dalla Città

dalla Città

Si commemorano le vittime dei bombardamenti

Nella ricorrenza dell’episodio più grave avvenuto il 27 novembre 1943, la Città di San Benedetto del Tronto commemorerà tutte le vittime dei bombardamenti subiti dalla Città durante la seconda guerra mondiale.

Mercoledì 27 novembre 2019 al Paese Alto, alle 10, sarà deposta una corona sulle pareti della torre dei Gualtieri, simbolo del vecchio incasato che fu il più duramente colpito dalle incursioni di quel giorno. Quindi, nella sala della poesia del vicino Palazzo Piacentini, dopo i saluti istituzionali il responsabile dell’Archivio Storico Comunale Giuseppe Merlini rievocherà quei momenti in una relazione dal titolo “La Storia, i Ricordi”.

Inoltre, da venerdì 29 novembre a domenica 1 dicembre (orario: 10-13 e 15,30-18,30, ingresso libero) nelle sale del Palazzo Piacentini sarà proiettato il video “La Guerra a San Benedetto” a cura di Franco Tozzi.

Sin dall’8 settembre 1943 la città di San Benedetto fu colpita da più di cento bombardamenti, tra quelli aerei e navali, alcuni più lievi, altri più pesanti, alcuni con molte vittime, altri senza, ma in ogni caso causando profonde ferite nella città con 69 case distrutte, 285 gravemente danneggiate e 1378 lievemente danneggiate. Quello del 27 novembre, secondo le ultime ricerche, probabilmente fu il risultato di un errore da parte degli alleati che in realtà volevano colpire Civitanova Marche: intorno alle 12.15, una formazione di trentasei bombardieri alleati iniziò un bombardamento a catena che distrusse tantissime abitazioni. Alla fine i morti furono 25, la maggior parte perì subito, alcuni per le ferite riportate morirono nelle settimane successive

San Benedetto del Tronto, 22-11-2019

IL BELLO DI ESSERCI: UN FLASHMOB PER UN COMPLEANNO SPECIALE

 

Ieri tutte le classi quinte del pesso Bice Piacentini hanno voluto festeggiare insieme un compleanno davvero speciale: I trent’anni della Convenzione per i diritti del’infanzia e dell’adolescenza, approvata dll’Assemblea Generale dell’ONU, proprio il 20 novembre 1989.

Gli insegnanti e gli alunni hanno orgnizzato un flashmob intorno alla fontana di piazza Giorgini. Sulle note festose della canzone “L’ombelico del mondo” i ragazzi hanno dato vita a una coreografia ideata da una loro compagna. Inoltre hanno lasciato sull’asfalto degli striscioni con su scritte frasi significative, relative al testo di Jovanotti: QUI CONVERGONO LE ESPERIENZE. CHE SI TRASFORMANO IN ESPRESSIONI. DOVE LA VITA SI FA PREZIOSA. E IL NOSTRO AMORE DIVENTA AZIONE.

Le azioni dei ragazzi hanno avuto un valore allegorico: hanno voluto dare voce e corpo a tutti quei bambini invisibili che pur essendo titolari di diritti non hanno la possibilità di farli valere.

Riportiamo gli ultimi versi di una poesia  di Roberto Piumini che i ragazzi hanno studiato:

“Ricorda il tuo diritto,

ma anche il suo rovescio,

perché c’è un diritto che non hai:

DIMENTICARE”

 

 

 

 

Contributi per la famiglia, aperto il bando

 

L’Ambito Territoriale Sociale n. 21 ha pubblicato l’avviso di apertura dei termini per presentare domanda di ammissione ai contributi previsti dalla legge regionale n. 30/1998 per interventi a favore della famiglia.

 

Possono presentare richiesta di contributo i cittadini residenti in uno dei comuni dell’Ambito Territoriale Sociale n. 21 (Acquaviva Picena, Carassai, Cossignano, Cupra Marittima, Grottammare, Massignano, Monsampolo del Tronto, Montalto delle Marche, Montefiore dell’Aso, Monteprandone, Ripatransone e San Benedetto del Tronto), che abbiano acquisito la residenza prima del 01/01/2019, che appartengano ad una di queste categorie:

– madri in condizione di monogenitorialità in stato di gravidanza dal quarto mese e fino al compimento dell’anno di vita del bambino e padri in condizione di monogenitorialità fino al compimento dell’anno di vita del bambino, in situazione di difficoltà, che non superino il tetto di reddito ISEE di € 10.000,00 (contributo di € 500);

– famiglie con un numero di figli pari o superiore a 3 per i costi che sostengono per il trasporto scolastico dei figli frequentanti le scuole secondarie di primo e secondo grado, che non superino il tetto di reddito ISEE di € 15.000,00 (contributo massimo di € 150)

– madri o padri di minori, oltre l’anno di vita, riconosciuti da un solo genitore e madri, non in condizione di monogenitorialità, in stato di bisogno con uno o più figli in età compresa tra 0 e 4 anni, che non superino il tetto di reddito ISEE di € 10.000,00 (contributo di € 300).

Con un altro avviso, l’Ambito ha aperto i termini per per presentare domanda di ammissione ai contributi, sempre in base alla Legge Regionale n. 30/1998, per finanziare la “Scuola per i genitori”: sono potenziali destinatari i soggetti del privato sociale che operino nell’ambito del sostegno alla famiglia per organizzazione di corsi sul tema dell’affidamento familiare.

In entrambi i casi, le domande vanno presentate all’Ufficio Protocollo del comune di San Benedetto del Tronto entro venerdì 20 dicembre 2019.

Bandi e modello di domanda sono reperibili nella sezione Altri Avvisi pubblici, sui siti dei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale n. 21 o presso gli uffici comunali preposti (Ufficio Relazioni con il Pubblico, Servizi Sociali).

San Benedetto del Tronto, 22-11-2019

 

Le scuole sambenedettesi sono ancora “bandiere verdi”

I drappi Eco- schools consegnati nel corso di una cerimonia in Auditorium
Si è svolta oggi venerdì 22 novembre, presso l’Auditorium Comunale “G. Tebaldini”, la cerimonia di consegna della “bandiera verde Eco – Schools” alle scuole della città che si sono particolarmente distinte per attività e iniziative nel campo dell’educazione ambientale e per comportamenti virtuosi.
Introdotta dall’assessore all’ambiente Andrea Traini, la giornata è stata l’occasione per rivivere insieme un anno di attività di educazione ambientale nelle scuole. Tanti sono stati infatti i progetti che gli istituti hanno proposto, sui quali gli studenti hanno lavorato e che sono valsi l’ambito riconoscimento della FEE Italia. La “bandiera verde Eco – Schools” è infatti un riconoscimento internazionale volontario rivolto alla scuole che decidono di intraprendere un percorso volto alla diffusione di comportamenti sostenibili per la salvaguardia ambientale.

Nell’elogiare l’impegno e la passione con cui le scuole cittadine portano avanti le tante attività finalizzate ad elevare il livello di attenzione per il rispetto dell’ambiente, l’assessore Traini ha evidenziato come per la prima volta entrino a far parte del gruppo delle scuole premiate non solo i tre istituti comprensivi della città ma anche il Liceo scientifico “Rosetti” e l’Istituto tecnico “Capriotti”, segno di come la cultura della tutela ambientale si diffonda anche tra i ragazzi più grandi.

22 novembre 2019

Bandiera a mezz’asta per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Come da nota dell’ANCI che si allega, il Sindaco Pasqualino Piunti ha dato disposizione affinché lunedì 25 novembre la bandiera rossoblù sul pennone del Municipio sia esposta a mezz’asta.

ntern contro violenza donne

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com