Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 12:54 di Gio 20 Feb 2020

La grafologia come paradigma olistico

di | in: Cultura e Spettacoli

image_pdfimage_print

Candelara – Domenica 16 febbraio, alle ore 16.30, la biblioteca San Giovanni di Pesaro (Via G. Passeri, 102), “CandelarArte Festival” ospita il prof. Alberto Bevilacqua di Ancona che presenterà il suo libro dal titolo: “La grafologia come paradigma olistico con particolare riferimento alle patologie tumorali e respiratorie Manuale divulgativo-didattico per una conoscenza più avanzata dell’uomo” edito da “Il lavoro editoriale”.

La scrittura costituisce la più complessa attività antropologica e cerebrale raggiunta dall’uomo nel corso della sua evoluzione. Attraverso lo studio del suo movimento e delle sue forme grafiche, essa permette di intercettare i meandri più profondi della psiche come l’istintualità, l’affettività, le emozioni, le capacità intellettive e quelle socio-relazionali. La mano è, infatti, in una relazione profonda con il cervello; i segni che la scrittura lascia sul foglio di carta attraverso la mano sono anche una traccia neurofisiologica del soggetto scrivente, che il grafologo è in grado di decodificare. Ma la scrittura offre anche la possibilità di individuare eventuali anomalie psicomentali e somatiche preesistenti che consentono di ‘diagnosticare’ vari disagi e di ‘prognosticare’ eventuali rischi di evoluzione degenerativa organica, offrendo la possibilità di mettere a punto strategie di intervento mirate al ripristino dello stato di salute. Il trattato, ispirato da una visione olistica della medicina e frutto di una lunga esperienza di studio grafologico e clinico, rappresenta una prima “summa” delle opportunità che questa scienza può offrire alla terapia medica e alla conservazione del benessere.


Questi sono i contenuti enciclopedici sviluppati nel volume. In occasione dell’incontro pesarese il prof. Bevilacqua si concentrerà nello sviluppare una relazione dal titolo: “Quei segni che lo stress psicoelettromagnetico lascia sulla carta: dissonanze neuromuscolari ed ormonali quantico-vibrazionali”. Gli studi e le ricerche nel campo dell’elettromagnetismo e dell’oscillazione inducono a considerare che anche la nostra scrittura possa esserne coinvolta, essendo la più elevata, raffinata e globale espressione della complessa attività neurofisiopsicologica vibrazionale dell’uomo.

Di fatto lo stress psicoelettromagnetico, di qualunque natura, agisce sull’individuo ed è probabile che si depositi anche nei risvolti e nelle pieghe del flusso grafico.

In tal senso la scrittura può diventare una puntuale rivelatrice anche di possibili aspetti biologici, neurologici, fisiologici, psicologici e spirituali alterati, indicando altresì potenziali o reali disagi e disturbi di varia natura, fino al rischio di manifestazioni patologiche psichiche e somatiche correlate.

Nell’ultima parte della serata, il prof. Bevilacqua procederà ad analizzare analiticamente la scrittura dello street artist fiorentino BLUB, che ha accettato un’intervista manoscritta in occasione della sua mostra a Candelara. Il professore cercherà di tracciare un profilo della persona dell’artista per definire il profilo temperamentale e caratteriale dell’anonimo artista che ha conquistato il piccolo borgo medievale di Candelara.

Il “CandelarArte Festival” ha ottenuto il patrocinio della Provincia di Pesaro ed Urbino, del Comune di Pesaro, del Consiglio di Quartiere n. 3 delle Colline e dei Castelli e dell’Accademia AIIA. Informazioni sui prossimi eventi possono essere visualizzati consultando il sito www.candelara.com.

Lorenzo Fattori
(curatore “CandelarArte”)

BIOGRAFIA DELL’AUTORE

Il prof. Alberto Bevilacqua ha una quarantennale esperienza come ricercatore ed esperto grafologo in numerosi progetti di ricerca medica e di utilizzo della grafologia ad orientamento medico in campo psicologico, oncologico, nella cura di malattie neuro-endocrine e immunitarie, nei quali ha sviluppato metodologie che si ispirano ad una visione olistica del paziente. Ha studiato la grafologia alla Scuola Superiore di Studi Grafologici dell’Università di Urbino negli anni ‘70, perfezionandosi nel 2000 presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Ateneo urbinate. Diplomato in Medicina Integrata presso la Scuola Specialistica Internazionale di Medicina Avanzata e Integrata e Scienze della Salute (SIMAISS) di Perugia. Ha collaborato con gli Ospedali di Ancona ed Osimo, con il Centro di Anoressia di Todi, con l’Istituto Oncologico Marchigiano e con alcune istituzioni scolastiche. Ha insegnato la grafologia in numerosi corsi, presentato relazioni a convegni scientifici e pubblicato diversi articoli e saggi sull’argomento. È stato per lungo tempo coordinatore della Sipnei (Società Italiana di PsicoNeuroEndocrinoImmunologia) per la Regione Marche.

© 2020, Redazione. All rights reserved.




14 Febbraio 2020 alle 12:56 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


Ricerca personalizzata