Massimo Bisotti, ”Karma City” alla Palazzina Azzurra

San Benedetto del Tronto – Massimo Bisotti presenterà il libro ”Karma City” venerdi 21 Giugno alle ore 21,30 alla Palazzina Azzurra. E’ il primo evento della XXXVIII edizione di Incontri con l’Autore organizzata da I Luoghi della Scrittura, la Fabbrica dei Fiori con il patrocinio ed il sostegno dell’Amministrazione Comunale e dalla Regione Marche. Conversa con l’Autore Alessandra De Angelis

Massimo Bisotti è nato e vive a Roma, ha studiato Lettere, suona il pianoforte ed è appassionato di psicologia. Dice di sé di avere iniziato a scrivere perché le sue parole rimarginassero le ferite e si chiudessero in cicatrici. Nel 2012 ha pubblicato il suo romanzo di esordio La luna blu (prima edizione Psiconline, seconda edizione 2013 Ultranovel), che è stato uno dei casi editoriali dell’anno. Il successo è stato confermato dal romanzo seguente, Il quadro mai dipinto (Mondadori 2014). Nel 2016 è uscito Un anno per un giorno (Mondadori).

Il LIBRO
Amanda, Mary Jane, Sarah, Joy, Robin, Yuki, Zac, Sasha hanno tra i venticinque e i quarant’anni e ognuno di loro ha una sua storia particolare: Zac ha una discoteca di successo e gli è appena stata diagnosticata una brutta malattia; Amanda è una milionaria famosa sui social ma sente di aver costruito solo rapporti superficiali; Sasha è un tatuatore e ghost writer e soffre per i mancati riconoscimenti; Mary Jane è una scrittrice che ha perso l’ispirazione e non riesce a trovare l’amore…

Tutti e otto sono insoddisfatti della loro vita. Per questo accettano la proposta, che viene da uno psicologo conosciuto online, di abbandonare la loro esistenza quotidiana e trasferirsi su un’isola che sembra offrire loro la possibilità di ripartire da zero.

Un luogo bellissimo e appartato, lontano dalla confusione del mondo, in cui si può decidere se lavorare o vivere di rendita, in riva al mare ma con luoghi che riportano l’anima in contatto con la sua parte più vera.

Passano i mesi, si creano legami, amori, amicizie profonde. Ma brividi scuotono il gruppo che si è venuto a formare. Forse il sogno di un luogo ideale è soltanto un’illusione…




Play List – Estate 2019

HEY, MA – Bon Iver
GIVING UP – Whitney
CATTAILS – Big Thief
ONE MORE TIME – Bedouine
ZOO EYES – Aldous Harding
CIRCUMSTANCE – Eleni Mandell
FREE TO AIR – Body Type
SHEPHERD’S WELCOME – Bill Callahan
FOLLOW THE BREATH – Sebadoh
DID WHAT I DID – Jon Bryant
NATURE’S COURSE – David Allred
MIDNIGHT SUN – Calexico and Iron & Wine
MOONLIGHT MOTEL – Bruce Springsteen

 

 




Dal 5 al 7 luglio torna il Lars Rock Fest con Cloud Nothings, Wolfmother e tanti altri

CHIUSI SCALO (SI) – A meno di un mese dall’inizio della sua ottava edizione il LARS ROCK FEST, festival ad ingresso gratuito organizzato dall’Associazione Culturale GEC Gruppo Effetti Collateralie dedicato alle sonorità inidie-alternative internazionali ed italiane, dal 5 al 7 Luglio presso i Giardini Pubblici di Chiusi Scalo, presenta il programma completo di concerti e attività collegate che danno vita alla sua edizione 2019.

La serata di apertura venerdì 5 luglio vedrà, oltre al concerto già annunciato dei canadesi METZ, considerati come una delle migliori formazioni in circolazione quando si parla di alternative rock e punk-hardcore con tre album per la mitica Sub Pop di Seattle, i live del progetto post-hc romano LAGS e quello dei KINT da Modena, il super gruppo punk-noise-posthardcore con membri di Death Of Anna Karina e RedlineSeason.

Protagonisti della seconda serata del LARS ROCK FEST 2019 saranno i CLOUD NOTHINGS da Cleveland (USA), in arrivo in Italia per presentare l’ultimo album che ha confermato il quartetto come una delle band rock and roll più interessanti e significative dell’ultima decade, insieme ai calabresi MCKENZIE, artefici di un’originale miscela italo-core e il dream pop/shoegaze psichedelico degli HUMAN COLONIES da Bologna.

A rendere memorabile la serata finale domenica 7 luglio ci penseranno gli australiani WOLFMOTHER, la band capitanata da Andrew Stockdale che sulle orme di formazioni storiche come Led Zeppelin, AC/DC ed Aerosmith è riuscita nel tempo ad ottenere un ampio seguito mondiale. Con loro sul palco il trio stoner-rock romano BLACK RAINBOWS, con sei album all’attivo, svariati EP ed innumerevoli concerti sia in Italia che all’estero, e il collettivo audio-visual di Perugia BECOMING X.

A completare il programma musicale ci penserà il CAMPFIRE STAGE che ogni sera proporrà un after show intorno ad un falò. I gruppi che si esibiranno in questa cornice intima e suggestiva saranno Augustine (venerdì), One Glass Eye (sabato) e Dead Poets Society (domenica).

Come di consueto il programma del LARS ROCK FEST proporrà una serie di spazi ed eventi culturali nell’area del festival.

OPEN BOOK
Con il Lars Rock Fest torna Open Book: un’occasione imperdibile per toccare con mano pubblicazioni di grande qualità e avvicinarsi al mondo visionario, libero e creativo dell’editoria indipendente.
Per 3 giorni, Open Book offrirà un’immersione rigenerante nella resistenza culturale, a difesa della bibliodiversità e della pluralità di pensiero.
Inoltre quest’anno, Open Book accoglierà anche lo spazio riviste con la preziosa collaborazione di Firenze RiVista? e la partecipazione di Edicola 518?.
Il programma completo nell’evento ufficiale

Anche quest’anno il consueto spazio STREET MARKET permetterà al pubblico del festival di acquistare vinili, CD, fumetti, libri, abbigliamento e prodotti di artigianato, mentre quello dedicato alla ristorazione FOOD&DRINKS offrirà un ristorante, un’area street food ed una dedicata a birre e cocktail .
Completa il programma lo spazio ART&FUN con live drawing e laboratori artistici per adulti, ragazzi e bambini.

Per tutti coloro che verranno in treno o per chi pernotterà al campeggio sul lago di Chiusi oppure nel centro storico, sarà operativo il servizio LARS ROCK SHUTTLE, navetta gratuita a chiamata.

 

PROGRAMMA

Tutti i giorni:

17.00 – apertura street market, mercatino del disco, fiera dell’editoria indipendente Open Book
17.30 – apertura birreria e cocktail bar
19.30 – apertura ristorante e pub
19.30 – “9 studenti per 9 manifesti”. Gli studenti del III corso dell’Istituto Italiano di Design di Perugia espongono i loro elaborati progettati come esercitazione durante il corso di metodologie progettuali e le sperimentazioni di serigrafia fatte nel workshop con Mynameisbri. A cura di Daniele Pampanelli e IID
20.00 – dj-(sun)set
20.00 – live painting drawing con Biblioteca delle Nuvole e collettivo Becoming X
21:30 – inizio concerti Main Stage

Venerdi 05.07

18.00/19.00 – laboratorio per bambini con Chiara Dionigi (Collettivo Becoming X)
18.30/19.30 – Presentazione della graphic novel “4 vecchi di merda”, Coconino Press 2018, di Marco Taddei e Simone Angelini.
Fumetto horror ironico: quattro punk all’ospizio in un futuro vecchio, una distopia  contraddistinta dal classico humor nero e dal nichilismo che ha reso famosa la coppia. In collaborazione con TINALS che presenta “Sui Generis: this Is Not Punk”.
Con Andrea Provinciali, Marco Taddei e Simone Angelini.

Sabato 06.07

17.00 – Open Book ospita riviste internazionali e italiane in collaborazione con il festival fiorentino “Firenze Rivista” e con la partecipazione di Edicola 518

18.00/19.00 – “Go green! Restiamo al verde!”, letture e laboratorio per bambini per esplorare insieme il colore più ecologico dell’anno. A cura di La Sedia Blu – Firenze. Età 6-10 anni.

18.00/19.00 – Yoga con Eleonora. Una lezione di hatha vinyasa yoga per riequilibrare corpo, mente e respiro. A cura di Eleonora Ansano.

Domenica 07.07

17.30/18.30 – “D’AMAndo”, laboratorio per bambini. Costruiamo una dama con materiali di recupero e giochiamo insieme. A cura di Comitato Soci Coop di Chiusi e Legambiente. Età 6-10 anni.
18.30/19.30 – “Badabum che bum”, letture e musica. A cura di Biblioteca di Chiusi. Età 0-6 anni.
19.00/20.00 – Presentazione del libro “Rock Lit”, Jimenez edizioni 2018, di Liborio Conca.




Ottimi risultati per la Polisportiva Ragnola

San Benedetto del Tronto – Il lavoro porta sempre buoni frutti, ma nel caso della Polisportiva Ragnola ha portato a ottimi risultati. «Nonostante la nostra società – ha dichiarato il tecnico Alessio Morelli – punti a valorizzare decisamente lo scopo ludico della nostra attività, sono diversi i ragazzi interessanti che sono stati formati nel corso delle stagioni e che hanno ottenuto risultati importanti nelle varie competizioni alle quali hanno preso parte. Molti di loro hanno manifestato valori tecnici di prim’ordine e credo che lavorandoci sopra potrebbero crescere e diventare buoni calciatori. La nostra società è composta di amici che si aiutano nel nome dello sport e da questo spirito nascono i presupposti migliori per lavorare in modo concreto con i nostri piccoli atleti». La formazione Primi Calci, composta da atleti nati nel 2010, ha partecipato al campionato federale Pulcini, giocando contro avversari del 2009, ma non patendo mai la differenza di età e, anzi, ottenendo ottimi risultati. Il top del loro rendimento però è giunto sia alla Victory Cup, disputata nel Piceno e che da due anni vede la vittoria dei giovani biancorossi allenati da Danilo Poian e con Gianluca Di Donato dirigente accompagnatore, che alla Junior Soccer Cup e al trofeo Romagna Centro, giocatisi a Cesenatico, che hanno visto in entrambe le occasioni primeggiare le formazioni del Ragnola. Insomma, sono state poste basi importanti per guardare con serenità e speranza al futuro sportivo di questi giovani calciatori.

 




dalla Regione Marche

DELEGAZIONE DELLA COMMISSIONE EUROPEA IN VISITA ALLE “BUONE PRATICHE” DEL FERMANO. TAPPE A DIGITALIA E ARTIGIANELLI

Una delegazione della Commissione Europea guidata dalla “rapporteur” Adele De Angelis, oggi, accompagnata dall’assessore al Lavoro, alla Formazione e all’Istruzione Loretta Bravi, ha visitato due realtà del fermano che hanno realizzato “buone pratiche” grazie alle risorse europee messe a disposizione dalla Regione Marche. L’occasione è l’annuale riunione del Comitato di sorveglianza del Fondo Sociale Europeo Marche prevista per domani alle 9.30 a Villa Bonaparte a Porto San Giorgio.
Prima tappa alla cooperativa Digitalia di Rapagnano che ha ottenuto contributi grazie al bando per la creazione di impresa. La società si occupa di servizi a 360 gradi per la comunicazione aziendale e turistica. In particolare si pone l’obiettivo di far conoscere il territorio anche nei suoi aspetti meno noti. Per questo è nato il progetto dell’app in 6 lingue Touring Italia che una volta geolocalizzato l’utente è in grado di fornire qualsiasi tipo di informazione: dal posto dove dormire o assaggiare una tipicità, alle attrazioni nei dintorni, dai servizi utili come un meccanico o una farmacia all’outlet che organizza saldi. L’App collegata direttamente a Whatsapp e Facebook permette sia una facile condivisione delle informazioni, l’antico “passaparola”, che il virtual tour dei posti da visitare., Partita con le Marche, oggi Digitalia serve 14 regioni e l’obiettivo è coprire l’Italia intera.

Seconda tappa al Centro di formazione professionale Artigianelli di Fermo scelta dalla Regione come esempio di buona prassi da far visitare ai “rapporteur” europei. L’Istituto diretto da padre Sante Pessot al motto di “formazione delle competenze e cura educativa del ragazzo” vanta l’80% di occupazione per i suoi iscritti, il 100% per quanto riguarda il settore calzature. Presente alla visita anche Enrico Bracalente della Nero Giardini con cui è stato istituito un corso per operai qualificati per il calzaturiero a tutela del Made in Italy. “E’ un ottimo esempio di come si possano coniugare il mondo della scuola, della ricerca e dell’impresa – ha commentato l’assessore Bravi -. In questo modo si soddisfano sia l’esigenza delle aziende di personale qualificato sia quelle dei nostri giovani che vogliono trovare una occupazione. Tutte le volte che sono entrata in questo luogo ho imparato qualcosa e ringrazio tutti i soggetti coinvolti che hanno permesso alla politica di essere utile”.
Il Fondo sociale Europeo è il principale strumento usato dall’Unione Europea per sostenere l’occupazione dei cittadini dei Paesi membri. (ndr: Nelle foto la rapporteur De Angelis è la signora con la giacca turchese)

Ascoli ospiterà il Comitato di sorveglianza del Psr Marche: martedì 25 giugno, presso la Sala consiglio della Provincia, l’incontro tecnico per approvare la relazione annuale 2018.

Casini: “Vetrina per la città”

Ascoli Piceno ospiterà il Comitato di sorveglianza del Programma di sviluppo rurale (Psr) Marche 2014-2020. La riunione, a carattere tecnico, si svolgerà (martedì 25 giugno, dalle ore 9.30) presso la Sala consiglio della Provincia. Parteciperanno rappresentanti dell’Unione europea, del ministero delle Politiche agricole, della Regione (assessorato Agricoltura) e del territorio. All’Ordine del giorno c’è l’approvazione della relazione annuale di attuazione del Psr: da un punto di vista finanziario, riguarda 132 milioni di spesa pubblica, più del doppio di quella del 2017. “È un appuntamento importante per la città, che sarà al centro di un confronto amministrativo sulla certificazione e sulla correttezza di utilizzo delle somme, europee e nazionali, destinate allo sviluppo rurale delle Marche – anticipa la vice presidente Anna Casini – Sarà una vetrina per Ascoli che accoglierà i funzionari della Commissione europea e del Ministero con il fascino del centro storico. Inoltre il Psr ha avuto una dotazione aggiuntiva di risorse per fronteggiare il terremoto. Il Piceno è uno dei territori che necessitano dei fondi europei per ripartire. Rappresenta, quindi, una sede ideale per ospitare questo evento”. Il Psr 2014-2020 delle Marche ha una dotazione complessiva di oltre 696 milioni di euro (537,96 ordinari, ai quali si sono aggiunti altri 159 milioni del fondo di solidarietà post terremoto). Sostiene la competitività dell’agricoltura marchigiana, la valorizzazione delle risorse naturali, l’adattamento ai cambiamenti climatici, l’innovazione e lo sviluppo delle zone rurali. La Relazione annuale che andrà approvata dal Comitato di sorveglianza rendiconta quanto contabilizzato nel 2018 che ha visto oltre 132 milioni impegnati (contributi richiesti dagli agricoltori attraverso i bandi). L’ammontare complessivo degli impegni dal 2016 (anno di piena operatività del Psr) ha raggiunto quota 343 milioni (49 per cento della dotazione complessiva, che salirebbe al 64 per cento senza i fondi del terremoto). Il 2018 è stato particolarmente attivo anche per i pagamenti (somme arrivate agli agricoltori) che hanno riguardato 73 milioni di euro.

 




Musicultura, serate finali all’Arena Sferisterio

XXX edizione MUSICULTURA – Macerata dal 17 al 23 giugno

Serate finali all’Arena Sferisterio 20, 21, 23 giugno 2019

Domani a Musicultura: Sananda Maitreya & The Sugar Plum Pharaohs, Morgan, The BeatBox con Roma Philarmonic Orchestra, The André e Andrea Purgatori

Enrico Ruggeri e Natasha Stefanenko conducono il Festival

Macerata – Musicultura, il Festival della Canzone Popolare e d’autore condotto da Enrico Ruggeri e Natasha Stefanenko prosegue la tre giorni in diretta su Rai Radio 1, con la partnership di Rai3 Rainews 24, e Tgr per i festeggiamenti dei i suoi primi 30 anni con una nuova tornata di grandi ospiti: Sananda Maitreya & The Sugar Plum Pharaohs, Morgan, The BeatBox con Roma Philarmonic Orchestra, Andrea Purgatori e The André.

A sfidarsi a suon di note per l’ambito titolo di vincitore assoluto del Festival Musicultura, diretto da Piero Cesanelli, gli otto artisti finalisti dell’edizione 2019: Luca Bocchetti (Roma) con Furius; Francesco Lettieri (Giugliano, NA) con La mia nuova età; Lo Straniero (Asti) con Quartiere italiano; Lavinia Mancusi (Roma), con Ninù; Paolantonio (Catania) con Questa assurda storia; Gerardo Pozzi (Vittorio Veneto, TV) con Badabum; Enzo Savastano (Benevento) con Le mogli dei cantanti famosi; Francesco Sbraccia (Teramo) con Tocca a me.

Sananda Maitreya è uno di quegli artisti che quando imbraccia uno strumento o emette una nota materializza sul palcoscenico tutta la storia del blues e del soul e a Musicultura porterà una speciale testimonianza del suo grande e multiforme talento. Morgan, l’artista genuino e talentuoso del panorama italiano ritorna a Musicultura dopo quattordici anni per portare il suo sacro fuoco artistico sul palco del Festival. The Beatbox accompagnati dalla Roma Philarmonic Orchestra offriranno un grande omaggio alla leggenda dei Beatles. Quando si parla dei Beatles, The Beatbox è la migliore band europea per far rivivere le intense emozioni del quartetto di Liverpool: il rispetto per i brani originali, la cura dei dettagli, dalla strumentazione ai costumi, danno un tocco di sacralità ai loro live. La Roma Philarmonic Orchestra, diretta da Stefano Trasimeni, composta da quaranta elementi, ricreerà la veste sinfonica che ha contribuito a rendere immortali le canzoni dei Beatles.

Tra gli ospiti, The André il giovane artista nato come fenomeno su Youtube e passato subito ai dischi e ai tour. Il misterioso ragazzo che ha la stesa voce di De Andrè si esibisce a volto coperto con paio di occhiali polarizzati e una felpa col cappuccio, accompagnato solo dalla chitarra.

Atteso ospite della parola, nella seconda serata di Musicultura, Andrea Purgatori, giornalista d’inchiesta, sceneggiatore per TV e cinema, ha realizzato reportage sugli Anni di Piombo e sui grandi conflitti internazionali durante gli anni ’80 (Iraq, Iran, Algeria). Tra i film scritti Il muro di gomma (1991, Nastro d’Argento per la sceneggiatura), Il giudice ragazzino (1994, Golden Globe per la sceneggiatura), Fortàpasc (2009), L’industriale (2011) e il soggetto di Vallanzasca (2011). Conduce il programma Atlantide su La7.

Domenica 23 giugno appuntamento con la finalissima della XXX edizione del Festival. Sul grande palcoscenico dell’Arena Sferisterio si esibiranno Daniele Silvestri, Angelique Kidjo, Rancore e Carlotta Natoli. Sarà il pubblico presente alle serate ad incoronare il vincitore assoluto del Festival 2019 al quale andranno i 20.000 € del Premio UBI Banca. I biglietti per assistere alle serate di spettacolo sono in vendita sul circuito Vivaticket.

Info e programmi su www.musicultura.it




Popsophia, “É già ieri”

“É GIÀ IERI”

ON-LINE IL PROGRAMMA DELL’EDIZIONE DI PESARO 2019

“É già ieri” è il tema di Popsophia a Pesaro dal 4 al 6 luglio 2019: l’eterno ritorno del sempre uguale. I fenomeni della cultura di massa contemporanea riproducono costantemente cose già viste e già sentite. L’immaginario pop – dai revival musicali ai remake cinematografici, dalle politiche reazionarie alle mode retrò – ci traghetta in un paradossale futuro-passato.

“Questa vita, come tu ora la vivi e l’hai vissuta, 

dovrai viverla ancora una volta e ancora innumerevoli volte, 

e non ci sarà in essa mai niente di nuovo”

F. Nietzsche

Nel corso della tre giorni, il festival rifletterà con due Philoshow, spettacoli filosofico musicali e prodotti distintivi della rassegna, incentrati sull’eterno ritorno dei Beatles e sul cosa è rimasto di Woodstock, a cinquant’anni dal concerto che stravolse il rock. Ma in programma ci sarà pure un tributo ai novanta di Sergio Leone e alla sconvolgente contemporaneità della serie televisiva già cult “Black Mirror”, con il pubblico che sarà tutt’altro che spettatore silente.

Il nostro ragionare prende forma giovedì 4 luglio, alle 18, al cortile di Palazzo Mosca, dove inaugureremo “E’ già ieri” con i saluti di apertura. Alle 18.30 c’è una doppia lectio pop. La prima conUmberto Curi che riflette su “Il circolo del tempo” e il suo eterno ritorno alla Nietzsche. Poi Nicla Vassallo interviene sull’eterno ritorno dell’ignoranza, fantasma che si profila con insistenza sul mondo contemporaneo. Al termine condivideremo un calice di vino con la Cantina Colonnara e Pisaurum. Alle 21.30, per POPism, il caporedattore del TGR Rai Maurizio Blasi racconta l’esperienza del giornalismo della nostra regione, tra luoghi e storie delle Marche.

Alle 22 c’è una meditazione a partire da Black Mirror, con Andrea Colamedici e Maura Gancitano (Tlon) e la loro conferenza interattiva. Che verrà orientata dal pubblico presente e online.

Venerdì 5 luglio ripartiamo dal cortile di Palazzo Mosca alle 18.30 con Fabio Camilletti e “Il ritorno degli spettri”, figure di una simbologia che non è stata mai elaborata. Alle 19 parliamo di felicità con Ilaria Gaspari, che vede nelle scuole filosofiche antiche ricette utili per il presente. Concludiamo il pomeriggio con un brindisi (che rinnoveremo alle 23.30) per darci appuntamento poi alle 21 con i saluti di apertura in Piazza del Popolo e con Simone Regazzoni, alle 21.10. A lui il compito di introdurci al Philoshow delle 21.30 su “Yesterday – Ieri è arrivato improvvisamente. L’eterno ritorno dei Beatles”, spettacolo ideato e diretto da Lucrezia Ercoli, con l’intervento di Massimo Donà e l’ensemble musicale Factory. Alle 23 torniamo al cortile di Palazzo Mosca con i Tiratardi, dove Riccardo Dal Ferro fa un passaggio nei mitici anni Novanta.

Sabato 6 luglio l’apertura del cortile alle 18.30 è affidata a Cesare Catà, sul tempo e la perdita da Virginia Woolf e il film “A Star is Born”.

Alle 19 Andrea Minuz celebra Sergio Leone a novant’anni dalla nascita, salutandoci con un calice alle 19.30 (brinderemo anche alle 23.30). Alle 21.10, in Piazza del Popolo, Salvatore Patriarca introduce con il mito dell’eterna giovinezza il Philoshow delle 21.30, che si intitola “Paradise Lost – A cinquant’anni da Woodstock”. Con ospite Alessandro Alfieri. Un requiem di un mondo perduto. L’ultimo Tiratardi al cortile è alle 23 con Tommaso Ariemma e un viaggio nella filosofia degli anni Ottanta. Tutti gli ingressi sono gratuiti e la frequenza ha valore di aggiornamento per docenti (prenotazioni a info@popsophia.it).


SCARICA IL PROGRAMMA >>

“E’ già ieri” è promosso dal Comune di Pesaro con la Regione Marche, organizzato dall’associazione culturale Popsophia con l’ideazione e la direzione artistica di Lucrezia Ercoli.www.popsophia.it




Incontri con la Danza, collettiva di pittura ad Altidona

Altidona – L’estate di Altidona nel fermano prosegue con varie esposizioni d’arte contemporanea da non perdere. Dopo la “Casa degli Artisti”, che ha già aperto le porte a turisti e residenti con una serie di mostre personali di cui ricorderemo il calendario pubblicando la locandina, ora è la volta della Galleria Sotto L’Arco, sempre in centro storico, che ospiterà la collettiva dal titolo “incontri con la Danza”. Quest’ultima esposizione potrà essere visitata tutti i giorni con ingresso libero dal 29 giugno al 14 luglio 2019 dalle ore 18:00 alle ore 23:00.

La mostra organizzata dal Centro Studi Biodanza dell’Adriatico, con il patrocinio del comune di Altidona raccoglierà le opere di 14 artisti uniti da un’unica tematica, la danza.
La danza intesa come espressione del corpo, dell’anima e anche della natura. Il movimento, la fluidità dei gesti che porta a danzare la vita stessa.



ConTatto è Amore: tre serate alla Palazzina Azzurra con ospiti illustri

San Benedetto del Tronto – Il 19 giugno, presso il municipio di S. Benedetto del Tronto, alla presenza del sindaco Pasqualino Piunti, è stata presentata ufficilamente la terza edizione di “ConTatto è Amore”, l ‘originale iniziativa che offre alla cittadinanza e ai turisti, un insolito connubio tra “Cultura, Musica e Ballo”.

Si tratta della versione estiva di “La Psiche in Comune”, il ciclo di conferenze psicoeducative, con cadenza mensile, proposte alla cittadinanza dal maggio 2017, dall’Assessorato alle Pari Opportunità: un’ occasione costante per di riflettere sui valori fondamentali della vita e sulle buone prassi capaci di promuovere il benessere fisico e mentale.

Questa versione estiva, è nata dalla sinergia con l’amica e Consigliera Comunale Brunilde Crescenzi” afferma l’Assessore Antonella Baiocchicon la quale condivido la nostalgia dei passati fulgori della palazzina Azzurra, quando era uno dei più importati centri di musica di qualità e ritrovo aggregativo”.

La rassegna anche quest’anno prevede tre serate, che si divideranno sempre in questa maniera: una prima parte con inizio ore 20,45, centrata su conferenze con personaggi illustri e una seconda parte (ad inizio 22,15) centrata sulla musica intramontabile, in cui il pubblico può riversarsi in pista a ballare “Come una Volta” anche “il ballo della mattonella”.

Si è dichiarata fiera e soddisfatta la consigliera Brunilde Crescenzi, che anche questa volta si presta simpaticamente a svolgere l ruolo di presentatrice: “Abbiamo voluto ideare una formula capace di unire il sociale all’aspetto ricreativo, modalità che riteniamo fondamentale per rendere fruibili ai profani i temi non sempre facili che proponiamo nella rassegna. L’affluenza delle passate edizioni ci ha dato ragione”.

I tre appuntamenti di questa terza edizione prevedono ospiti illustri tutti presenti alla conferenza Stampa.

Il 22 giugno, aprirà la rassegna il dott. Attilio Cavezzi, chirurgo vascolare di fama internazionale, pluri premiato all’estero. Con la relazione «Sistema PNEI (Psiconeuroscienza) e longevità”, tratterà dei motivi alla base dell’invecchiamento e di come si possa cercare di migliorare la propria longevità mediante provvedimenti di nutrizione, attività fisica, nutraceutici, ormesi, meditazione, respirazione, resilienza e soprattutto regolazione del sistema PNEI. “Un buon 75 per cento della salute dipende da noi” ha affermato il dott Cavezzi“e solo il 25 dalla genetica”.

Poi, il 12 luglio, sarà la volta del dott. Mario Sfrappini, Direttore UOC Geriatria ASUR March, nonché Geriatra, Endocrinologo, Andrologo. Con la relazione «Terza Età e Qualità della Vita » tratterà dello straordinario allungamento della vita di oltre 20 anni, di cui oggi possiamo godere e di come questa magnifica opportunità sia purtroppo ancor oggi non pienamente goduta e spesso mal spesa, a causa di una società impreparata perché ancora intrisa di pregiudizi nei confronti dell’anziano. “La felicità di ognuno di noi è strettamente legata alla qualità delle relazioni e non solo al benessere fisico” afferma il dott. Sfrappini” e il soggetto anziano oggi si trova spesso isolato e ghettizzato, mentre invece potrebbe avere un ruolo fondamentale all’interno del tessuto comunitario della società, attraverso il tempo e la saggezza che potrebbe donare”.

Nell’ultima serata del 9 agosto, si affronterà il tema della Fede con Don Luis Araujo, Parroco Acquasanta Terme, Filosofo, Teologo, Giudice Ecclesiastico nella diocesi di Ascoli Piceno. Con la relazione «La cultura dell’Amore, della Pace e del Rispetto: punti di forza e di debolezza» Don Luis relazionerà sul tema dell’Amore riflettendo su come l’odio e l’ostilità affondino le radici nella qualità delle relazioni e nei fallimenti che ci si trova a vivere. “La cattiveria umana, più che essere un problema culturale legato a sistuazioni esterne” afferma Don Luis “è qualcosa di strettamente connesse al fallimento delle relazioni umane di cui si fa esperienza nella vita”.

Presente in conferenza anche il DJ ch animerà la prima serata, Aldo D’Aponte, il quale ha ricordato il ruolo fondamentale anche terapeutico, della musica che tocca il cuore e del ballare in una maniera che faciliti il contatto dei corpi.

Le altre due serate verranno animate dal DJ Cristian De Razza.

Le tre conferenze saranno riprese da Domenico Braccetti e visibili in differita sul sito del Comune nel settore Pari Opportunità.

Un sentito ringraziamento all’Associazione ARTE VIVA, nella figura del suo presidente Elio Giobbi, per il prezioso aiuto.




dalla Città

Imposta di soggiorno, le novità del 2019

Con l’approvazione di due recenti delibere, l’Amministrazione comunale è intervenuta sull’imposta di soggiorno. Nello specifico, con la Deliberazione Consiliare n. 11 del 23/03/2019, è stato modificato il Regolamento in materia, mentre con la Deliberazione di Giunta Comunale n. 26 del 01/03/2019 sono state approvate le relative tariffe per il 2019.

Gli interventi più significativi riguardano:

– l’ampliamento del periodo di applicazione dell’imposta dal 1° giugno al 15 settembre (art.2 comma 4 del Regolamento).

– l’estensione dell’imposta, per ogni pernottamento nelle strutture ricettive, fino ad un massimo di n. 7 pernottamenti consecutivi (art.2 comma 5 del Regolamento).

– le modifiche della misura delle imposta tra le diverse strutture ricettive per l’anno 2019.

 

Per gli ulteriori dettagli, consulta questa pagina

 

San Benedetto del Tronto, 20-06-2019

ConTatto è Amore: tre serate alla Palazzina Azzurra con ospiti illustri

 

 

 

Operazione Gdf su tassa di soggiorno: nota del Sindaco Piunti

 

 

San Benedetto Città d’aMare 2019

Ecco il programma degli eventi dell’estate 2019 contenuti nel cartellone “San Benedetto Città d’aMare”.

 

Consulta il calendario

San Benedetto del Tronto, 20-06-2019