Scott Matthew “Adorned”

Scott Matthew “Adorned”

Etichetta: Glitterhouse
Brani: The Wish / Abandoned / Where I Come From / For Dick / German / White Horse / This Here Defeat / Ornament / The Wonder Of Falling In Love / End Of Days

 

Chi conosce e ama la discografia dell’artista australiano avrà più di qualche difficoltà a mandare giù le riletture electro-pop dei dieci brani del suo repertorio che compongono questo nuovo “Adorned”. La musica di Scott si è sempre retta su un’emotività senza filtro e su un’intensità quasi autolesionistica. Protagonista assoluta una voce meravigliosa che vellutatamente si sovrapponeva agli accordi in minore di chitarra e ukulele esaltando l’innata tristezza delle composizioni. In queste nuove versioni, invece, è come se la tristezza venisse dissimulata, cercando di sfuggirle attraverso una sovrapposizione di suoni che non rendono giustizia alla grazia di alcune canzoni imperfettibili come White Horse, German The Wish. Legittima la necessità dell’artista di percorrere strade nuove, dopo che per sei album non aveva provato che minime variazioni stilistiche. Il salto di “Adorned”, però, è troppo brusco e rischia di allontanare i vecchi fan (e di non portarne di nuovi). 

 

 

 

 

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com