Benvenuto e Buona Navigazione, sono le ore 12:23 di Mer 28 Ott 2020

Suonar Lontano, Anima Folk e Spirito di Montelago contro il Coronavirus

di | in: Cultura e Spettacoli

image_pdfimage_print
2020-04-03 – Musica contro il virus. Suonar Lontano per sentirsi vicini. L’emergenza sanitaria che stravolge le nostre vite si combatte anche a colpi di zampogna, arpa e bouzouki. Con una ricetta semplice: Anima Folk e Spirito di Montelago.

Direttamente dai padri del Festival celtico più amato d’Italia, Maurizio Serafini e Luciano Monceri, ecco l’idea di mettere insieme virtualmente una grande band per scrivere e suonare un brano che riunisca e richiami a distanza il Popolo di Montelago.

Un ensemble di amici e musicisti, tutti legatissimi a Montelago, che ancora una volta rispondono al suo richiamo, ognuno dalla propria casa, nella propria città, con il proprio strumento. Nasce così Suonar Lontano, brano originale di ispirazione folk celtica che sembra riecheggiare al tramonto fra gli spazi ariosi e frizzanti ai piedi dell’Appennino umbro-marchigiano.

Ad accompagnare il duo ci sono: Adriano Sangineto (Monza), Anchise Bolchi (Mantova), Ariele Cartocci (Roma), Emilio Cozza (Avellino), Giordana Gismano (Udine), Iain Alexander Marr (Imperia), Massimo Giuntini (Arezzo) e dalle Marche Lorenzo Forconi.

Città diverse e strumenti della tradizione, come a mappare la vicinanza in una modalità che unisce presente e passato. Uno spaccato di vitalità reale e propiziativa, per infondere movimenti evocativi: quello catartico della riflessione e quello dell’entusiasmo dei balli.

Il Festival da diciotto anni rappresenta un momento d’incontro formidabile, dove l’evento si traduce in esperienza diretta su cosa significa condivisione, amicizia e passione. E il suo campeggio, la sosta prediletta della tappa di un viaggio, quello compiuto dagli spettatori che da ogni angolo d’Europa raggiungono l’Altopiano di Colfiorito tutte le estati e quello simbolico, come passaggio e rinnovamento attraverso il rituale della festa. Ora che la distanza fisica è per forza di cose maggiore e il viaggio si manifesta solo come metafora storica di questo incerto presente, Montelago e la sua musica non vogliono arrendersi.

Del resto Maurizio e Luciano non si sono mai fermati: “Suonar Lontano è una delle nostre azioni per mantenere viva la creatività che alcuni dei musicisti legati al Montelago Celtic Festival vogliono profondere al pubblico e quindi a tutti gli amici. Non si tratta solo di un modo di ritrovarsi e di condividere le nostre storie, ma di guardare al futuro”.

 

Suonar Lontano: https://youtu.be/Nt1F-29mvP8

SUONAR LONTANO

Una produzione MONTELAGO CELTIC FESTIVAL

da un’idea di:

LUCIANO MONCERI E MAURIZIO SERAFINI

Connessioni musicali virtuali in tempi di quarantena tra:

MONZA Adriano Sangineto, arpa celtica

MANTOVA Anchise Bolchi, violino

ROMA Ariele Cartocci, bouzouki

AVELLINO Emilio Cozza, nickelharp

UDINE Giordana Gismano, voce

IMPERIA Iain Alexander Marr, whistles

AREZZO Massimo Giuntini, uillean pipes

e le MARCHE di:

Lorenzo Forconi, cornamusa elettrica

Luciano Monceri, morin khuur

Maurizio Serafini zampogna

© 2020, Redazione. All rights reserved.


Sostieni www.ilmascalzone.it
La lettura delle notizie è gratuita ma i contributi sono graditi. Se ci credi utili sostienici con un contributo a tua scelta intestato a Press Too Srl
IBAN: IT07L0847424400000000004582
Banca del Piceno Credito Cooperativo – Filiale San Benedetto del Tronto 2




3 Aprile 2020 alle 15:09 | Scrivi all'autore | | |

Argomenti Frequenti


Archivio


My Web TV Marche

• Coronavirus Marche: aggiornamento
• Ritorno al futuro
• dalla Regione Marche


Social

Visit Us On TwitterVisit Us On FacebookVisit Us On YoutubeVisit Us On Instagram
Ricerca personalizzata