dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

Ad Ancona incontro istituzionale tra la Regione Marche e la Contea Spalatino Dalmata sul protocollo d’intesa del 2019: “Prioritari i collegamenti per risaldare rapporti e rafforzare i progetti di promozione dei territori”

Collegare le due sponde dell’Adriatico per rinsaldare i rapporti di amicizia, culturali ed economici tra le Marche e la Dalmazia. È stato il tema al centro dell’incontro istituzionale che si è svolto, a Palazzo Raffaello (Ancona), tra le delegazioni delle due realtà territoriali, guidate dal presidente Luca Ceriscioli e dal governatore della Contea di Spalato, Blazenko Boban. L’occasione era rappresentata dalle modalità di attuazione del Protocollo d’intesa firmato, ad Ancona, il 28 agosto 2019. Le Regioni Marche e Spalatino Dalmata si sono impegnate a lavorare assieme per la promozione e la valorizzazione dei territori e delle tipicità. Si è trattato del terzo appuntamento organizzato a seguito della sottoscrizione dell’intesa, subito orientato alla concretezza degli argomenti in discussione, con assoluta la priorità dei collegamenti, anche in vista dei due appuntamenti in programma nel 2020: il 50ennale del gemellaggio tra Ancona e Spalato, il 20ennale della firma della Carta di Ancona che ha poi portato all’istituzione della Macroregione Adriatico Ionica. “I ragazzi croati hanno un quadro dell’Italia completamento diverso dalla mia generazione, quella prima dell’era di internet – ha sottolineato il sindaco di Spalato, Andro Krstulovic Opara – Avevamo la possibilità di guardare la televisione italiana e di imparare questa bellissima lingua. Oggi le generazioni europee hanno l’inglese come lingua franca, hanno maggiori collegamenti e a minor costo con il resto dell’Europa, nonostante che la Croazia disti solo 140 chilometri dall’Italia. Il problema da affrontare, allora, è quello di migliorare i collegamenti per incentivare gli scambi giovanili. Le nostre università hanno qualcosa in più da offrire ai giovani. Croazia e Spalato non sono solo estate, turismo e spiagge. Dobbiamo offrire le opportunità affinché i giovani italiani e marchigiani conoscano meglio i dirimpettai e viceversa. Se si risolve il problema dei collegamenti, crescerà anche la collaborazione reciproca”. Il protocollo siglato, ha ricordato il presidente Ceriscioli, “vuole sviluppare scambi culturali e di competenza, ma ha bisogno di collegamenti stabili per potersi attuare.

Oggi è più facile, da Spalato, andare a Londra che venire in Ancona, oltretutto spendendo molto meno. È evidente che serva qualcosa che vada oltre i collegamenti stagionali, turistici e commerciali. Occorre orientare lo sguardo anche verso gli aeroporti delle Marche e di Spalato, puntare su compagnie di navigazione che allungano i periodi dei collegamenti marittimi tra le due sponde. La Macroregione rappresenta un’opportunità per intercettare le novità della prossima programmazione europea sul fronte della mobilità e dei trasporti”. Anche per il governatore Blazenko Boban, “fondamentale è il tema dello sviluppo dei collegamenti e dei trasporti, se vogliamo realizzare reti culturali, sportive ed economiche che uniscano le visioni e le aspirazioni dei giovani dei due Paesi”. La vicepresidente della Regione Marche, Anna Casini (assessore alle Infrastrutture), ha parlato delle connessioni come del “pilastro più importante su cui costruire progetti e strategie, come ci hanno insegnato gli antichi Romani che realizzavano subito le vie di comunicazione”. All’incontro ha partecipato Pierluigi Coppola, ministero dei Trasporti e Infrastrutture, coordinatore del Pilastro 2 Eusair (Connettere le Regioni): “Le nostre iniziative messe in campo vedono pieno allineamento con le conclusioni odierne. Stiamo delineando un masterplan (documento di indirizzo strategico) per i trasporti, la mobilità e le infrastrutture di tutta la Macroregione. Una visione dei collegamenti che corrisponda alle esigenze dei territori e non cada dall’alto. Ci troviamo in un momento favorevole perché sta iniziando il nuovo settennato di programmazione 2021-2027 ma anche perché siamo all’inizio di una revisione delle reti dei collegamenti multimodali europei. Crediamo che la strategia macroregionale possa offrire contributi concreti., in sintonia con quanto detto oggi”. Hanno partecipato all’incontro l’assessore comunale di Ancona, Paolo Marasca; il presidente dell’Autorità portuale del Mare Adriatico Centrale, Rodolfo Giampieri; l’ambasciatore Fabio Pigliapoco (segretariato permanente dell’Iniziativa Adriatico Ionica).

Oggi è il e noi vogliamo ricordare con commozione le vittime dell’Olocausto. Non vogliamo, non possiamo, non dobbiamo dimenticare.

 

 

lunedì 27 gennaio 2020

Accordo “Smart Regions 2025” per accelerare la digitalizzazione e l’innovazione del paese in maniera sinergica tra Stato e Regioni

Assegnare alle Regioni un ruolo di governance nel processo di digitalizzazione e informatizzazione del Paese.  È questo l’obiettivo di ‘Smart Regions 2025, fare sistema per una repubblica digitale‘, la proposta di intesa Regioni-Governo che la Commissione Agenda Digitale della Conferenza delle Regioni e Province autonome, riunitasi il 23 gennaio a Roma, ha prospettato al Ministro per l’Innovazione, Paola Pisano.

“L’accordo, se condiviso dal Ministero” – ha spiegato il coordinatore della Commissione AD Sebastiano Callari – “assegna formalmente alle Regioni il ruolo di Soggetto Aggregatore Territoriale per il Digitale (SATD), che pone le basi per una sorta di federalismo digitale dei territori, un sistema alternativo alle politiche di centralizzazione avviate nel settore e che, come nel caso della banda ultra larga, non stanno raggiungendo gli obiettivi sperati. Il modello organizzativo, già sperimentato in sanità, è quello hub and spoke, che si avvale di un polo strategico nazionale, ma lascia la gestione operativa e dei dati alle Regioni”.

Oltre a prevedere la costituzione di un tavolo permanente sul sistema informativo, per garantire un allineamento costante tra Regioni e Governo e la piena convergenza di intenti tra istituzioni, la proposta è quella di istituire un Fondo Nazionale per la Digitalizzazione delle Pubbliche Amministrazioni, stimato in almeno cento milioni di euro all’anno per un triennio.

Tra gli obiettivi operativi figura l’avvio, nei portali regionali entro il 2025, del servizio di pagamento PagoPa per le imprese, il settore edilizio, la sanità, il lavoro ed il sociale.

Per approfondimenti consulta la news sul portale della Conferenza Regioni e Province Autonome http://www.regioni.it/newsletter/n-3763/del-24-01-2020/smart-regions-2025-per-accelerare-digitalizzazione-paese-20711/

 

 

lunedì 27 gennaio 2020

PSR Marche: proroga presentazione domande bando Sottomisura 8.3.A – Az.1 “Investimenti destinati a ridurre il rischio di incendi”

Con Decreto del Dirigente del Servizio Politiche Agroalimentari n. 14 del 24/01/2020 è stato prorogato il termine di scadenza di presentazione delle domande di sostegno per il bando relativo alla Sottomisura 8.3 operazione A) – Azione 1 “Investimenti destinati a ridurre il rischio di incendi”.

Le domande di sostegno possono essere presentate entro il 3 giugno 2020 ore 13.00.

L’obiettivo del bando è la realizzazione di investimenti per la tutela preventiva dai danni agli ecosistemi forestali classificati dalla Regione ad alto e medio rischio di incendio.

Destinatari del bando:

a) Enti locali delegati dalla legge alla competenza in materia di interventi selvicolturali di prevenzione degli incendi boschivi: Unioni montane, che sono Unioni di Comuni ai sensi del d.lgs. n. 267/2000 (testo unico degli enti locali, TUEL);

b) Altri enti locali: Regione Marche, Province, Comuni e loro associazioni, così come previste dal TUEL;

c) Enti pubblici non economici: Enti gestori di Parchi e Riserve, Comunanze, Università agrarie ed altre associazioni agrarie, comunque denominate, che amministrano diritti di uso civico;

d) Proprietari, possessori e/o titolari dell’amministrazione e gestione, pubblici e/o privati o misti e loro associazioni (Società/Consorzi/Aziende di gestione dei beni agrosilvopastorali).

Per maggiori informazioni leggi il bando

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com