dalla Città

dalla Città

Politiche per l’infanzia, nasce una collaborazione con Padova

Grazie alla prof.ssa Lucangeli, massima esperta del settore, una delegazione di Comune e Ambito 21 visita una scuola modello

Il rapporto di amicizia e collaborazione instauratosi in occasione del convegno tenutosi a San Benedetto del Tronto il 26 settembre 2019 sul tema “Diritto all’errore” tra Comune, Ambito Territoriale Sociale 21 e la prof.ssa Daniela Lucangeli, pro-rettore dell’Università di Padova e ordinario di Psicologia dell’educazione e dello sviluppo, uno dei massimi esperti del settore, ha trovato un importante momento di rafforzamento nella visita che l’assessore alle Politiche Sociali Emanuela Carboni, la Coordinatrice dell’ATS21 Maria Simona Marconi e il coordinatore pedagogico territoriale dell’ATS21 Rita Tancredi hanno compiuto nei giorni scorsi proprio a Padova.

Su indicazione della prof.ssa Lucangeli, infatti, la delegazione sambenedettese ha compiuto una visita – studio alla scuola dell’infanzia “Giovanni XXIII” con nido integrato di Mandria, frazione di Padova, all’avanguardia nel campo educativo e scolastico, scuola pioniera del modello pedagogico denominato “Scuola B612 – Una scuola per i bambini e non i bambini per la scuola”. Il nome ricorda il significato simbolico dell’asteroide del romanzo “Il Piccolo Principe” di Saint-Exupéry .

“Grazie alla prof.ssa Lucangeli – dice l’assessore Carboni – abbiamo potuto visitare questa scuola modello e confrontarci con il corpo insegnante e la dirigente scolastica, Patrizia Granata. Questa collaborazione si concretizzerà presto in iniziative che stiamo organizzando per i prossimi mesi”.

Infatti, con il supporto scientifico della prof. Lucangeli, Comune e Ambito 21 stanno lavorando a tre appuntamenti: a primavera è prevista una breve attività di formazione per genitori ed operatori riferita alla fascia di età fino a 10 anni con un convegno di apertura, a settembre ci sarà uno spettacolo teatrale dal titolo “Pinocchio digitale” e, per l’anno scolastico 2021-2022, è previsto l’avvio di una sperimentazione anche nell’Ambito 21 del modello “Scuola B612” con formazione mirata del personale educativo ed insegnante, curata dallo staff di docenti che fanno parte dello “spin off” “Mind4children” dell’Università degli Studi di Padova con la supervisione della prof.ssa Daniela Lucangeli.

Ma l’appuntamento più vicino è il convegno di apertura dal titolo “Scuola B612: una scuola per i bambini” che si terrà all’Auditorium comunale “G. Tebaldini” di San Benedetto del Tronto, presumibilmente il prossimo 11 marzo, espressamente dedicato alle educatrici e alle insegnanti sia della scuola dell’infanzia sia della scuola primaria, che vedrà come relatrice proprio la dirigente della scuola di Mandria Patrizia Granata.

Per informazioni: Comune di San Benedetto del Tronto – Servizio “Politiche Sociali” – U.O “Infanzia e Adolescenza” (e mail tancredir@comunesbt.it, tel. 0735-794303).

21 gennaio 2020

“Le domande della storia, le tracce della Memoria”, la Città celebra il 27 gennaio

In sala consiliare colloquio con docenti e alunni delle classi quinte del Liceo scientifico “Rosetti”

“Le domande della Storia, le tracce della Memoria” è il titolo che l’Amministrazione comunale ha dato alla edizione 2020 della celebrazione del 27 gennaio prevista dalla legge n. 211 del 20 luglio 2000 “in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti”.

Il taglio che si è voluto dare alla celebrazione di quest’anno è infatti quello di approfondire gli eventi salienti della Shoah attraverso una lettura di brani e proiezioni di video curati dagli studenti delle classi terminali del Liceo scientifico “Benedetto Rosetti” che hanno svolto uno specifico lavoro preparatorio in classe con i loro docenti a cui seguirà un dialogo con autorità e cittadini volto ad approfondire quanto, del ricordo di ciò che è accaduto nei campi di sterminio, si sia effettivamente consolidato nel sentire collettivo e in quale forma.

Sarà dunque una cerimonia che proverà ad esulare dai canoni tradizionali sfuggendo al rischio della commemorazione fine a se stessa anche grazie alla partecipazione attiva dei giovani.

Naturalmente tutti i cittadini sono invitati a partecipare.

21 gennaio 2020

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com