In diretta da Maranello

Maranello, 2019-09-22 – In diretta da Maranello

 

 

 

 




Fermana – Samb 1 a 1

Fermo, 2019-09-22 – Nel giorno della spedizione dei mille Cernigoi gela il Recchioni, la Samb fa la gara e un autogol di Carillo regala il pareggio ai canarini. Ma è già l’ora di pensare all’incontro con il Modena in programma mercoledì 25 ottobre alle 18.30 al tempio del tifo

 

 

 

Fermana

Gemello; Iotti, Comotto, Scrosta, Sperotto; Ricciardi (55′ Persia), Mantini (80′ Bellini), Urbinati; Petrucci (55′ D’Angelo), Cognini (64′ Maistrello), Liguori (55′ Bacio Terracino)

A disp. Palombo, Mane, Manetta, Rolfini, Molinari, Fiumicetti, Tedone

All. Destro

 

 

Samb

Santurro; Rapisarda, Miceli, Carillo, Gemignani; Gelonese (90′ Bove), Angiulli, Frediani (90′ Trillò); Orlando (67′ Volpicelli), Cernigoi, Di Massimo (55”Rocchi)

A disp. Raccichini, Biondi, Trillò, Zaffagnini, Bove, Piredda, Brunetti, Di Pasquale, Garofalo, Panaioli

All. Montero

 

 

Arbitro Luigi Carella di Bari assistito da Antonio Severino di Campobasso e Veronica Vettorel di Latina

Marcatori 12′ Cernigoi, 26′ Liguori

Ammoniti: 23′ Liguori, 29′ Petrucci, 39′ Gelonese, 50′ Comotto, 75′ Carillo, 81′ D’Angelo, 82′ Urbinati, 82′ Angiulli, 90′ +6′ Bellini

Serie C Girone B 2019-20 Risultati e Classifica 5a G

 

 

 

 

 

 

 

 




Papa Pio IX al centro del 51° incontro Das Andere

Ascoli Piceno – Sabato 21 settembre alle ore 18:00 presso la libreria Rinascita, si è svolto il 51° incontro dell’associazione culturale onlus Das Andere. L’evento, introdotto da Francesca Angelini e moderato dal presidente Giuseppe Baiocchi, ha visto ospiti lo studioso don Curzio Nitoglia e il presidente dell’Istituto di studi storici beato Pio IX, prof. Fernando Crociani Baglioni.La figura storica dell’ultimo Papa Re, Papa Pio IX, oggi beato da Santa Romana Chiesa, è certamente delle più avvincenti: riformatore, costruttore di opere ingegneristiche come le ferrovie, fine teologo e convinto oppositore all’Unità d’Italia. Punto focale della conferenza è stato quello di sdoganare i luoghi comuni intorno alla sua figura, come quella della fine dello Stato Pontificio, etichettato spesso come Stato arretrato, invaso – senza dichiarazione di guerra – dal neo-costituito Regno d’Italia nel 1860 e successivi 1867-70. Don Curzio Nitoglia invece si è concentrato sull’aspetto anti-liberale e anti-modernista del Sommo Pontefice, analizzando i suoi dogmi e il concilio Vaticano I. L’assocazione ringrazia il nuovo assessore alla cultura prof.Donatella Ferretti per la presenza e il nutrito pubblico che ha seguito l’incontro con forte interesse.




Anche Grottammare festeggia la settimana europea dello sport

Con lo yoga e la ginnastica a corpo libero posturale

GROTTAMMARE – Anche Grottammare festeggia la settimana europea dello sport, iniziativa della Commissione Europea in programma da lunedì 23 a domenica 30 settembre.

“Lo sport e l’attività fisica – sostiene la Commissione Europea nell’indire questa manifestazione – contribuiscono in modo determinante al benessere dei cittadini europei. Attualmente il livello di attività fisica è tuttavia in fase di stagnazione e addirittura in calo in alcuni paesi. La settimana europea dello sport rappresenta una risposta a tale problema. La mancanza di attività fisica non solo ha un impatto negativo sulla società e sulla salute delle persone, ma comporta anche costi economici. Lo sport ha inoltre il potenziale di rafforzare i messaggi di tolleranza e di consolidare la cittadinanza in tutta Europa. Promuovere il ruolo dello sport come strumento di inclusione sociale aiuterà ad affrontare le problematiche riscontrabili nella società europea”.

A Grottammare, grazie alla collaborazione tra amministrazione comunale, assessorato allo sport ed alla salute, U.S. Acli Marche e Circolo Acli APS ASD, sono in programma in questa settimana alcune iniziative che hanno come tema proprio la promozione dell’attività fisica, lo sport come strumento di prevenzione della salute e come strumento di inclusione sociale.

Lunedì 23 settembre alle ore 10, presso il Centro anziani Ischia I in via Domenico Bruni 2, proseguirà il progetto “Equilibrio e movimento per la salute”. L’iniziativa, che ha preso il via nel mese di maggio, rientra nel progetto “Sport senza età”. Si tratta di una iniziativa voluta e cofinanziata dall’Asur Marche (ai sensi della Deliberazione di Giunta Regionale numero 1118/2017) e dall’amministrazione comunale di Grottammare, assessorato allo sport ed alla salute.

L’azione progettuale “Equilibrio e movimento per la salute”, è un corso di ginnastica a corpo libero e posturale, si terrà  fino al 18 dicembre ogni lunedì e mercoledì dalle ore 10 alle ore 11.

La direzione tecnica è affidata alla professoressa Sara Piunti.

La partecipazione al progetto è gratuita e per aderire al progetto e per partecipare basta presentarsi sul luogo di svolgimento 5 minuti prima dell’inizio per la registrazione dei dati anagrafici.

Giovedì 26 settembre, alle 19, sempre presso il Centro anziani Ischia I in via Domenico Bruni 2, proseguirà il corso di yoga olistico. L’iniziativa si svolgerà dalle ore 19 alle ore 20, ogni giovedì fino al 19 dicembre. Il progetto nasce dalla collaborazione tra Circolo Acli ASD APS Romero, Teatro delle foglie, U.S. Acli Marche, Coop Alleanza 3.0, Assessorato allo sport ed alla salute del Comune di Grottammare e prevede lezioni di yoga del respiro, hatha yoga, yoga tibetano, yoga dei meridiani, yoga a coppie, yoga nidra e rilassamento.

Per le iscrizioni e per informazioni al corso di yoga olistico si può contattare l’insegnante Eugenia Brega (3358119319).

Per ulteriori informazioni si possono consultare il sito www.usaclimarche.com, la pagina facebook “Unione Sportiva Acli Marche” oppure chiamare il numero 3442229927.




Rugby World Cup, Italia – Nabibia 47 a 22

Vittoria e bonus offensivo per l’Italrugby che inizia il proprio Mondiale conquistando 5 punti. A Osaka la squadra di Conor O’Shea batte 47-22 la Namibia nel primo incontro valido per il Girone B alla Rugby World Cup.

 

Osaka (Giappone), 2019-09-22 – Partita chiusa nelle prime battute di gioco che viene sbloccata al sesto minuto di gioco: da una touche sbagliata dagli Azzurri all’altezza del centrocampo arriva la prima meta del match con la Namibia che recupera l’ovale e riparte velocemente finalizzando la manovra con Stevens. Loubser trasforma per il 7-0 momentaneo. L’Italia rialza subito la testa e con la propria fisicità in mischia pareggia i conti cinque minuti più tardi con una meta tecnica realizzata all’altezza dei pali. Al 13’ ghiotta occasione per ribaltare il risultato con Mbandà che scappa sulla fascia sinistra ma che viene fermato a pochi metri dalla linea di meta avversaria. L’Italrugby crea ma spreca occasioni in attacco non riuscendo a concretizzare una ghiotta occasione al 18’:

varco trovato da Benvenuti, palla consegnata a Tommaso Allan che a sua volta trova libero Jayden Hayward che non sfrutta al meglio l’assist del compagno di club e Nazionale commettendo in avanti a pochi metri dal possibile vantaggio Azzurro. La squadra di Conor O’Shea preme sull’acceleratore e sull’asse Benetton arriva il sorpasso al minuto 26: Morisi fa valere la sua forza nelle gambe trovando un varco nella metà campo della Namibia per poi consegnare l’ovale a Tebaldi che a sua volta vede l’arrivo di Allan che va in meta in mezzo ai pali. Dopo una nuova occasione sprecata dagli Azzurri su una ripartenza di Hayward che non trova Padovani sul lato destro d’attacco, sul versante opposto Ruzza con un passaggio no-look regala a Tebaldi l’assist che vale la terza meta italiana, trasformata da Allan, con le squadre che vanno negli spogliatoi sul 21-7.

 

All’inizio del secondo tempo l’Italia trova subito la meta del bonus offensivo con Bellini che raccoglie un grabber millimetrico di Benvenuti andando a segnare accanto alla bandierina sul lato sinistro d’attacco. Nonostante la pioggia battente la partita si vivacizza e nella girandola di cambi arriva la quinta meta dell’Italrugby con Carlo Canna che raccoglie l’assist di Parisse segnando a pochi metri dai pali con lo stesso numero 22 che trasforma per il momentaneo 35-7 che pochi minuti dopo cambia in 35-10 con il calcio piazzato di Loubser da circa 25 metri in posizione centrale. La squadra di Davies sfrutta il momento a proprio favore accorciando le distanze con Greyling che raccoglie l’ovale da una mischia ordinata e va in meta sfruttando un varco nella difesa italiana per il momentaneo 35-15 al 58’. Gli Azzurri, che non concretizzano tutte le occasioni in proprio favore con alcune azioni confuse in attacco, riescono ad incrementare il numero delle mete segnando con Polledri che finalizza una maul nata dopo una touche sul lato destro d’attacco che vale il 40-15 al 70’ con Canna che non centra i pali nella seguente trasformazione.  Nei minuti finali arrivano le mete di Minozzi – abile a sfruttare la propria velocità raccogliendo un assist di Canna – e Plato che vengono trasformate inchiodando il risultato sul 47-22.

Nella giornata di domani la Nazionale Italiana Rugby si sposterà a Fukuoka dove giovedì 26 settembre alle 16.45 locali (9.45 italiane) affronterà il Canada al Fukuoka Hakatanomori Stadium per l’incontro valido per la seconda giornata del Girone B nella Rugby World Cup.

Osaka, Hanazono Stadium – domenica 22 settembre ore 14.15 (7.15 ITA)

Rugby World Cup 2019, I turno Girone B

Italia v Namibia 47-22 (21-7)

Marcatori: p.t. 6’ m. Stevens tr. Loubser (0-7); 11’ meta tecnica Italia (7-7); 26’ m. Allan tr. Allan (14-7); 40’ m. Tebaldi tr Allan (21-7); s.t. 44’ m. Bellini tr. Allan (28-7); 47’ m. Canna tr. Canna (35-7); 50’ c.p. Loubser (35-10); 58’ m. Greyling (35-15); 70’ m. Polledri (40-15); 77’ m. Minozzi tr. Canna (47-15); 79’ m. Plato tr. Loubser (47-22)

Italia: Hayward (45’ Minozzi); Padovani, Benvenuti, Morisi, Bellini; Allan (45’ Canna), Tebaldi (59’ Palazzani); Parisse (cap.), Mbandà, Steyn (45’ Polledri); Ruzza (45’ Budd), Zanni; Pasquali (38’ Riccioni), Bigi (45’ Fabiani), Quaglio (45’ Ferrari).

All. O’Shea

Namibia: Tromp (67’ Walters); Plato, Newman (47’ Kisting), De La Harpe, Greyling; Loubser, Stevens (47’ Jantjies); Venter, Conradie, Kitshoff (41’ Katjijeko); Uanivi (cap), Lill (57’ Retief); Coetzee (57’ Theron), Van Jaarsveld (57’ Van dee Westhuizen), Rademeyer (57’ De Klerk)

All. Davies

Arb. Berry (AUS)

Calciatori: Loubser (Namibia) 3/4; Allan (Italia) 3/3; Canna (Italia) 2/3

Note: Campo in perfette condizioni. Forti raffiche di vento  e pioggia che in alcuni frangenti hanno condizionato il gioco al piede delle due squadre. Presenti 20.354 spettatori.

Punti conquistati in classifica: Italia 5; Namibia 0

Man of the match: Federico Ruzza (Italia)

da www.federugby.it

 

clicca i video:

 

 

Il viaggio di Angelo – seconda parte

… È tornato ????Vi ricordate di lui? L'avevamo lasciato a ????San Benedetto del Tronto: durante un allenamento #insieme a #Italrugby, un incontro speciale l'aveva spinto verso la ricerca… Dove l'avrà condotto?Il viaggio di #Angelo prosegue… Se volete sapere come (e verso quali lidi), a questo link ???? https://tinyurl.com/y27lx9o6 la seconda parte della sua romantica avventura ????#rugbypassioneitaliana

Pubblicato da Federazione Italiana Rugby su Martedì 17 settembre 2019