dalla Città

dalla Città

2020-03-09 – Si è svolta stamattina una riunione, convocata dal Sindaco, dell’unità di crisi composta da dirigenti e funzionari con il compito di approfondire alcuni aspetti applicativi del nuovo decreto del presidente del consiglio dei ministri per prevenire il contagio da coronavirus. In attesa delle disposizioni operative che, come stabilito dalla Protezione Civile nazionale, dovranno essere diramate dalla Regione, vuole anzitutto evitarsi che, forse a causa dell’assenza di casi nel territorio piceno, ci sia una sottovalutazione della serietà della situazione. È stata sollevata la questione della difficoltà di dare attuazione ad alcune previsioni del DPCM che non chiariscono diversi aspetti, ad esempio in materia di classificazione delle attività di somministrazione di alimenti e bevande o di gestione dell’impiantistica sportiva. Per oggi pomeriggio il sindaco è stato convocato per un incontro con il Prefetto mentre per domani è convocata in Comune una riunione con le associazioni di categoria del settore del commercio. Intanto, il sindaco ha già annunciato di aver dato disposizioni per avviare un’attività di controllo sul rispetto rigoroso delle prescrizioni governative, soprattutto in tema di rispetto delle distanze di sicurezza presso tutti i locali pubblici e gli esercizi commerciali. Per quanto concerne gli uffici comunali, sono state ribadite le misure preventive da adottare nelle attività quotidiane, come la fornitura di mascherine per chi presenta sintomi, l’obbligo della distanza di sicurezza, la dotazione di soluzioni disinfettanti in arrivo compatibilmente con le liste di ordinativi di cui sono gravati i fornitori. Si raccomanda fortemente di evitare di recarsi fisicamente negli uffici utilizzando strumenti di comunicazione telematici o i servizi on line messi a disposizione nell’apposita sezione del sito istituzionale. Per contribuire ad una maggiore sensibilizzazione in specie dei giovani e degli adolescenti, verranno attivate le unità di strada con il compito di supportare una doverosa presa di coscienza sull’importanza di evitare assembramenti anche in luoghi pubblici.

clicca l’allegato: Direttiva del Sindaco.pdf

LE MISURE DEL COMUNE PER L’ATTIVITA’ SPORTIVA
In attuazione di quanto previsto dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministro dell’8 marzo, il Servizio Sport ha provveduto a diramare alcune disposizioni per l’utilizzo degli impianti sportivi cittadini:
1) Per ciò che concerne lo svolgimento delle attività sportive di tipo “agonistico” all’interno degli impianti sportivi a gestione diretta dell’Ente (Piscina Comunale, Palazzetto dello Sport, palestre scolastiche), le associazioni e società sportive dovranno preventivamente consegnare al servizio Sport del Comune di San Benedetto del Tronto certificazione relativa ad i controlli effettuati idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVIS-19 tra gli atleti, i tecnici , i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano;
2) per lo svolgimento dell’attività di tipo “agonistico” all’interno degli impianti sportivi comunali gestiti da soggetti terzi, le associazioni/società utilizzatrici degli spazi dovranno provvedere alla consegna della certificazione di cui al punto precedente al soggetto gestore prima di poter accedere agli impianti;
3) le attività definite “sport di base” ed “attività motorie in genere”, possono essere svolte a condizione che sia possibile mantenere il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;
4) per quanto riguarda “le attività di ballo”, deve intendersi la sospensione delle attività anche se svolta in forma di associazione sportiva;
5) ai soggetti gestori degli impianti sportivi si raccomanda massima cura nelle operazioni di pulizia e sanificazione degli ambienti e delle attrezzature;
6) non è consentito l’utilizzo degli spogliatoi degli impianti sportivi, fatta eccezione per la piscina comunale, per la quale il Comune provvede all’effettuazione degli interventi di cui al punto 5;
7) non è permesso l’accesso ai genitori all’interno degli impianti dove svolgono le attività i propri figli;
le associazioni/società sportive che svolgono attività all’interno delle palestre scolastiche in orario extrascolastico dovranno effettuare la sanificazione e la pulizia accurata degli ambienti ed attrezzature almeno ad ogni cambio turno.

 

 

L’ampliamento del Sevizio di Assistenza domiciliare agli alunni disabili con assistenza all’autonomia per il periodo di chiusura scolastica, già disposta nei giorni scorsi, sarà autorizzato per situazioni di comprovato grave disagio per la gestione a domicilio del minore dovuto all’assenza motivata di entrambi i genitori, di altri familiari e/o di altre figure di caregiver. Tale disposizione si rende necessaria per rispondere alle esigenze emergenziali di contenimento del contagio dal Coronavirus e ridurre un fattore di rischio per la salute dei bambini, delle famiglie e degli operatori stessi. Si comunica inoltre che gli uffici dei Servizi Politiche Sociali e Ambito Territoriale Sociale ricevono il pubblico solo su prenotazione telefonica al numero 0735-794518 mentre l’Ufficio Politiche per la Casa riceve prenotando il colloquio al numero 0735-794370.

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com