dalla Città

dalla Città

Festa della Madonna della Marina, ecco il programma

Torna, come ogni anno, la festa della  Madonna della Marina. Così il sindaco Pasqualino Piunti introduce il programma dell’edizione 2019

dav

“Diamo a turisti e residenti il benevenuto alla Festa della Madonna della Marina, la “festa delle feste” come viene definita, a rimarcare il grande valore che la comunità sambenedettese attribuisce a questo vero e proprio evento di popolo.
La “Festa della Marina” è infatti una preziosa occasione per tutti i sambenedettesi di ritrovarsi uniti nel segno della devozione ma anche di celebrare una storia plurisecolare, quella che ha costruito le fondamenta di San Benedetto del Tronto. La cultura del mare permea tutt’oggi, nonostante il rapido cambiamento dei costumi e dell’assetto sociale ed economico, la vita della città.
Vorrei sottolineare come questa edizione si caratterizzi per la condivisione di intenti tra il Comune e tutti i soggetti, associativi ed istituzionali, che non hanno fatto mancare il loro sostegno affinché la Festa riesca nel migliore dei modi: volontari, appassionati, professionisti, uomini e donne che rivestono pubbliche funzioni, tutti hanno lavorato motivati dal raggiungimento di un obiettivo comune, rendere la ricorrenza ancora una volta un’opportunità per stare bene insieme, in tranquillità e in allegria.
L’altro elemento che sento il dovere di mettere in evidenza concerne la particolare attenzione che, in linea con le azioni che stiamo svolgendo sin dal nostro insediamento, abbiamo prestato ai meno fortunati. Abbiamo deciso di riservare un’intera area a ridosso dello spazio centrale della festa alle auto dei disabili. Anche con questi piccoli accorgimenti, secondo noi, la ricorrenza può essere pienamente vissuta da un’intera comunità.
Mi auguro che tutti possiate apprezzare gli sforzi compiuti perchè anche questa edizione sia all’altezza della storica tradizione della “Festa delle Feste”.

San Benedetto del Tronto, 23-07-2019
dove
Piazzale Mar del Plata
quando
Dal 25 al 28 luglio 2019
a cura di

Associazione “San Benedetto in Festa”

Rinasce il Consiglio comunale dei ragazzi

l Consiglio comunale, nella seduta del 20 luglio scorso, ha approvato il regolamento per l’istituzione del consiglio comunale dei ragazzi, un obiettivo previsto dal programma di mandato dell’Amministrazione Piunti nel quale si legge che i lavori e le proposte che ne scaturiranno “potranno essere spunto per la formulazione di idee progettuali da portare concretamente avanti e/o sostenere, in linea con i reali bisogni della città e con adeguato coinvolgimento dei ragazzi nella fase attuativa dei progetti”.

Il regolamento, che manda in pensione quello approvato nel 1998, prevede che il Consiglio dei ragazzi sia composto da 18 membri, 6 per ognuno dei 3 Istituti Scolastici Cittadini – I.S.C. (3 maschi e 3 femmine), che eleggerà presidente e vicepresidente e poi sindaco e vicesindaco. Resterà in carica due anni. La Giunta, composta da 5 membri scelti anche dal di fuori dei componenti il Consiglio, è nominata dal Sindaco. Entro il 15 ottobre dovranno essere presentate alle segreterie delle scuole le liste elettorali e gli studenti – elettori potranno esprimere fino a due preferenze nel rispetto della parità di genere.

La delibera spiega che l’istituzione dell’organismo discende da precise disposizioni normative nazionali ed internazionali, dalla Convenzione O.N.U. sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, alla Carta Europea di Partecipazione dei Giovani alla vita Locale e Regionale del 2003 fino alla legge n.176 del 27 maggio 1991 che prevede il diritto dei bambini ad essere ascoltati in tutti i processi decisionali che li riguardano e il corrispondente dovere, per gli adulti, di tenere in adeguata considerazione le opinioni.

“Al di là delle norme – spiega l’assessore alla pubblica istruzione Annalisa Ruggieri, relatrice del provvedimento – quello che ci premeva era creare un luogo formalmente riconosciuto dove gli studenti delle scuole medie inferiori, ragazzi e ragazze che iniziano a formarsi una coscienza civica, possano arrivare a definire, secondo regole democratiche, proposte condivise da sottoporre a noi amministratori in tema di qualità di vita dei più giovani. Per chi governa un territorio, avere un punto di vista privilegiato su un mondo così variegato e spesso difficile da interpretare come quello dei ragazzi può rappresentare un contributo davvero importante per amministrare la cosa pubblica”.

San Benedetto del Tronto, 23-07-2019

Manovre di disostruzione pediatrica, i corsi hanno salvato tre bimbi

Grazie ai loro genitori, che hanno avuto la prontezza di effettuare in tempo la manovra di disostruzione delle vie aeree da corpo estraneo (un cucchiaio di minestrina, un’oliva, uno spicchio di mela) i piccoli Morgan di 9 mesi, Marika di 19 mesi e Giuseppe di 5 anni hanno ricevuto la vita “per una seconda volta”.

Si tratta dei tre bambini salvati a San Benedetto del Tronto grazie ai corsi di primo soccorso pediatrico organizzati dal Comune e condotti dalla pediatra Franca Di Girolamo che, a tal proposito, afferma: “Ho sempre creduto nel valore della informazione e della formazione. Queste vite salvate sono la conferma che ogni adulto, dal genitore ai nonni, dalle baby sitter agli addetti alle mense scolastiche, dalle educatrici e alle insegnanti, dovrebbe conoscere le manovre salvavita”.

Aggiunge l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di San Benedetto del Tronto Emanuela Carboni: “Sentitamente ringrazio la pediatra Franca Di Girolamo per il suo encomiabile e nobile impegno nell’impartire lezioni di “manovre salva-vita”, impegno profuso negli anni in maniera continuativa e gratuita a beneficio di tutti i cittadini, piccoli e grandi, della nostra città. L’Amministrazione comunale è fermamente convinta dell’importanza vitale di sostenere tali corsi, tanto che è già in cantiere la programmazione di nuovi appuntamenti per il nuovo anno scolastico, proprio con la dott.ssa Franca Di Girolamo, anche a seguito dell’interesse dimostrato dai partecipanti, in particolare dai genitori e dalle educatrici dei servizi educativi 0-3 comunali, all’ultimo corso di primo soccorso pediatrico svoltosi nel febbraio 2019, in occasione del quale il “Gruppo Gabrielli”, con il progetto “Infanzia”, donò a tutti i corsisti il libretto sulle manovre di primo soccorso pediatrico.”

TESTIMONIANZE

Prima testimonianza ottobre 2014

“Il Corso di disostruzione pediatrica ha già salvato una vita…Grazie Franca”

Carissima Franca,aiutanovenerdì 31 ottobre ad ora di cena presso la nostra Comunità “Casa A. Agostini” a Spinetoli in provincia di Ascoli Piceno, Giovanna, una mamma ospite della struttura, ha “salvato” Morgan, un bimbo di 9 mesi che stava soffocando mentre mangiava a tavola la minestrina. Il piccolo mentre assumeva voracemente la minestra somministrata dalla mamma, dopo alcuni colpi di tosse, ha smesso di tossire ed è diventato violaceo. La mamma presa dallo sgomento non sapeva reagire, mentre Giovanna che aveva assisto al corso da te tenuto un mese fa, è prontamente intervenuta. Ti riporto la sua testimonianza:

“Prima del corso non sapevo nulla di manovre di primo soccorso. Quando ho visto Morgan diventare viola …. mi sono tornate in mente le immagini del corso, e senza rendermene conto ho agito d’impulso, l’ ho capovolto e dopo tre o quattro colpi sulla schiena, il piccolo ha espulso la minestrina e ha ripreso a respirare.”

Questo episodio a lieto fine conferma l’importanza del tuo grande impegno e professionalità a trasmettere queste pratiche salvavita in giro per il mondo.

Grazie a te e a Maxim e Giulia istruttori della “Salvacuore CPR & AED partner”.

Data: 4 novembre 2014

Fabio Mariani

Direttore Agenzia di Formazione “Ama Aquilone”

Seconda testimonianza aprile 2019

Un ringraziamento speciale a lei dottoressa Franca Di Girolamo per averci insegnato le manovre di disostruzione pediatrica , senza le quali nostra figlia di 19 mesi sarebbe morta sabato scorso soffocata da un’oliva…. Il terrore si è impossessato di noi in pochi secondi , ma dopo aver tentato più volte le manovre siamo riusciti a salvarle la vita. Grazie davvero per organizzare questi corsi di disostruzione pediatrica, che tutti i genitori dovrebbero seguire con attenzione. Ogni genitore spera che non debba mai averne bisogno, ma al momento del bisogno fanno davvero la differenza…

Grazie dal profondo del cuore ! ??????

Terza testimonianza luglio 2019

“Qualche giorno fa abbiamo sfiorato una tragedia, il nostro piccolo Giuseppe di 4 anni stava per morire soffocato da un pezzo di mela..attimi di terrore che non dimenticheremo mai..non credevamo ai nostri occhi che stava succedendo proprio a noi eppure si,improvvisamente aveva smesso di parlare e di respirare,era diventato scuro in volto,neanche riusciva a tossire per quanto fosse già totalmente ostruito,vedevamo il suo visino sfinito e la sua forza di reagire che svaniva..È stato fondamentale il corso tenuto da lei Dottoressa Franca di Girolamo qualche tempo fa, al Comune di San Benedetto del Tronto, dove spiegava le manovre di disostruzione..ed è stato grazie a quello, alla manovra di Heimlich, messa in atto più volte, se il nostro bambino oggi è qui con noi ancora vivo .Grazie alla sua insistenza nell’assistere a questi corsi che sono fondamentali (addirittura lo fa anche a tempo perso nel suo studio tra una visita e l’altra) perché nel momento del bisogno e in questo caso hanno salvato la vita di nostro figlio?Grazie

 

 

San Benedetto del Tronto, 23-07-2019
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com