dalla Città

dalla Città

Si lavora ad un lungomare “intelligente” per i non vedenti

Incontro in Comune con l’Unione Italiana Ciechi in vista del rifacimento del secondo tratto del viale nord

Si è tenuta stamane in Sala Giunta una riunione, convocata dagli assessori alle politiche sociali Emanuela Carboni e ai Lavori Pubblici Andrea Assenti, con l’Unione Italiana Ciechi, rappresentata dal presidente della sezione Ascoli e Fermo Cristiano Vittori, e i tecnici del Comune che si occupano della progettazione della riqualificazione del secondo tratto del lungomare nord.

All’incontro hanno partecipato i rappresentanti della ditta che ha da poco installato un sistema “intelligente” per la mobilità delle persone cieche o ipovedenti all’interno dell’hotel Bolivar, struttura interamente ripensata per essere a misura di persona con questo tipo di disabilità.

Questo sistema si chiama LVE – Loges Vet Evolution, e rappresenta appunto l’evoluzione del sistema di percorsi in rilievo che già conosciamo per comparire in diverse zone del centro cittadino.

Il sistema infatti prevede l’inserimento nella pavimentazione di trasponder che dialogano con la tecnologia Bluetooth con l’apposito bastone in dotazione alla persona. Il sistema gode dell’approvazione dell’Unione Ciechi perché testato con successo con oltre 1800 non vedenti.

Abbiamo chiesto un tavolo di confronto con azienda, Unione Ciechi e tecnici comunali – spiega l’assessore Carboni – perché siamo in una fase in cui è possibile ancora apportare modifiche al progetto per il lungomare e valutare i costi di questa soluzione che, lo abbiamo detto chiaramente con il collega Assenti, consideriamo un valore aggiunto di non poco conto in quest’opera. Senza considerare – aggiunge Carboni – che con un progetto così innovativo e che dedica così tanta attenzione alle necessità dei diversamente abili, sarà possibile attingere a cofinanziamenti comunitari”.

18 ottobre 2019

Si fa domanda per i contributi sull’acquisto dei libri di scuola

Scadenza fissata al 18 novembre, occorre allegare ISEE e scontrini

Sulla base delle scadenze imposte dalla Regione Marche che assegna i fondi ai Comuni, quello di San Benedetto del Tronto ha fissato a lunedì 18 novembre il termine ultimo per presentare le domande di accesso al beneficio della fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo per l’anno scolastico 2019/2020.

Possono richiedere il contributo il genitore dello studente o chi rappresenta il minore (o lo studente stesso, se maggiorenne) residente anagraficamente nel Comune di San Benedetto del Tronto che frequenta scuole secondarie di 1° grado (ex media inferiore) o di 2° grado (ex media superiore), anche ubicate in altri Comuni. L’ISEE della famiglia a cui appartiene lo studente non deve essere superiore ad € 10.632,94.

La domanda va redatta utilizzando esclusivamente il modello prestampato che può essere scaricato dal sito ufficiale del Comune www.comunesbt.it alla voce “Altri avvisi pubblici” oppure ritirato all’Ufficio Relazioni con il Pubblico, piano terra, o al Servizio Diritto allo Studio Trasporti Scolastici e Mense, 3° piano, del Municipio di Viale De Gasperi, e deve essere protocollata, si ripete, entro il 18 novembre 2019.

Alla domanda vanno allegati la dichiarazione sostitutiva unica delle condizioni economiche (ISEE) in corso di validità e la documentazione a supporto della spesa sostenuta per l’acquisto dei libri (fatture, scontrini), pena l’esclusione dal beneficio.

18 ottobre 2019

si parla di Piscina Comunale della discordia: le repliche di Valerio Pignotti e Matteo Cicconi

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com