Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 21:52 di Sab 19 Ott 2019

dalla Regione Marche

di | in: Cronaca e Attualità, dalla Regione Marche

image_pdfimage_print

APERTURA DELLE SCUOLE : L’ASSESSORE REGIONALE ALL’ ISTRUZIONE, LORETTA BRAVI IN VISITA AGLI ISTITUTI DI CERRETO D’ESI E DI PERGOLA

L’assessore regionale all’Istruzione-Formazione, Loretta Bravi , in occasione dell’apertura delle scuole, si è recata questa mattina in visita a due istituti scolastici: l’Istituto Comprensivo Italo Carloni di Cerreto d’Esi e l’Istituto comprensivo G. Binotti  di Pergola . A Cerreto d’Esi ha visitato tutto il complesso scolastico , dal Nido alle Primarie, alle Medie, accompagnata anche dal sindaco Giovanni Porcarelli . Qui l’assessore Bravi ha invitato i ragazzi a “saper cogliere il bello del luogo che li ospita e la fortuna di essere accompagnati in un fondamentale percorso formativo da docenti motivati e affettuosi.” Loretta Bravi ha anche messo in evidenza l’importanza delle scuole dell’entroterra e ha sottolineato come la comunità di Cerreto ha saputo “ investire in cura, attenzione e sicurezza degli edifici, come investimento nel valore dei futuri cittadini. “

Qundi a Pergola, accompagnata dalla dirigente provinciale dell’Ufficio Scolastico, Marcella Tinazzi, dopo aver visitato insieme ai bambini l’orto, i giardini e le attività botaniche di educazione ambientale, Loretta Bravi si è soffermata sul tema della flessibilità nelle autonomie che “ chiediamo per tutto l’entroterra.”  Quindi ha esaminato, insieme alla dirigente scolastica, le diverse progettualità che vanno anche nella direzione di conciliare i tempi di vita e di lavoro delle famiglie.

“La Regione Marche infatti – ha evidenziato infine l’assessore – si muove sul fronte educativo e dell’offerta formativa con una progettualità precisa che parte dal Nido e arriva all’alta formazione post universitaria. Una ratio organica che guida una serie di iniziative mirate e distribuite per ordini e gradi di istruzione che puntano non solo alla proposta qualitativa scolastica, ma anche a sostenere il welfare della famiglia.”


17 SETTEMBRE: PRIMA GIORNATA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DELLE CURE E DELLA PERSONA ASSISTITA

 

La Regione Marche aderisce alla prima Giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita, istituita dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nel giorno 17 settembre, con l’intento di promuovere il tema della sicurezza delle cure e della persona assistita.

Domani (17/09/2019) alle 9:00 presso il Palazzo Li Madou della Regione Marche, si terrà un Convegno promosso dal Centro Regionale per la Gestione del Rischio Sanitario e Sicurezza del Paziente, in rete con le altre regioni e nell’ambito delle attività promosse dalla Sub Area Rischio Clinico della Commissione Salute.

L’obiettivo dell’evento, indirizzato non solo agli operatori della salute ma anche ai cittadini, è quello di far conoscere le attività che quotidianamente vengono svolte dalle organizzazioni sanitarie per garantire alti livelli di sicurezza delle cure, parte integrante del diritto alla salute.

I focus tematici della giornata saranno: l’esperienza di un anno di attività del Centro Regionale per la Gestione del Rischio Sanitario e sicurezza del paziente; il ruolo delle direzioni aziendali nella sicurezza delle cure; la prevenzione degli errori in terapia con farmaci antineoplastici (Raccomandazione Ministeriale n° 14); la prevenzione della violenza e del danno agli operatori della sanità (Raccomandazione Ministeriale n° 8); la prevenzione delle infezioni correlate all’assistenza; la prevenzione delle infezioni del sito chirurgico; la sicurezza delle cure tra linee guida e responsabilità professionale.

Sarà dedicato, inoltre, ampio spazio alle riflessioni del Difensore Civico e di Cittadinanza Attiva sul tema della sicurezza delle cure.

Tale evento sarà l’occasione per mettere a confronto le best practice delle aziende del SSR, con l’intento poi del Centro Regionale per la Gestione del Rischio Sanitario e Sicurezza del Paziente di omogeneizzarle su tutto il territorio regionale, nella consapevolezza che la sicurezza delle cure deve rappresentare una delle finalità  prioritarie da perseguire per l’intero sistema.

 

 

Apertura Scuole: l’assessora Manuela Bora all’Istituto Sanzio di Falconara M.ma

 

Nuovo Centro clinico NeMo per le malattie neuromuscolari

 

© 2019, Redazione. All rights reserved.




16 Settembre 2019 alle 18:12 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata