da Grottammare

da Grottammare

Tutti i martedì c’è il Mercatino “De Legrotte”

Fino al 3 settembre con gli autori del “fatto a mano” nelle aree pedonali del centro

Torna il “fatto a mano” a colorare le sere estive del martedì nel centro cittadino. A partire dal 2 luglio, una settantina di artigiani e creativi si ritroveranno settimanalmente nelle aree pedonali di Corso Mazzini e del lungomare della Repubblica per l’edizione 2019 del “Mercatino De Legrotte”.

La manifestazione è organizzata dagli uffici del Servizio Attività produttive e si svolgerà fino al 3 settembre, dalle ore 17 a mezzanotte.

Gli espositori del settore “Artigiani” sono 16 (calzature, borse, pelletterie, abbigliamento, tessitura, ricamo, maglieria, gesso, gioielli in metallo), 31 gli “Hobbisti” (tombolo, gioielli in rame, cartoline, francobolli, merletti, piccola oggettistica in legno, fimo, cappelli, magliette con stampe, biancheria antica, gioielli realizzati con pietre dure) e 21 sono i “Creativi” (ceramica, uncinetto, dipinti, saponi, bigiotteria, cucito, occhiali e orologi in legno).

“Il mercatino estivo del lungomare centrale è ormai un successo consolidato, grazie alla scelta, ormai quinquennale, di scommettere su una sua gestione diretta da parte del Comune – commenta l’assessore allo Sviluppo e alla Promozione Lorenzo Rossi – L’attesa tra residenti, turisti e attività commerciali, che spesso mi chiedono notizie sul suo avvio, dimostra che la decisione è stata apprezzata: le merci vendute sono all’insegna del ‘fatto a mano’, gli espositori pagano tariffe più basse della media e il Comune incassa più che in passato, e anche viabilità e parcheggi ne hanno giovato. Un ringraziamento va ai dipendenti dell’ufficio Commercio che hanno dimostrato come il pubblico non ha nulla da invidiare al settore privato”.

29.06.2019

Verde privato e rischio incendi, invito alla cura

Disinfestazione anti-zanzare, trattamenti in corso nella notte del venerdì

Zanzare nel mirino, ma la collaborazione dei privati è essenziale per rendere efficaci le attività di disinfestazione in corso durante la bella stagione.

Il Comune di Grottammare ricorda a tutti i proprietari, conduttori, detentori o aventi diritto a qualsiasi titolo di giardini, aree agricole non coltivate, aree verdi urbane incolte, lotti inedificati,  e responsabili di cantieri edili, che è necessario provvedere allo sfalcio delle erbe infestanti e alla loro rimozione, alla regolazione delle siepi e al taglio di rami sporgenti che si protendono sulle strade comunali e a mantenere, in generale, in corretto stato di manutenzione i terreni di qualsiasi natura e destinazione.

Il dispositivo è contenuto nell’ ordinanza sindacale n. 88/2016, che soprattutto in questo periodo è importante tenere presente anche per evitare il proliferare di insetti di ogni genere, ratti, rettili o di altri inconvenienti igienico-sanitari. Non ultimo per limitare il rischio incendi, altissimo nelle giornate torride d’estate. Il controllo sul rispetto dell’ordinanza è affidato al Comando di polizia locale.

Gli interventi di disinfestazione  antizanzare sono programmati sempre per il venerdì notte, a partire dalla mezzanotte fino alle ore 6.00, su tutte le aree verdi pubbliche, parchi e giardini, alvei dei torrenti compresi, con trattamenti antilarvali e adulticidi, a seconda dei periodi di riproduzione degli insetti. Il trattamento è esteso anche alle vie di comunicazione più importanti (SS16, s.p. Valtesino e Lungomare) del comune di Grottammare.

La disinfestazione è effettuata con automezzi dotati di attrezzature che nebulizzano il prodotto commerciale “Garban”, da parte della ditta Quark srl di Jesi,  che ha ottenuto l’appalto triennale (2019-2021) di una serie di servizi per l’ambiente (derattizzazione, disinfestazione e fumigazione sul territorio comunale e sulle strutture pubbliche) al costo complessivo di € 31.210,65.

“Continuiamo a portare avanti gli interventi di disinfestazione larvicida ma la maggior efficacia si ha anche con l’aiuto del privato, che interviene nelle aree di proprietà – afferma l’assessore alla Sostenibilità, Alessandra Biocca -. Un appello ai cittadini affinché adottino tutti gli accorgimenti utili ad evitare il proliferare di questi animali. Pulire regolarmente le aree verdi, specie quelle non utilizzate, impedire il formarsi di ristagni di acqua, anche nei sottovasi domestici sono buone abitudini che aiutano molto in questa battaglia. Va infine ricordato che il Comune può intervenire solo in spazi ed edifici pubblici, mentre occorre rivolgersi a ditte specializzate per problematiche che emergono nelle proprietà private”.

Durante gli interventi, in via precauzionale, è consigliabile tenere chiuse le finestre delle abitazioni che si affacciano sulle pubbliche vie, di non lasciare all’aperto derrate alimentari, biancheria, panni stesi ad asciugare, animali e di eliminare l’acqua ristagnante dai sottovaso delle piante. Si raccomanda inoltre di non sostare negli ambienti aperti durante e dopo il trattamento.
In caso di maltempo, il trattamento non effettuato verrà riprogrammato e svolto nella data successiva.

29.06.2019

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com