dalla Città

dalla Città

Project financing per la piscina, il privato si ritira

Con deliberazione approvata dalla Giunta comunale, il Comune di San Benedetto del Tronto ha preso atto del ritiro della proposta del Raggruppamento Temporaneo di Imprese – R.T.I. con capogruppo la ditta Beani Annibale srl quale soggetto promotore del project financing riguardante la riqualificazione del centro sportivo natatorio “Primo Gregori”.

Nella premessa dell’atto si fa riferimento alle diverse motivazioni indotte dal proponente, “non ultime le ulteriori problematiche legate all’emergenza sanitaria in corso, le quali, allo stato attuale, rendono non più valide e sostenibili le previsioni economiche e operative inserite nella proposta”.

La delibera fa anche un riferimento al modo in cui adesso l’Amministrazione intende procedere: “Sarà comunque necessario – si legge – allorquando saranno note le direttive in materia di sicurezza sanitaria stabilite per questo tipo di impianti sportivi, il ricorso ad una delle forme di partenariato pubblico privato contrattuale che rimane e rimarrà, molto probabilmente, dati gli scenari economici futuri, l’unica opzione amministrativa percorribile”.

In sostanza, il problema dell’Amministrazione rimane quello di non aver adeguate risorse per la realizzazione di tutti gli interventi che sarebbero necessari per la ristrutturazione e il miglioramento di quello che rimane, per numero di utenti, il maggior impianto sportivo comunale. Probabilmente ad oggi la via percorribile sarà quella della concessione dell’impianto ovvero partenariato pubblico-privato, ovviamente tramite procedura di pubblica evidenza, ad un soggetto capace di farsi carico dei notevoli oneri necessari alla sua riqualificazione.

San Benedetto del Tronto, 16-05-2020

Con ordinanza del sindaco, sono stati riattivati, limitatamente alla vendita di prodotti alimentari ed al commercio al dettaglio di fiori e piante, i mercati settimanali del martedì, del venerdì, quello del sabato (Porto d’Ascoli) e quello della verdura di via Montebello. La riapertura è condizionata al rigoroso rispetto delle misure di prevenzione della diffusione del contagio dettagliatamente descritte nel provvedimento pubblicato in Albo pretorio

 

Mi sento in dovere di rinvolgere un sentito ringraziamento alla Polizia Ferroviaria e al Questore di Ascoli Piceno per aver concluso con rapidità l’operazione che ha stroncato il pericolosissimo passatempo di alcuni preadolescenti che avevano deciso di sfidare la sorte sui binari ferroviari. La segnalazione pervenuta anche al Comune è stata presa nella massima considerazione ed in poco tempo il personale della Polfer è riuscito non solo ad identificare i giovani ma anche ad individuare il punto da dove accedevano al rilevato ferroviario. E’ un episodio inedito nel nostro territorio che però deve indurci a mantere alta la guardia sulle azioni che istituzioni e famiglie sono tenuti a svolgere per tutelare i nostri ragazzi, anche se il tessuto sociale di questa città offre le migliori condizioni per affrontare questo delicatissimo compito.

 

 

Visti i positivi riscontri dell’esperimento condotto domenica scorsa, quando il lungomare rimase chiuso dalle 9 alle 13, l’Amministrazione comunale ha deciso che la chiusura della corsia est del lungomare prevista per domenica 17 maggio sarà in vigore dalle 9 alle 19. Il provvedimento interesserà sempre la corsia est nel tratto compreso tra il ponte sull’Albula e l’area ex camping. Restano valide le regole previste già domenica scorsa: non ci saranno divieti di sosta ma le auto che dovranno uscire dal perimetro chiuso al traffico dovranno chiedere l’intervento della Polizia Municipale per manovrare in sicurezza.

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com