dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

TORNA L’ “EMPLOYERS’ DAY” DELLA REGIONE MARCHE: TEMA URGENTE L’INCROCIO DOMANDA OFFERTA DI LAVORO
Assessore Bravi: ”La formazione mirata è una battaglia culturale da vincere insieme”

“I centri impiego oggi ci propongono un tema molto concreto che ritengo fondamentale approfondire perché estremamente urgente: l’incrocio domanda-offerta di lavoro. Si tratta di una delle maggiori criticità del sistema e non solo dei centri per l’impiego, ma anche del mondo della scuola, dell’università,  per cui l’impresa soffre. Nel corso del mio mandato ho incontrato aziende molto collaborative. Per questo assessorato sono state una vera e propria rivelazione: pronte a dire quello che serve e pronte a rivedere anche la relazione con l’istituzione. Fino a poco tempo fa infatti, ognuno andava in ordine sparso. Oggi i tempi sono cambiati e la Regione ha una governance importante che  le permette di fare  formazione mirata. Non dobbiamo mai trascurare questo aspetto. La formazione mirata è una vera e propria battaglia culturale che vorrei fosse affrontata e vinta insieme da tutti i soggetti coinvolti. La delibera di giugno per le accademy aziendali aveva questo scopo: l’ente sostiene le imprese per fare la formazione di  profili di cui più hanno bisogno. Le aziende necessitano di una formazione specifica non a pioggia e su questo dobbiamo continuare a  lavorare. Secondo aspetto fondamentale  quello della scuola che fatica perchè la riforma dei programmi in questo senso non c’è, si va avanti con la buona volontà degli insegnanti ma spesso i ragazzi, pur con voti alti, sono analfabeti nel mondo del lavoro. Vanno invece accompagnati  in questo complesso percorso spiegando loro realisticamente come  presentarsi al meglio e cogliere  le opportunità.  Altra protagonista è poi l’università:  abbiamo investito molto sui dottorati innovativi  per i cluster marchigiani di eccellenza, ma si può fare molto di più. L’ Industria 4.0 ha cambiato il modo di lavorare e oggi l’uomo si deve adeguare come ha fatto con le rivoluzioni del passato, perché non è una macchina e può farlo. Non accetto una visione depressiva e disfattista. Abbiamo bisogno di incroci. I centri per l’impiego in questo contesto hanno un ruolo importante. Stiamo  potenziando il personale, stiamo migliorando le sedi anche dal punto di vista organizzativo e soprattutto stiamo attuando  politiche di accompagnamento ai ragazzi sia per chi vuole studiare che per chi vuole lavorare: apprendistato, duale, Its. In una realtà fatta di piccole e medie imprese la formazione tecnica è fondamentale. Nelle Marche abbiamo dei prodotti da valorizzare, dalle scarpe al tartufo, e l’obiettivo è fare la “rete delle persone” per costruire insieme opportunità per il futuro dei nostri giovani e delle nostre imprese e quindi di tutta la comunità”.

Lo ha detto l’assessore al Lavoro, alla Formazione e all’Istruzione Loretta Bravi questa mattina intervenendo al convegno “Employers’ Day 2019 Regione Marche – Competenze e professionalità al servizio della Vostra impresa. Politiche e Servizi per l’Impresa e per l’Impiego”. Presenti in platea i rappresentanti di piccole, medie e grandi imprese, consulenti del lavoro, agenzie per il lavoro, Centri impiego e Anpal Servizi.
L’evento, organizzato dall’Assessorato al Lavoro di Regione Marche,  in collaborazione con il Servizio Attività produttive, Lavoro, Istruzione, P.F. Gestione del Mercato del Lavoro e dei Servizi per l’Impiego (pubblici e privati), punta a favorire l’incontro tra i servizi pubblici per l’impiego e le imprese, a rafforzare la funzione dei Centri per l’impiego a favore dei datori di lavoro e ad offrire uno spazio aperto di dialogo e crescita.
L’iniziativa rientra nell’ambito della quarta edizione dell’Employers’ Day, una serie di incontri lanciati dalla Rete europea dei servizi pubblici per l’impiego (PES Network), e condivisi a livello europeo, per promuovere i servizi pubblici per l’impiego presso le aziende ed offrire così concrete occasioni di lavoro ai cittadini.
Prossimo appuntamento la partecipazione all’edizione on line dell’evento nazionale Employers’ Day 2019 “Eures Italy for Employers’ Day 2019 – special edition EURES 25°Anniversary”, attraverso la piattaforma per i reclutamenti on line messa a disposizione dalla Commissione EU – ECO.
L’evento nazionale si svolgerà on line il 25 novembre: al seguente link: www.europeanjobdays.eu/en/events/eures-italy-employers’-day-2019-special-edition-eures-25th-anniversary.

Project financing e Ospedali, intervento del dirigente servizio Infrastrutture della Regione Marche

“Lo strumento della finanza di progetto è disciplinato dall’art. 183  del Codice dei appalti (DLGS 50/2016). È una operazione economico-finanziaria rivolta ad un investimento specifico per la realizzazione di un’opera e/o la gestione di un servizio. Circa la costruzione dell’Ospedale Unico di Muraglia – interviene Nardo Goffi, Dirigente del Servizio infrastrutture della Regione Marche – la cui localizzazione è stata individuata in un’area già pubblica con scelta assunta dalla Giunta Regionale con delibera 350 del 2017, sono pervenute due proposte mediante lo strumento del project financing, rendendo quindi necessaria la verifica puntuale di quale fosse la più rispondente alle esigenze sanitarie della Regione Marche. Questa specificazione è importante per sottolineare che l’amministrazione, intesa nelle funzioni della giunta regionale, ha deliberato dapprima la localizzazione e conseguentemente alle verifiche tecniche, l’assenza di elementi ostativi alla realizzazione della proposta e la sua rispondenza a pubblico interesse. Le sigle sindacali riferiscono solamente di realtà e di esperienze che non hanno raggiunto l’obiettivo prefisso. Ci risulta, ma è un dato pubblico che, nella sola Lombardia, lo strumento della finanza di progetto, nella edilizia sanitaria, copre il 32% degli interventi regionali.  Ci sono realtà come l’ospedale Niguarda di Milano o l’Ospedale di Legnano realizzati con il suddetto strumento. Si precisa che, il project che verrà messo a bando rispetterà appieno le indicazioni sia del Dipartimento Ministeriale della programmazione economica, sia dei consulenti ai quali è stata affidata la verifica preventiva del bando stesso. Il Bando, che sarà di evidenza pubblica a procedura aperta, è inoltre stato inviato ad Anac, Autorità Nazionale anti corruzione, per la verifica di appropriatezza. In attesa del riscontro da parte della Autorità, abbiamo recepito sostanzialmente le note e i suggerimenti pervenuti da parte delle organizzazioni sindacali in relazione alla tutela dei lavoratori. La scelta di ricorrere allo strumento – sottolinea Nardo Goffi – deriva dall’opportunità di allocare gran parte dei rischi sul promotore con conseguente vantaggio economico, nonché di ridurre i tempi di realizzazione.  È stata chiesta al proponente un aggiornamento della proposta in conseguenza delle nuove condizioni di mercato, che risulteranno indubbiamente più favorevoli in riferimento alla proposta originaria. Le informazioni fornite descrivono una rappresentazione non corrispondente alla procedura in corso e, conclude – Nardo Goffi – precisando che il percorso intrapreso riguarda un processo innovativo, previsto per legge, sul quale stiamo lavorando in modo serio e trasparente, anche tenendo conto dei limiti delle esperienze precedenti maturate in altri contesti regionali”.

 

Project financing, dalla Regione nessuna risposta concreta

 

 

Innovazione e Sostenibilità, Le Marche ad “Artigiano in fiera”

 

La Biodiversità in Cucina arriva al Dolce

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com