Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 12:50 di Mer 20 Nov 2019

da Macerata

di | in: Cronaca e Attualità

image_pdfimage_print

Venerdì 13 settembre 2019                                                                                                                                           

Il saluto del sindaco Romano Carancini agli studenti maceratesi.

 

“Siamo ai nastri di partenza e quindi buona corsa a tutti voi, care studentesse e cari studenti!

Nel compiere una piccola grande impresa, non è solo il traguardo ad avere importanza, ma anche l’impegno, il sacrificio e la passione con cui si affrontano le sfide.

Voi siete i primi protagonisti di quest’avventura su cui si basa il vostro futuro: un cammino a volte complesso ma certamente fondamentale per la vostra crescita, fatto di conoscenze, di arricchimento, di incontri e di confronti. Una tappa essenziale verso la maturità e verso lo sviluppo delle competenze e dei talenti.

Non fermatevi alle cose facili, vi spinga la curiosità a rinnovare ogni giorno i vostri interessi e a saper raccogliere con sguardo positivo tutti gli stimoli che la scuola può darvi, ponendovi sempre con atteggiamento di rispetto e di ascolto.

Questo contribuirà a rendervi delle persone mature e dei cittadini consapevoli, con una mente aperta, pronti ad accogliere il nuovo, capaci di mettere a frutto le vostre predisposizioni.

Spero inoltre che la scuola, questo spazio comune dove trascorrerete gran parte delle vostre giornate, possa rappresentare per voi una seconda casa, un luogo amico dove sentirsi parte di una comunità coesa che si conosce e si rispetta.

L’Amministrazione comunale vi affianca in questo percorso e lavora ogni giorno per garantire strutture nuove e sicure, spazi flessibili e capaci di adattarsi alle esigenze degli alunni e a una didattica innovativa, giardini per trascorrere del tempo all’aria aperta, palestre per continuare a educare anche nel tempo libero. Sicurezza, sostenibilità e flessibilità sono alla base del nostro impegno che spero possa aiutarvi a conquistare un futuro meritevole e a raggiungere il giusto riconoscimento delle vostre qualità, non lontano dal territorio che vi vede crescere e formarvi.

Auguro quindi agli studenti, agli insegnanti, al personale tecnico e amministrativo, a tutte le famiglie e anche alle istituzioni un buon anno scolastico e un positivo percorso di crescita e di collaborazione.”


venerdì 13 settembre 2019

Tutto pronto per l’inizio dell’anno scolastico a Macerata.

 

Tutto pronto in città per l’inizio del nuovo anno scolastico. Il suono della campanella lunedì prossimo, 16 settembre, richiamerà sui banchi di scuola 3.792 alunni delle scuole maceratesi dell’infanzia e delle primarie di primo e secondo grado. In particolare sono 907 i piccoli che frequenteranno la scuola materna, 1.729 gli alunni di scuola elementare, 1.156 gli studenti di scuola media inferiore.

“La riapertura delle scuole è un segno di speranza” afferma l’assessore alla Scuola Stefania Monteverde “è l’investimento della società sul futuro. Per questo il sistema pubblico garantisce il diritto allo studio con i servizi per il buon funzionamento. Noi siamo pronti”.

Al via infatti da lunedì tutti i servizi scolastici offerti dal Comune ad iniziare dalle mense, in funzione già dal primo giorno, che servono in tavola prodotti di qualità,  biologici e provenienti dalla filiera corta.

Le famiglie avranno tempo fino al 30 ottobre per iscrivere i propri figli alla mensa scolastica  ma il servizio inizia il primo giorno di scuola.

La qualità delle Mense Verdi Bio è uno dei punti di eccellenza tra i servizi scolastici del Comune.

E’ infatti riconosciuta anche dalle statistiche nazionali di FoodInsider, l’osservatorio sulle mense scolastiche italiane dove Macerata risulta al 7° posto tra 52 città (seconda nelle Marche) prese in esame per la qualità e la sostenibilità. Il dato sottolinea l’eccellenza nel settore del biologico, con oltre il 70% di prodotti bio utilizzati a scuola, e per la filiera di prossimità, in particolare per il progetto Pappa fish  che ha insegnato ai bambini, a consumare i prodotti ittici del proprio mare.

I cuochi sono un’altra peculiarità delle mense scolastiche del Comune. Sono in totale 48, tra lavoratori a tempo pieno e part time, tutti dipendenti del Comune con il risultato di garantire un maggior controllo su ciò che entra in cucina e quindi sulla qualità dei pasti. Servono a tavola una media di 1705 pasti al giorno nelle 12 mense del Comune.

Da lunedì pronto anche il servizio di trasporto scolastico. Sono 152 i bambini che usufruiranno dello Scuolabus mentre 172 si avvarranno delle navette gratuite per raggiungere il comprensivo Enrico Fermi (77 alunni) e l’Istituto Pannaggi (50 alunni) dove sono ospitate le classi trasferite dalle scuole colpite dal sisma. Sono inoltre 57 i ragazzi che potranno raggiungere le stesse scuole tramite un abbonamento al trasporto pubblico urbano.

In servizio sin da subito anche i 14 addetti alla vigilanza degli attraversamenti pedonali che si trovano vicino alle scuole primarie e secondarie di primo grado.

 

“Mense, trasporti, assistenza, sicurezza, progetti” prosegue l’assessore Monteverde “un grande impegno di comunità per i bambini, le bambine, i ragazzi, le ragazze insieme ai lavoratori della scuola, dai cuochi agli insegnanti, perché la sfida educativa coinvolge tutta la città. Buona scuola a tutti noi!”

 

In vista della riapertura dell’anno scolastico e dell’incremento del flusso di traffico, anche la Polizia locale ha intensificato i suoi servizi. Saranno 9, tra plessi scolastici e incroci principali, i punti presidiati nei primi giorni di scuola con più di 20 agenti e ufficiali la cui esperienza in materia di traffico sarà un’ulteriore garanzia di sicurezza. Il loro compito, in base alle direttive del Comitato per la Sicurezza e l’Ordine Pubblico svolto ieri in Prefettura,  sarà anche quello di presidiare la legalità a tutela dei minori e delle famiglie. Un’attività che avrà bisogno sicuramente di un adeguamento in base anche ai diversi andamenti di traffico che ci saranno nel corso  dell’anno scolastico e che quindi potranno essere adeguati alle esigenze del territorio. (sb)

 

venerdì 13 settembre 2019                                                                                                                                           

Inaugurazione esposizione “Nuovi Protagonisti e nuove idee di impresa per lo sviluppo del territorio maceratese

L’evento, promosso nell’ambito della mostra “Bauhaus 100”, presenta i progetti legati al primo bando START e un workshop sui distretti urbani per lo sviluppo di imprese culturali e creative

 

Il prossimo 20 settembre, nell’ambito della mostra “Bauhaus 100: imparare, fare, pensare” allestita dallo scorso mese di luglio a Palazzo Bonaccorsi in occasione dei cento anni della grande scuola tedesca, a Palazzo Pellicani Silvestri verrà inaugurata l’esposizione “Nuovi Protagonisti e Nuove Idee di impresa per lo sviluppo del territorio Maceratese” che presenterà  i progetti   partecipanti al primo bando del progetto START, indetto dal  Comune di Macerata, per la selezione di nuove idee di impresa a contenuto innovativo. Il programma della giornata includerà anche il workshop “Distretti urbani per lo sviluppo di imprese culturali e creative”.

 

  Disegnare il futuro e innovazione. Sono queste parole a rappresentare idealmente il fil rouge che lega i due eventi, da una parte appunto la mostra dedicata al Bauhaus il cui obiettivo è quello di recuperarne la memoria storica e ripensarne le influenze nel futuro interrogandosi se sia ancora possibile progettare mettendo al centro le idee e non le cose, dall’altra l’evento del 20 settembre nei locali dell’ex Banca d’Italia strettamente attinente al Progetto START, sostenuto da un’ampia rete di istituzioni, i cui obiettivi sono quelli di favorire la nascita e lo sviluppo di nuove imprese che perseguano modelli di business innovativi e sostenibili in settori coerenti con le eccellenze del nostro territorio, attraverso un ecosistema urbano in grado di promuovere l’imprenditorialità e l’innovazione.
Progetto che ad oggi ha consentito di emanare due bandi dedicati  rispettivamente a nuove idee di imprese  in settori economici coerenti con le eccellenze produttive del territorio e con la domanda di beni e servizi sostenibili della nostra città e alle  piccole e medie imprese che operano da non più di cinque anni.

Progetto a cui è legato anche l’avvio della riqualificazione dell’ex mattatoio, MATT, per la creazione di spazi per il lavoro condiviso, coworking, per la formazione e per eventi legati in particolare all’innovazione e alla creatività.  Il progetto è inserito all’interno dei finanziamenti FESR e FSE della Regione Marche 2014-020 nell’ambito del progetto ITI (Investimenti Territoriali Integrati urbani) “In-Nova Macerata”, per un importo complessivo di 600.000 euro.

 

“L’evento – interviene il sindaco Romano Carancini –  unisce, con armonia di intenti e di concezioni, la mostra allestita per i 100 anni del Bauhaus con la presentazione dei progetti legati al primo bando START. Nella cura che l’Amministrazione comunale vuole rivolgere ai giovani talenti è, infatti, prioritaria la componente di nuovi spazi di impresa creativa e sostenibile, unita al valore delle idee innovative che possano persistere e riprodursi nel tempo, mantenendo vivo il legame con il territorio e con le sue eccellenze.  In questo contesto, aver onorato l’impegno amministrativo di aprire opportunità di spazi ed economiche ai giovani che vorranno coltivare il loro talento avviando imprese, rappresenta un punto di arrivo per chi, con costanza e determinazione, porta avanti l’impegno pubblico per garantire il benessere e il futuro dei cittadini.

 

“L’inaugurazione della esposizione -afferma l’assessore Mario Iesari –  con la presenza dei ragazzi che hanno presentato i progetti partecipanti al bando, la loro interazione con i sostenitori del progetto Start e con le imprese invitate e i contenuti del workshop sono una occasione concreta per dimostrare i frutti che il progetto Start può generare secondo le nostre aspettative: nuove idee, voglia di intraprendere, scambio di conoscenze e sostegno. In definitiva sviluppo per il nostro territorio.”

 

La mostra che si sta realizzando all’interno dei locali di palazzo Pellicani Silvestri, infatti, nasce dalla volontà di mettere al centro del processo di START i suoi veri protagonisti ovvero i giovani e vuole essere un racconto dei progetti dei ragazzi che hanno partecipato al primo bando del Comune di Macerata ma anche delle loro storie professionali, delle competenze acquisite e degli obiettivi che si prefiggono.

 

“La mostra di Macerata Bauhaus 100. Imparare, fare, pensare  – interviene l’assessore alla Cultura Stefania Monteverde – è centrata proprio sulla forza innovativa del Bauhaus che prima di tutto fu una scuola per giovani,  il cui intento era innovare lo sguardo sugli oggetti e le cose in nome di un “abitare felice” possibile per tutti. Per questo è particolarmente felice coniugare la storia d’arte raccontata dalla mostra a Palazzo Buonaccorsi con i progetti innovativi di giovani creativi. Oggi lanciano prospettive inedite capaci di far nascere nuove imprese culturali e creative, un artigianato artistico di nuova generazione in cui dall’imparare nasce un fare e un pensare nuovi. Una bella sfida che guarda al domani.”

 

Il workshop “I distretti urbani per lo sviluppo delle imprese culturali e creative”, invece, sarà un’opportunità per riflettere sulle modalità attraverso cui un sistema urbano può essere motore di un nuovo modello di sviluppo, spesso centrato sulla produzione culturale, sfruttando le competenze dei centri universitari, gli investimenti nella riqualificazione urbana, le occasioni più facili per scambiare competenze e conoscenze. Quindi una iniziativa in cui verrà ricordato il progetto START ma anche un esempio concreto del tipo di ambiente stimolante che si intende creare in luoghi come il nuovo MATT dove il lavoro dei giovani innovatori ed imprenditori si confronta con le esperienze di chi ha svolto già un percorso importante in grado di trasferire competenze.

 

L’evento del 20 settembre, a ingresso libero, prenderà il via alle 9.30 con i saluti istituzionali del sindaco Romano Carancini e degli assessori all’Ambiente e alla Cultura, rispettivamente Mario Iesari e Stefania Monteverde. A seguire, alle 10, inizierà invece il workshop a cui porteranno il  proprio contributo Fabio Renzi segretario generale della Fondazione SymbolaFlorinda Saieva cofondatore Favara Farm Cultural ParkSimona Ciccale networker partner Talent Garden e Alessandra Micozzi docente universitaria e startupper.

 

Alle 12 è prevista l’inaugurazione della mostra ”Nuovi protagonisti e nuove idee di impresa per lo sviluppo del territorio maceratese” nel corso della quale i giovani che hanno partecipato al primo bando START del Comune esporranno i loro progetti e le loro aspirazioni. (lb)

 

 

© 2019, Redazione. All rights reserved.




13 Settembre 2019 alle 22:53 | Scrivi all'autore | | |
Tags:

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata