Cara assessora ti scrivo, Bruni: “Tutela per le categorie meno garantite”

Cara assessora ti scrivo, Bruni: “Tutela per le categorie meno garantite”

San Benedetto del Tronto, 2020-03-10 – Riceviamo e pubblichiamo integralmente una lettera di Antonio Bruni all’assessora Manuela Bora

 

Egr. assessora Bora,

abbiamo letto con soddisfazione la sua iniziativa di proporre alla giunta regionale di stanziare nuove risorse finanziarie per almeno 50 milioni di euro quali misure straordinarie per sostenere le imprese della nostra regione colpite dal diffondersi dell’epidemia di coronavirus.

Colgo l’occasione, in quanto vice presidente nazionale vicario dell’Unione Nazionale delle Cooperative e commissario straordinario regionale – UNCI- per sottolinearle i notevoli danni economici che esse hanno subito, in particolare le cooperative sociali che operano nei settori educativi, scolastici, assistenziali, dell’infanzia, dei disabili e degli anziani.

Le misure prese dai vari decreti del presidente del consiglio hanno visto fino ad ora, ma non sarà solo per adesso, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado con conseguente interruzione del lavoro e forte riduzione dei compensi. Da considerare anche che tantissimi operatori hanno contratti part time quindi con stipendi già poveri in quanto pagati per le sole ore lavorative che svolgono.

Tale condizione al contrario non ha riguardato il personale che opera nel mondo della scuola dipendente pubblico che ha potuto invece mantenere il normale trattamento economico come se fosse in servizio.

Per scongiurare tale disparità di trattamento sarebbe opportuno che lei tenesse conto, nelle decisioni che la regione vorrà adottare, di evitare che ancora una volta siano a pagare le categorie meno garantite.

Distintamente

Bruni dott. Antonio

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com