Ugl continua le lotte per garantire ai lavoratori sicurezza, diritti e rappresentanza

Ugl continua le lotte per garantire ai lavoratori sicurezza, diritti e rappresentanza

Statuto dei lavoratori

Oggi ricorre l’anniversario dello Statuto dei lavoratori, nato 50 anni fa dopo mesi di richieste da parte di milioni di lavoratori che chiedevano il rispetto dei propri di diritti: 40 ore settimanali, salari adeguati, rapporti tra datori di lavoro e lavoratori con disposizioni a tutela di quest’ultimi e con il supporto delle rappresentanze sindacali. Era il 20 maggio 1970, la storica legge n. 300 basava infatti l’attività lavorativa su un nuovo rapporto tra dipendente e datore, non più di subordinazione, ma di piena collaborazione, con il riconoscimento di tutele che fino a quel momento erano inesistenti. Lo Statuto dei Lavoratori è ancora attuale di fronte alle questioni del lavoro nero e mal pagato, al riconoscimento del lavoro femminile, tuttavia necessita di essere esteso alle nuove realtà specie in questo periodo in cui l’emergenza causata dalla pandemia del Covid 19 ha avuto forti ripercussioni nel mondo del lavoro: aumento di disoccupazione, cassa integrazione forzata, smart working fanno capire quanto sia ancora più importante portare avanti e difendere i valori dello Statuto, alfine di tutelare i diritti soprattutto dei soggetti più deboli, nel rispetto della dignità umana. Così l’UGL ritiene fondamentale salvaguardare tutte le nuove forme di occupazione di questi ultimi anni, tenendo conto dei cambiamenti avvenuti in tutti i settori economico-produttivi mondiali. L’UGL ha sempre messo al primo posto la promozione di forme di partecipazione dei lavoratori alla gestione delle imprese, come affermato dall’art. 46 della Costituzione italiana e in questa prospettiva è determinante la rappresentanza del sindacato a livello aziendale.

Ascoli Piceno, lì 20/05/2020

SEGRETARIO PROVINCIALE UGL

ASCOLI PICENO

Carlo Narcisi

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com