dall’Amat

dall’Amat

CORONAVIRUS, RINVIATI GLI SPETTACOLI IN PROGRAMMA FINO AL 8 MARZO NEI TEATRI DELLA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

(Ancona, 2 mar 2020) – In seguito all’emanazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) del 1 marzo 2020 che recepisce e proroga misure già adottate per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, AMAT sospende le attività di spettacolo nel territorio della provincia di Pesaro e Urbino fino a domenica 8 marzo inclusa, rinviando – al momento a data da definire  – gli appuntamenti teatrali e gli spettacoli di seguito elencati:

giovedì 5 marzo
– Urbino: Davide Enia “L’abisso”

venerdì 6 marzo
– Macerata Feltria: Barbara De Rossi, Francesco Branchetti “Un grande grido d’amore”
– Pergola: Enzo Decaro “Non è vero ma ci credo”

sabato 7 marzo 2020
– Mondavio: Ciro Masella, Aleksandros Memetaj “L’ospite”
– San Costanzo: Giulia Pont “Ti lascio perché ho finito l’ossitocina”

domenica 8 marzo 2020
– Cagli: I Fratelli Caproni “I vestiti nuovi dell’imperatore”
– Gradara: Michele Gianni “Dalla donna oggetto all’oggetto donna”. conferenza spettacolo nell’ambito della Giornata della Donna]
– Mondavio: Ciro Masella, Aleksandros Memetaj “L’ospite”

Le date di recupero saranno comunicate non appena disponibili attraverso i canali ufficiali dell’AMAT e riportate in evidenza nella homepage del sito nella sezione In questi giorni nella Platea delle Marche.

Informazioni aggiornate su www.amatmarche.net (in homepage e nelle pagine relative alle stagioni), AMAT 071/2072439 e a Call center dello spettacolo delle Marche tel. 071/2133600.

MATELICA, SABATO 7 MARZO AL TEATRO PIERMARINI

ROMEO E GIULIETTA. L’AMORE È SALTIMBANCO DI STIVALACCIO TEATRO

 

 

Sabato 7 marzo il Teatro Piermarini di Matelica ospita – nella stagione promossa dal Comune con l’AMAT – Romeo e Giulietta. L’amore è saltimbanco di Stivalaccio teatro, soggetto originale di Marco Zoppello, con Anna De Franceschi, Michele Mori e Marco Zoppello, regia di Marco Zoppello.

  1. Venezia in subbuglio. Per calli e fondamenta circola la novella: Enrico III di Valois, diretto a Parigi per essere incoronato Re di Francia, passerà una notte nella Serenissima. Un onore immenso per il Doge e per la città lagunare. Giulio Pasquati e Girolamo Salimbeni, coppia di ciarlatani saltimbanco dai trascorsi burrascosi, vengono incaricati di dare spettacolo in onore del principe. Mica una storia qualunque, certo che no. La più grande storia d’amore che sia mai stata scritta:Romeo e Giulietta. Due ore di tempo per prepararsi ad andare in scena, provare lo spettacolo e soprattutto trovare la “Giulietta” giusta, casta e pura, da far ammirare al principe Enrico. Ed ecco comparire nel campiello la procace Veronica Franco, poetessa e “honorata cortigiana” della Repubblica, disposta a cimentarsi nell’improbabile parte dell’illibata giovinetta. Si assiste dunque ad una “prova aperta”, alla maniera dei comici delSogno di una notte di mezza estate, dove la celeberrima storia del Bardo prende forma e si deforma nel mescolarsi di trame, dialetti, canti, improvvisazioni, suoni, duelli e pantomime.

Shakespeare diventa materia viva nel quale immergere le mani per portare sul palco, attraverso il teatro popolare, le grandi passioni dell’uomo, le gelosie otelliane, i pregiudizi da mercante, tempeste e naufragi, in una danza tra la vita e la morte, coltelli e veleni.

I costumi dello spettacolo sono di Antonia Munaretti, la scenografia di Alberto Nonnato, le maschere di Roberto Maria Macchi, i duelli di Giorgio Sgaravatto, la consulenza musicale di Veronica Canale.

Per informazioni e biglietti: biglietteria del teatro 0737 85088. Inizio spettacolo ore 21.15.

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com