dalla Regione Marche

dalla Regione Marche

EMERGENZA CORONAVIRUS – AMMORTIZZATORI SOCIALI IN DEROGA: DALLE 14 LE DOMANDE POSSONO ESSERE CARICATE SU COMARCHE. PRIMI SUSSIDI DA META’ APRILE

“Da oggi pomeriggio alle 14 è possibile caricare sulla piattaforma CoMarche le domande per la cassa integrazione in deroga per i datori di lavoro e i lavoratori dipendenti che non godono di strumenti di tutela ordinari”. Lo annuncia l’assessore al Lavoro Loretta Bravi che aggiunge: “In questo momento di grande difficoltà è essenziale che le risorse a disposizione, per le Marche parliamo di 33,1 milioni di euro, vengano distribuite sul territorio nel minor tempo possibile in modo da poter fornire un sostegno economico certo alle famiglie che non arrivano a fine mese. Grazie ad un accordo tra Governo e banche (ABI) i fondi disponibili per i lavoratori marchigiani saranno anticipati dagli istituti di credito. In pratica zero burocrazia per chi fa domanda: sarà l’Inps a indicare alla banca il numero di conto su cui erogare il sussidio. In questo modo la CIGD potrà iniziare ad essere erogata entro la prima metà di aprile”.

La Cassa integrazione in deroga, a causa dell’emergenza legata al Coronavirus, è stata reintrodotta la settimana scorsa con la firma dell’Intesa tra la Regione, le categorie e le parti sociali. L’Intesa resta aperta alle rappresentanze che vogliono aderire.

Come già annunciato la cassa integrazione in deroga potrà essere concessa per 9 settimane con decorrenza dal 23 febbraio 2020.

La CIGD è prevista per i datori di lavoro del settore privato inclusi quelli agricoli, della pesca, del terzo settore e del mondo delle professioni compresi gli enti religiosi civilmente riconosciuti, con unità produttive nelle Marche. Non previsti dal decreto ministeriale i datori di lavoro domestico per cui la Regione sta comunque studiando un’alternativa che possa fornire loro sostegno.

Beneficiari sono i lavoratori dipendenti sia a tempo determinato che indeterminato (operai, impiegati, quadri, apprendisti con contratto professionalizzante, soci lavoratori delle cooperative con rapporto di lavoro subordinato, lavoranti a domicilio in regime di mono commessa, pescatori anche delle acque interne, imbarcati a qualunque titolo e /o iscritti a ruolino di equipaggio e tutti gli altri lavoratori dipendenti con qualsiasi forma contrattuale di lavoro subordinato).

La causale per il ricorso alla  CIGD è unica : “sospensione effettuata per l’emergenza epidemiologica da Coronavirus -COVID 19”.

La domanda di CIG in deroga deve essere presentata dal datore di lavoro interessato (nel caso dei lavoratori a domicilio monocommessa, dal datore di lavoro committente e nel caso dei lavoratori somministrati dall’agenzia per il lavoro) in forma telematica al sistema COMarche entro il 31 luglio 2020.

La Regione Marche istruirà le domande secondo l’ordine cronologico di presentazione e invierà all’INPS regionale oltre al provvedimento di concessione, anche la lista dei beneficiari. L’INPS provvederà all’erogazione delle prestazioni, previa verifica del rispetto, anche in via prospettica, dei limiti di spesa delle risorse che verranno assegnate alla Regione Marche.

I datori di lavoro e i professionisti incaricati, al fine di procedere con esattezza nella predisposizione delle istanze, potranno avvalersi – preventivamente alla presentazione delle domande –  della consulenza tecnica di un operatore regionale a disposizione dal lunedì al giovedì dalle ore 09.00 alle 13.00 e dalle  14.00  alle 17.00 e il venerdì dalle 09.00 alle 13.00, raggiungibile attraverso posta elettronica all’indirizzo dedicato infoCIGDcovid19@regione.marche.it.

 

Coronavirus e Progetto100, Ceriscioli risponde ai cittadini

 

Coronavirus Marche: aggiornamento

Emergenza coronavirus, 150 psicologi a supporto

 

Replica a Fratelli d’Italia sulla presunta disponibilità del VI piano dell’Ospedale di Torrette per 100 posti di terapia intensiva

Tamponi a domicilio, Ceriscioli risponde alla Lega

 

 

martedì 31 marzo 2020  11:42

PSR Marche 2014-2020: Bando Accordi Agroambientali d’Area Tutela del suolo e prevenzione del rischio di dissesto idrogeologico ed alluvioni– Proroga scadenza presentazione domande di sostegno

Con Decreto del Dirigente del Servizio Politiche Agroalimentari n. 164 del 30 marzo 2020 è stato prorogato il termine di presentazione delle domande di sostegno al Bando Accordi Agroambientali d’Area Tutela del suolo e prevenzione del rischio di dissesto idrogeologico ed alluvioni – Annualità 2019/2020.

Il nuovo termine entro cui presentare domanda di sostegno è  il 15/10/2020 alle ore 13.00

Per maggiori informazioni vai al bando

 

 

 

martedì 31 marzo 2020  10:52

MOF scelti i finalisti del concorso Macerata Opera 4.0

Sono stati resi noti i quattro progetti finalisti della terza edizione del concorso Macerata Opera 4.0 bandito per under35 dall’Associazione Arena Sferisterio, in coproduzione con Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, MARCHE TEATRO e Fondazione Teatro delle Muse di Ancona e in collaborazione con Opera Europa, per scegliere una produzione inedita di teatro musicale contemporaneo o un progetto performativo-installativo, da inserire nella programmazione del festival 2020.
Si tratta di:
  • “Brave” New World presentato da Hannah Gelesz (regia e libretto), con Bernadett Tarr (musica) e Daniel Besnyo (video proiezioni);
  • Eco… Raggio presentato da Marco Fragnelli che firma la regia, con Sara Culzoni (libretto), Enea Lkeshi (musica), Rosita Vallefuoco (scenografia), Carmen Falanga (costumi);
  • Mi chiamo Tosca e mi hanno spinto presentato da Silvia Giordano (coreografia, regia, coordinamento), con Rafailia Bampasidou (musica), Giada Cerri (scene e installazioni), Cristina Bandini (costumi);
  • Un passo nuovo, una parola nuova presentato da Antonio Smaldone, con Marco Benetti (musica), Stefano Zullo (scene e costumi), Riccardo Olivier (coreografia), Paolo Vitale (light designer).
La giuria, che ha selezionato i finalisti sui 16 progetti idonei e che sceglierà il vincitore, è composta da:
Barbara Minghetti, direttrice artistica Macerata Opera Festival – presidente
Paolo Cantù, direttore generale e artistico Fondazione I Teatri
Fabrizio Grifasi, direttore artistico RomaEuropa Festival
Francesco Lanzillotta, direttore musicale Macerata Opera Festival
Emanuele Masi, direttore artistico per Bolzano Danza, Teatro Stabile Bolzano
Luciano Messi, sovrintendente Macerata Opera Festival
Stefania Monteverde, Assessore alla Cultura, Comune di Macerata
Velia Papa, direttore MARCHE TEATRO e Fondazione Teatro delle Muse
Marco Sinopoli, compositore di “Can You HearT Me”, progetto vincitore della scorsa edizioneIl progetto vincitore sarà annunciato dalla giuria entro la prima metà di maggio, scegliendo quello che ha sviluppato in maniera più creativa e contemporanea, il tema del Festival 2020 #biancocoraggio, legato ai tre titoli d’opera principali, ToscaDon Giovanni Il trovatore, e pensato per evocare e approfondire i temi dell’emancipazione, dell’illuminismo e del destino attraverso tre diverse epifanie del “coraggio”: leale, beffardo, valoroso.
Lo spettacolo verrà realizzato e rappresentato durante il Macerata Opera Festival 2020, al Teatro Lauro Rossi il 24, 25 e 26 luglio alle ore 18, con anteprima il 18 luglio alle 18. Inoltre verrà programmato anche nell’ambito delle manifestazioni gestite dalla Fondazione I Teatri e da MARCHE TEATRO relative alla stagione 2020/2021.
martedì 31 marzo 2020  10:46

ANTICORPI XL, on line la call per la vetrina della giovane danza d’autore 2020. POSTICIPATA AL 26 APRILE LA SCADENZA

Una concreta opportunità di esperienza professionale e di avvio alla carriera per giovani artisti, quella offerta dall’AMAT – unico ente per la Regione Marche riconosciuto dal MiBACT come soggetto di promozione e formazione del pubblico per le attività coreutiche – con la possibilità di partecipare alla Vetrina della giovane danza d’autore promossa dal Network Anticorpi XL di cui AMAT è partner per le Marche che avrà luogo a Ravenna dal 17 al 19 settembre all’interno di Ammutinamenti – Festival di Danza Urbana e d’Autore.

I progetti per partecipare alla Vetrina – che rappresenta un importante momento di visibilità a livello nazionale per giovani coreografi e danzatori – dovranno essere inviati entro il 26 marzo. Possono fare domanda tutti i giovani autori italiani (intesi come formazioni, gruppi-compagnie o singoli danz’autori) che creano spettacoli da meno di 5 anni.

I giovani autori possono presentare le loro creazioni per le sezioni IN e OUT, all’interno delle quali sarà possibile candidare una creazione di formato short (di massimo 20 minuti) oppure di formato lungo (durata superiore ai 20 minuti e inferiore ai 60 minuti). Per l’edizione 2020 inoltre, in via sperimentale, la Rete si apre all’ascolto di produzioni specificamente create per il pubblico delle nuove generazioni: sarà dunque possibile applicare anche per la sezione KIDS alle stesse modalità e regole delle altre sezioni, aggiungendo la specifica del target di pubblico (da 0 a 13 anni) a cui il lavoro è destinato. La Vetrina della giovane danza d’autore, nata nel 1996 come prima azione del Network Anticorpi XL e promossa da tutti i suoi partner, si pone come strumento concreto di ricognizione, visibilità e mobilità dei giovani autori per promuovere la danza d’autore italiana di recente formazione e per evidenziare forme di danza generate da un forte stimolo personale alla ricerca. Oltre a fornire un’importante opportunità di visibilità e confronto con operatori di settore e pubblico, attraverso la partecipazione al bando Vetrina i giovani autori hanno anche la possibilità di essere selezionati per Nuove Traiettorie XL, azione del Network dedicata alla formazione degli autori in erba. Il percorso formativo si sviluppa nei dieci giorni del Festival Ammutinamenti di Ravenna (12-20 settembre 2020) e si articola in lezioni, incontri, visioni di spettacoli, e scambio di pratiche fisiche.

Anticorpi XL è il primo network italiano dedicato alla giovane danza d’autore. Coinvolge attualmente 37 operatori di 15 regioni e da più di dieci anni rappresenta un esempio concreto e significativo di promozione della nuova generazione di coreografi italiani. Una rete di operatori che propone un’articolata gamma di azioni volte a rispondere alle necessità dei giovani autori nelle differenti fasi del loro percorso di crescita e maturazione.

Bando e scheda d’iscrizione scaricabili su https://www.networkdanzaxl.org/content/1171/bando-vetrina-2020.html.

martedì 31 marzo 2020  08:00

Premio del Cittadino Europeo 2020: un riconoscimento per europei eccezionali

Il Parlamento europeo invita i cittadini europei, i gruppi di cittadini, le associazioni e le organizzazioni che hanno realizzato dei progetti eccezionali a candidarsi per il Premio 2020 del Cittadino Europeo o a nominare altri considerati meritevoli di aver realizzato progetti che valorizzino la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea

 

Sono ammessi al concorso progetti nazionali, transfrontalieri e paneuropei. L’obiettivo è quello di promuovere integrazione e cooperazione e i valori della Carta dei diritti fondamentali UE, quali dignità, uguaglianza, solidarietà, giustizia, diritti dei cittadini e libertà.

 

Caratteristiche dei progetti

Il premio verrà assegnato a chi fra cittadini europei, i gruppi di cittadini, le associazioni e le organizzazioni abbiano ottenuto risultati straordinari nei seguenti settori:

 

– Attività che promuovono la comprensione reciproca e l’integrazione tra i cittadine degli Stati membri all’interno dell’UE

– Attività che contribuiscano alla cooperazione culturale a lungo termine e al rafforzamento di uno spirito europeo

– Progetti inerenti all’attuale Anno Europeo

– Attività che concretizzino i valori della Carta dei fondamentali Diritti dell’Unione Europea

 

Destinatari

Verranno presi in considerazione tutti quei progetti che rispettino queste caratteristiche:

 

– Progetti realizzati esclusivamente all’interno degli Stati membri dell’UE o parzialmente all’interno degli Stati membri dell’UE

– Sono ammessi al premio cittadini di uno Stato membro dell’UE o di un paese terzo cittadini che risiedono legalmente nel territorio dell’Unione

– Gruppi, associazioni e organizzazioni con personalità giuridica possono beneficiare del premio se registrati in uno Stato membro dell’UE

– Gruppi, associazioni e organizzazioni senza personalità giuridica possono beneficiare del premio se il capo progetto e la persona che rappresenta il gruppo sono entrambi cittadini di uno Stato membro dell’UE o residenti legalmente in uno Stato membro dell’UE

– Per l’ammissibilità di gruppi, associazioni e organizzazioni senza personalità giuridica, il capo progetto e la persona che rappresenta il gruppo può essere la stessa persona 

 

Premi

Il premio è di natura simbolica e non è previsto nessun indennizzo. I vincitori del concorso saranno premiati con una medaglia d’onore o in caso di gruppi con una targa.

 

Come partecipare

Per candidarsi, è necessario visitare il sito ufficiale e seguire le indicazioni di candidatura

 

Maggiori informaizoni: per ulteriori informazioni consulta il bando ufficiale del concorso.

Scadenza: 20 Aprile 2020

 

N.B I vincitori saranno annunciati a Luglio 2020

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com