dall’Amat

dall’Amat

LUNEDÌ 8 LUGLIO IL TAU A GROTTAMMARE CON LETTERE A SENECA

CONVERSAZIONE TEATRALE CON VERONICA BARELLI E LUCILIO SANTONI

 

Lunedì 8 luglio prosegue a Grottammare il ventunesimo TAU/Teatri Antichi Uniti, rassegna regionale di teatro classico che in una coniugazione funzionale e gradevole di beni e attività culturali offre l’opportunità di fruire i luoghi di interesse archeologico per la spettacolarizzazione restituendoli a un ampio uso dall’impegno congiunto di MiBACRegione MarcheSoprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle MarcheAMAT e tredici Comuni marchigiani che ospitano la rassegna.

L’appuntamento al Bagno della Regina è con Lettere a Seneca, conversazione teatrale con Veronica Barelli e Lucilio Santoni

La vita di Seneca fu tutto un alternarsi di trionfi e sventure, un groviglio di contraddizioni e di ambiguità, da cui però il filosofo non si lasciò mai coinvolgere e travolgere completamente, serbando acuto il senso della provvisorietà del vivere, sempre pronto a staccarsi senza rimpianto dalle cose, aperto a infinite possibilità, privo di illusioni ma anche di amarezza. Il suo amico e discepolo Lucilio prova a rispondere alle sue lettere dopo duemila anni.

Ingresso gratuito. Informazioni: Ufficio Cultura Comune 0735 739240.

TAU, LUNEDÌ 8 LUGLIO AD ASCOLI PICENO

TROIANE DI STEFANO ARTISSUNCH

 

 

Lunedì 8 luglio con Troiane per la regia di Stefano Artissunch prosegue al Teatro Romano di Ascoli Piceno il TAU/Teatri Antichi Uniti, rassegna regionale di teatro classico che in una coniugazione funzionale e gradevole di beni e attività culturali offre l’opportunità di fruire i luoghi di interesse archeologico per la spettacolarizzazione restituendoli a un ampio uso dall’impegno congiunto diMiBACRegione MarcheSoprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle MarcheAMAT e i tredici Comuni marchigiani che ospitano la rassegna.

Troiane porta in scena la guerra vista attraverso gli occhi degli sconfitti. Euripide inizia la tragedia nel momento in cui Troia è già caduta e della città non rimane che un rogo immenso. I troiani giacciono morti dopo l’immane carneficina; le loro donne, folli di dolore, attendono prigioniere di conoscere il loro destino. L’orrore e lo strazio sono focalizzati nella prospettiva delle vittime, dei corpi umiliati e spogliati delle loro identità. La tragedia di Euripide urla una denuncia radicale alla guerra; è un dramma universale, in cui ogni epoca può rispecchiarsi. Il destino degli sconfitti si articola in emblematiche figure femminili che rappresentano altrettanti ruoli e altrettante esperienze travolte dalla spirale della violenza, Elena, Ecuba, Andromaca, Cassandra: una regina privata del trono, una vedova cui viene ucciso l’unico figlio, una figlia ritenuta da tutti una povera pazza. Su tutte incombe il trauma della perdita e dello sradicamento: la partenza verso un altrove che significa schiavitù e miseria. Artissunch guidando i suoi allievi attraverso la coralità, come dimensione di dolore condiviso e generalizzato, fa emergere le tragiche vicende di Ecuba, Andromaca, Cassandra ed Elena che si intrecciano alla storia di un popolo il cui annientamento ricorda tante vicende dolorose che hanno insanguinato la storia fino ai nostri giorni.

In scena ci sono: Maria Federica CiabattoniMaria Antonietta CrocettiClaudia Curzi, Daniela Giardini, Giampiero GiorgiPaola MasciovecchioEliana SimonettiAlessandra Ventura,Mirko VelleiSilvana VerrocchioCostantino TondiAndreii VydetsFrancesco ZocchiEnrico Zunica

Info: Biglietteria Teatro Ventidio Basso 0736 298770. Inizio spettacolo ore 21.30.

 

 

 

MU.N MUSIC NOTES IN PESARO MARTEDÌ 9 LUGLIO

SECONDO APPUNTAMENTO ALLA CHIESA DELL’ANNUNZIATA

Proseguono alla Chiesa dell’Annunziata i concerti di MU.N – Music Notes in Pesaro, rassegna di musica classica curata da Eugenio Della Chiara, promossa dal Comune di Pesaro in collaborazione con AMAT che propone una programmazione musicale dal Settecento ai nostri giorni con cadenza settimanale. Martedì 9 luglio un ensemble d’eccezione – composto da Marco VerginiCecilia CartocetiLorenza Merlini e Sebastiano Severi – accosta due dei massimi capolavori del repertorio per quartetto con pianoforte, il Quartetto in Sol minore K. 478 di Wolfgang Amadeus Mozart e ilQuartetto in Sol minore op. 25 di Johannes Brahms. Questi brani, entrambi composti dai loro rispettivi autori poco prima dei trent’anni, sono percorsi da un robusto impeto giovanile e allo stesso tempo ordinati da una sopraffina – e precocemente raggiunta – maestria nell’uso del materiale musicale.

Marco Vergini (pianoforte) inizia la sua formazione musicale presso il Conservatorio Statale “G. Rossini” di Pesaro, dove debutta come solista con orchestra a soli dodici anni eseguendo il concerto in sol minore di F. Mendelssohn. Studia da principio con il M° Ettore Peretti per poi proseguire dal 1996 con il M° Giovanni Valentini, con il quale si diploma nel duemila presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro con lode e menzione d’onore. Dal ‘97 inizia a perfezionarsi all’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri col Maestro” di Imola dove si diplomerà nel 2003.

Cecilia Cartoceti (violino) formatasi con il M° Dejan Bogdanovich, si è diplomata con lode a 17 anni presso il Conservatorio Rossini di Pesaro. Dopo il superamento di audizione internazionale, ha studiato per vari anni con il M° Salvatore Accardo all’Accademia Stauffer di Cremona e all’Accademia Chigiana di Siena. Diplomata in Musica da Camera presso l’Accademia Nazionale di S. Cecilia di Roma, ha completato la sua formazione presso l’Accademia del Teatro alla Scala di Milano e la Scuola di Musica di Fiesole; si è inoltre perfezionata con C. Parazzoli, F. Manara, V. Tretyakov, Z. Bron.

Lorenza Merlini (viola) inizia gli studi al Conservatorio di Firenze con il Maestro A. Vismara, per poi diplomarsi nel 2015 al Conservatorio S. Cecilia di Roma nella classe del M L. Sanzò. Ha seguito inoltre per tre anni il corso di perfezionamento con il M D. Rossi a Castel San Giovanni (PC) prima di iscriversi nella sua classe al Master in Music Performance del Conservatorio della Svizzera Italiana (Lugano). Attualmente frequenta l’ultimo anno di Master. Ha frequentato vari corsi di perfezionamento solistico cameristico e orchestrale con i M D. Rossi, L. Sanzo`, F. Merlini, A. Ghedin, B. Giuranna.

Sebastiano Severi (violoncello) ha intrapreso gli studi musicali all’età di sette anni con il Maestro Lionello Godoli, proseguendo poi in Inghilterra (United World College of the Atlantic) con Sharon McKinley. Nel 1997 ha conseguito il Diploma di Violoncellista alla Regia Accademia Filarmonica di Bologna, diventandone Accademico, e nel 1998 si è diplomato presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano sotto la guida del Maestro Rocco Filippini, del quale è stato allievo anche presso l’Accademia Stauffer di Cremona. Si è poi perfezionato con M. Brunello, M. Scano e per la musica da camera con PierNarciso Masi, Krista Butzberger e con il Trio di Milano. Nel 2013 ha conseguito il Diploma di II livello in Violoncello Barocco col massimo dei voti, Lode e Menzione d’onore, sotto la guida di Mauro Valli.

Prevendita presso biglietteria Tipico.Tips 0721 34121, biglietterie circuito AMAT (www.amatmarche.net), call center 071 2133600, Chiesa dell’Annunziata 334 3193717 la sera del concerto dalle ore 20.

Inizio concerto ore 21.15.

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com