Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 10:48 di Dom 23 Feb 2020

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

Fabrizio Cesetti

image_pdfimage_print

Fitch conferma il rating della Regione Marche a ‘BBB’ e riconosce un profilo di credito standalone pari a ‘aa-‘

Cesetti: ”Sono molto soddisfatto di questi risultati”

L’agenzia internazionale di rating Fitch, pur confermando il rating di lungo termine della Regione Marche limitato al valore del rating della Repubblica italiana pari a ‘BBB’ con prospettive negative, per la prima volta ha riconosciuto alla Regione Marche anche un profilo di credito standalone (cioè senza considerare il contesto nazionale) pari a ‘aa-‘, superiore al rating della Repubblica italiana. Nell’ambito delle Regioni a statuto ordinario valutate da Fitch, le Marche sono la Regione con il profilo di credito standalone più elevato.

“Sono molto soddisfatto di questi risultati – commenta Fabrizio Cesetti, assessore regionale al Bilancio – soprattutto perché in un periodo di ripresa dell’economia ancora lenta e con il costante rischio di tagli aggiuntivi delle risorse da parte del governo centrale, Fitch riconosce la comprovata capacità della Regione di gestire le proprie finanze anche in condizioni di stress finanziario”.

Anche il rating di breve termine è stato confermato al valore ‘F2’.

L’agenzia, in particolare, ha considerato come punti qualificanti il debito di entità modesta e fortemente sostenibile e il buon livello di liquidità. Ha inoltre sottolineato, soprattutto con riferimento alla sanità, la gestione efficiente delle risorse, che consente alla Regione Marche di fornire servizi pubblici di buona qualità.

Fitch, infine, ha apprezzato, rimarca l’assessore “gli accantonamenti prudenziali effettuati dalla Regione e ha evidenziato come la spesa per investimenti da parte della Regione, finalizzata a ristrutturazione di ospedali, trasporto pubblico locale, viabilità, sostegno al settore agricolo ed alle piccole e medie imprese, si manterrà nei prossimi anni su valori superiori rispetto a quelli registrati nel biennio 2015-2016”.


Il presidente Ceriscioli all’inaugurazione della Piazza delle Terme Romane a Comunanza

Più avanti le daranno un nome in ricordo di qualche personaggio, ma per il momento verrà chiamata Piazza delle Terme Romane, dai resti dell’antico complesso termale rinvenuti durante il suo rifacimento. È stata inaugurata oggi pomeriggio (15 giugno, ndr) la nuova piazza di Comunanza (Ap), oggetto di un restyling da parte del Comune, che ha saputo perfettamente integrare le testimonianze archeologiche con una funzionalità moderna provvista di spazi per adulti e giochi per bambini. ‘Mi voglio complimentare per questa bella realizzazione – ha commentato il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, intervenuto alla cerimonia inaugurale -. Le piazze sono per eccellenza lo spazio dell’aggregazione, fondamentale per l’uomo, che non è un’isola ed ha bisogno di incontrare gli altri per stare insieme e fare comunità. In questo luogo troviamo punti di riferimento sia per i più giovani e i bambini, sia per i più grandi. I comuni che riqualificano gli spazi aperti hanno questa grande virtù, quella di pensare alle cose semplici che però servono alla propria comunità’.

In particolare, il presidente ha apprezzato la tipologia di intervento realizzata a Comunanza, che ha saputo valorizzare pienamente le antiche vestigia romane, come il calidarium, recuperandole ed integrandole nel contesto. ‘Si è scelto di non lasciare questi resti dove erano, ma di renderli visibili – ha continuato – una scelta che mostra sensibilità per l’identità storica del luogo. Cercheremo come Regione di dare un piccolo contributo, come facciamo per altri luoghi, come riconoscimento per quanto fatto per questo spazio’.

L’inaugurazione, alla quale erano presenti anche il Presidente della Provincia di Ascoli Piceno Sergio Fabiani e i primi cittadini dell’Unione Montana, è stata anche occasione per l’insediamento ufficiale dell’appena riconfermato sindaco Alvaro Cesaroni e della giunta: ‘Per me essere qui oggi significa sentire la nostra regione come una grande comunità – ha concluso il Presidente – questo luogo riunirà le persone, questi momenti riuniscono le comunità. Quindi 1500 e passa di questi giorni all’amministrazione che oggi si è insediata: che possa continuare a lavorare con impegno e qualità. Non c’è giorno migliore di quello dell’insediamento per poter esprimere questo in bocca al lupo al sindaco’

 

 

 

Il presidente Luca Ceriscioli in visita a diverse realtà produttive della provincia pesarese

 

Aziende leader nei diversi settori di attività: Codma, Techfem e Profilglass

“ Sempre più dagli incontri sui territori emergono le Marche virtuose del saper fare, una regione operosa e vitale che non finisce mai di stupire!” Così il presidente della Regione, Luca Ceriscioli ha commentato al termine degli incontri che anche ieri pomeriggio sono proseguiti nelle realtà produttive e socio sanitarie marchigiane. Ieri è stata la volta della provincia pesarese, vicino a Fano, dove Ceriscioli , insieme al vicepresidente del Consiglio regionale, Renato Claudio Minardi e al sindaco di Fano, Massimo Seri ha prima visitato Codma, organizzazione di produttori nata dall’unione delle Cooperative ed Associazioni Ortofrutticole delle Marche, che operano da più di 60 anni. Un’occasione per riflettere sul tema dell’agricoltura nelle Marche, sull’eccellenza delle sue produzioni e sulla difesa dei prodotti tipici.

Quindi in altre due aziende leader nei loro settori: la Techfem, impresa specializzata e vocata all’innovazione tecnologica  in soluzioni ingegneristiche per impianti in piattaforme oil&gas. Nasce nel 1984 da un gruppo di professionisti e manager provenienti da Snamprogetti S.p.A. Oggi Techfem è una società indipendente di ingegneria e servizi alla costruzione, con sedi in tutta Italia e società estere operative. Il tour si è poi concluso alla Profilglass, azienda leader nella lavorazione dell’alluminio: laminati, settore edile, automotive, elettronica , meccanica. Occupa 800 dipendenti e lavora oltre 180 tonnellate di alluminio all’anno, leader internazionale con una notevole attività di export in 85 Paesi.

 

 

 

 

 

 

Le 15 Bandiere Blu delle Marche

 

 

 

© 2019, Redazione. All rights reserved.




15 Giugno 2019 alle 14:17 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata