da Macerata

da Macerata

sabato 28 settembre 2019

Il cordoglio del sindaco Carancini e dell’Amministrazione comunale per la morte di Piero Cesanelli

Dolore e cordoglio del sindaco Romano Carancini, dell’assessore alla Cultura Stefania Monteverde di tutta l’Amministrazione comunale di Macerata per la morte di Piero Cesanelli fondatore e anima di Musicultura avvenuta oggi pomeriggio all’età 73 anni.

Piero è stato la figura centrale della musica d’autore degli ultimi quaranta anni – afferma il sindaco Romano Carancini – a suo modo una sorta di talent scout che ha dato opportunità a tanti giovani che per la prima volta hanno tentato il grande ‘salto’ nel mondo del professionismo e offerto la ribalta a tanti nomi storici della canzone italiana. Ha sempre avuto un grande pregio: quello di intercettare nuovi talenti e nuove espressioni musicali, penso a Simone Cristicchi, a Milko e il cane ma ne potrei citare tanti altri. Piero Cesanelli ha impersonato una delle scelte culturali più importanti della città che è Musicultura e il suo modo di vivere questa festa è sempre stato corale, insieme agli altri, lontano dai riflettori, sempre rifuggendo il ruolo del protagonista. Un uomo discreto e timido, profondo, un grande amico, sempre di stimolo nel confronto politico in merito alle scelte culturali. Vivo con grande dolore questa perdita per un uomo con il quale era bellissimo parlare di tutto.”

È una grande perdita per il mondo della cultura – dice invece l’assessore alla Cultura Stefania Monteverde -. Piero Cesanelli ha avuto il coraggio di coltivare un sogno e renderlo una grande impresa, continuare a cercare nei giovani quell’arte di mescolare parole e musica che ci ha consegnato la tradizione della canzone popolare d’autore. Oggi ci lascia una eredità importante: continuare a fare di Musicultura il luogo dove i generi si incrociano, le generazioni si incontrano, la cultura vola libera, l’umanità e le persone vengono prima di tutto. Questa città non smetterà di farlo con Ezio Nannipieri, compagno di viaggio, con Paola Promisqui, compagna di vita, e con tutta la squadra di Musicultura. Ciao Piero!”

sabato 28 settembre 2019

A Collevario indagine dell’Anteas sui bisogni relazionali dei pensionati

A Macerata, nel quartiere di Collevario, continua l’impegno dell’associazione di volontariato Anteas, in collaborazione con il Comune di Macerata e la CISL, con percorsi e iniziative concrete per essere vicini alle persone fragili e sole, ricostruire i legami sociali nella comunità territoriale e far crescere la fiducia reciproca.

A partire dal prossimo 1° ottobre, con l’aiuto del ricercatore Andrea Petinari e attraverso delle video interviste, Anteas si rivolgerà direttamente agli abitanti del quartiere per compiere un’indagine sui bisogni relazionali dei pensionati che lo abitano. Gli esiti delle interviste, che saranno restituiti alla cittadinanza con un’iniziativa pubblica nel prossimo mese di novembre, permetteranno ai volontari di progettare e realizzare iniziative mirate per rispondere ai bisogni rilevati.

L’invito è quindi di fidarsi, lascarsi intervistare e aiutarci insieme a rendere più bello, vivo e accogliente il nostro quartiere.

Sono tante le iniziative ricreative, culturali, formative e aggregative già realizzate negli ultimi tre anni, ossia da quando Anteas, sostenuta dalla CISL e dal Comune, ha scelto di dedicare un’attenzione particolare al quartiere di Collevario come “laboratorio” dove sperimentare l’impegno del volontariato in forme nuove di cura delle persone e dei legami comunitari.

Incontri sui temi della salute, della prevenzione, del contrasto alla ludopatie, un corso dedicato agli anziani sull’uso dello smartphone, visite culturali, ma anche feste, tombolate e momenti di aggregazione.

Tanti momenti e occasioni per stare insieme a cui se ne aggiungeranno quindi altri, con un unico obiettivo: incontrare e conoscere nuove persone e stringere i legami di vicinato, perché nell’amicizia e nella collaborazione ci si sente meno soli e anche gli anziani possono scoprire nuovi stimoli e nuove energie. 

Piero Cesanelli, cerimonia funebre martedì 1° ottobre alle ore 11 presso il Palazzo del Comune di Recanati

Domani, 30 settembre, verrà allestita la camera ardente (dalle ore 16 alle 20)  presso il Palazzo del Comune di Recanati per l’ultimo saluto.

 

Domani, lunedì 30 settembre 2019, sarà allestita presso il Palazzo del Comune di Recanati la camera ardente di Piero Cesanelli, ideatore e direttore artistico di Musicultura Festival, personaggio di spicco della cultura e della musica italiana, venuto  a mancare sabato scorso.

La camera ardente sarà aperta al pubblico – per l’ultimo saluto  dei parenti, dei colleghi e degli amici – dalle ore 16 alle ore 20.

La cerimonia funebre dell’amato direttore artistico di Musicultura si terrà martedì 1° ottobre alle ore 11, sempre presso Palazzo del Comune di Recanati.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com