza della Libertà, 23)

Ernesto Assante

Woodstock ’69. Rock revolution

  • 18.30 Cortile Palazzo Conventati

Giordano Bruno Guerri

D’Annunzio. L’amante guerriero

con Ennio Cavalli

  • 18.45 Piazza C. Battisti

Coma Cose

Incontro in musica

con John Vignola

VENERDÌ 21

  • 18.00 Centrale Plus (Piazza della Libertà, 23)

The André

Cantare la trap con la voce di Faber

Un ragazzo misterioso, un originale esperimento

  • 18.30 Cortile Palazzo Conventati

Andrea Purgatori

Grande giornalismo e Quattro piccole ostriche

con Ennio Cavalli

  • 18.45 Piazza C. Battisti

Morgan

Le canzoni della mia vita

con Roberto Manfredi

SABATO 22

  • 12.00 Centro Commerciale Val di Chienti

Aperitivo prima della finalissima

Commenti e speranze con i 4 protagonisti della finalissima del concorso

conduce Carlotta Tedeschi

  • 18.00 Centrale Plus (Piazza della Libertà, 23)

Carlo Massarini

Beatles 1969. La fine del sogno

  • 18.30 Cortile Palazzo Conventati

Sananda Maitreya

L’artista multiplatino newyorkese del Post Millenium Rock

racconta i suoi 30 anni di musica e di vita

con John Vignola

  • 21.15 Piazza C. Battisti

Prima della finalissima

Concerto dei 4 protagonisti della finalissima del concorso

conduce John Vignola (Radio 1 Rai)

  • 23.00 Piazza C. Battisti

DJ Set

DOMENICA 17

  • 18.00 Centrale Plus (Piazza della Libertà, 23)

Fausto Pellegrini

Incanto. Viaggio nella canzone d’autrice

con Carlotta Tedeschi e Paolo Notari

  • 18.30 Cortile Palazzo Conventati

Carlotta Natoli

A tu per tu con un’attrice a tutto tondo

Cinema e fiction, tra umanità ed ironia

con Michela Pallonari

  • 18.45 Piazza C. Battisti

Angélique Kidjo

La più importante voce della musica africana si racconta

con John Vignola




Giornata internazionale dello Yoga, due iniziative in Città

San Benedetto del Tronto festeggia la Giornata internazionale dello yoga con due iniziative

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il 21 giugno è la Giornata internazionale dello yoga e la città si prepara a festeggiarlo con due iniziative.

Il 21 giugno, infatti, è la data scelta dalle Nazioni Unite per celebrare la Giornata Internazionale dello Yoga, istituita ufficialmente nel dicembre del 2014 dall’Assemblea Generale dell’ONU con il supporto di ben 175 Paesi.

L’Unione Sportiva Acli Marche, nell’ambito del progetto regionale “Sport senza età” dell’Unione Sportiva Acli Marche grazie al contributo dell’Asur Marche (ai sensi della deliberazione di Giunta regionale 1118/2017), col patrocinio dell’amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto, in collaborazione con il Teatro delle foglie, ha infatti programmato due iniziative che si svolgeranno presso il giardino “Nottate de luna” in viale Tamerici.

Si tratta di due lezioni di yoga dalle ore 7,30 alle ore 8,30 e dalle 19 alle 20, guidate dall’insegnante Eugenia Brega.

Per partecipare è necessario portare il proprio tappetino o un asciugamano, per i nuovi iscritti è necessario arrivare 10 minuti prima dell’inizio della lezione per la registrazione dei dati anagrafici.

La partecipazione è gratuita.

Per ulteriori informazioni si possono visitare la pagina facebook Unione Sportiva Marche o il sito www.usaclimarche.com ma anche contattare l’insegnante Eugenia Brega (3358119319).