dall’Amat

dall’Amat

Cento Teatri , si apre il sipario per la platea delle Marche

Si apre il sipario per la platea delle Marche, con l’AMAT al via una nuova, ricca e lunga stagione di spettacolo dal vivo nella regione dei “cento teatri”, un viaggio con più di 750 tappe (768 gli spettacoli della scorsa stagione) nelle migliori esperienze nazionali e internazionali destinate a un pubblico sempre più vasto che sfiora ormai le 200.000 presenze (194.282 i biglietti venduti nella scorsa stagione). Ascoli Piceno, Civitanova Manche, Fabriano, Fano, Fermo, Macerata, Pesaro, San Benedetto del Tronto, Senigallia, Recanati, Camerino, Urbino, Osimo, Jesi, Sant’Elpidio a Mare, Porto San Giorgio, San Severino, Maiolati Spontini, Corinaldo, Chiaravalle, Tolentino, Pollenza, Montemarciano, tanti altri teatri piccoli e grandi rendono unica e speciale l’esperienza teatrale, un’avventura vitale dai mille colori.

AMAT, soggetto che cura la formazione del pubblico e la distribuzione di spettacolo nelle Marche dal 1976, per la sua natura di organismo associativo di vasta scala (Regione Marche, 72 Comuni, Conservatorio Rossini di Pesaro, Conservatorio Pergolesi di Fermo e Azienda Teatri di Civitanova) è uno dei principali elementi del sistema dello spettacolo dal vivo nella regione, forte degli storici riconoscimenti ministeriali per il teatro (dal 1979), la danza (dal 1999), la musica (dal 2015) e il circo (dal 2018). La trasformazione in “Circuito Regionale Multidisciplinare”, avvenuta nel 2015, ha consentito di affrontare con competenza e passione una nuova avventura, grazie alla propria tradizione e alla rete consolidata di luoghi unici, vivificata dall’attenzione crescente di un pubblico partecipe per tutte le arti della scena.

Grandi classici, nuovi linguaggi della ricerca, danza, nuovo circo e musica animano la proposta teatrale delle Marche che offre tante occasioni di incontro – impossibile citarle tutte – con imperdibili capolavori e il lavoro di Maestri della scena come Pier Luigi Pizzi, Emma Dante, Giorgio Barberio Corsetti, Valerio Binasco, Ferzan Ozpetek e beniamini del pubblico tra i quali Franco Branciaroli, Massimo De Francovich, Maria Paiato, Mariangela D’Abbraccio, Daniele Pecci, Alessio Boni, Serra Yilmaz, Lello Arena, Massimo Lopez e Tullio Solenghi, Francesco Pannofino, Paola Minaccioni, Arturo Brachetti, Alessandro Baricco, Alessandro Preziosi, la geniale Familie Flöz e tanti altri. Ricca anche la proposta di danza che va sotto il nome di Danzando per le Marche e di circo contemporaneo che va sotto il nome di Circo in circuito con, tra gli altri, il Balletto di Roma, Kataklò, Aterballetto, Cristiana Morganti, l’onirico Theatre Circus Elysium e gli scatenati The Black Blues Brothers. Tanti anche gli appuntamenti musicali che animano Playlist Marche, rassegna regionale che attraversa il panorama italiano e internazionale tra l’indie, il jazz, la classica e le espressioni più contemporanee con, tra gli altri, Joan As Police Woman, La Crus, Bungaro, Cristina Donà e Steve Gadd Trio. Non mancano poi le tante proposte per la famiglia con le migliori espressioni del teatro per ragazzi che propongono i vari linguaggi della scena con spettacoli, letture ad alta voce, laboratori, mostre e tante altre sorprese per grandi e piccini.

Info e programmi completi su: www.amatmarche.net.

Oltre ai tradizionali spettacoli, festival e rassegne AMAT promuove e cura anche progetti speciali e internazionali, progetti di residenza nell’ambito del teatro e della danza e iniziative a favore della creatività giovanile come AMAT per Marche volta ad artisti, operatori culturali, associazioni, organizzatori e produttori che necessitano di un sostegno non solo economico ma anche di partenariato tecnico per lo sviluppo della propria attività. Particolare attenzione è volta alla promozione e formazione del pubblico, allo scopo di fornire valide occasioni di svago e divertimento, sviluppare momenti di aggregazione e innescare nuove modalità di relazione indispensabili per sostenere il benessere socio-economico dell’intera comunità. Tra i progetti più significativi ricordiamo: AMATo abbonato card, una card gratuita per partecipare a estrazioni-premio, riduzioni sui biglietti e continue sorprese; AMAT _ young card per chi ha meno di 30 anni una card gratuita per estrazioni-premio, punti per riduzioni, ingressi gratuiti e iniziative ad hoc, Scuola di Platea® per avvicinare gli studenti degli istituti superiori al teatro con un percorso in tre tappe che prevede la presentazione del testo agli studenti, la visione dello spettacolo e l’incontro con le compagnie; incontri con il pubblico che accompagnano lo spettacolo per tutti coloro che amano il teatro e vogliono approfondire la conoscenza dialogando con gli attori in scena; master class gratuite per iscritti a scuole di danze con coreografi professionisti.

Altra pratica di AMAT diventata ormai consuetudine è la cogestione con i Comuni di una serie di importanti spazi teatrali della regione – teatri di Fabriano, Pesaro, Porto Sant’Elpidio, Recanati, Tolentino e Urbino – allo scopo di rendere sempre più funzionali le strutture nell’accoglienza dei diversi soggetti che vi si trovano a operare.

AMAT inoltre da anni è soggetto attuatore di molti progetti europei nel campo dello spettacolo dal vivo. Attualmente ne ha attivi due: Craft nell’ambito di Erasmus+ e Sparse (Supporting & Promoting Arts in Rural Settlements of Europe) nell’ambito di Europa Creativa.

Per il terzo anno torna anche AbitiAMO le Marche – progetto promosso da MiBACT, AMAT e Consorzio Marche Spettacolo con i Comuni del territorio nell’ambito di Marche inVita. Lo spettacolo dal vivo per la rinascita dal sisma – che intende sostenere la ricostruzione per le comunità colpite dal sisma nella consapevolezza del ruolo primario che la cultura può svolgere per favorire la coesione. Clicca l’allegato: cartella stampa AMAT

ANDAR PER FIABE, DOMENICA 20 OTTOBRE AL TEATRO DELLA FORTUNA DI FANO

LEO UNO SGUARDO BAMBINBO SUL MONDO

 

 

Andar per fiabe, rassegna organizzata da AMAT, in collaborazione con i Comuni del territorio, la Provincia di Pesaro e Urbino, il sostengo del Ministero dei beni e attività culturali e turismo, della Regione Marche e il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro arriva al Teatro della Fortuna di Fano.

Domenica 20 ottobre alle ore 17 la compagnia di Ravenna Drammatico Vegetale presenta Leo, uno sguardo bambino sul mondo di Pietro Fenati con Camilla Lopez ed Elena Pelliccioni.

Dedicato al grande genio Leonardo Da Vinci (5 aprile 1452 – 2 maggio 1519), a 500 anni dalla sua morte. Il mondo visto e interpretato con gli occhi curiosi di un bambino che diventa uomo e continua ad avere lo stesso sguardo alla ricerca di ciò che non conosce, sempre con la voglia insaziabile di capire come la vita stessa funziona; dove non arriva l’osservazione della natura e dei fatti della vita, arriva l’immaginazione.

Leo alle prese col mondo; Leo in ginocchio sulla sabbia lambita dalle onde del mare osserva; Leo sdraiato in un prato che guarda il cielo; Leo cammina sul prato e guarda il cielo poi si ferma; Leo accanto al fuoco del camino di casa. Gioco, scienza, arte si inseguono e modellano l’uomo nuovo, l’uomo moderno.

Come sempre ad attendere i bambini prima dello spettacolo, ci saranno i laboratori nel foyer del teatro e l’immancabile PUK, mascotte creata dall’azienda Bartolucci; dalle 16 I Giochi di una volta con CAI Mercati e la libreria Libraccio di Urbino.

L’appuntamento fanese è in collaborazione con Fondazione Teatro della Fortuna di Fano.

Lo spettacolo è adatto a un pubblico dai 6 anni.

Biglietti – posto unico numerato adulti € 8, bambini € 5, bambini da 0 a 3 anni € 0,50 € – nei giorni precedenti lo spettacolo presso biglietteria Tipico.tips tel. 0721 3592501, da martedì a domenica (10 – 13 e 16 – 20) e biglietteria Teatro della Fortuna 0721 800750 da mercoledì a sabato 17.30 -19.30, la domenica di spettacolo con orario 10.30-12.30 e dalle 15. Vendita on line su vivaticket.it e tramite call center 071 2133600. La domenica di spettacolo la vendita prosegue al Teatro Sperimentale dalle 10 alle 13 e dalle 16 a inizio spettacolo. Per informazioni: AMAT, uffici di Pesaro 0721.849053 – 366.6305500.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com